dalla Regione Marche

dalla Regione Marche
CASTELLI E AGUZZI: “SODDISFAZIONE NEL RESTITUIRE SOLUZIONI ABITATIVE DEFINITIVE AI CITTADINI”

A Tolentino gli assessori regionali hanno consegnato le chiavi dei primi 21 appartamenti realizzati al posto delle Sae
Gli assessori regionali alla Ricostruzione, Guido Castelli e alla Protezione Civile, Stefano Aguzzi, accolti dal sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi hanno inaugurato questa mattina, a Borgo Rancia, la realizzazione dell’ultima palazzina dell’Erap per i terremotati. Al taglio del nastro presente anche il Capo dipartimento della protezione civile nazionale Angelo Borrelli e il neo direttore dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione Stefano Babini.
“Quando il sindaco Pezzanesi – ha sottolineato Castelli – pensò all’epoca di mettere a disposizione dei terremotati degli appartamenti al posto delle Sae assistemmo a tante polemiche e i cittadini consideravano questa scelta poco avveduta, mentre in realtà a qualche anno di distanza vedere delle famiglie entrare in case costruite secondo i migliori standard edilizi fa bene al cuore. In questo caso possiamo dire che la scelta di imboccare la strada più impervia, ma più produttiva di vantaggio pubblico va meglio di chi l’ha concepita. Questi appartamenti sono stati sostenuti grazie al contributo di 6 mln di euro della Regione Marche ed altri 145 appartamenti saranno garantiti dal fondo della Protezione civile. Si è investito sul futuro perché una volta sistemate le famiglie queste abitazioni rimarranno un patrimonio edilizio a disposizione della comunità tolentinate”.
“La consegna delle chiavi alle famiglie – ha rimarcato Aguzzi – di soluzioni abitative definitive invece di quelle provvisorie quali le Sae è davvero una bella cosa ed esprimo il mio vivo apprezzamento al sindaco per aver fatto questa scelta. Un progetto che se all’inizio generò malcontento tra i cittadini ora ha dato i suoi frutti nel vedere il sorriso delle persone che tornano a casa”.
Grazie alla modifica di un ex manufatto industriale si sono realizzate appartamenti di diverse dimensioni e quindi capaci di ospitare nuclei familiari composti da più persone. A Tolentino sono 216 le famiglie che hanno diritto alla casa e i plessi realizzati oltre quello di Borgo Rancia sono situati in contrada Pace, in Via Otto marzo e nel piazzale della Battaglia.

 

PANICHI ELETTO PRESIDENTE DELLA FIGC MARCHE. ASSESSORE LATINI: “COMPLIMENTI AL NEO PRESIDENTE. MASSIMA COLLABORAZIONE PER IL CALCIO MARCHIGIANO”.
“Complimenti al neo presidente della FIGC delle Marche, Ivo Panichi, per la sua elezione avvenuta questo pomeriggio al PalaPrometeo di Ancona – così l’assessore allo sport Giorgia Latini –. Una persona capace e competente che metterà sicuramente la sua esperienza a disposizione del calcio marchigiano. Come Assessore regionale allo Sport sono a disposizione affinché si istauri una proficua collaborazione tra Regione e FIGC. Il mondo dello sport è tra quelli colpiti dalle conseguenze della pandemia e ancora di più in questo momento abbiamo bisogno della massima sinergia nella speranza che si possa tornare presto alle normali attività sportive”.

 

 

ANCONA CANDIDATA A CAPITALE DELLA CULTURA 2022: IL PRESIDENTE ACQUAROLI E L’ASSESSORE LATINI ASSICURANO IL SOSTEGNO DELLA REGIONE

La Regione Marche si complimenta ed esprime il suo sostegno alla città di Ancona inclusa tra le dieci finaliste nella candidatura a Capitale Italiana della Cultura nel 2022. il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, insieme all’assessore alla cultura, Giorgia Latini, hanno risposto alla comunicazione inviata dal sindaco dorico Valeria Mancinelli per dare notizia della candidatura e chiedere collaborazione nella realizzazione dei progetti contenuti nel Dossier che ha permesso l’ingresso di Ancona in finale.

“Per questo ambito traguardo – hanno scritto il presidente Acquaroli e l’assessore Latini – non potrà mancare il sostegno della Regione Marche, nella consapevolezza che il successo nella competizione farebbe del capoluogo un polo culturale di traino all’intero territorio regionale di portata nazionale e internazionale. La candidatura rappresenta infatti un’occasione unica per tutta la regione di valorizzare le molte eccellenze culturali, paesaggistiche e di qualità della vita che contraddistinguono questa nostra terra, e di far conoscere maggiormente le potenzialità e le capacità innovative del nostro sistema culturale e produttivo”.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com