Il “Disperato Amore” di Pirò non finisce qui