dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

Riqualificazione della Salaria: confronto Guido Castelli – Fulvio Soccodato 2021-01-21 – Nella mattinata di oggi mi sono confrontato con l’ing. Fulvio Soccodato appena designato Commissario per le opere di riqualificazione della strada statale n. 4 Salaria.

Il neo Commissario, che già conosciamo per la capacità dimostrata in occasione degli interventi Anas sul sisma, avrà il compito di gestire una mole di risorse molto importante.

Si tratta di una somma superiore al miliardo di euro (€ 1.059 ml) che, consentirà di intervenire in modo particolarmente significativo anche nel tratto marchigiano di questa arteria stradale fondamentale per il Piceno sia per il collegamento verso Roma che per quello verso l’Umbria. Tutta l’area meridionale del cratere guarda infatti alla Salaria come ad una infrastruttura strategica per dare senso completo alla ricostruzione.

In particolare, per quanto riguarda il tratto marchigiano, l’importo stanziato è di circa 395 milioni e consentirà, dopo anni di attesa, di intervenire in particolare nel tratto compreso tra Acquasanta e Quintodecimo. 

In aggiunta a questo intervento sono previsti ulteriori attività di manutenzione straordinaria ed in particolare la variante di Mozzano per la quale mi sto battendo da anni.

Nel colloquio di questa mattina con Soccodato ho evidenziato al Commissario l’assoluta necessità di procedere con la massima speditezza alla realizzazione di questo intervento che consentirà, tra le altre cose, di ridurre l’incidentalità stradale che da anni caratterizza drammaticamente il tratto della Salaria che dall’abitato di Mozzano, nel comune di Ascoli, conduce all’innesto con la Strada n.78 superando il torrente Fluvione.

Siamo ad un momento di svolta per il quadro infrastrutturale delle Marche ed particolare del Piceno. Dopo la Salaria sarà la volta della terza corsia dell’autostrada da Pedaso sino all’Abruzzo.

La regione c’è e farà la sua parte. 

Guido Castelli

 

 

giovedì 21 gennaio 2021  17:02

L’assessore alla Cultura Giorgia Latini incontra gli operatori del settore cinematografico

L’assessore alla Cultura Giorgia Latini incontra gli operatori del settore cinematografico

“I cinema, così come i teatri e i musei, sono presidi culturali fondamentali per la comunità, punti di riferimento e di incontro essenziali per la socialità che speriamo di poter riaprire quanto prima. Insieme ad altre Regioni abbiamo già avanzato la richiesta al Governo, convinti che nel rispetto delle norme di sicurezza e dei protocolli previsti, questo sia possibile. Grande attenzione più in generale è riservata anche a tutto il settore cinematografico, prezioso volano per il rilancio del territorio in termini turistici, economici e occupazionali sul quale è intenzione di questa Regione investire”. Queste le parole dell’assessore alla Cultura Giorgia Latini, che questa mattina ha incontrato in videoconferenza gli operatori del settore cinematografico Agis – Anec, Cna Cinema Marche – Ueci, Agec, Agici, Autori Marche, Alma.

“Siamo consapevoli delle enormi difficoltà che anche il settore cinematografico sta affrontando – ha continuato l’assessore – e la riunione è stata utile per esaminare insieme le varie possibilità di intervento, alla luce delle ricadute economiche che l’emergenza sanitaria e le conseguenti restrizioni hanno determinato. È stato un primo incontro per costruire le basi per una crescita e uno sviluppo del settore come già accaduto per lo spettacolo dal vivo. Vogliamo creare una squadra in grado di coordinarsi e di lavorare in sinergia in una interlocuzione costante al fine di una maggiore programmazione e di una legge regionale dedicata al settore”.

“Fondamentale in questo contesto – ha aggiunto Latini – il rafforzamento del ruolo strategico della Fondazione Marche Film Commission come punto di riferimento delle varie realtà e associazioni regionali. Mettere in atto le buone pratiche emerse in questo confronto è l’obiettivo che ci diamo insieme oggi, dopo aver tracciato le linee guida. Come Regione troveremo le risorse per un bando a sostegno delle produzioni cinematografiche ed è nostra intenzione fare rete tra Regioni per catturare fondi europei più cospicui da impiegare nel settore e per la formazione delle diverse figure professionali necessarie”.

Gli operatori hanno espresso soddisfazione per l’incontro voluto dall’assessore e hanno garantito la loro disponibilità alla costruzione di un progetto d’insieme che rafforzi la filiera della produzione cinematografica marchigiana, che conta decine di professionisti.

giovedì 21 gennaio 2021  15:15

Commissione politiche agricole della Conferenza delle Regioni: le Marche entrano nel Comitato tecnico Agea

Commissione politiche agricole della Conferenza delle Regioni: le Marche entrano nel Comitato tecnico Agea

Le Marche entrano nel Comitato tecnico di Agea e vengono sostenute nella richiesta di nuovi criteri di riparto dei fondi destinati allo sviluppo rurale. “Nella Conferenza delle Regioni che si è tenuta ieri, la nostra regione ha conseguito due importanti obiettivi non scontati, frutto della concertazione che siamo riusciti a concludere”, riferisce il vicepresidente Mirco Carloni, assessore all’Agricoltura.

La funzionaria Beatrice Guglielmi (responsabile del sistema informativo del servizio Politiche agroalimentari) è una dei tre rappresentati regionali nominati, su proposta delle Marche, nel Comitato tecnico di Agea: l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura dei fondi europei con funzioni di “coordinamento” e “pagatore”. Porterà le istanze delle tredici Regioni che si affidano ad Agea per i pagamenti, all’interno del nuovo organismo, insediato, per la prima volta, a seguito della riforma fortemente voluta dalle autonomie regionali.

“È una nomina importante, frutto della condivisione con tutte le Regioni interessate che hanno voluto indicare la nostra all’interno del Comitato – commenta Carloni – Finalmente sarà possibile promuovere una gestione condivisa delle informazioni, entrare nel merito operativo dei meccanismi di pagamento, superando i cronici ritardi nelle erogazioni che penalizzano non solo gli agricoltori marchigiani. Le Regioni avranno la possibilità di rimuovere gli ostacoli, risolvendo i problemi che tuttora sussistono”.

Sulla questione dei criteri di assegnazione del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr), relativi alla nuova programmazione 2021-2027, Carloni evidenzia che “abbiamo manifestato una forte volontà di cambiamento, superando criteri storici, fermi al 1999, con altri più oggettivi e meno penalizzanti per la maggior parte delle quattordici realtà regionali, comprese le Marche, che condividono la nuova impostazione. La richiesta, soggetta alla ineludibile mediazione, sostanzialmente è quella di valorizzare maggiormente la ruralità dei territori e il numero di aziende presenti. Con questa pianificazione le Marche potrebbero registrare un incremento significativo dei fondi a disposizione, superando lo squilibrio, questo sì storico, che ha sempre mortificato la potenzialità di sviluppo dell’agricoltura regionale”.

giovedì 21 gennaio 2021  17:03

Soggetto aggregatore: stipulati gli Accordi Quadro per la fornitura di farmaci, parafarmaci e altri prodotti per le Farmacie comunali della Regione Marche. Al via le adesioni.

Soggetto aggregatore: stipulati gli Accordi Quadro per la fornitura di farmaci, parafarmaci e altri prodotti per le Farmacie comunali della Regione Marche. Al via le adesioni.

A distanza di pochi mesi dall’indizione della procedura, la Stazione Unica Appaltante della Regione Marche, in qualità di Soggetto aggregatore, in data 20.01.2021 ha provveduto a stipulare gli Accordi Quadro relativi alla procedura di affidamento per la fornitura di farmaci, parafarmaci e altri prodotti per le Farmacie comunali della Regione Marche, cui potranno aderire le Amministrazioni del territorio regionale.

Gli Accordi Quadro avranno scadenza il 20.01.2023 ed entro tale data, le Amministrazioni della Regione Marche che intendano aderirvi, potranno emettere Ordinativi di fornitura ossia stipulare, con i Fornitori, i singoli contratti attuativi dell’Accordo Quadro stesso.

I Fornitori sono i seguenti:

  • Lotto 1: FORNITURA DI FARMACI E PARAFARMACI, E ALTRI PRODOTTI PER LE FARMACIE COMUNALI PER LE PROVINCIE DI ANCONA E PESARO URBINO: SO. FARMA.MORRA SPA (per il 60% dell’importo) e V.I.M. G. OTTAVIANI S.p.A. (per il 40% dell’importo).
  • Lotto 2: FORNITURA DI FARMACI E PARAFARMACI, E ALTRI PRODOTTI PER LE FARMACIE COMUNALI PER LE PROVINCIE DI ASCOLI PICENO, FERMO E MACERATA: SO. FARMA.MORRA SPA (per il 60% dell’importo) e Farvima medicinali S.p.A. (per il 40% dell’importo).

La procedura di adesione all’Accordo Quadro sarà articolata come segue:

1) CONFERMA DI ADESIONE: documento mediante il quale l’Amministrazione contraente conferma alla SUAM (tramite PEC) la sua intenzione di aderire all’Accordo Quadro;

2) NULLA OSTA ALLA CONFERMA DI ADESIONE: con questo atto, che la SUAM invia tramite PEC all’Amministrazione contraente, viene accantonata la quota parte di massimale necessaria a soddisfare il fabbisogno dell’Amministrazione contraente e quest’ultima viene autorizzata a contattare direttamente il Fornitore;

3) ORDINATIVO DI FORNITURA: contratto attuativo dell’Accordo Quadro che l’Amministrazione contraente deve caricare sulla piattaforma GT SUAM ed inviare al Fornitore. L’Amministrazione contraente ha facoltà di emettere, in relazione ad ogni Conferma di Adesione sottoscritta e nei limiti degli importi autorizzati, uno o più Ordinativi di Fornitura fino alla concorrenza dell’importo ivi previsto.

Al fine di guidare le Amministrazioni contraenti nel processo di adesione all’Accordo Quadro, la SUAM ha predisposto la “GUIDA ALL’ACCORDO QUADRO”, un “MANUALE OPERATIVO PER L’ADESIONE ALLA PIATTAFORMA GT SUAM” ed una serie di allegati, alcuni dei quali sono utili nella fase precedente all’emissione dell’Ordinativo di fornitura e preordinati all’emissione stessa, come ad esempio l’allegato “CONTATTI FORNITORI”, altri invece utili nella fase di esecuzione della prestazione/i, come ad esempio i Modelli per la contestazione e l’applicazione delle penali da parte delle Amministrazioni contraenti.

Il suddetto materiale è consultabile al seguenti link:

https://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Profilo-del-committente-Soggetto-Aggregatore-SUAM/Farmacie-comunali

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com