Ago e filo per conquistare il proprio futuro

Ago e filo per conquistare il proprio futuro

AGO E FILO PER COSTRUIRE IL PROPRIO FUTURO. DALLE BOTTEGHE ARTIGIANE ALLE PASSERELLE MONDIALI DEL FASHION – LA CNA DI ASCOLI PICENO TRACCIA IL PERCORSO DI FORMAZIONE PER I GIOVANI STILISTI CON L’IPSIA MODA SACCONI

Ascoli Piceno, 2020-08-25 – Ago e filo per conquistare il proprio futuro professionale. La Cna di Ascoli Piceno e l’Ipsia Sacconi – Indirizzo Moda – tracciano il progetto di formazione e motivazione per i giovani grazie alla donazione fatta all’istituto scolastico ascolano dalla famiglia del compianto Luigi Massi.

Pur avendo conquistato le vette della moda internazionale – spiega Massimo Mancini, portavoce regionale per la Cna del settore Confezioni moda – lui amava definirsi sempre e soprattutto un sarto, un artigiano di bottega. E’ questo il messaggio che noi dobbiamo trasmettere, per il futuro delle giovani generazioni e dell’economia tutta del Piceno e dell’Italia”.

Ipsia e Cna insieme, dunque, per far toccare con mano ai ragazzi che frequenteranno i corsi di moda cosa significhi creare, inventare, ma soprattutto lavorare e applicarsi su un’idea, un modello, fino a vederci doppio. “La scuola – aggiunge Francesco Balloni, direttore della Cna di Ascoli Piceno – è da anni una delle nostre priorità. Anche in questa edizione, entusiasmante anche se difficile visto le situazioni contingenti, del Fashion Mood che faremo a Grottammare sfileranno anche le creazioni degli stilisti in erba dell’Ipsia Sacconi. Questo per noi è il futuro che ci piace e che crediamo sia anche l’unico veramente possibile per le nostre piccole imprese che creano eccellenza”.

La collaborazione con la Cna – aggiunge Patrizia Palanca, direttrice dell’Ipsia moda di Ascoli – è ormai consolida e anche questa meravigliosa donazione del nostro sarto artigiano e artista Massi, sarà oggetto di studio nelle nostre classi e di approfondimento nei laboratori degli artigiani Cna dove da anni proseguiamo un interessante progetto di alternanza scuola-lavoro”.

Cosa sarà il futuro per i nostri artigiani? – conclude Luigi Passaretti, presidente della Cna Picena – sta a noi come Associazione e alle istituzioni di tutti i livelli far sì che un patrimonio immenso non vada perduto”.

PROMEMORIA EVENTO FASHION CNA

La Cna di Ascoli mette in passerella le eccellenze della moda del Piceno: appuntamento venerdì 28 agosto (ore 21) – Terrazza sul mare di Grottammare

Come Cna di Ascoli Piceno in collaborazione con la Camera di Commercio delle Marche e del Comune di Grottammare – spiega Francesco Balloni, direttore della Cna Picena – ci accingiamo a organizzare la 6a edizione del Fashion Mood – eccellenze in Passerella – che si terrà sulla Terrazza sul mare di Grottammare venerdì 28 agosto alle ore 21”.

Abbiamo voluto confermare questo appuntamento annuale – aggiunge il presidente territoriale, Luigi Passaretti – in un momento delicato e difficile ma che, con le cautele del caso, vuole dare per la Cna e gli artigiani che vi partecipano un segnale forte di presenza. Voglia di esserci e di voler continuare ad esserci con il proprio saper fare. Un appuntamento che dà modo di valorizzare diverse attività produttive del territorio, e non solo, e che annovera un importante richiamo di presenze”.

Negli ultimi anni il nostro appuntamento fashion – conclude Irene Cicchiello, responsabile del settore moda per la Cna Picena – è divenuto un punto di riferimento per il territorio. Per le imprese della moda ma anche per tutto l’indotto che intorno ad esso gravita. L’impegno come Cna Picena anche quest’anno è stato quello di coinvolgere tutte le eccellenze che il nostro territorio sa esprimere”.

Un appuntamento che la Cna ha voluto mantenere proprio a testimonianza di una voglia di ripresa che i dati, elaborati per la Cna Picena dal Centro studi della Cna regionale delle Marche, testimoniamo un’ovvia ed evidente difficoltà.

PROMEMORIA DATI MODA PROVINCIA ASCOLI PICENO

Le imprese

Se si considerano le variazioni tendenziali del numero delle imprese attive nel periodo tra il II trimestre 2020 e lo stesso trimestre dell’anno prima, si registra una diminuzione di 33 unità per i settori registrata per le attività manifatturiere: in termini tendenziali si registra una loro diminuzione nel numero di imprese (-1,8%), in termini congiunturali una loro tenuta (+0,0%). Le perdite tendenziali di imprese si concentrano nel sistema moda (33 imprese in meno, pari a -6,7%).

Provincia di Ascoli Piceno – imprese manifatturiere attive al secondo trimestre del 2019 e del 2020

 II 2019II 2020Var.Ass.Variaz.%
Industrie alimentari

286

291

5

1,7

Industria delle bevande

29

29

0

0,0

Industrie tessili

76

70

-6

-7,9

Confezione di articoli di abbigliamento; confezione di ar…

282

259

-23

-8,2

Fabbricazione di articoli in pelle e simili

134

130

-4

-3,0

Industria del legno e dei prodotti in legno e sughero (es…

122

118

-4

-3,3

Fabbricazione di carta e di prodotti di carta

11

12

1

9,1

Stampa e riproduzione di supporti registrati

70

72

2

2,9

Fabbricazione di coke e prodotti derivanti dalla raffinaz…

1

1

0

0,0

Fabbricazione di prodotti chimici

29

27

-2

-6,9

Fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e di prepa…

4

4

0

0,0

Fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche

30

38

8

26,7

Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di miner..

84

83

-1

-1,2

Metallurgia

10

10

0

0,0

Fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchinari …

313

310

-3

-1,0

Fabbricazione di computer e prodotti di elettronica e ott…

46

46

0

0,0

Fabbricazione di apparecchiature elettriche ed apparecchi…

54

52

-2

-3,7

Fabbricazione di macchinari ed apparecchiature nca

107

100

-7

-6,5

Fabbricazione di autoveicoli, rimorchi e semirimorchi

16

14

-2

-12,5

Fabbricazione di altri mezzi di trasporto

17

18

1

5,9

Fabbricazione di mobili

77

77

0

0,0

Altre industrie manifatturiere

192

186

-6

-3,1

Riparazione, manutenzione ed installazione macchine ed…

157

161

4

2,5

MANIFATTURE

2.147

2.108

-39

-1,8

Fonte: elaborazioni centro studi CNA Marche su dati Infocamere

La competitività sui mercati esteri

L’export del sistema moda ascolano subisce nel corso del primo trimestre 2020 una brusca diminuzione (-23% rispetto allo stesso trimestre del 2019), decisamente più marcata di quella registrata dalla regione nel suo complesso (-17%). Il calo dell’export 2020 nella provincia è particolarmente elevato per tessile e abbigliamento (in ambedue i settori si registra oltre il 30% in meno).

Export per Anno – – Valori in Euro

provincia di Ascoli Piceno

2017

2018

2019

2020

var. %

2019/20

CB13-Prodotti tessili

3.339.887

4.308.073

3.712.228

2.456.337

-33,8

CB14-Articoli di abbigliamento (anche in pelle)

6.837.284

9.133.659

9.570.502

6.697.376

-30,0

CB15-Articoli in pelle (escluso abbigliamento)

93.413.067

90.184.851

81.934.325

64.155.828

-21,7

“sistema moda”

103.592.255

103.628.601

95.219.074

73.311.561

-23,0

numeri indice (2017=100)

100,0

100,0

91,9

70,8

IL SISTEMA DELLA CNA IN CAMPO E IN SINERGIA PER LA TENUTA E LA RIPRESA DEL TERRITORIO PICENO

L’Asola di Malizia Angela, abiti sartoriali, Grottammare

Moda Artigiana Italy, capi invernali, Alba Adriatica

Wudawu, accessori moda di Arianna Trillini, Borse, Castel di Lama

Le Spose di Francesca, di Anna Maria Di Chiara, Abiti da sposa, Civitanova Marche

Atelier Raffaella, abiti da cerimonia, San Benedetto del Tronto

Bagalini Marco, Cupramarittima

Leime di Sofia Eusebi, abiti in seta, Fabriano

Dolcevita di Francesca Bracalenti, Morrovalle

Loggi calzature, San Benedetto del Tronto

Marta Jane Alesiani, Force

Annabili Massimo

Cappellificio Sorbatti srl, Montappone

Artè di Barbara Tomassini, Ascoli Piceno

Monia Vallesi, Ascoli Piceno

Patrizia Bartolomei, Ascoli Piceno

Istituto superiore Fermi-Sacconi-Ceci, Ascoli Piceno

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com