Bach e il Romanico nel Piceno con Federico Bracalente

Bach e il Romanico nel Piceno con Federico Bracalente

TERZA PUNTATA DEL CICLO “BACH E IL ROMANICO NEL PICENO”

(Venerdì 30 aprile, ore 21.30)

Il ciclo di sei concerti per violoncello solo facente parte del progetto “Bach e il Romanico nel Piceno” ideato e curato dal violoncellista fermano Federico Bracalente, prosegue con la terza Suite BWV 1009 che verrà trasmessa dalla maestosa Abbazia Imperiale di Santa Croce al Chienti situata nel comune di Sant’Elpidio a Mare. L’antichissima abbazia, dichiarata monumento nazionale nel 1902, è un vero gioiello romanico del territorio piceno, ed attorno ad essa ruotano molte leggende e lacune storiche.

La terza Suite della collezione di Sei, è concepita da Bach in modo da esaltare i tratti più luminosi del violoncello. La tonalità d’impianto di Do maggiore in cui la serie di danze è composta ne caratterizza fortemente l’andamento fluido, gioioso e spontaneo. I primi due tempi, caratterizzati da uno sviluppo marcatamente improvvisativo, sono seguiti da una vibrante Courante e da una tersa e placida Sarabande che apre al resto dei movimenti contraddistinti da un incedere concitato e ritmato.

Il concerto sarà trasmesso venerdì 30 aprile alle ore 21:30 sui canali Youtube Federico Bracalente music e Secretsoundservicehd e sulla pagina facebook del Festival Musicale Piceno. Il ciclo di sei recital, tenuto in solitaria dall’artista marchigiano, è curato dalla regia dei tecnici audio video Maurizio Machella e Alessandra Machella.

Il progetto “Bach e il Romanico nel Piceno” scelto nell’ambito del grande festival Marche Palcoscenico Aperto proposto dalla Regione Marche/Assessorato alla cultura e AMAT, si sviluppa attraverso l’esecuzione integrale delle sei Suites per violoncello solo di J.S. Bach in sei abbazie romaniche situate nel territorio piceno.

Il recital successivo avrà luogo Venerdì 7 maggio alle ore 21:30 nella meravigliosa Abbazia dei Santi Ruffino e Vitale di Amandola ed avrà come oggetto la quarta Suite BWV 1010.

Alla fine del concerto interverrà nuovamente lo storico Manfredo Longi dell’Associazione Santa Croce, invitato per raccontare al pubblico le vicende dell’insediamento benedettino, tra i più importanti centri religiosi e amministrativi del territorio. Saranno trasmesse inoltre delle esclusive riprese dell’antichissimo ipogeo affrescato dai primi cristiani.

Federico Bracalente, violoncellista fermano, studia con Mario Brunello, Giovanni Sollima, Stefano Veggetti, prime parti del Teatro alla Scala, Berliner Philharmoniker, LSO. Incide per etichette internazionali quali Brilliant Classics, Hyperion, Amadeus, Exit Live. Nel 2017 crea il Cubis Project che apre il concerto di Tom Yorke e Jonny Greenwood, allo Sferisterio di Macerata. Come solista e camerista è invitato in importanti festival quali il Festival Piatti Bergamo, Suoni delle Dolomiti, Mantova Chamber Music Festival, collaborando con artisti come Wolfram Christ, Daniele di Bonaventura, Paolo Fresu, Francesco di Rosa. E’ direttore artistico del Metamorfosi Festival di San Ginesio. www.federicobracalente.com

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com