dalla Regione Marche

dalla Regione Marche
mercoledì 18 gennaio 2023  15:14

Si torna a volare su Parigi. Dal 27 maggio nuovo collegamento aereo da Ancona

 

 

Si tornerà a volare da Ancona verso Parigi. Dal 27 maggio prossimo prenderà il via il volo dall’aeroporto delle Marche a quello di Parigi-Charles De Gaulle, operato dalla compagnia spagnola low cost delle piccole e medie città europee Volotea.
Questa mattina la nuova tratta è stata presentata nel corso di una conferenza stampa in Regione, alla presenza del presidente Francesco Acquaroli, di Alexander D’Orsogna, amministratore delegato di Ancona International Airport, di Marco Bruschini, direttore di ATIM, e di Valeria Rebasti, country manager Italy & Southeast Europe Volotea.
Si tratta per Volotea del primo collegamento internazionale del vettore presso lo scalo marchigiano, con 2 frequenze a settimana, ogni martedì e sabato, a tariffe vantaggiose.
Con la nuova rotta per Parigi, salgono a 5 le destinazioni raggiungibili da Ancona a bordo degli aeromobili del vettore: è infatti possibile decollare anche alla volta di Olbia, Catania, Palermo e Cagliari, rotta quest’ultima che tornerà ad essere operativa, con 2 frequenze settimanali, sempre dal 27 maggio. Destinazioni che si aggiungono alle altre già attive dallo scalo marchigiano.
“Oggi è una data da segnare sul calendario. L’avvio di questo collegamento – ha dichiarato Acquaroli – rappresenta una grande opportunità per la nostra regione e si inserisce all’interno della vasta strategia di rilancio della rete infrastrutturale e del sistema dell’intermodalità delle Marche, su cui stiamo lavorando sinergicamente. Per essere presenti nei principali circuiti europei e internazionali, economici e turistici – ha ribadito il presidente Acquaroli – è necessario essere raggiungibili. L’aeroporto è uno snodo fondamentale per ridare centralità al nostro territorio, sia attraverso i collegamenti internazionali e la continuità territoriale nei collegamenti verso Roma, Milano e Napoli che potranno essere attivati. Ora dobbiamo continuare ad impegnarci per costruire attorno a questi circuiti progetti di sviluppo anche attraverso Atim, nella quale abbiamo voluto concentrare il lavoro sulle tematiche del turismo e dell’internazionalizzazione”.
“Il collegamento su Parigi – ha detto D’Orsogna – è un’occasione unica e storica per le Marche e che come scalo ci consente di fare un balzo in avanti di qualità e riconoscibilità nel posizionamento a livello internazionale. Ci aspettiamo un aumento di flusso passeggeri sia per l’incoming che per l’outgoing, legati non solo al turismo ma anche allo sviluppo economico e produttivo, e ci auguriamo che da ciò possa nascere un solido indotto a beneficio dell’economia regionale. Lavoriamo, insieme alla Regione, all’Atim e agli attori dell’intermodalità, per lo sviluppo dell’intero ‘sistema Marche’, valorizzando una sinergia che potrà essere la chiave per costruire un modello che potrà anche replicato altrove”.
“I voli aerei – ha affermato Bruschini – sono le ‘gambe’ della promozione, quindi oggi è un giorno importante per lo sviluppo del turismo marchigiano e degli indotti ad esso collegati. Dobbiamo aggredire i mercati internazionali per la crescita del sistema economico regionale e una forte sinergia nell’intermodalità consentirà alla regione di essere presente più agevolmente ai principali appuntamenti promozionali internazionali. Siamo al lavoro per essere presenti nella più importante fiera promozionale a Parigi e nelle altre importanti occasioni che man mano annunceremo, legate a più cluster turistici”.
“L’avvio del nuovo volo, che segna il debutto dei collegamenti internazionali firmati Volotea ad Ancona, accorcia le distanze tra le Marche e la Francia, proponendo una nuova rotta a tutti i passeggeri del Sanzio e consolidando, allo stesso tempo, l’impegno del vettore a livello locale.
“A partire dal prossimo maggio – ha dichiarato Valeria Rebasti – volare tra Ancona e la Francia sarà ancora più facile grazie al debutto della nostra prima rotta internazionale in partenza dallo scalo marchigiano: i passeggeri avranno tante comode opzioni a prezzi competitivi per decollare alla scoperta delle meraviglie e dei capolavori della Ville Lumière. Grazie al nuovo volo, sarà possibile approfittarne da subito per organizzare una vacanza o uno short-break in una delle città più belle e romantiche al mondo. Allo stesso tempo, siamo certi che il collegamento per Parigi, insieme ai voli per Cagliari, Olbia, Palermo e Catania, incrementerà il flusso di turisti incoming, desiderosi di visitare una regione ricca di attrattive artistiche e culturali come le Marche”.
Alle 5 destinazioni di Volotea dall’aeroporto di Ancona si aggiungono le altre verso Londra, Bruxelles, Monaco, Bucarest, Tirana, presentando così un’offerta sempre più ampia da parte dello scalo marchigiano.

mercoledì 18 gennaio 2023  16:04

Decennale del Cluster tecnologico nazionale Aerospazio “Viaggio tra i distretti: tappa nelle Marche”

Decennale del Cluster tecnologico nazionale Aerospazio “Viaggio tra i distretti: tappa nelle Marche”

Massima attenzione da parte della Regione verso un settore strategico dalle enormi potenzialità come l’aerospazio che apre prospettive di sviluppo e opportunità di crescita sui territori, per le imprese e, in particolare, per i giovani: così Andrea Maria Antonini, assessore allo Sviluppo Economico ha aperto l’incontro di questa mattina nella sede regionale per il decennale del Cluster tecnologico nazionale Aerospazio “Viaggio tra i distretti: tappa nelle Marche”. Un tour tra i distretti tecnologici regionali per condividere le prospettive dell’aerospazio, raccontando le attività svolte, in modo che amministrazioni locali, aziende, PMI, università e tutti i soggetti interessati, le possano mettere a frutto come contributo per il loro sviluppo.

Sono associati al Cluster Aerospazio Marche i quattro atenei e un network di venti imprese diverse per dimensione ed ambito di attività, tutte con alta propensione all’Hi-Tech, all’innovazione e alla qualità di prodotto.  “L’aerospaziale è un cluster molto interessante inserito nei tavoli di strategia di specializzazione intelligente – ha aggiunto Antonini – che la Regione Marche ha adottato e che intende approfondire per avviare ulteriori percorsi di innovazione e capacità di ricerca”.

Si tratta di un sistema integrato virtuoso tra impresa, ricerca e formazione manageriale tecnologia, è stato rimarcato nel corso della mattinata dai relatori, tra cui Cristina Leone, Presidente CTNA e Maurizio Giacomini, Presidente Cluster Exploore, che può fare da apripista per l’innovazione tecnologica, l’organizzazione di impresa, l’approccio al sistema economico nazionale ed internazionale per il sistema produttivo regionale.

L’aerospazio rappresenta un settore di avanguardia trasversale allo sviluppo economico “dalle potenzialità che non riguardano solo l’azione sullo spazio come siamo abituati ad immaginare” ha detto Antonini, i sistemi satellitari infatti possono essere utilizzati per la crescita di attività imprenditoriali diverse come l’agroalimentare per il monitoraggio del suolo e dei campi, l’ottimizzazione dell’uso dell’acqua, dei fertilizzanti, dei dati meteo, con un approccio sostenibile. “Questo tavolo di incontro con le aziende e le università attive e collaborative con le istituzioni, è un momento davvero importante di approfondimento per dare massimo slancio al cluster dello spazio in tutte le sue innumerevoli potenzialità” ha concluso l’assessore.

Hanno partecipato Francesca Faedi, Margherita Capriotti ed Eleonora Tubaldi delle Università di Leicester, San Diego State e del Maryland. In collegamento da Parigi l’amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia Massimo Claudio Comparini.

© riproduzione riservata