Claudio Benigni: “Il Pd è aperto al dialogo nel centrosinistra per riconquistare insieme la Città”

Claudio Benigni: “Il Pd è aperto al dialogo nel centrosinistra per riconquistare insieme la Città”

San Benedetto del Tronto, 2021-06-25 – Riceviamo e pubblichiamo

“Quale segretario dell’Unione Comunale di San Benedetto del Tronto, malgrado preferisca lavorare per il Partito Democratico rispetto all’apparire sulla stampa, anche con riguardo alle tante cose tutte rispettabili di cui ho letto nelle ultime settimane, credo sia opportuno ristabilire qualche verità.

Il Partito Democratico fin dallo scorso 7 novembre ha intrapreso un percorso lungo e a tratti faticoso con l’obiettivo di formare una coalizione che fosse la più larga e coesa possibile, partendo da un contesto di disgregazione durato cinque anni. Otto mesi di tavoli, assemblee e trattative con il fine di definire un programma comune e quindi di ricercare un candidato sindaco condiviso dall’intera coalizione. Un obiettivo senza dubbio difficile e ambizioso.

Rispetto a quel tavolo qualcuno lo abbandonò, altri lo respinsero, ma quelli che si sedettero sono ancora lì, disponibili al dialogo con tutti. Ed il Partito Democratico, lo voglio ricordare, è stata l’unica formazione politica che con grande senso di responsabilità ha fatto fare un passo indietro al proprio candidato di bandiera, seppur nominato con il 98% di consensi.

Espletata la fase delle consultazioni siamo arrivati a questa decisione, certo sofferta ma votata in maniera unanime e in piena autonomia dall’assemblea comunale, sia perché abbiamo ritenuto che i personalismi non avrebbero favorito l’unità, sia perché, dopo una stagione divisiva come quella vissuta, una figura terza sarebbe risultata più inclusiva di una candidato del PD. Un passo indietro scevro da logiche personalistiche o politiche che purtroppo, non è stato preso in considerazione da nessuno degli altri candidati, i quali neppure hanno mai proposto soluzioni alternative su cui convergere, nonostante fosse stato esplicitamente chiesto.

Ad oggi quindi, per chi non avesse ben chiara la situazione, esiste solo una figura che è sostenuta dal PD, Articolo Uno e Nos, e che corrisponde a una donna dal profilo civico e indipendente, la dottoressa Aurora Bottiglieri.

 

Claudio Benigni

Per il resto, restiamo interessati al confronto con il Movimento Cinque Stelle in attesa del secondo tavolo chiesto dal sindaco di Pesaro Matteo Ricci, sul quale presentare una rosa di nomi per ricercare una soluzione politica tra le tre aree più rappresentative della, città (Pd-Rinascimarche e Cinque Stelle).

Non risulta, ad oggi, alcuna ipotesi di ulteriori nomi che godano del sostegno di tutte le formazioni, così come fanno sorridere le voci su fantasmagoriche promesse elettorali per le future elezioni politiche. Voci tanto gravi da meritare smentite puntuali, ma che appaiono talmente irrealistiche da risultare di per sé non credibili e un chiaro tentativo di danneggiare, ancora una volta, il Partito Democratico e la trattativa in corso.

In conclusione, dato che in città il centrodestra si presenta diviso e con raggruppamenti di dubbia credibilità, noi continueremo a tenere le porte aperte e ad essere disponibili al confronto con tutti, perché riteniamo che il centrosinistra debba ritrovarsi assieme, se vuole coltivare la certezza di riconquistare la città. Facciamolo!

 

Anche se i tentativi non hanno ancora dato i frutti sperati non è venuta meno la nostra determinazione nel dare alla città e al centrosinistra quel clima di unità positiva e propositiva che è la madre di tutte le vittorie. Il nostro auspicio è che ciascuno faccia la sua parte per non avere domani alcun rimpianto. Noi continueremo a lavorare in questa direzione.”

 

Il segretario PD

Claudio Benigni

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com