Il “Madonna del Soccorso” Non torni covid

Il “Madonna del Soccorso” Non torni covid

San Benedetto del Tronto, 2020-10-24 – Riceviamo e pubblichiamo

Migliorare il PEIMAF in Asur5 e stralciare la possibilità che il “Madonna del Soccorso” torni covid. La Regione assuma l’impegno

Predisporre la palazzina ex pediatria per eventuali positivi covid a bassa intensità assistenziale. 

“L’Ugl sanità provinciale parla valutando atti ufficiali e fatti realmente avvenuti. L’Ospedale Madonna del Soccocrso è stato decretato Ospedale Covid dalla notte alla mattina nel vicino febbraio 2020 e di conseguenza è stato annoverato in un PEIMAF dove si prevede lo spostamento dei reparti così come già avvenuto. Questi sono i fatti. L’Ugl chiede ufficialmente che il PEIMAF venga modificato,  stralciando la possibilità di riconversione ad Ospedale covid. La nostra proposta è di predisporre la palazzina ex pediatria per eventuali positivi covid a bassa intensità assistenziale. 

“Le nostre non sono voci incontrollate” piuttosto valutazioni oggettive e fanno riferimento a dati e fatti oggettivi così come quando ci considerarono covid dalla notte alla mattina. Temiamo ancora che ciò riaccada e non per puro spirito di campanilismo, ma perché un ospedale non riuscirà a gestire i pazienti no covid. Occorre rimodulare il PEIMAF. 

Facciamo appello al vertice della Regione Marche proprio perché occorre tutelare i due ospedali e creare soluzioni di degenza per covid a bassa intensità assistenziale.”

UGL SANITA’ PROVINCIALE 

BENITO ROSSI 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com