dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

giovedì 29 luglio 2021  11:02

A Carpegna gli Stati generali dell’artigianato marchigiano: problematiche e risorse del settore. Venerdì 30 luglio a Palazzo dei Principi con il sottosegretario al Lavoro Nisini

Continua la politica regionale di sostegno all’artigianato marchigiano. Dopo l’approvazione della legge sull’artigianato nel corso dell’ultima assemblea legislativa, a Carpegna la prima edizione degli Stati Generali dell’Artigianato Marchigiano, organizzato dall’assessorato regionale in programma venerdì 30 luglio a Carpegna (PU). Insieme all’evento “Eccellenze a Palazzo”, prima edizione della mostra mercato dell’artigianato artistico delle Marche (30 e 31 luglio e 1 agosto) contribuiranno a dare un segnale di ripartenza a tutto il sistema economico marchigiani. Gli Stati generali avranno il compito di contribuire a focalizzare gli interventi più urgenti che dovranno essere messi in campo dalla Regione per la piena ripartenza. L’importante appuntamento sarà ospitato nella splendida cornice della Sala del Trono di Palazzo dei Principi. L’apertura dei lavori è prevista per le ore 16. Sarà l’occasione per fare il punto sulle criticità e le prospettive dell’artigianato marchigiano, un focus su temi come credito, digitalizzazione e opportunità future, al quale parteciperanno istituzioni nazionali, regionali e locali e gli stakeholder di riferimento. Interverranno, tra gli altri, il governatore delle Marche Francesco Acquaroli, il sottosegretario al Lavoro Tiziana Nisini e il prefetto di Pesaro e Urbino Tommaso Ricciardi. A moderare gli Stati generali, il giornalista Michele Romano.  “È un grande onore partecipare a questa importante iniziativa per il rilancio, la tutela e la valorizzazione di un comparto d’eccellenza – ha dichiarato il sottosegretario – Questo settore rappresenta un punto di forza della nostra economia: le imprese artigiane in Italia sono il nostro fiore all’occhiello grazie a quel connubio di tradizione e innovazione che ci fa primeggiare in tutto il mondo. La pandemia ha segnato un momento terribile: adesso dobbiamo ripartire e la determinazione del Governo nel trovare soluzioni condivise con l’intero settore è massima. Al centro di questo dibattito ci sono le politiche attive, la formazione e la digitalizzazione, oltre che una grande sinergia tra pubblico e privato per dare finalmente alle aziende artigiane tutti gli strumenti utili per la ripartenza”.

Il pomeriggio si aprirà con gli interventi istituzionali del presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, del sottosegretario al lavoro Tiziana Nisini, del prefetto Tommaso Ricciardi, del sindaco di Carpegna Mirco Ruggeri, del presidente della Provincia Giuseppe Paolini, del vicepresidente della Regione Marche Mirco Carloni e del presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini. Al talk con le associazioni di categoria, durante il quale si parlerà del ruolo dell’artigianato nelle Marche, della necessità e dei punti di forza della Legge, parteciperanno: Antonio Colì, Presidente Federazione Artistico Confartigianato Imprese; Mario Pagani, responsabile Dipartimento Economico CNA nazionale; Prof. Marco Cioppi, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo; Marco Marinangeli, consigliere regionale e relatore della legge. Si passerà poi al talk con il credito, per approfondire il ruolo delle banche, dei Confidi e del microcredito per consentire l’accesso al credito delle imprese artigiane. Interverranno: Silvano Bertini, dirigente Servizio Attività Produttive; Otello Gregorini, segretario regionale CNA; Giorgio Cippitelli, segretario Confartigianato regionale; Paolo Mariani, direttore di UNI.CO; Giuseppe Paglione, Direttore Area Imprese Marche presso Intesa Sanpaolo; Giorgio Giovannini, direttore territoriale Area Adriatica Gruppo Creval; Maddalena Lepretti, area manager BPER Banca; Simone Baglieri Cassa Depositi e Prestiti. Sarà quindi il momento del talk sulla digitalizzazione. Al centro del dibattito, sviluppo e opportunità in termini di digitalizzazione per le filiere produttive artigiane. Parteciperanno: Stefania Bussoletti, dirigente P.F. Innovazione, Ricerca e Internazionalizzazione; Giuseppe Mazzarella, presidente Confartigianato Marche; Maurizio Paradisi, vicepresidente CNA Marche; Alessandra Micozzi dell’Università di Macerata; Giovanni Dini, Digital Innovation Hub; Andrea Dini, Digital Innovation Hub. L’ultimo talk riguarderà le eccellenze dell’artigianato artistico. Un focus sul capitolo di legge dedicato alla scuola dei maestri artigiani. Si potranno ascoltare: Barbara Tomassini, presidente di CNA Artistico Marche; Sandro Tiberi, mastro cartaio e presidente di Confartigianato Artistico Marche; Paolo Marzialetti, vicepresidente nazionale Tessili Vari; M° Màlleus (Enrico Ragni) di Castello Màlleus – Antica Bottega amanuense di Recanati; Olivia Monteforte (Scarpe su misura). Al termine le domande dalla sala. La chiusura dei lavori spetterà al vicepresidente della Regione Marche Mirco Carloni. L’intero evento sarà trasmesso in diretta digitale sulla pagina Facebook Eccellenze a Palazzo e sul sito della Regione Marche sezione Artigianato.

 

 

 

Il crowdfuning applicato alla blue economy: presentato il progetto pilota di bonifica dei mari dalla plastica. Testimonial Moreno Cedroni e Giobbe Covatta. Obiettivo minimo: 40 mila euro per ripulire le zone portuali di Fano, Senigallia, Civitanova e l’area di Portonovo. Carloni: “Iniziativa concreta e da promuovere”. Carrabs: “Strumento innovativo nell’ambito di un progetto europeo”

Una raccolta di fondi, attraverso piccoli contributi, per liberare il mare dalla plastica, partendo dalle acque che bagnano le Marche, utilizzando la tecnologia marchigiana sviluppata dalla Garbage Group (azienda di servizi ecologici e marini dal 1958, armatrice del battello raccogli rifiuti Pelikan). La sperimentazione “civica” è promossa dalla Regione Marche e da Svim, nell’ambito del progetto europeo “Blue Crowdfunding”. La campagna di raccolta fondi marchigiana ha come obiettivo minimo di raggiungere 40 mila euro nei 60 giorni dall’avvio, previsto il 15 settembre, attraverso piattaforma online https://www.produzionidalbasso.com. Serviranno per pulire le aree portuali di Fano, Senigallia, Civitanova e la zona di Portonovo di Ancona. Con l’eventuale eccedenza di risorse, verranno coinvolti altri tratti di costa marchigiana. La campagna avrà due testimonial d’eccezione, da sempre legati ai temi ecologici: l’attore e scrittore Giobbe Covatta, lo chef stellato Moreno Cedroni. Avranno il compito di “smuovere le coscienze”, come è stato sottolineato nella conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa: Cedroni con piatti legati alla sostenibilità (subito anticipato un “Risotto ai rifiuti di mare” da far gustare a Covatta, con l’unico dubbio “se farlo bianco o rosso”), Covatta con la sua inarrivabile ironia (“Dobbiamo prendere coscienza che ogni settimana ci mangiamo una carta di credito”, con tutte le micro particelle che entrano nella catena alimentare). Nel suo intervento introduttivo il vicepresidente della Regione Mirco Carloni ha parlato di “un progetto concreto da promuovere perché dobbiamo tutti prendere consapevolezza della dannosità della plastica per la nostra salute. Ci fa piacere essere partner di questa iniziativa che è innovativa ed educativa, chiamando ciascuno a svolgere la propria parte, anche piccola, per fare insieme una cosa grande”. Il Crowdfunding civico, ha evidenziato l’amministratore unico Svim Gianluca Carrabs, “è uno strumento innovativo messo a disposizione di un progetto europeo per la tutela del mare e della catena alimentare, dando la possibilità a tutti i cittadini di contribuire. Anche i testimonial non sono stati scelti a caso: Giobbe ambientalista di chiara fama, Cedroni uno chef stellato che fa della qualità e dell’ecologia la bandiera dei suoi piatti”. Il Ceo di Garbage Group Paolo Baldoni ha ricordato che “la nostra attività ha oltre 60 anni di storia. Nonostante i nostri servizi siano richiesti principalmente dalle Autority portuali e pubbliche amministrazioni per ottemperare a obblighi di legge, con questo progetto abbiamo voluto metterci alla prova insieme a tutti i partecipanti poiché il problema delle plastiche in mare riguarda realmente tutti, in quanto si lega alla filiera alimentare. Ci avventuriamo in questa iniziativa, mettendo a disposizione il nostro sistema e le nostre conoscenze a servizio della prima campagna civica di crowdfunding blu sul territorio marchigiano”. Giobbe Covatta ha rimarcato come “il problema non è convincere qualcuno che il problema esiste: si sa che il problema esiste; non c’è possibilità di nascondersi, vanno individuate le soluzioni e metto a disposizione il mio splendido corpo per pubblicizzare l’iniziativa”. Cedroni ha sottolineato come il benessere ci abbia portato “a produrre, ma non a smaltire. Ha creato anche maleducazione, pensando al mare come luogo in cui riversare tutto. Sono lusingato di poter partecipare a questa iniziativa presentando piatti che sottolineano l’importanza della sostenibilità. Questa iniziativa offre l’opportunità di ampliare il messaggio a una platea vasta: speriamo che tutti possano partecipare e capire l’importanza di tenere il mare pulito”.

BLUE CROWDFUNDING è un progetto co-finanziato nell’ambito del Programma di cooperazione territoriale europea “Interreg Mediterranean 2014-2020”, priorità 1 “Promuovere le capacità di innovazione del Mediterraneo per sviluppare una crescita intelligente e sostenibile” della durata di 32 mesi (novembre 2019-giugno 2022), con capofila la Slovenia e un partenariato di 13 membri di nove paesi europei (Albania, Belgio, Cipro, Croazia, Grecia, Italia, Portogallo, Spagna e Slovenia). Mira a diffondere informazioni sul crowdfunding applicato all’ economia blu. Nasce dall’esigenza di aumentare l’innovazione del settore della Blue Economy nell’area del Mediterraneo attraverso l’accesso a maggiori flussi di finanziamento anche di tipo alternativo, come quello rappresentato dal crowdfunding.

 

 

giovedì 29 luglio 2021  17:17

Terza corsia A14 nel tratto sud delle Marche, avviato tavolo con Aspi-Ministero

Terza corsia A14 nel tratto sud delle Marche, avviato tavolo con Aspi-Ministero
La terza corsia autostradale nel tratto tra Porto Sant’Elpidio e San Benedetto del Tronto si fa sempre più reale. Solo due settimane fa, il ministero delle Infrastrutture e Società Autostrade avevano accolto l’invito della Regione Marche ad istituire un tavolo tecnico per concretizzare un intervento ritenuto improcrastinabile per risolvere in maniera definitiva i problemi della grande viabilità su gomma tra Marche e Puglia. Ieri il Tavolo di lavoro si è insediato, presieduto dall’assessore regionale Francesco Baldelli alla presenza del capo di Gabinetto del presidente di Regione Fabio Pistarelli, del dirigente Nardo Goffi e dei vertici dirigenziali di Società Autostrade e del ministero delle Infrastrutture. E già ci sono buone notizie. In vista della nuova riunione, da tenersi entro il 10 ottobre, Aspi svilupperà la definizione di alcune ipotesi progettuali per la terza corsia: lungo il tratto Porto Sant’Elpidio-Pedaso lavorando all’aggiornamento e all’adeguamento del progetto già esistente del 2008 mentre tra Pedaso-San Benedetto del Tronto verrà valutata sia la possibilità di utilizzare le carreggiate esistenti sia quella di individuare un nuovo tracciato. Soluzione quest’ultima che andrebbe incontro ai timori per l’impatto dell’opera manifestati in passato da numerosi sindaci. “Un incontro che ha gettato le basi per risolvere i problemi legati alla infrastruttura autostradale che attraversa le Marche – spiega l’assessore Baldelli- Passi in avanti importanti sono stati fatti sul fronte del progetto della terza corsia. E’ fondamentale inoltre che si dia ormai per assodato il fatto che tutti gli interventi dovranno essere condivisi tra ministero, Società Autostrade, Regione ed enti locali. Il coinvolgimento dei territori per noi è essenziale”. Nel corso dell’incontro sono state presentate le prime ipotesi progettuali per il casello di Fano Nord e per quello della Valle del Potenza, per i due cavalcavia di Camerano, per i quali partirà una progettazione di circa 3 milioni di euro finanziata dalla Regione, e per il parcheggio scambiatore ad Ancona Nord, un’opera pilota che risponderà ad una esigenza reale per l’utenza marchigiana, che coinvolge l’area industriale di Falconara, il traffico legato al porto, alla stazione ferroviaria e all’Ospedale di Torrette e da cui potranno partire anche i mezzi del TPL per i collegamenti. Infatti, il Tavolo tecnico è nato con l’obiettivo di discutere di tutti quei progetti utili a migliorare l’accesso all’A14 e a ridurne l’impatto ambientale sui territori.

giovedì 29 luglio 2021  16:56

Assessore Aguzzi: “La nuova legge sulla rigenerazione urbana è un’opportunità per tutte le Marche”. Oggi il convegno per illustrare il provvedimento ai Comuni, alle categorie e agli operatori del settore

Assessore Aguzzi:
“Grande soddisfazione questa mattina per la folta partecipazione al convegno organizzato per illustrare la legge sulla Rigenerazione urbane e l’attività edilizia da me presentata e approvata dal consiglio regionale poche settimane fa. Circa 800 le persone collegate in streaming tra amministratori locali, sindaci, associazioni di categoria e ordini professionali. Nel corso dell’incontro sono state chiarite le modalità attraverso le quali si potrà intervenire nelle Marche per la riqualificazione urbana degli edifici. Insieme ai tecnici abbiamo fornito spiegazioni sulle modalità di accesso al Piano Casa, al Bonus 110%, alla possibilità di abbattimento e ricostruzione degli immobili potendo anche usufruire del Bonus 110% e dell’ampliamento fino al 40% previsto proprio dal Piano Casa. La Regione Marche, a differenza di altre regioni, non ha una specifica normativa vigente in materia di rigenerazione urbana. Oggi invece, grazie alla nuova legge condivisa con gli enti, le istituzioni e le categorie coinvolti, tutti i cittadini della nostra regione potranno finalmente fruire di questi bonus per la riqualificazione o il rifacimento dei propri immobili e delle proprie abitazioni. Un passo avanti anche in termini di efficientamento energetico e adeguamento sismico del patrimonio immobiliare, una opportunità di lavoro per le imprese edili e di conseguenza un incoraggiamento alla ripresa economica dopo la pandemia”.

Queste le parole dell’assessore all’Urbanistica Stefano Aguzzi questa mattina al Convegno “La rigenerazione urbana”, organizzato dalla Regione Marche a Palazzo Li Madou ad Ancona. Anche il presidente Francesco Acquaroli si è collegato per portare i suoi saluti.
La legge regionale n.14/’21 fa seguito alle recenti modifiche legislative introdotte dal Decreto Semplificazioni e dal Decreto Rilancio che hanno esteso le agevolazioni fiscali agli interventi di ristrutturazione edilizia anche per promuovere interventi che prevedono incrementi di volumetria riconducibili a rigenerazione urbana. In adeguamento alle norme statali e in vista della prossima revisione organica della legge urbanistica regionale, la Legge Regionale n.14/’21 introduce una norma specifica sulla rigenerazione urbana e sul contenimento del consumo di suolo uniforme su tutto il territorio regionale, per favorire il recupero del patrimonio costruito e ridare un effettivo riavvio del settore edilizio, anche in termini di semplificazione amministrativa.

La legge si compone di 4 articoli.
L’articolo 1 introduce nella Legge Regionale n.22/’11 la definizione di rigenerazione urbana.

L’articolo 2 modifica la medesima legge, adeguandola alle disposizioni statali e specificando la procedura che i Comuni dovranno effettuare per l’individuazione degli interventi di rigenerazione urbana, per i quali sono previsti ampliamenti fino al 20% della volumetria esistente.

L’articolo 3 modifica l’art.2 della Legge Regionale n.22/’09 rendendo coerenti con la normativa statale gli interventi di demolizione e ricostruzione previsti dalla normativa regionale vigente, che prevede la possibilità di ampliamenti fino al 40% della volumetria esistente in base al livello di miglioramento delle prestazioni degli edifici.

L’articolo 4 contiene la dichiarazione di invarianza finanziaria.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com