dalla Città

dalla Città

2021-03-22 – Una rappresentanza del SAP – Sindacato Autonomo di Polizia guidata dal segretario provinciale Massimiliano D’eramo, ha incontrato questa mattina il sindaco Pasqualino Piunti.

Nel corso dell’incontro i rappresentanti del sindacato di Polizia hanno illustrato i problemi che vive il personale in servizio al Commissariato di San Benedetto del Tronto, ad iniziare dalla sede, giudicata inidonea per una serie di carenze, tra cui l’assenza di locali specifici per le attività connesse alla custodia di persone arrestate o fermate ritenute sospette, responsabili di reati, talvolta anche gravi.

Altri problemi sollevati sono stati quelli dell’inadeguatezza della dotazione organica, basata su calcoli del 1989, e dell’età media molto elevata del personale operativo.

Il sindaco Piunti ha preso nota delle questioni poste ed ha assicurato tutto l’appoggio nelle competenti sedi istituzionali alle istanze del SAP.

 

 

Il sindaco Piunti, insieme al direttore del Servizio Economato e Provveditorato Loredana Pennacino, ha ricevuto questa mattina Doriana Marini ed Andrea Scaltritti, titolari della ditta DIENPI Srl di San Benedetto che hanno presentato la loro ultima produzione, una mascherina per la protezione individuale trasparente, pensata per i sordi e tutti coloro che hanno la necessità di una migliore comunicazione tramite la lettura del labiale e la percezione dell’espressività.
Il sindaco ha ringraziato i titolari dell’azienda sambenedettese, si è congratulato per l’ottimo traguardo raggiunto, frutto di un’accurata e paziente attività di ricerca e sviluppo volta a colmare un vuoto nell’offerta di mercato e ha annunciato che il Comune acquisterà una dotazione di questo tipo di mascherine, tra le prime in Italia ad aver ottenuto la necessaria certificazione da parte dell’Istituto Superiore di Sanità, da consegnare ai dipendenti con questo tipo di disabilità e i colleghi che operano con loro (in gran parte, si tratta di operatori delle mense scolastiche).
La DIENPI Srl è un’ azienda che opera nella filiera della moda del lusso e che ha deciso, fin dalla prima ondata pandemica, di convertire una linea produttiva in mascherine e dispositivi di protezione individuale ottenendo diverse autorizzazioni e certificazioni da parte degli enti preposti.

 

 

 
Rete Ferroviaria Italia, la società del gruppo Ferrovie dello Stato che gestisce le infrastrutture, ha comunicato che dal prossimo primo aprile dovrà utilizzare il parcheggio del complesso della stazione ferroviaria come area di cantiere per i lavori di sistemazione degli scambi ferroviari. La fine dei lavori è stimata per la metà di ottobre.
“Appena avuta la notizia – dice il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Pierluigi Tassotti – mi sono confrontato con la dirigente arch. Annalisa Sinatra e con l’Azienda Multi Servizi per trovare una soluzione alternativa, almeno per i giorni di martedì e venerdì quando il parcheggio, a causa dell’indisponibilità di piazza Garibaldi e piazza San Giovanni Battista, si riempie. Stiamo valutando – prosegue Tassotti – la possibilità di aprire alla sosta gratuita l’area dell’ex galoppatoio. Nei prossimi giorni prenderemo una decisione definitiva”.

 

 

Gli Apprendisti Ciceroni del settore “Servizi Culturali e dello Spettacolo” dell’ #IPSIA “Antonio Guastaferro” hanno partecipato al progetto del FAI – Fondo Ambiente Italia dedicato alle scuole raccontando i tesori nascosti di San Benedetto del Tronto con tre video, uno dedicato all’artista Paolo Annibali e alle sue opere che abbelliscono la città, uno alla chiesa di San Giuseppe, un terzo al Paese alto e alle sue meraviglie sotterranee. Eccoli!
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com