RisorgiMarche con 18 concerti “più intimi” ed escursioni all’alba e al tramonto

RisorgiMarche con 18 concerti “più intimi” ed escursioni all’alba e al tramonto

2020-07-11 – Sarà una quarta edizione modulare di RisorgiMarche, con 18 concerti “più intimi” dislocati tra borghi, siti archeologici ed escursioni all’alba e al tramonto. Ad annunciarlo in video conferenza Neri Marcorè e Giambattista Tofoni, che hanno anche illustrato la prima parte di un programma che prenderà il via sabato 18 luglio da Falerone e che vedrà la partecipazione di artisti del calibro di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, Ambrogio Sparagna, La Banda della Ricetta, Peppe Servillo & Solis String Quartet, Ziad Trabelsi e Carthage Mosaik, Enzo Avitabile e Dente.

 

Un festival che, nelle intenzioni degli organizzatori, sarà ancora di più all’insegna della solidarietà per la rinascita delle comunità marchigiane colpite dal sisma del 2016.

 

“Abbiamo iniziato nel 2017 e quest’anno ci troviamo con una problematica in più legata all’emergenza Covid – ha spiegato Marcorè -. Ma proprio perché a noi piacciono le difficoltà, abbiamo deciso di procedere con la quarta edizione e tutti gli attori che hanno dato forza e sostegno in questi 3 anni sono stati entusiasti nel farlo. Sarà una quarta edizione speciale, con le limitazioni che impongono delle variazioni alla tradizionale formula di RisorgiMarche”.

 

Quindi, niente concerti sui prati ma massima attenzione alle eccellenze dislocate nell’area del cratere sismico, tra piazze, chiese, musei ed enogastronomia.

 

E anche quest’anno la Regione Marche non ha fatto mancare il proprio supporto, come ribadito da Moreno Pieroni, assessore regionale alla Cultura. “Il nostro rapporto va al di là del semplice momento istituzionale e insieme ci poniamo un duplice obiettivo: mantenere alta l’attenzione in quei territori bellissimi dal punto di vista paesaggistico; valorizzare sempre più l’economia con un indotto che tutti insieme abbiamo creato, dando un respiro interessante a quelle attività commerciali e a concittadini che uscivano da un grande dramma. Come Regione lo facciamo con la consapevolezza che voi di RisorgiMarche avete a cuore questi nostri territori. Penso che questa iniziativa debba diventare sempre più strutturale: una scommessa partita 4 anni fa, infatti, oggi è una realtà nazionale e dobbiamo fare di tutto per farla continuare a vivere. Vi ringrazio per quello che avete fatto e perché ancora una volta siete con noi”.

 

Le restrizioni attualmente in vigore hanno spinto Marcorè e Tofoni a ragionare su altri spazi, tra i quali i meravigliosi siti archeologici dislocati nelle province di Macerata, Fermo e Ascoli Piceno. “Non possiamo che accogliere con entusiasmo questa iniziativa che deve fare i conti con una situazione particolare – ha commentato Daniela Tisi, consigliera nazionale della ICOM (International Council of Museums), organizzazione internazionale dei musei e dei professionisti museali associata all’UNESCO e con lo status di organismo consultivo presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC) -. È un evento positivo che permette una riscoperta dei luoghi della nostra cultura. In questo modo si va ad aiutare un settore che dopo il terremoto, ma soprattutto dopo la pandemia, è abbastanza in difficoltà. Per questo patrociniamo con entusiasmo un’iniziativa che sentiamo vicina non solo ai cittadini, ma anche al nostro stesso concetto di museo che si apre alla comunità e che non ha pareti”.

 

Un requisito di RisorgiMarche, ha sottolineato Marcorè, era di non limitare il flusso e far conoscere le realtà del territorio, portando economia in zone che rischiavano invece di essere trascurate. “Un principio che però quest’anno non può essere mantenuto nella sua interezza per le regole contro il Covid. Quindi, in questa variazione puntiamo molto sul turismo di prossimità e con l’occasione di andare a seguire un’artista il nostro invito è quello di restare nel borgo per conoscere musei, opere d’arte e strutture del territorio, magari fermandosi a dormire”.

 

A Tofoni il compito di illustrare le caratteristiche tecniche di questa quarta edizione. “Seguiremo scrupolosamente quanto previsto dalle legge, come abbiamo sempre fatto negli anni passati. Purtroppo nei prati e nei monti l’accesso è omnidirezionale e quindi non possono essere circoscritti gli spazi e censite le persone, prerogative queste invece previste dalla legge attualmente in vigore che contempla anche l’obbligo di mantenere la lista degli spettatori per 15 giorni.

 

Quest’anno, quindi, siamo forzatamente ma anche con piacere tornati alle formule inserite in occasione della terza edizione, vale a dire i concerti nei borghi e i concerti escursioni, le uniche possibili oggi e che ci permetteranno di censire le persone attraverso una prenotazione obbligatoria”. A questo si aggiunge la scelta di applicare una sorta di biglietto solidale a 5 euro, con tutto l’incasso che verrà devoluto al Comune ospitante. “Per chi vuole contribuire ulteriormente ci sarà un biglietto sostenitori a 20 euro”.

 

Sul tema delle risorse Marcorè e Tofoni hanno voluto ricordare come nelle prime tre edizioni nemmeno un centesimo sia stato tolto alla ricostruzione, in virtù del fatto che i fondi per RisorgiMarche sono stati e restato destinati esclusivamente alla cultura.

 

In questi ultimi mesi sono state migliaia le sollecitazioni da parte di quello che è stato definito “il popolo di RisorgiMarche”, ma soprattutto dai Comuni colpiti dal terremoto. “Ci hanno chiesto di non essere abbandonati, un appello che abbiamo raccolto per poi chiedere loro di presentare proposte per gli spazi, attraverso i quali vorremmo anche rappresentare la bellezza degli stessi borghi, siti archeologici compresi”.

 

“Riguardo agli artisti – ha proseguito Marcorè – le consultazioni sono ancora in corso e ci saranno nuove adesioni nel corso delle settimane, quindi invitiamo a seguire sempre gli aggiornamenti sui nostri social e sul sito. Potrebbero esserci anche due o tre colpi abbastanza importanti, che saremmo fieri di annunciare”.

 

Numerosi i ringraziamenti, a partire dal pubblico per la grande civiltà dimostrata in occasione di tutti gli eventi e per avere recepito consigli e richiami sulla pulizia dei luoghi. Parole di forte apprezzamento sono state espresse da Marcorè e Tofoni per Protezione Civile, sistema sanitario e Prefetture, oltre che per gli sponsor che hanno sostenuto il festival sposando pienamente il concetto di solidarietà. “Anche in questa edizione – ha evidenziato Tofoni – sosterremo l’Anffas attraverso la vendita del merchanding”.

 

Altra novità è il pagamento degli artisti, che nelle edizioni precedenti avevano partecipato a titolo gratuito. “Ce lo siamo imposti – ha spiegato Marcorè – perché il settore degli spettacoli dal vivo è stato il più colpito e vogliamo manifestare concretamente il nostro rispetto per artisti, musicisti e tecnici”.

 

“Andiamo avanti con il nostro impegno e la nostra buonafede – ha concluso, dopo aver rimarcato il grande indotto economico generato da RisorgiMarche a favore delle comunità locali – cercando sempre di costruire qualcosa di positivo”.

 

L’edizione 2020, prodotta da TAM Tutta un’Altra Musica, è stata realizzata con il contributo di Regione Marche e Mibact (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali), con la collaborazione di FBT e Pallottini Antincendi, oltre che con la cooperazione dei Comuni di Apiro, Corridonia, Falerone, Montemonaco, Offida, Sarnano, Treia ed altri verranno annunciati nei prossimi giorni. La manifestazione, inoltre, gode dei patrocini di Unione Montana Potenza Esino Musone, Icom-Italia, Collegio Guide Alpine delle Marche e Touring Club.

https://www.facebook.com/risorgimarche/videos/590048478585252/

IL PROGRAMMA

Sabato 18 Luglio 2020

PETRA MAGONI & FERRUCCIO SPINETTI “MUSICA NUDA”

“Verso Sud”

Teatro Romano – Falerone FM

©_ANGELO_TRANI

Petra Magoni & Ferruccio Spinetti MUSICA NUDA

Verso sud”

“Verso Sud” è l’ultimo album dal vivo di MUSICA NUDA, il duo voce e contrabbasso composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti.

Un viaggio nel sud musicale dell’Italia e del mondo in puro stile Musica Nuda e cioè “Istinto” e “Libertà”, sia nello scegliere il repertorio, sia nel modo di interpretarlo, con leggerezza ma mai senza rispetto.

Speriamo lo amiate come lo amiamo noi perché è la fotografia di un concerto sincero e appassionato, di un viaggio entusiasmante verso…Sud!”

Petra & Ferruccio

In diciassette anni di intensa attività concertistica in tutto il mondo, Musica Nuda ha collezionato riconoscimenti prestigiosi vantando nel proprio palmarès la “Targa Tenco 2006” nella categoria interpreti, il premio per “Miglior Tour” al Mei di Faenza 2006 e “Les quatre

clés de Télérama” in Francia nel 2007. Nel corso degli anni, Ferruccio e Petra hanno portato il loro progetto in giro per il mondo, riuscendo a raggiungere anche spazi prestigiosi tra cui l’Olympia di Parigi, l’Hermitage di San Pietroburgo. Inoltre, sono stati ospiti del Tanz Wuppertal Festival di Pina Bausch e, sempre in Germania, hanno aperto i concerti di Al Jarreau. Nel marzo 2014 sono stati gli unici ospiti musicali della “Giornata Mondiale del Teatro” che si è celebrata all’interno del Senato della Repubblica, alla presenza

del Presidente Pietro Grasso.

Nel 2015 e 2016, il “Little Wonder Tour” ha ottenuto successi in tutto il mondo, partendo dall’Europa, passando dagli Stati Uniti al Perù, fino ad arrivare in Giappone.

Nel 2017 esce “Leggera”, disco di brani inediti a cui seguirà un lungo Tour internazionale.

Nel 2018 si esibiscono alla Camera dei Deputati in occasione delle celebrazioni per il centenario dell’Aula di Montecitorio.

Nel 2019 prosegue il Tour che oltre a girare l’Italia raggiunge città come Parigi (Francia), Odessa (Ucraina), Porto (Portogallo), Lugo (Spagna), Vienna (Austria), Davis (Stati Uniti), Stanford (Stati Uniti).

In 17 anni Petra e Ferruccio hanno realizzato più di 1400 concerti, prodotto otto dischi in studio, tre dischi live e un dvd.

Petra Magoni: voce

Ferruccio Spinetti: contrabbasso

Mercoledì 22 Luglio 2020

AMBROGIO SPARAGNA TRIO

“Il viaggio di Giuseppantonio”

Villa Fermani – Corridonia MC

Ambrogio Sparagna Trio

Il viaggio di Giuseppantonio”

Ambrogio Sparagna in un progetto vocale-strumentale che permette di conoscere più da vicino la maestrìa compositiva e la passionalità interpretativa di uno tra i musicisti più importanti nel panorama della nuova musica popolare italiana e grande virtuoso di organetto.

Il Viaggio di Giuseppantonio” esplora la tradizione musicale di area italiana attraverso una serie di brani tradizionali ed altri originali composti da Ambrogio Sparagna e accompagnati da una piccola orchestrina di strumenti che vanno dall’organetto alla conchiglia, dai tamburelli ai cucchiai, dalla ghironda al violino a tromba.

Il filo conduttore è il mitico viaggio emigrante di Giuseppantonio e dei suoi compagni musici raccontato da Sparagna “con parole e musiche”, tra serenate e ballate, ninne nanne e tarantelle d’amore, ritmi frenetici e saltarelli sempre attenti a coinvolgere il pubblico e farlo “camminare” sulla musica.

Uno spettacolo per far conoscere il repertorio folk italiano attraverso una modalità di spettacolo vivace e coinvolgente da uno degli autori più importanti del genere.

Ambrogio Sparagna: voce, organetti

Valentina Ferraiuolo: tamburelli, voce

Erasmo Treglia: torototela, ghironda, ciaramella

Sabato 25 Luglio 2020

LA BANDA DELLA RICETTA

Parco Monteguarnieri – Montemonaco AP

La Banda della Ricetta

La musica e? il cibo dell’amore”, ricorda Shakespeare e questo filo rosso e? seguito dalle musiciste che danno vita al nuovo progetto di Clara Graziano: “La Banda della Ricetta”.

Uno spettacolo originale in cui si canta del buon cibo in un repertorio accattivante, divertente e ben condito, tra il folk e la canzone d’autore.

In scena con le loro “parannanze” e i loro attrezzi da cucina, le musiciste della Banda ci conducono in un viaggio garbato e saporito tra cibo e musica facendo scoprire una collezione di pietanze sonore e storie gustose. E durante il concerto si cucina in scena con sorprese culinarie e profumi speciali, dalla zuppa al caffe?!

Clara Graziano: voce, organetto, putipù

Valentina Ferraiuolo: voce, tamburelli

Teresa Spagnuolo: clarinetto, clarinetto basso

Carla Tutino: contrabbasso

Martedì 28 Luglio 2020

PEPPE SERVILLO & SOLIS STRING QUARTET

“Presentimento”

Piazza della Repubblica – Treia MC

Peppe Servillo & Solis String Quartet

Presentimento”

A distanza di tre anni dall’uscita di “Spassiunatamente”, album con il quale hanno

affrontato con dovuto rispetto capolavori della canzone classica napoletana, ecco

Presentimento” che può essere considerato a tutti gli effetti la naturale prosecuzione di un

progetto che non smette di spaziare all’interno di un immenso panorama musicale senza

cercare di circoscriverlo ad un periodo o ad un autore. Da Gil a Viviani, da E.A. Mario a

Cioffi/Pisano, da Scalinatella a Mmiez’o grano a M’aggia curà, la lista di autori e canzoni si

inseguono e si incastrano con rigore regalando uno spettacolo a 360° che tocca musica,

teatro e … cuore!

Peppe Servillo: voce

Vincenzo Di Donna: violino

Luigi De Maio: violino

Gerardo Morrone: viola

Antonio Di Francia: cello e chitarra

Mercoledì 29 Luglio 2020

ZIAD TRABELSI & CARTHAGE MOSAIK

Abbazia Sant’Urbano – Apiro MC

ZIAD TRABELSI & Carthage Mosaik

Se più di 2000 anni fa Annibale avesse sconfitto i Romani, in Italia avremmo ascoltato e suonato musica diversa… Le tracce arabe disseminate ovunque nella nostra musica, in particolare in quella di area mediterranea, ci ricordano la potenza del linguaggio musicale.

Di mescolarsi, diffondersi e trasformarsi spontaneamente senza coercizioni.

Ziad Trabelsi è membro dell’Orchestra di Piazza Vittorio. E’ un musicista tunisino che da anni vive e lavora a Roma. Virtuoso di ‘oud, il liuto arabo, oltre che cantante, è un raffinato compositore.

Nel suo repertorio s’incontrano la grande tradizione araba e tutte le suggestioni musicali dalle quali Ziad viene ogni giorno sorpreso e stimolato.

La canzone francese e italiana, ma anche il rock e il blues anglo-americano, si mescolano abilmente e con grande naturalezza nella sua musica.

Le sue canzoni e la sua musica sono una sorta di “neofolk urbano” senza confini geografici. Il risultato è un progetto di musica d’autore e di ricerca tra improvvisazione e contaminazione.

Ziad Trabelsi: ‘oud, voce

Simone Pulvano:percussione

Emanuele Bultrini: chitarre

Paolo Rocca: clarinetti

Sabato 1 Agosto 2020

ENZO AVITABILE TRIO

“Acoustic World”

Piazza Alta – Sarnano MC

Enzo Avitabile

Acoustic World”

Con il progetto “Acoustic World” Enzo Avitabile ripercorre in chiave acustica (formazione in trio) gli ultimi 15 anni della sua produzione discografica, proponendo brani tratti da tutti i suoi progetti dal 2003 ad oggi.

“Salvamm ‘O Munno”, “Sacro Sud”, “Festa Farina e Forca”, “Napoletana”, “Black Tarantella” e “Lotto Infinito” sono i dischi dai quali si attinge per poter dar vita ad un concerto che e? incontro “intimo”, nel quale Enzo Avitabile guida il pubblico attraverso un percorso fatto di emozioni e di conoscenza di un linguaggio musicale personalissimo ed originale che lo ha reso uno dei riferimenti mondiali della “World Music” e probabilmente l’artista italiano piu? rappresentativo di questo genere.

Nella “sua” World Music Enzo Avitabile ha saputo sposare il bagaglio artistico di una carriera ormai trentennale con una ricerca continua di innovazione musicale, con uno sguardo sempre attento al sociale, cantando le sofferenze degli ultimi ma anche le loro speranze, che sono le speranze di una grossa parte della popolazione del mondo.

Un artista che canta il Sud, che non e? solo sud geografico ma uno stato dell’animo e della condizione umana.

Un Sud che vuole cercare il suo riscatto attraverso la scoperta e la valorizzazione delle proprie radici, attraverso un percorso di crescita culturale, una fame di conoscenza, di sapere, di mescolanza in un rapporto alla pari, dove non esistono vincitori ne? vinti, ma solo esseri umani che interagiscono in un rapporto di fratellanza nella ricerca comune di un percorso di pace, che puo? e deve passare anche attraverso la musica che da sempre e? veicolo di trasmissione di culture e tradizioni.

Enzo Avitabile: Voce, Arpina, Fiati, Tamburo

Gianluigi Di Fenza: Chitarra

Emidio Ausiello: Percussioni

Domenica 2 Agosto 2020

DENTE

“Live Acustico”

Piazza del Popolo – Offida AP

DENTE

Live “Acustico”

Dopo questi mesi di lockdown Dente è stato uno dei primi artisti ad annunciare un tour estivo, partito il 26 giugno da Bologna.

In questo tour i brani del suo ultimo album omonimo e le canzoni del suo vasto repertorio

verranno riarrangiati in chiave acustica, in attesa di poter tornare all’idea originaria di tour

con la band al completo. Sarà un concerto intimo e raccolto, in cui sarà messa in luce la

parte più essenziale dei brani del cantautore.

Dente sarà accompagnato in alcune date da Simone Chiarolini, chitarrista e tastierista della

sua band, che si alternerà con lui alla chitarra e al pianoforte.

Giuseppe Peveri (Dente): chitarra e pianoforte

Simone Chiarolini: chitarra e pianoforte

 

 

INIZIO CONCERTI ORE 19 CIRCA

I luoghi e gli orari dei concerti e le modalità di accesso possono variare: verificare sempre il programma sul sito www.risorgimarche.it e sui nostri canali social

clicca l’allegato: Presentazione concerti 18 LUGLIO – 2 AGOSTO

Comunicazione RisorgiMarche

comunicazione@risorgimarche.it

Tel/Fax +39 0734 636371

Cellulare +39 338 4321643

RisorgiMarche – Festival di solidarietà per la rinascita delle comunità colpite dal sisma

www.risorgimarche.it | www.facebook.com/risorgimarche

 

Torna RisorgiMarche

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com