Covid, il Sistema Cna disponibile a contribuire alla campagna delle vaccinazioni

Covid, il Sistema Cna disponibile a contribuire alla campagna delle vaccinazioni

Sensibilizzazione e, dove possibile, anche somministrazione nei luoghi di lavoro di micro, piccole e medie imprese del Piceno

Disponibilità della Cna, con la sua presenza capillare sul territorio, a contribuire ad accelerare la campagna di vaccinazione del mondo del lavoro. E’ quanto ha sottolineato il Presidente della Cna nazionale, Daniele Vaccarino, intervenendo all’incontro in video con i ministri del lavoro, Andrea Orlando, della salute, Roberto Speranza, esponenti del Mise, il nuovo commissario per l’emergenza Covid, generale Francesco Paolo Figliuolo.

Secondo la Cna non serve modificare i protocolli di sicurezza nei luoghi di lavoro, che hanno dimostrato di funzionare ed evidenziando che non si può chiedere alle imprese più di quanto hanno fatto e continueranno a fare. I protocolli sottoscritti dalle parti sociali e gli oltre 20 codici di autoregolamentazione elaborati dalla Cna per ciascun settore hanno dimostrato di essere efficaci nel contrasto al Covid nei luoghi di lavoro. “Si tratta di norme – rimarca Francesco Balloni – direttore della Cna di Ascoli Piceno – che anche nei mesi più difficili, hanno tutelato lavoratori e gli stessi imprenditori che, soprattutto nelle piccole imprese, lavorano l’uno accanto all’altro.

Anche l’Inail – rimarca la Cna Picena – dichiara che sette denunce di contagi sul lavoro da Covid su dieci riguardano il settore della sanità, dell’assistenza sociale e dell’amministrazione pubblica. Le imprese, anche le più piccole, si sono attrezzate, con fatica e con ingenti costi, per adottare e rispettare le molte regole e per contrastare il diffondersi del Covid nei luoghi di lavoro. Tutto ciò, a fronte di scarse e tardive misure di sostegno.

Cna ritiene che l’unico strumento per contrastare il proseguire di questa emergenza e frenarne l’impatto pesantissimo sull’economia, sia quello di intervenire massivamente con una veloce campagna vaccinale che aiuti le imprese e il Paese a riprendere progressivamente la normale attività. L’uscita dell’Italia e del Piceno dalla crisi dipende dall’andamento della campagna vaccinale che però continua ad avere tempi troppo lunghi. La via maestra è la rapida vaccinazione disponibile per tutti. Parallelamente, occorre che siano definite chiaramente le responsabilità che il tema della vaccinazione comporta su imprenditori e lavoratori.

Le imprese possono svolgere un ruolo attivo di sensibilizzazione per una campagna di vaccinazione e della stessa somministrazione rivolta ai propri dipendenti, ma non assumersi la responsabilità di verificarne i comportamenti in merito all’effettuazione del vaccino, perché non gli compete.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com