Rassegna Dialoghi Formativi

Rassegna Dialoghi Formativi

INCONTRO CON LO PSICOLOGO CLINICO ALESSANDRO USELLI SUL TEMA “LA COMUNICAZIONE E I SUOI SIMBOLI”. ORGANIZZAZIONE WEGA. VENERDI’ 5 MARZO.

Amandola – Il simbolo è uno dei grandi rimossi della vita sociale contemporanea. Di conseguenza molti accadimenti avvengono secondo ragioni utilitaristiche, prive di una riflessione sulle dinamiche e sui significati. Quindi i simboli giocano un ruolo primario nella comunicazione in genere, interpersonale e sociale. Su questi aspetti sarà incentrato l’appuntamento web “La comunicazione e i suoi simboli” di venerdì 5 marzo alle 18.30 con lo psicologo clinico Alessandro Uselli, nell’ambito della rassegna “Dialoghi formativi”, organizzata da Wega. L’ospite dialogherà con Filippo Sabattini pedagogista Wega, Domenico Baratto presidente dell’associazione e il giornalista Raffaele Vitali. Evento seguibile in diretta sulla pagina facebook di Wega. Nelle situazioni di crisi, come quella attuale, il simbolo assume per la dimensione collettiva un’importanza cruciale. Tenerne conto e rispettarlo è un modo per rispettare la nostra stessa dimensione di esseri umani. <Per fare un esempio attuale – dice Uselli – l’ex premier Giuseppe Conte nelle coscienze collettive ha assunto rilevanza determinante con l’arrivo della pandemia che, a torto o a ragione, lo ha destinato a diventare il simbolo di una nazione in preda all’angoscia di un periodo che passerà alla storia.

Un simbolo da idolatrare e da attaccare, come sempre avviene nei confronti delle figure da cui dipendiamo. La questione risiede dunque nel simbolo e non nella persona. E chiama in causa bisogni collettivi, psicologici e sociali>.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com