Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 21:48 di Dom 27 Set 2020

Nessuna ombra su un progetto ‘sensibile’ come quello di “Granelli di… Gioia”

di | in: Sociale

image_pdfimage_print

Riceviamo e pubblichiamo due distinti comunicati, uno a firma del dottor Paolo Calafiore e l’altro dell’Amministrazione Comunale, in merito al progetto sociale della spiaggia libera “Granelli… di Gioia”

 

 Spiace leggere sulla stampa parole al vento che puntano a mettere ombra su un progetto ‘sensibile’ come quello di “Granelli di gioia”. Era dietro l’angolo la sciocca critica ad una iniziativa che di certo non ha nulla a che fare con il tema dell’inclusione e dell’esclusione.

Proviamo a fare chiarezza e cerchiamo di riportare “un granello di gioia” su questa iniziativa. Il progetto nasce all’inizio della fase 2 dell’emergenza covid, quando l’accesso alle spiagge pubbliche non era liberalizzato.

Si usciva dalla fase 1 dell’emergenza, quando le necessarie restrizioni avevano già impattato profondamente sulla popolazione, limitandone la libertà di movimento e le occasioni di socializzazione.

Sono ormai molti i contributi scientifici che hanno evidenziato il peso negativo della pandemia da Coronavirus sulla popolazione giovanile italiana: il 40,4% dei giovani ne ha conseguito problemi psicologici, il 14,4% ha raggiunto i criteri per un Disturbo Post Traumatico da Stress (PUBMED The effect of covid-19 on youth mental Health, 2020 Apr 21).

Questa condizione di disagio è sembrata ancora più grave per le famiglie con disturbi del neurosviluppo ed in particolare dei disturbi dello spettro autistico, tanto da portare molte Regioni alla concessione di brevi uscite accompagnate per le persone per le quali se ne certificava la necessità di prevenzione e gestione di crisi comportamentali.

In questa cornice, nel rischio paventato di negare l’accesso ai lidi pubblici, è’ nato l’appoggio scientifico al Comune di Giulianova per la creazione di uno spazio libero ed in ‘sicurezza’ secondo le indicazioni del Ministero della Salute in favore delle persone con disturbi dello spettro autistico che altrimenti avrebbero rischiato l’esclusione ad una estate ‘tipica’ . 

Si leggono parole di critica come “ GHETTIZZARE, che per la definizione stessa della parola si intende: zona che è riservata a una minoranza etnica o religiosa , nella quale vivono in gruppo volontariamente o forzatamente…

Invece questa esperienza è nata come una opportunità in più che il Comune di Giulianova ha voluto offrire a famiglie di bambini con specifici disturbi del neurosviluppo , CHE NE FACCIANO LIBERA RICHIESTA , per poter dare una alternativa di scelta in base alle specifiche esigenze in uno spirito collaborativo e sociale necessario in momento così delicato per tutti .

Credo che un’esperienza simile, caratterizzata da estrema sicurezza, controllo costante durante l’orario di apertura, approvata dalle società scientifiche specifiche, come risulta da messaggi ed email in nostro possesso, possa essere traslata e migliorata sicuramente in molti altri settori come già esistono le aree riservate alla disabilità.

I medici che non fanno politica, offrono il loro supporto scientifico e di esperienza quando viene richiesto, per giuste cause, indipendentemente da colori politi o protagonismi organizzati.

Spero di aver chiarito ogni dubbio e resto a disposizione di tutti in privato, per consigli o domande che passano portare a migliorare la nostra Città in ambito Sanitario e soprattutto pediatrico, branca che ho abbracciato 40 anni fa.

Grazie a voi tutti e alla Amministrazione Comunale.

Paolo Calafiore


Spiaggia libera “Granelli… di Gioia”

Garantire in emergenza sanitaria alle famiglie un luogo sicuro e protetto secondo le indicazioni scientifiche dell’Osservatorio Nazionale, Dipartimento di Salute Mentale e U.O.S.D. di Neuropsichiatria Infantile della Asl di Teramo

Giulianova, 12 giugno 2020 – L’Amministrazione Comunale si è attivata di concerto con le strutture sanitarie, implementando l’iniziativa sulla base delle indicazioni scientifiche fornite dalla Asl di Teramo, Dipartimento Salute mentale e U.O.S.D. di Neuropsichiatria Infantile ed in linea con quelle fornite, in data 30 aprile 2020, dall’Osservatorio Nazionale Autismo ISS.

Il progetto vuole essere un valore aggiunto per le famiglie con specifico carico di disabilità, offrendo la possibilità di fruire gratuitamente di una spiaggia sicura, di un contesto protetto all’aperto, in cui è possibile anche svolgere terapia. La qualità dell’iniziativa è tanto più significativa se si pone l’attenzione sul fatto che, al momento, le spiagge libere non sono organizzate in modo da garantire il distanziamento sociale. Questa spiaggia, invece, è stata opportunamente allestita, a beneficio della fragilità dell’utente ed in relazione alle difficoltà che lo stesso può avere nel rispettare le regole per la sicurezza sanitaria.

L’iniziativa, promossa dal Comune con la consulenza scientifica della Asl di Teramo, non può essere valutata al di fuori del contesto emergenziale che si sta ancora vivendo e che, a tutela dei soggetti più fragili, impone un distanziamento sociale, che comporta ex se una deroga di processi di inclusione ordinaria. L’iniziativa è un servizio in più che si è voluto dare ai minori in spettro autistico e che non preclude scelte diverse, ed è stata già accolta positivamente da alcune famiglie che, in questi giorni, hanno prenotato l’ingresso alla spiaggia.

Inoltre l’accesso alla spiaggia libera “Granelli… di Gioia”, regolamentato da orari e dalle attività di triage ad opera dei volontari, è consentito anche a tutte quelle persone, familiari ed amici, che vogliono accompagnare i minori e vivere con loro momenti di socialità.

Si ribadisce che la finalità del progetto è quella di garantire a questi bambini e alle famiglie un luogo sicuro e protetto, e smentisce ogni accusa rivolta all’Ente di voler “ghettizzare” una categoria svantaggiata. Si conclude ricordando inoltre che, negli anni, il litorale giuliese ha già ospitato diverse spiagge libere dedicate, come quella per diversamente abili “Mare per Tutti”, inaugurata dalla passata amministrazione nel 2017, ed il lido ex Fand e Helios.

Nasce a Giulianova la spiaggia libera “Granelli… di Gioia” riservata ai minori con disturbi dello spettro autistico

 

 

© 2020, Redazione. All rights reserved.


Sostieni www.ilmascalzone.it
La lettura delle notizie è gratuita ma i contributi sono graditi. Se ci credi utili sostienici con un contributo a tua scelta intestato a Press Too Srl
IBAN: IT07L0847424400000000004582
Banca del Piceno Credito Cooperativo – Filiale San Benedetto del Tronto 2




15 Giugno 2020 alle 18:45 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• Coronavirus Marche: aggiornamento
• Ritorno al futuro
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata