dalla Fidal Marche

dalla Fidal Marche

CADETTI: 8 VITTORIE PER LE MARCHE A ISERNIA
La rappresentativa under 16 seconda al Memorial Musacchio. Tanti risultati promettenti in vista dei campionati italiani di categoria: cinque successi maschili e tre femminili

Si confermano al secondo posto i giovani delle Marche, per la quinta volta consecutiva, al Memorial Musacchio di Isernia dedicato alla categoria cadetti (under 16). Nella classifica finale dell’edizione numero 44 chiudono alle spalle della Puglia, ma davanti alle altre regioni partecipanti: Abruzzo, Campania, Umbria, Basilicata, Calabria e Molise. Spiccano otto successi individuali: al femminile negli 80 metri Alice Pagliarini sfreccia in 9”82 e torna ad avvicinarsi alla sua migliore prestazione italiana (9”65 nel mese di luglio). Poi la velocista dell’Atletica Avis Fano conduce al successo in un notevole 48”79 anche la staffetta 4×100 metri lanciata da Elisa Domeniconi (Atl. Falconara), Sonia Gattari (Atl. Avis Macerata) e Giulia Properzi (Sport Atl. Fermo). Dal mezzofondo arriva invece l’affermazione della figlia d’arte Francesca Caimmi (Atl. Jesi) con 7’07”25 nei 2000 metri.
Ben cinque le vittorie maschili. Ancora in evidenza il giavellottista Pietro Colonnella (Asa Ascoli Piceno) che sfiora di nuovo i sessanta metri con 59.72, mentre nel lungo applausi per Andrea Tazza (Mezzofondo Club Ascoli) atterrato a 6.62 (-0.6), a un solo centimetro dal personale. Festeggiano il primo posto anche Luciano Carallo (Cus Urbino) che si migliora in 6’13”97 nei 2000 metri, lo sprinter John Escobar (Sport Atl. Fermo) sugli 80 con 9”55 (+0.5) e l’astista Manuel Nunzi (Sport Atl. Fermo) a quota 3.40.
Tra gli altri risultati, nuovo progresso nel peso di Marco Nardocci (Asa Ascoli Piceno) con un ottimo 16.45 per chiudere in seconda posizione, superato soltanto all’ultimo turno dal 16.52 dell’umbro Mattia Pasquetti. Secondo posto e record personale in 3’34”29 anche di Leonardo Chiappini (Collection Atl. Sambenedettese) sconfitto soltanto al fotofinish nei 1200 siepi, oltre che della 4×100 maschile con Andrea Tazza (Mezzofondo Club Ascoli), Valentino Bilardo (Sport Atl. Fermo), Matteo Tassetti (Atl. Sangiorgese Rocchetti) e John Escobar (Sport Atl. Fermo), al traguardo in 45”42. Per la rappresentativa, con il presidente FIDAL Marche Simone Rocchetti tra gli accompagnatori, una bella trasferta e risultati confortanti in vista dei campionati italiani di categoria che si svolgeranno a Parma nel primo weekend di ottobre.

RISULTATI
Cadetti. 80: 1. John Escobar (Sport Atl. Fermo) 9”55 (+0.5); 300: 5. Alessandro Carlo Bucci (Mezzofondo Club Ascoli) 38”67; 1000: 3. Filippo Tarantini (Team Atl. Porto Sant’Elpidio) 2’50”86; 2000: 1. Luciano Carallo (Cus Urbino) 6’13”97 pb; 1200 siepi: 2. Leonardo Chiappini (Collection Atl. Sambenedettese) 3’34”29 pb; 100 ostacoli: 2. Matteo Tassetti (Atl. Sangiorgese Rocchetti) 14”45 (-1.1); 300 ostacoli: 6. Brailyn Corsalini Capomasi (Atl. Ama Civitanova) 45”75; alto: 4. Marco Colletta (Sef Stamura Ancona) 1.61; asta: 1. Manuel Nunzi (Sport Atl. Fermo) 3.40; lungo: 1. Andrea Tazza (Mezzofondo Club Ascoli) 6.62 (-0.6); triplo: 3. Enock Tawiah (Team Atl. Porto Sant’Elpidio) 11.82; peso: 2. Marco Nardocci (Asa Ascoli Piceno) 16.45 pb; disco: 5. Riccardo Fedozzi (Atl. Sangiorgese Rocchetti) 25.10; martello: 4. Emanuele Messi (Atl. Ama Civitanova) 33.07 pb; giavellotto: 1. Pietro Colonnella (Asa Ascoli Piceno) 59.72; marcia 5000: 5. Riccardo Picchio (Atl. Osimo) 30’44”96; 4×100: 2. Andrea Tazza (Mezzofondo Club Ascoli), Valentino Bilardo (Sport Atl. Fermo), Matteo Tassetti (Atl. Sangiorgese Rocchetti), John Escobar (Sport Atl. Fermo) 45”42.
Cadette. 80: 1. Alice Pagliarini (Atl. Avis Fano) 9”82 (-0.7), 3. Giulia Properzi (Sport Atl. Fermo) 10”51; 300: 4. Anna Mengarelli (Atl. Avis Macerata) 43”45; 1000: 4. Matilde Giuliani (Atl. Avis Fano) 3’11”73; 2000: 1. Francesca Caimmi (Atl. Jesi) 7’07”25; 1200 siepi: 2. Sofia Romagnoli (Atl. Avis Macerata) 4’07”66; 80 ostacoli: 3. Sofia Carrarini (Team Atl. Porto Sant’Elpidio) 13”66 (-3.3); 300 ostacoli: 5. Rosa Lou Maroncelli (Atl. Avis Fano) 51”59; alto: 2. Sonia Gattari (Atl. Avis Macerata) 1.45; asta: 2. Jasmine Iafrate (Sport Atl. Fermo) 2.40, 3. Bianca Sulzer (Atl. Avis Macerata) 2.20; lungo: 5. Sofia Gentilucci (Atl. Avis Macerata) 5.12 (+1.4) pb; triplo: 4. Camilla Spinsanti (Sef Stamura Ancona) 10.11 (-0.4); peso: 7. Chiara Maggi (Atl. Avis Macerata) 7.76; disco: 5. Ludovica Daher (Atl. Fabriano) 17.47; martello: 4. Teresa Ninno (Atl. Fabriano) 34.53 pb; giavellotto: 6. Elisabetta Battistelli (Atl. Sangiorgese Rocchetti) 18.79; marcia 3000: 3. Sofia Tomassoni (Grottini Team Recanati) 15’50”25 pb; 4×100: 1. Elisa Domeniconi (Atl. Falconara), Sonia Gattari (Atl. Avis Macerata), Giulia Properzi (Sport Atl. Fermo), Alice Pagliarini (Atl. Avis Fano) 48”79.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2021/REG26196/Index.htm

SOCIETARI ASSOLUTI: TAM PROMOSSA IN ARGENTO
A Torino la squadra marchigiana esulta per il terzo posto nella finale Bronzo, settima posizione dell’Atletica Avis Macerata

Bella impresa nei Campionati italiani assoluti di società per il Team Atletica Marche, che celebra la promozione nella serie Argento femminile. Il club nato dalla collaborazione tra Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti, Atletica Osimo e Sacen Corridonia riesce a conquistare il terzo posto nella finale Bronzo di Torino, con una serie di brillanti risultati. Nei 400 ostacoli l’osimana Angelica Ghergo, protagonista quest’anno in maglia azzurra, finisce in seconda posizione con 1’00”56 dopo essere arrivata terza nei 400 piani in 56”60. Stessi ottimi piazzamenti per un’altra giovanissima, la 18enne Martina Cuccù, che è seconda nei 100 ostacoli (14”52) e terza nel lungo disputato al coperto con il record personale di 5.80.
Entrambe poi corrono nelle staffette che finiscono al secondo posto: la 4×100 con Francesca Del Gatto, Martina Cuccù, Greta Luchetti, Valentina Natalucci in 48”56 e la 4×400 con Alice Frontalini, Angelica Ghergo, Greta Luchetti, Valentina Natalucci in 3’55”24. Applausi anche per la 16enne Serena Frolli che si migliora due volte nel mezzofondo: sesta nei 1500 in 4’40”76 e quinta negli 800 in 2’13”86. Sul terzo gradino del podio salgono quindi Benedetta Trillini, 1.67 nell’alto, e la junior Stella Rinaldi, 28’19”76 nei 5000 di marcia.
Finisce settima invece la squadra femminile dell’Atletica Avis Macerata. In chiave individuale, spicca il successo di Ilaria Sabbatini nei 5000 metri con 17’34”66. Due secondi posti a testa per le sorelle Vandi: Elisabetta su 200 e 400 metri, Eleonora negli 800 e nei 1500, prima di firmare il terzo crono nella 4×400 insieme a Chiara Menotti e Alice Vecchione. Nella classifica finale comandata dalle toscane dell’Atletica Cascina (178 punti) la Tam è terza a quota 152 con lo stesso score del Running Club Napoli che ottiene il secondo posto, mentre il club maceratese totalizza 119 punti.

RISULTATI
Team Atletica Marche. 100: 11. Francesca Del Gatto 13”07 (+0.8); 200: 7. Valentina Natalucci 26”05 (+1.1); 400: 3. Angelica Ghergo 56”60; 800: 5. Serena Frolli 2’13”86 pb; 1500: 6. Serena Frolli 4’40”76 pb; 5000: 10. Sofia Luciani 20’21”59 pb; 3000 siepi: 6. Benedetta Pompei 13’30”44; 100 ostacoli: 2. Martina Cuccù 14”52 (-0.8); 400 ostacoli: 2. Angelica Ghergo 1’00”56; alto: 3. Benedetta Trillini 1.67; asta: 4. Claudia Boccaccini 3.10 =pb; lungo indoor: 3. Martina Cuccù 5.80 pb; triplo: 4. Francesca Cuccù 11.50 (-1.1); peso: 11. Silvia Del Moro 8.30; disco: 9. Ilaria Del Moro 23.96; martello: 7. Maria Laura Montelpare 39.65; giavellotto: 4. Ilaria Del Moro 35.59; marcia 5000: 3. Stella Rinaldi 28’19”76; 4×100: 2. Francesca Del Gatto, Martina Cuccù, Greta Luchetti, Valentina Natalucci 48”56; 4×400: 2. Alice Frontalini, Angelica Ghergo, Greta Luchetti, Valentina Natalucci 3’55”24.
Atletica Avis Macerata. 100: 8. Sofia Stollavagli 12”69 (+0.8); 200: 2. Elisabetta Vandi 24”89 (-1.8); 400: 2. Elisabetta Vandi 55”98; 800: 2. Eleonora Vandi 2’10”18; 1500: 2. Eleonora Vandi 4’29”14; 5000: 1. Ilaria Sabbatini 17’34”66; 100 ostacoli: 11. Ambra Compagnucci 17”37 (-1.4); alto: 4. Mara Marcic 1.64; asta: 7. Rachele Tittarelli 3.00; lungo indoor: 11. Ambra Compagnucci 5.02; triplo: 10. Mara Marcic 10.51 (-0.9); peso: 8. Isabella Di Benedetto             10.10; disco: 5. Chiara Marangoni 34.65; martello: 4. Isabella Di Benedetto 43.01; giavellotto: 12. Greta Ricciardi 20.70; marcia 5000: rit. Francesca Cinella; 4×100: 10. Ambra Compagnucci, Chiara Menotti, Sofia Stollavagli, Gaia Palmieri 50”16; 4×400: 3. Elisabetta Vandi, Chiara Menotti, Alice Vecchione, Eleonora Vandi 3’55”37.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2021/COD8677/Index.htm

LINK ALLE FOTO
La rappresentativa delle Marche al Memorial Musacchio 2021: http://www.fidal.it/upload/Marche/2021/Marche_Musacchio2021.jpg
La festa del Team Atletica Marche a Torino: http://www.fidal.it/upload/Marche/2021/TAM_Torino2021.jpg

 

EMAF: IL DAY 2 PER I MASTER D’EUROPA
L’entusiasmo degli atleti over 60 alla camminata nel centro cittadino, gli incontri per rafforzare il ruolo dello sport nello sviluppo sociale. Domani scattano le gare al Palaindoor di Ancona

Proseguono a pieno ritmo gli appuntamenti di EMAF – European Masters Athletics Festival For Silver Age, l’evento internazionale dedicato agli atleti over 60 ad Ancona, dopo la cerimonia di apertura svolta ieri. La seconda giornata è iniziata con la camminata competitiva in viale della Vittoria, un momento particolarmente significativo e sentito dai partecipanti: divertimento e attività fisica, per tornare a condividere con entusiasmo i valori dello sport, dopo un periodo di un anno e mezzo privo di grandi rassegne su pista per i master. Poi gli incontri al Palaindoor, a cominciare da quello dedicato al tema “Lo sport come vettore di sviluppo economico e sociale: sfide e opportunità nella nuova programmazione europea 2021-2027” con Caterina D’Auria, senior project manager di Eurocube, e con il presidente EMA Kurt Kaschke, introdotto dal presidente FIDAL Marche, Simone Rocchetti. E con gli interventi dei membri delle federazioni di atletica coinvolte nel progetto EMAF, per portare un contributo allo sviluppo di programmi e iniziative volte a rafforzare il ruolo del movimento master in Europa. Di grande interesse anche il laboratorio inter-generazionale “Libri viventi: storie di sport e di passione” in cui si sono raccontati Paolo Ottaviani, figlio del centenario Giuseppe venuto a mancare un anno fa, e la saltatrice in alto maceratese Giulia Perugini, moderato dal giornalista Jurij Bogogna.
Domani pomeriggio il via alle gare di atletica indoor, in programma poi anche sabato, mentre andranno avanti i seminari e i tour alla scoperta della città. La squadra italiana presenta tra gli altri nel lungo e nel triplo M70 il saltatore Giuliano Costantini, marchigiano di Sant’Ippolito proprio come “Peppe” Ottaviani. Nel triplo atteso anche il toscano Fabrizio Finetti, neoprimatista nazionale M60, mentre nella velocità sarà impegnato il romano Roberto Paesani (M75). Al femminile nei salti Maria Grazia Rafti (W65) e nello sprint la piemontese Bruna Spano (W70), che hanno entrambe migliorato il record italiano in questa stagione. Molto competitiva la formazione spagnola con il primatista del mondo Manuel Alonso (3000 metri M85), le campionesse Maria Rosa Escribano e Loles Vives. Ma spiccano i nomi di altri recordman mondiali, dalla francese Nicole Alexis al lettone Valdis Cela, fino alla romena Elena Pagu, classe 1926. Tra i partecipanti anche il 60enne croato Berislav Zetic che durante la camminata nel centro cittadino ha dato spettacolo, come agli Europei del 2009, con la sua “break dance”.

LINK ALLE FOTO (autore Andrea Muti)
http://marche.fidal.it/gallery_one.php?gid=1882

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com