dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

Progetto “Marche: dalla vigna alla tavola”, bando della Regione per promuovere il vino di qualità e la ristorazione post Covid. Carloni: “Investiamo sul binomio turismo e convivialità in vista della ripartenza”

 

 

Un sostegno ai produttori di vini di qualità e al settore della ristorazione in vista delle riaperture post Covid. Sono le finalità del bando regionale “Marche: dalla vigna alla tavola” che destina 600 mila euro per progetti promozionali e di degustazione dei prodotti alimentari di qualità, a partire dai vini a denominazione certificata (Docg, Doc, Igt). “L’idea è quella di investire sul binomio turismo e convivialità che contraddistingue i servizi di ospitalità dei nostri operatori – evidenzia il vice presidente Mirco Carloni, assessore all’Agricoltura – Vogliamo dare risposte urgenti alle attività ristorative e ai produttori enologici, fortemente colpiti dalle ripetute restrizioni imposte dalla pandemia. Tutto ciò nell’auspicio che, a breve, con l’approssimarsi dell’estate e anche a seguito del progresso della campagna vaccinale, si avrà, come da tutti auspicato, un graduale allentamento dei divieti, con la ripresa delle attività ristorative e connesse al turismo. Le Marche vogliono farsi trovare pronte a questo appuntamento, con iniziative adeguate a una immediata ripartenza”. Il bando scadrà il 30 maggio. Finanzierà progetti che aggregano operatori turistici, albergatori e produttori. Le imprese dovranno sottoscrivere un Accodo di partenariato, con un soggetto capofila e la partecipazione di almeno dieci operatori Ho.Re.Ca. (hotel con ristorante, ristoranti, pizzerie, pub, mense/catering, aperitiverie). I progetti per i quali si richiede il contributo regionale dovranno prevedere la realizzazione di eventi per la promozione dei prodotti alimentari di qualità, un piano di comunicazione, l’attuazione di almeno un evento per ogni operatore partecipante. A ogni evento dovranno partecipare almeno venti ospiti (alcuni provenire da fuori regione), coinvolgere almeno tre cantine, garantire la presenza di un sommelier e di tour operator per assicurare l’accoglienza. Le iniziative andranno veicolate sui mass media, digital media e social network.

 

 

VACCINI ANTICOVID: DA DOMANI SABATO 17 APRILE SI APRONO LE PRENOTAZIONI PER LA FASCIA D’ETA’ 65-69

Al via domani, sabato 17 aprile, dalle ore 12, la prenotazione per il vaccino anti-Covid19 per la fascia d’età 65-69 anni.

“La campagna vaccinale nella regione – spiega l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini – sta procedendo sempre più spedita. Dopo i buoni risultati con gli over 80 sottolineati anche dal Generale Figliuolo, contiamo di fare lo stesso con le altre categorie a partire dai caregiver, il cui slot verrà attivato nei prossimi giorni”.

La categoria 65-69 anni (conta l’anno di nascita) sarà vaccinata nei punti vaccinali della popolazione (PVP) individuati sul territorio regionale. Sarà possibile prenotare le vaccinazioni anti-Covid-19 attraverso il portale di Poste Italiane https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it o tramite il Numero Verde 800.00.99.66 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18).

Per la prenotazione online, oltre ai dati personali dell’utente, occorrerà disporre del numero di tessera sanitaria e del codice fiscale, e di un numero di cellulare al quale verrà notificata la conferma.

Con l’ausilio di Poste Italiane, è possibile prenotare anche nei PostaMat attivi sul territorio regionale (è sufficiente inserire la tessera sanitaria) o tramite i portalettere che consegnano la posta a casa.

Una volta avviata la prenotazione, all’utente verrà immediatamente comunicato il giorno, la sede dove verrà somministrato il vaccino e l’orario in cui ci si deve presentare al Punto di Vaccinazione.

Al momento della somministrazione della prima dose, sarà comunicato il giorno per effettuare il richiamo.

Si ricorda che tutte le informazioni sulla campagna vaccinale nelle Marche sono disponibili al link: https://www.regione.marche.it/vaccinicovid

 

 

AMIANTO, PUBBLICATO L’AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI REGIONALI ALLE FAMIGLIE PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO

Aguzzi: “Molti cittadini interessati al contributo della Regione, buon segnale che dimostra l’attenzione per il rispetto dell’ambiente e della salute pubblica”

 

Pubblicato l’avviso pubblico per la concessione di contributi regionali alle famiglie per la rimozione e lo smaltimento di piccoli quantitativi di rifiuti contenenti amianto. Attuato l’obiettivo della Regione, dichiara l’assessore all’Ambiente Stefano Aguzzi, che si è attivata in modo deciso per favorire, promuovere e sostenere iniziative specifiche per prevenire e contrastare nel territorio regionale l’inquinamento derivante da fibre di amianto. Il finanziamento complessivo messo a disposizione è pari a 200.000 euro.

“Ho ricevuto tantissime richieste di informazioni su questo avviso – spiega Aguzzi – perché ci sono molti cittadini interessati al contributo della Regione Marche per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto: questo è un buon segnale che dimostra l’attenzione di tanti per il rispetto dell’ambiente e della salute pubblica. Ci auguriamo di poter esaudire le richieste di tutti coloro che presenteranno la richiesta ma se i 200.000 euro messi a disposizione da bilancio regionale non dovessero essere sufficienti sono intenzionato a cercare altri fondi in futuro”. “Diamo ulteriore conferma – aggiunge l’assessore – della grande attenzione dell’assessorato verso tematiche ambientali e di tutela del territorio”.

I contributi sono rivolti direttamente ai privati e riguardano i lavori già realizzati e pagati dalle famiglie, a partire dal 15 maggio 2020 (giorno in cui è entrata in vigore la Legge regionale) di rimozione e smaltimento di materiali contenenti amianto in edifici residenziali.

Le domande possono essere presentate a partire dal 04/05/2021 fino al 30/09/2021, via PEC al recapito: regione.marche.ciclorifiutibonifiche@emarche.it.

Il contributo sarà pari al 60% dei costi sostenuti per la rimozione e smaltimento; al 100% se l’intervento è abbinato all’installazione contestuale di pannelli fotovoltaici o solari in sostituzione della copertura in amianto. In ogni caso, i contributi sono concessi a fondo perduto entro un massimale di 2.000 euro per ogni domanda. 

Le pagine del sito istituzionale dove viene pubblicato l’avviso e dove sarà possibile scaricare il modello di domanda è il seguente:  

https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Ambiente/Rifiuti-e-inquinamento/Rifiuti#News

 

 

Fano-Grosseto, Salaria e Orte-Falconara, Baldelli: “Pronti a collaborare con i nuovi commissari straordinari per completare opere fondamentali”

“Finalmente partiamo con i cantieri”, soddisfatto l’assessore regionale alle Infrastrutture Francesco Baldelli per la firma, da parte del presidente del Consiglio dei ministri, dei decreti di nomina dei commissari straordinari Massimo Simonini, Fulvio Soccodato e Vincenzo Macello, rispettivamente per la Fano-Grosseto E78, la SS4 Salaria e, in campo ferroviario, la Orte-Falconara. “Tre tecnici esperti e di alta professionalità, che sapranno instaurare un rapporto proficuo con tutti gli interlocutori istituzionali, dalle stazioni appaltanti di Anas e Rfi alle amministrazioni pubbliche coinvolte”, osserva l’assessore. “A rendere le nomine ancor più promettenti, si aggiungono gli ampi poteri assegnati ai commissari, poteri che consentono una reale velocizzazione delle pratiche, riducendoci i tempi burocratici – osserva l’assessore -. In pratica, i commissari potranno assumere ogni decisione per l’avvio o la prosecuzione dei lavori, provvedendo anche all’eventuale rielaborazione e approvazione dei progetti non ancora appaltati, insieme ai provveditorati interregionali. Inoltre, è previsto che l’approvazione dei progetti da parte dei commissari, d’intesa con i presidenti delle Regioni territorialmente competenti, sostituisca ogni autorizzazione, parere, visto e nulla osta occorrenti per l’avvio o la prosecuzione dei lavori, salvo che per quelli relativi alla tutela ambientale e dei beni culturali e paesaggistici”. “Questa volta ci sono tutti i presupposti per procedere spediti verso la concretizzazione di opere attese davvero da troppo tempo e per le quali stiamo lavorando dal nostro insediamento. Da parte della Regione ci sarà la massima disponibilità a collaborare – assicura l’assessore -. In particolare continueremo il proficuo confronto già intrapreso sulla velocizzazione della linea ferroviaria Orte – Falconara, sul miglioramento della Salaria e sulla E78 Fano – Grosseto affinché si possa tornare al tracciato originario con la doppia canna e le quattro corsie. Una soluzione differente creerebbe problemi di viabilità e di sviluppo del territorio”. “Un investimento importante. Le due infrastrutture stradali assorbiranno 3 miliardi dei 4 previsti per il Centro Italia: 1,92 miliardi per la Fano-Grosseto e 1 miliardo per la Salaria. Ai quali si aggiungono 3,7 miliardi per la Orte-Falconara. Il Centro Italia è finalmente protagonista di un piano di rilancio. Risorse che comporteranno una ricaduta economica ed occupazionale importante su tutto il territorio regionale. Inizia così a concretizzarsi il progetto della nuova giunta regionale per una regione finalmente interconnessa e intermodale, per la quale nei prossimi giorni presenteremo una complessiva e finalmente organica visione infrastrutturale per le Marche, sul quale ci siamo confrontati già a Roma e con i più importanti interlocutori in materia di infrastrutture”, conclude Baldelli.

 

IMPRESE DEL CRATERE, DA INVITALIA FINANZIAMENTI A TASSO ZERO. CASTELLI: “ULTERIORE LINFA PER IL RILANCIO”

Il Commissario Legnini ha firmato il Decreto per la presentazione delle domande di agevolazione destinate alle attività già presenti nei comuni terremotati.

 

“È un’ulteriore linfa per il rilancio socio-economico del cratere che conferma, ancora una volta, l’attenzione del Commissario Legnini a dare pronte risposte alle imprese terremotate”.

 

È questo il commento con cui Guido Castelli, Assessore con delega alla Ricostruzione della Regione Marche, accoglie la firma del Commissario Straordinario Giovanni Legnini sul Decreto 159 del 13 aprile che va ad approvare la modulistica relativa alla presentazione di nuove domande per agevolazioni destinate alle imprese colpite dal sisma del 2016.

In particolare, si tratta di finanziamenti a tasso zero per investimenti di micro, piccole e medie imprese già presenti nei comuni terremotati sulla base delle misure previste dall’articolo 24 del Dl 189/2016. I finanziamenti, rimborsabili in dieci anni con un periodo di 3 anni di preammortamento, saranno a copertura del 100% degli investimenti fino ad un massimo di 30mila Euro e attingeranno all’incremento di 300 milioni di Euro previsto per il 2021 dall’articolo 57 del Decreto Agosto (Dl 104/2020) per il Fondo per le emergenze nazionali. A gestire i fondi sarà Invitalia, in base alla convenzione dello scorso gennaio con il Mise e lo stesso Commissario.

 

“Una misura importante per sostenere il ripristino e il riavvio di quelle attività economiche che hanno contribuito a creare negli anni il tessuto produttivo delle zone oggi terremotate e per le quali il sisma si è abbattuto come un ‘cigno nero’, dopo la crisi del 2009, mettendo a repentaglio intere filiere” sono le parole dell’Assessore Castelli. “La collaborazione tra Invitalia, Ministero e Commissario, unita alla sempre più esigenza di operare in deroga attraverso decreti e ordinanze commissariali, sta consentendo e consente di intervenire in maniera diretta e veloce per aiutare la ripresa socio-economica delle zone terremotate” aggiunge.

“Ho sempre pensato – conclude Castelli – che bisogna percorrere un doppio binario per il rilancio delle zone colpite dal sisma, capace di abbinare due tipi di ricostruzione: quella materiale e fisica, pubblica e privata, e quella immateriale ma strutturale relativa al tessuto produttivo locale. Senza casa e senza lavoro il Cratere non riparte”.

 

Il Decreto commissariale ha fissato come termine iniziale per la presentazione delle domande il 14 giugno 2021 (ore 10), mentre il relativo Avviso verrà pubblicato a giorni dalla Regione sul proprio sito istituzionale.

 

 

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com