dalla Città

dalla Città

In Consiglio va il Documento Unico di Programmazione

Seduta telematica prevista per venerdì 11 settembre

Il presidente Giovanni Chiarini ha convocato il consiglio comunale per venerdì 11 settembre con inizio alle ore 9. La seduta si terrà in modalità telematica sulla piattaforma ZOOM e si potrà assistere collegandosi a questo indirizzo: https://us02web.zoom.us/j/89819897929

Tra i punti all’ordine del giorno si segnalano:

– le interrogazioni dei consiglieri Muzi (sugli atti vandalici e il degrado ambientale in zona Ponterotto), Pellei (sulle modalità di gestione dell’area della bocciofila di via degli Oleandri);

– ratifica di variazioni al bilancio per contabilizzare alcuni trasferimenti statali in materia sociale e scolastica legati alla gestione dell’emergenza COVID;

– la verifica dello stato di attuazione dei programmi e l’approvazione del Documento Unico di Programmazione – DUP 2021/2023 che costituisce la guida strategica ed operativa dell’ente, base di riferimento per definire lo stato d’attuazione dei programmi dell’Amministrazione. Il DUP normalmente deve essere approvato entro luglio ma le norme in materia di emergenza COVID hanno prorogato questa scadenza al 30 settembre. Il documento propone la conferma degli obiettivi già delineati dal Piano Esecutivo di Gestione (P.E.G.) approvato nel giugno scorso, dal Piano Dettagliato degli Obiettivi (P.D.O.) e dal Piano della Performance;

– il via libera alla cessione di una porzione della vecchia strada comunale colle S. Lucia ad un privato che ne ha fatto richiesta per riorganizzare e razionalizzare le colture sui propri terreni. In cambio il privato stesso cederà al Comune un suo terreno sui cui realizzerà a sue spese il tracciato sostitutivo della strada comunale “rendendolo più facilmente fruibile nel caso l’Amministrazione voglia procedere al ripristino del vecchio tracciato anche per scopi di valorizzazione della zona, di grande valore paesaggistico”;

– le mozioni dei consiglieri Mandrelli (per impegnare l’Amministrazione a trasformare le aree degradate di via Calatafimi in zone per l’edilizia sovvenzionata e convenzionata) e Muzi (per indurre l’Amministrazione ad approvare un regolamento che limiti la presenza di circhi nel territorio comunale privilegiando in ogni caso quelli che non prevedono l’impiego di animali).

clicca l’allegato: Ordine del giorno C.C 11.0912020
7 settembre 2020

Il capitano di fregata Marco Mancini è il nuovo comandante della Capitaneria di Porto

Mense scolastiche: si restituiscono le somme non utilizzate

I genitori degli alunni che hanno frequentato le scuole dell’infanzia e primaria a San Benedetto del Tronto, che hanno un credito residuo sulla JUNIOR CARD utilizzata per il servizio mensa e che per il prossimo anno scolastico non ne usufruiranno più, potranno:

a) richiedere il rimborso in contanti delle somme non spese

b) trasferire il credito residuo su altra JUNIOR CARD

In entrambi i casi è necessario prenotare un appuntamento per svolgere l’operazione collegandosi al seguente indirizzo: provveditoratosbt.youcanbook.me/

Una mail confermerà all’utente l’avvenuta registrazione dell’appuntamento presso lo sportello economale (secondo piano del Municipio) che sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13.

Per effettuare le operazioni di rimborso o di trasferimento del credito si dovrà essere in possesso della JUNIOR CARD con il credito residuo (da procurarsi presso gli uffici della scuola frequentata e che sarà ritirata dall’ufficio) e presentare un valido documento di identità del richiedente.

Si ricorda che per l’accesso agli uffici comunali si dovrà indossare obbligatoriamente la mascherina e rispettare tutte le prescrizioni relative all’emergenza sanitaria da COVID-19.

Uffici a cui chiedere ulteriori informazioni: URP (tel. 0735 – 794555), Economato/Provveditorato (tel. 0735 – 794407/585), Refezione scolastica (tel. 0735 – 794573).

San Benedetto del Tronto, 07-09-2020

 

 

Ilenia Zedda, vincitrice del premio assegnato dall’associazione culturale “I luoghi della scrittura” alla giovane promessa della letteratura italiana, presenterà “Nàccheras” alla Palazzina Azzurra domani, martedì 8 settembre, a partire dalle ore 21.30.

Ilenia Zedda è nata in provincia di Sassari nel 1990 e lavora come copywriter a Torino, dove ha frequentato la Scuola Holden. Nàccheras è il suo primo romanzo.

IL LIBRO

Cala dei Mori è un posto speciale. Sul fondo del mare, raggiungibili soltanto con una lunga apnea, enormi conchiglie custodiscono un dono: è il bisso, la seta color oro che ha vestito i grandi re dell’antichità, e che oggi una sola donna al mondo è in grado di raccogliere e di tessere. Quella donna è il Maestro – ma molti, avendone paura, preferiscono chiamarla “strega” – e sta insegnando i suoi segreti alla nipote Caterina che, a dispetto dei suoi tredici anni e di un corpo che sta per sbocciare, ogni giorno al calar del sole si tuffa nella Cala e insegue la perfezione spirituale che quel compito richiede. Sa di non essere ancora pronta, ma sa anche di avere il mare nell’anima e nel destino. Nascosto dietro gli scogli, Francesco la osserva e la ama a modo suo, in silenzio, ammirando la grazia dei suoi gesti. È uno scapestrato, Francesco, appartiene a un popolo di minatori, devoto alla terra, nero di carbone, testardo come la roccia e come il dolore che si agita nel suo sangue. Forse è per questo che non è mai riuscito a rivolgerle neanche una parola? Ma soprattutto, come si diventa qualcosa di diverso da ciò che tutti si aspettano? Ambientato in una Sardegna arcaica, suggestiva e piena di mistero, questo romanzo è spinto da una magia implacabile e ritmica come un’onda increspata dal maestrale. E sa raccontare con delicatezza un’età di incontri imprevisti, di responsabilità indesiderate, di scelte che possono determinare una vita intera.

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com