PallaMano, Hc Monteprandone: finalmente la prima vittoria

PallaMano, Hc Monteprandone: finalmente la prima vittoria

I verdi superano 29-26 i fiorentini del Tavarnelle.

 

 

MONTEPRANDONE: Mucci, Grilli 8, Forlini 3, Vagnoni, Evangelista, Coccia, Khouaja 1, Di Girolamo, Cani 3, Martin 8, De Angelis, Simonetti, Salladini 1, Stauble 4, Russello 1, Capocasa. All.: Vultaggio.

TAVARNELLE: Borgianni 12, Magnani 1, Vucci, Bazzani, Ciani, Panti, Singh 5, Del Mastio, Bozzi, Borgianni 2, Vermigli 1, Vanni, Andrea Calosi, Lorenzo Calosi, Nardi 5, Silei. All.: Pelacchi.

Arbitri: Fasano e Lorusso.

NOTA: parziale primo tempo, 17-11.

MONTEPRANDONE – Eccola. Attesa, sospirata, meritata. La prima vittoria in campionato dell’HC Monteprandone sa di liberazione. Anche se nel finale la paura ci mette lo zampino.

L’undicesima giornata è quella buona. Partita quasi mai in bilico al Colle Gioioso. Primo tempo perfetto per i ragazzi di coach Vultaggio, a parte un paio di sbavature in attacco che avrebbero potuto spedire l’HC al riposo con un vantaggio ancora più marcato rispetto al 17-11.

Nel secondo tempo i fiorentini del Tavarnelle reagiscono. Il vantaggio dei verdi si assottiglia pian piano. A metà ripresa, però, il tabellone recita 25-20. Proprio in quel momento un autentico black out per Monteprandone, che rivive l’incubo della prima parte di stagione, con partite condotte per lunghi tratti e poi perse nel finale. Stavolta però proprio l’esperienza accumulata fa la differenza. Tavarnelle mette la freccia e sul 25-26, a 7 minuti dalla fine, ecco la scossa che potrebbe costituire la svolta del campionato per i verdi: la difesa si ricompatta, Mucci compie tre parate consecutive alle quali seguono azioni di attacco lucide. Sipario sul break dei padroni di casa (4-0) per il 29-26 finale.

HC sempre ultimo in classifica, ma a quota 3, con due lunghezze da un terzetto formato dallo stesso Tavarnelle, Prato e Pescara. Insomma, giochi riaperti.

Coach Andrea Vultaggio commenta: “Finalmente abbiamo raccolto i frutti di mesi di duro lavoro. La partita è stata al cardiopalma, ma sono contento perché i ragazzi nel finale hanno ricordato e messo in campo tutto quello su cui avevamo lavorato in settimana. Devo essere onesto con l’uscita del loro trascinatore (Borgianni per cartellino rosso, ndr) il nostro compito è stato forse agevolato, ma abbiamo dimostrato nel primo tempo di meritare la vittoria con margini anche importanti. Sarebbe stato un vero peccato regalare agli avversari questi due punti”.

“Come dicevo la scorsa settimana ai miei ragazzi la fortuna non può voltarci sempre le spalle. Adesso il messaggio è chiaro: la salvezza passa dal Colle Gioioso e faremo di tutto per riuscirci” conclude coach Vultaggio.

© riproduzione riservata
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com