Samb – Padova 0 – 1

Samb – Padova 0 – 1
La Samb che non ti aspetti si dimostra Botta-dipendente. Il Padova passa grazie ad un gol di Jelenic

SAN BENEDETTO DEL TRONTO, 2021-01-17 – Battuta d’arresto per la Samb contro il forte Padova di Mandorlini. Senza Botta, presente in panchina ma non nelle condizioni di scendere in campo, Zironelli schiera un 3-5-2 con Nocciolini e Lescano coppia d’attacco. Per tutto il primo tempo, però, tra centrocampo e attacco rimane troppo spazio e i due terminali offensivi non ricevono palloni buoni per rendersi pericolosi. Il Padova, dal canto suo, prova in un paio di occasioni a beffare il fuorigioco rossoblù e, se nella prima occasione è puntuale Nobile nell’uscita, nella seconda Jelenic è libero di insaccare di destro. E’ il 18‘ e purtroppo il risultato non cambierà fino alla fine. 
La Samb non trova varchi e l’unica occasione, nemmeno troppo pericolosa, capita al 37′ quando, al termine di un’azione concitata, Shaka Mawuli prova una spettaclare sforbiciata che viene respinta da un difensore. 
Nell’intervallo Zironelli arretra Nocciolini nella posizione di trequartista e inserisce Maxi Lopez (al posto di un Rocchi sotto tono) a fianco di Lescano. La mossa non dà i suoi frutti, anche perché il capitano dopo soli dieci minuti si fa male ed è costretto a cedere il posto a Chacon. La manovra offensiva della Samb sembra mancare di fosforo e personalità, ciò nonostante attorno alla mezzora ci sono un paio di occasioni degne di nota: al 29′, su corner di Liporace, Cristini sfiora di testa e Shaka Mawuli manca di un soffio il tap-in vincente; al 30′ cross di Angiulli per la testa di Nocciolini che da ottima posizione non riesce a schiacciare con forza. 
Il Padova da l’impressione di controllare, ma al novantesimo Lescano si invola in area e cade a terra dopo il contatto con Germano: l’arbitro Natilla di Molfetta non decreta il rigore ma fischia fallo in attacco al centravanti argentino tra le proteste dei rossoblù. 
Gli ospiti passano dunque di misura al Riviera e la Samb, dopo un periodo convincente, fa un passo indietro in termini di gioco e di personalità. Al cospetto di avversari molto ben attrezzati in ogni zona del campo, gli uomini di Zironelli hanno risentito dell’assenza di Botta, dal quale questa Samb non può evidentemente prescindere. 
(ndr: Rimproveriamo a Mandorlini di essersi rivolto verso la tribuna per rispondere a chi lo beccava per il suo passato nell’Ascoli. Secondo noi non doveva farlo perché deve dare esempio e poi perché non è permesso e il 4° arbitro doveva farlo ammonire)

 

 

SAMB
(3-5-2) Nobile, Cristini, D’Ambrosio, Enrici; Masini, Shaka Mawuli, Angiulli, Rocchi (46’ Maxi Lopez (56′ Chacon)), Trillò (72′ Liporace); Nocciolini, Lescano
A disp. Botta, Malotti, Serafino, Lavilla, De Ciancio, Mehmetaj
All. Zironelli
PADOVA
(4-3-2-1) Vannucchi; Germano (90’+1 Fazzi), Rossettini, Gasbarro, Curcio; Della Latta, Ronaldo, Hraiech; Jelenic (68′ Pelagatti), Bifulco (74’ Nicastro); Paponi (68′ Santini)
A disposizione Merelli, Burignana, Valenti, Vasic, Biasci, Andelkovic, Beretta, Jefferson
All. Mandorlini
Ammoniti 35′ Hraiech, 49′ Germano
Rete 18’ Jelenic
FotoCronaca

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com