dalla Regione Marche

dalla Regione Marche
martedì 3 maggio 2022  10:00

Cardiologia pediatrica: ecco le strategie messe in campo dalla sanita’ regionale per abbattere le liste di attesa

 

 

 

“I bambini sono una priorità e quando hanno bisogno d’aiuto non possono aspettare. Questa giunta, per quanto riguarda i tempi di attesa delle visite di cardiochirurgia e cardiologia pediatrica e congenita degli Ospedali riuniti di Ancona, ha dato un preciso indirizzo politico ed è compito dell’ Azienda seguirlo. A noi spetterà il compito di verificare i risultati ottenuti. Non dobbiamo però dividerci su questo. Anzi sarebbe opportuno che la filiera istituzionale e organizzativa concorressero a dare una risposta adeguata nel minor tempo possibile”.
Queste le parole del presidente della Regione Francesco Acquaroli che questo pomeriggio a Palazzo Raffaello ha incontrato insieme all’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini i genitori dell’associazione “Un battito d’ali”.
“Ci siamo messi nei panni delle famiglie – ha aggiunto Saltamartini -: i bambini vengono prima di tutti e se ci sono problemi vanno risolti. L’indicazione che è stata data al sistema sanitario è chiara precisa e univoca: le domande vanno valutate giorno per giorno e le risposte vanno date immediatamente. L’organizzazione deve essere coerente con la domanda e la risposta tempestiva”.
Il tema è stato oggetto di vari incontri tenuti al Dipartimento Salute dall’Assessore Saltamartini e dal dirigente dott. Armando Gozzini con i vertici degli Ospedali Riuniti Ancona tra cui il Direttore Generale Michele Caporossi e Nadia Storti, Direttore Generale di Asur Marche.
Quello di oggi è stato un appuntamento concordato da tre settimane per verificare la condivisione di un piano operativo di intervento, che sarà concluso lunedì della prossima settimana.
Dopo il sit-in davanti alla Regione l’associazione “Un battito d’Ali Onlus”, con il dottor Marco Pozzi Direttore del Reparto di Cardiochirurgia e Cardiologia Pediatrica e Congenita si è nuovamente incontrata con l’Assessore alla Sanità, e con la delegazione pubblica per la definizione di tutti gli ultimi dettagli. L’ultimo incontro si terrà lunedì 9 maggio.
martedì 3 maggio 2022  10:54

Approvato il Programma di formazione per i dipendenti regionali – Castelli: ”L’aggiornamento è indispensabile per migliorare la qualità dei servizi al cittadino”

Approvato il Programma di formazione per i dipendenti regionali – Castelli: ”L’aggiornamento è indispensabile per migliorare la qualità dei servizi al cittadino”
Nuove opportunità per la riqualificazione professionale dei dipendenti pubblici a vantaggio del miglioramento dei servizi ai cittadini.
La giunta regionale, su proposta dell’assessore al Personale Guido Castelli, ha approvato ieri il Programma di formazione per i dipendenti regionali, dell’ARS, dell’USR e dell’ASSAM, per il triennio 2022-2024. Nel triennio sono stanziati 1.130.000 di euro per la realizzazione previsionale di circa 870 giornate di formazione.“Il programma approvato è di grande cambiamento rispetto ai precedenti – spiega Castelli -. Si punta ad un forte investimento nella formazione delle competenze manageriali per la classe dirigente e dei responsabili di unità organizzative, al potenziamento delle soft skills come strumento unico per l’efficace ed efficiente esercizio delle competenze tecniche, ad un ampio supporto alla diffusione di strumenti e metodi utili all’attuazione del PNRR e della nuova programmazione dei fondi strutturali, alla facilitazione dell’introduzione di misure di semplificazione e digitalizzazione. Questa giunta è infatti convinta che accrescere il livello di formazione e aggiornamento professionale del personale delle amministrazioni pubbliche sia indispensabile per migliorare la qualità e la tempestività dei servizi offerti a cittadini e imprese”.Gli assi di politica formativa e i corsi di formazione previsti per il 2022 sono programmati in coerenza con gli obiettivi strategici e operativi che l’amministrazione si è data con l’approvazione del PIAO (Piano integrato di attività e organizzazione) ed è proprio in questa interconnessione che, la formazione e la scuola, si confermano come asset strategico la prima e strumento operativo la seconda, di primaria importanza per il cambiamento e l’innovazione della PA che va sempre più traghettata verso un ascolto competente dell’utente finale e una capacità programmatoria proattiva rispetto al cambiamento.
martedì 3 maggio 2022  16:45

Il Grand Tour delle Marche 2022 è “endless experience”: al via le tappe del circuito che diviene bussola esperienziale permanente

Il Grand Tour delle Marche 2022 è “endless experience”: al via le tappe del circuito che diviene bussola esperienziale permanente

 

 

La stagione 2022 torna totalmente in presenza fisica e si sviluppa in più di venticinque tappe, da maggio a dicembre. Un ecosistema del bello e del buono, fruibile attraverso una vera e propria “bussola digitale”, una piattaforma che funge da riferimento permanente per gli amanti delle esperienze immersive, autentiche, genuine (www.tipicitaexperience.it).

“La Regione è vicina a Tipicità perché Tipicità non rappresenta solo la storia, ma anche il futuro del nostro territorio – ha affermato il presidente Francesco Acquaroli – Tornare in presenza è importante e nel Grand Tour vedo capacità di stare insieme, grande attenzione alla destagionalizzazione, esaltazione delle unicità marchigiane”. Acquaroli ha anche detto che Tipicità rappresenta “un esempio importante di come si può fare sinergia mantenendo le identità. Questo è fondamentale in una regione, come la nostra, dove prevalgono le piccole dimensioni, che non sono sinonimo di poca qualità, ma di eccellenza e peculiarità. Solo facendo sinergia possiamo vincere la sfida dei mercati internazionali e dell’affettività nei confronti dei nostri territori.”

“Nato nove anni fa per supportare EXPO 2015 con proposte di accoglienza locali – ricorda Angelo Serri, direttore di Tipicità – il Grand Tour nel tempo ha creato una “comunità” regionale più capace di accogliere, che si è messa in gioco, ha sperimentato, è cresciuta, è migliorata nelle proposte. Da suggerimento per il fine settimana a proposta “endless”, valida tutto l’anno. Le tappe del Grand Tour sono il momento clou di una proposta di accoglienza permanente”.

Paolo Calcinaro, sindaco di Fermo e vicepresidente di Anci ha ribadito che il Grand Tour è il contenitore che consente ai Comuni delle Marche di lavorare insieme valorizzando comunque le rispettive diversità, che divengono attrazioni turistiche.

“Siamo piccoli e da soli non possiamo vincere – ha spiegato il Magnifico Rettore UNIVPM Gianluca Gregori – Il Grand Tour delle Marche ha avuto la capacità di integrare l’eterogeneità e questo è ciò che chiede il turismo internazionale. Gli eventi sono fondamentali e dobbiamo essere in grado di misurarne i risultati per migliorare sempre più”.

“È importante che la rete di Tipicità e del Grand Tour delle Marche comprenda anche gli Atenei. L’Università di Camerino è sempre presente con il suo sostegno culturale e scientifica alle iniziative importanti per il territorio – ha sottolineato il prorettore vicario di UNICAM, Graziano Leoni.

“L’impronta ambientale è fondamentale perché il territorio sia percepito come un sistema di qualità complessivo – ha puntualizzato Massimo Cupillari, Wealth advisor del partner progettuale Banca Mediolanum. Il Grand Tour delle Marche sviluppa delle “sfide” al cambiamento climatico con la app selezionata dalle Nazioni Unite contro il climate changing. Stimolare comportanti individuali che divengono abitudini virtuose di tutta una comunità è l’obiettivo di questa operazione”.

Il Grand Tour delle Marche è proposto dall’organizzazione di Tipicità e Anci Marche, in collaborazione con la Regione Marche, i Comuni e le Unioni Montane aderenti al circuito, gli Atenei di Ancona, Camerino e Macerata, gli imprenditori partner del circuito.

 

Elenco delle tappe in programma al 30 aprile (suscettibile di adeguamenti):

Aprile

02-04, Fermo, Anteprima Grand Tour delle Marche 2022 a Tipicità Festival

Maggio

14- 15, Civitanova Marche, GustaPorto

Giugno

04-05, Fabrianese, Frasassi Experience

11-12, Senigallia, Senigallia Città Gourmet

18-19, Castelraimondo, Infiorata del Corpus Domini

26, Porto Recanati, Brodetto Show

Luglio

15-17, Sant’Elpidio a Mare, Enosophia

30-31, Montappone, Paje

30-31, Sassoferrato, A tavola con il legionario romano

31, Serra Sant’Abbondio, Libera poesia tra le mura

Agosto

7, Monte Rinaldo, Tipicità & Archeologia

10-21, Ascoli Piceno, Ascoliva Festival

Settembre

03-04, Cagli, Terre del fungo

10-11, Camerino, Camerino Meraviglia

10-11, Sarnano, Festa del Ciauscolo e del salame spalmabile

23-25, Arcevia, Festa dell’uva

25, Potenza Picena, Grappolo d’oro

 

Settembre-Ottobre

28.09-02.10, Castelfidardo, PIF 2022

30.09-02.10, Montecassiano, Sagra dei sughitti

30.09-02.10, Apecchio, Mostra Mercato del Tartufo e Festival dell’alogastronomia

Ottobre

09 e 16, Cantiano, Festa del cavallo

22-23, Tolentino, Questione di pelle

29-30, Montedinove, Sibillini in rosa

19-20, Macerata, Tipicità Evo

Ottobre-Novembre

23.10-13.11, Acqualagna, Fiera nazionale del tartufo bianco

Novembre-Dicembre

27.11-11.12 Frontone, Mercatini di Natale e crescia De.Co.

Dicembre

27 Piobbico, Sacra Rievocazione della Natività

 

Da definire: Montegiorgio, evento sulla dieta Mediterranea

 

 

martedì 3 maggio 2022  17:16

Sport e tempo libero, il Consiglio approva all’unanimità le modifiche alla legge regionale

Sport e tempo libero, il Consiglio approva all'unanimità le modifiche alla legge regionale

 

Novità in materia di sport e tempo libero di cui beneficeranno soprattutto i piccoli Comuni: questa mattina è stata approvata all’unanimità dal Consiglio regionale la proposta di Legge a iniziativa della Giunta con la quale si apportano delle modifiche alla legge regionale 2 aprile 2012, n.5 ‘Disposizioni regionali in materia di sport e tempo libero’.

“In particolare – spiega l’assessore allo Sport Giorgia Latini – viene modificato l’articolo 14 per il sostegno alla riqualificazione degli impianti sportivi che vede l’innalzamento della percentuale massima di contributo dal 50% all’80%: il fine è quello di rendere più incisivo il sostegno alla riqualificazione del patrimonio dell’impiantistica regionale. Si vuole infatti innalzare il limite massimo di percentuale di contributo assegnabile dal 50% all’80%, modifica che va principalmente incontro alle esigenze dei piccoli comuni che, allo stato attuale, si trovano in notevoli difficoltà a reperire le risorse per tali tipologie di interventi e che, in assenza della modifica, rischiavano di rimanere esclusi dai bandi regionali in programmazione”.

“Siamo molto soddisfatti del voto odierno – aggiunge Latini – che è perfettamente in linea con il nostro percorso di tutela e valorizzazione dei borghi, scrigni preziosi disseminati sul territorio che vogliamo far rivivere in tutte le loro straordinarie peculiarità” conclude.

Le modifiche riguardano anche il Comitato dello sport e del tempo libero all’interno del quale viene individuato un nuovo soggetto istituzionale, Sport e Salute spa. Questo consente di colmare un evidente vuoto di rappresentanza nella composizione del Comitato stesso e contribuisce a rafforzare il ruolo propositivo e consultivo del Comitato regionale dello sport, nonché di coordinare al meglio la programmazione regionale di settore con quella nazionale.

 

 

L’agroalimentare marchigiano protagonista al Cibus di Parma

 

 

La Regione Marche e la Camera di Commercio delle Marche, con l’Azienda Speciale “LINFA”, partecipano a Cibus Parma 2022, il Salone internazionale dell’alimentazione e del Made in Italy.

Sono 45 i produttori marchigiani presenti in fiera, sia individualmente che negli stand collettivi. Questo pomeriggio (come da locandina allegata), alle ore 15.00 il padiglione delle Marche ospiterà il talk “Magno cum gaudio, la filiera felice dell’agroalimentare marchigiano”, con la partecipazioni di rappresentanti istituzionali e imprese marchigiane. Il dibattito, al quale sarà presente il vicepresidente Mirco Carloni, sarà moderato da Tinto (Decanter Rai). I colleghi potranno seguire l’evento da remoto attraverso la pagina istituzionale FB della Regione Marche (https://www.facebook.com/PaginaUfficialeRegioneMarche).

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com