Ospedale di Camerino, avviso di mobilità e dintorni: la parola al Sindaco Sborgia

Ospedale di Camerino, avviso di mobilità e dintorni: la parola al Sindaco Sborgia

2021-04-16 – Riceviamo dal Sindaco della Città di Camerino Dottor. Sandro Sborgia e pubblichiamo

 

IL COMUNICATO DI ASUR MARCHE AREA VASTA 3, DIRAMATO A CHIARIMENTO DELLE MOTIVAZIONI SOTTESE ALLA PUBBLICAZIONE DELL’AVVISO DI MOBILITA’ INTERNA PER I SOLI OSPEDALI DI CIVITANOVA MARCHE E MACERATA, OLTRE CHE IMBARAZZANTE PER LA SUA INCONSISTENZA, APPARE DISARMANTE PER LA VAGHEZZA E LA GENERICITA’ DEI CONTENUTI E PER LA SUA CONTRADDITTORIETA’INTRINSECA AL PUNTO DA FAR DUBITARE DELLA SUA RICONDUCIBILITA’ ALLA DIRETTRICE DI AREA VASTA ATTESO CHE NON NE RECA NEPPURE LA FIRMA. UN MANIFESTO DI BUONE INTENZIONI CHE CERCA MALDESTRAMENTE DI GIUSTIFICARE QUELLO CHE SI PERCEPISCE COME SOLO UNO DEI MOLTEPLICI ATTI IDONEI E DIRETTI IN MODO NON EQUIVOCO A UN VERA E PROPRIA OPERAZIONE DI SVUOTAMENTO DEL PERSONALE MEDICO DEL PRESIDIO OSPEDALIERO CAMERTE. AMMESSO CHE PROVENGA DALLA DIREZIONE GENERALE, NELLA RISPOSTA FORMULATA NON E’ INFATTI OFFERTA ALCUNA SPIEGAZIONE CIRCA L’INCOMPRENSIBILE ESCLUSIONE DEL NOSOCOMIO CAMERTE DALLA PROCEDURA DI MOBILITA’. IN SOSTANZA VIENE OFFERTA AI MEDICI DI CAMERINO LA POSSIBILITA’ DI ESSERE DESTINATI PRESSO I NOSOCOMI DI MACERATA E CIVITANOVA MA NON E’ OFFERTA AD ALTRI SANITARI DI POTER SCEGLIERE L’OSPEDALE DI CAMERINO. APPARE VERAMENTE PARADOSSALE OLTRE CHE OFFENSIVO DELLE INTELLIGENZE DEI CITTADINI, PER UN VERSO AFFERMARE CHE “L’INTENZIONE DELL’AZIENDA E DELLA GIUNTA REGIONALE SIA QUELLA DI POTENZIARE LE STRUTTURE DELL’ENTROTERRA” PER POI EMANARE UN ATTO AMMINISTRATIVO CHE VA NELLA DIREZIONE ESATTAMENTE OPPOSTA. IL MANIFESTO DELLE BUONE INTENZIONI E’ DRAMMATICAMENTE SMENTITO DAGLI EFFETTI CONCRETI CHE QUEL PROVVEDIMENTO POTREBBE PRODURRE: SPIEGASSERO LA DIRETTRICE DI AREA VASTA E LA GIUNTA REGIONALE AI CITTADINI NON SOLO DELL’ENTROTERRA, IL PERCHE’ L’AVVISO DI MOBILITA’ NON COMPRENDE L’OSPEDALE DI CAMERINO; SPIEGASSERO LA DIRETTRICE DI AREA VASTA E LA GIUNTA REGIONALE COME INTENDONO POTENZIARE L’OSPEDALE DI CAMERINO QUANDO IL PROVVEDIMENTO CONSENTE SOLO LA FUORISCIUTA DA CAMERINO E NON L’INGRESSO PER L’OSPEDALE CAMERTE; SPIEGASSERO LA GIUNTA REGIONALE E LA DIRETTRICE DI AREA VASTA IN QUALE ATTO CONCRETO SI REALIZZI LO SBANDIERATO “…PIANO DI SUPPORTO PER NON LASCIARE SGUARNITA LA STRUTTURA MANTENENDO L’ATTUALE ORGANICO”. RICORDIAMO CHE AD OGGI, A DISTANZA DI MESI DALLA FUORIUSCITA DEL DOTTOR DI PALMA, NONOSTANTE LE PROMESSE FATTE, IL REPARTO DI ORTOPEDIA PUO’ CONTARE SU UNA SOLA UNITA’ DI DIRIGENTE MEDICO IN SERVIZIO.

CI SI ASTIENE DAL COMMENTARE SIA L’ELOQUENTE SILENZIO DELL’ASSESSORE SALTAMARTINI CHE LE ALTRETTANTE IMBARAZZANTI QUANTO VUOTE ESTERNAZIONI DEI DUE CONSIGLIERI REGIONALI PASQUI E MARINELLI I QUALI NULLA SANNO DIRE DIFRONTE ALLA REALTA’ DEI FATTI CHE, A QUESTO PUNTO, SI RITIENE PERSINO SCONOSCANO. A QUESTI ULTIMI UN ESORTAZIONE AD ABBANDONARE LA POLITICA DEGLI SLOGAN E DELLE CHIACCHIERE PONENDOSI FINALMENTE E CONCRETAMENTE AL FIANCO DELLE PERSONE IN DIFFICOLTA’; A INTERESSARSI DELLE QUESTIONI CHE RIGUARDANO LA DIFESA DEL LORO TERRITORIO ONORANDO GLI IMPEGNI ASSUNTI CON LA CITTADINANZA.

Il Sindaco della Città di Camerino

Dottor. Sandro Sborgia

 

 

La direzione di Area Vasta 3 di Macerata nella giornata del 13 aprile 2021 ha pubblicato un avviso di mobilità interna per il reclutamento di 8 dirigenti medici di discipline varie: Cardiologia, Cchirurgia generale, Anestesia e Rianimazione, Pediatria, Psichiatria, da destinare alla copertura dei posti negli ospedali di Macerata e Civitanova Marche.

L’avviso di mobilità interna, nell’escludere il nosocomio camerte dalla possibilità di essere destinatario di personale dirigente medico, è rivelatore di quali siano i veri intendimenti della politica regionale in materia di sanità, avviata dal centrosinistra prima e perseguita ora dal centrodestra. Appare, infatti, sempre più chiara la volontà di continuare in quel processo di lento e silenzioso svuotamento dei servirsi sanitari dell’entroterra avviato nel 2015, implementato nel 2017 in conseguenza degli eventi sismici e che oggi subisce un ulteriore accelerazione sotto la copertura degli effetti dovuti all’emergenza pandemica.

Il provvedimento amministrativo diramato dall’azienda sanitaria smentisce clamorosamente le promesse e rassicurazioni circa il paventato rischio chiusura o ridimensionamento fatte dall’assessore Saltamartini, insieme ai consiglieri regionali Pasqui e Marinelli, proferite nel corso dell’ultimo incontro di qualche mese fa, tenuto presso il Lanciano forum. Al contempo, nel sollevare il velo delle ambiguità sul disinteresse per l’ospedale camerte, offende l’intelligenza dei tanti cittadini che hanno seguito e creduto fin ora adottati. Sappiano comunque che l’amministrazione comunale di Camerino e le altre comunità camerti sinceramente legate al nostro presidio ospedaliero, non assisteranno passivamente allo smantellamento del presidio ospedaliero di Camerino. La carta costituzionale riconosce ai cittadini della montagna lo stesso diritto alle cure garantite a coloro che abitano in territori meno disagiati. Nel rispetto delle condizioni imposte dalla emergenza pandemica chiameremo a raccolta i cittadini dell’entroterra e avvieremo tutti insieme ogni legittima iniziativa per contrastare la realizzazione di questo scellerato disegno.

Sandro Sborgia

Sindaco di Camerino

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com