Andalusia!

Andalusia!
Listen to this article

Andalusia, 2024-06-10 -:- 2024-06-17 – Il Mascalzone vola in Andalusia ancora con l’Agenzia W Viaggi che organizza con la professionalità di Marzia i nostri viaggi per reportage mai banali ma racconti video e immagini emozionanti da Dubai Expo, Londra, Cracovia, ecc. Le emozioni più grandi però sono quelle rimaste nel cuore con la voglia di ripartire… Grazie Elena per le immagini nella parte finale della galleria fotografica

ANDALUSIA 10 -:- 17 GIUGNO 2024 – 8 giorni insieme per innamorarsi del sud della Spagna.
Dalla bella città di Malaga lungo la Costa del Sol, a Cadice, una delle più antiche città in Europa, e Jerez de la Frontera, per assaggiare lo “sherry” in una delle celebri cantine, per arrivare quindi a Siviglia, città gioiello con la magnifica Cattedrale e i bei vicoli del Barrio de Santa Cruz. Si continua quindi per Cordova, con la sua Moschea dalle mille colonne e Granada dominata dall’Alhambra, massimo capolavoro dell’arte araba e infine Ronda, tagliata in due da una gola profonda 100 metri collegata dall’impressionante ponte sul fiume Tajo.
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per chi non desidera essere pubblicato e per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 



L’Andalusia è una regione ricca di storia, cultura e bellezze naturali. Ogni città offre un’esperienza unica che ti lascerà ricordi indimenticabili. Pianifica il tuo viaggio e scopri tutto ciò che questa affascinante regione ha da offrire.

Malaga: la città di Picasso

Malaga è una città vivace, famosa per la sua vita notturna e per essere il luogo di nascita di Pablo Picasso. Visita il Museo Casa Natale di Picasso e il Museo delle Belle Arti, che ospita una collezione dedicata al pittore.

malaga

Altre attrazioni includono l’Alcazaba, il Castillo de Gibralfaro, la Calle Larios e il bar Pimpi. Passeggia fino alla spiaggia della Malagueta e visita il Parco Retiro per una giornata di relax.

Antica capitale del Califfato Arabo, Cordoba è il punto di incontro di ben tre culture, che si sono alternate in 1000 anni di storia. Fra i monumenti da visitare sicuramente vi sono la Mezquita, l’Alcàzar, la Torre de la Calahorra, e il Palazzo Viana. Non perdetevi un giro nel quartiere ebraico, ancora oggi ben conservato. Se siete appassionati o incuriositi dalla corrida, per voi varrà sicuramente la pena una visita al Museo ad essa dedicato. Tra delle attrazioni di Cordoba, la numero 1 è senza ombra di dubbio la Mezquita, patrimonio UNESCO. La costruzione di questa suggestiva moschea risale al 786 d.C. e è durata per oltre 200 anni, fino al suo completamento. La moschea è situata nel centro dell’antico quartiere di Cordoba. L’ala centrale, da non perdere, è ornata da un susseguirsi di archi e colonne. Pensate che molte di queste colonne arrivarono a Cordoba da molti altri paesi appartenenti all’impero arabo. Cordoba è inoltre ben conosciuta per il suo festival, la Feria de Patios, organizzato durante il mese di Maggio; se si visita la città in questo periodo, si ha l’occasione di essere nel pieno delle celebrazioni. I patii, ovvero i tipici cortili andalusi, vengono per l’occasione ornati e decorati di fiori e piante. I cortili sono comunque visitabili durante tutto l’anno. Se volete scattare una fotografia indimenticabile, non perdetevi il tramonto dall’antico ponte romano: il posto è romantico e paesaggisticamente sublime. Se volete aggiungere poi un tocco di originalità alla vostra visita, esplorate le vie del centro durante la notte; l’atmosfera è veramente magica. – https://www.andalusiaspagna.com/cosa-vedere-in-andalusia/

 

Granada: la magia dell’Alhambra

Granada è una città che ti catturerà con la sua bellezza e la sua storia. Situata ai piedi della Sierra Nevada, Granada è famosa soprattutto per l’Alhambra, un complesso palaziale e fortezza che rappresenta uno dei massimi esempi di architettura islamica in Europa. Una visita completa all’Alhambra e ai giardini del Generalife richiede almeno mezza giornata, ma ne vale assolutamente la pena.

Oltre all’Alhambra, Granada offre numerose altre attrazioni. La Cattedrale di Granada e la Cappella Reale sono esempi eccezionali di architettura rinascimentale. Il quartiere Albayzín, con le sue stradine strette e case bianche, offre viste spettacolari sull’Alhambra, specialmente dal mirador di San Nicolas.

Alhambra granada

Non dimenticare di esplorare il quartiere di Sacromonte, famoso per le sue cuevas (grotte) e spettacoli di flamenco.

Cordoba: il mix di culture

Cordoba è una città che ha visto passare molte civiltà, ognuna delle quali ha lasciato il proprio segno. Capitale del Califfato Arabo, Cordoba è famosa per la sua Mezquita, una delle più grandi moschee del mondo, oggi convertita in cattedrale.

Visita l’Alcázar de los Reyes Cristianos, che fu residenza reale e sede dell’Inquisizione. Il quartiere ebraico è ricco di storia, con la sinagoga e la cappella di San Bartolomé.

cordoba in andalusia

Durante il mese di maggio, non perderti la Feria de los Patios, quando gli antichi cortili della città vengono decorati con fiori e piante.

Granada e l’Alhambra Venerata per il suo sontuoso palazzo dell’Alhambra e consacrata nella storia medievale come l’ultima roccaforte dei Mori in Europa occidentale, Granada è la cugina meno conosciuta e più chiusa di Siviglia. Il modo migliore per scoprire ed innamorarsi di Granada è quello di lasciar perdere le guide turistiche e farsi trascinare dalle intuizioni. Arriverete così a perdervi fra le viuzze dell’Albayzín, fino ad arrivare ai Giardini del quartiere Realejo. Granada si sviluppa fra la catena della Sierra Nevada e nasconde in sé molti tesori. L’Alhambra, come vedremo, è l’attrazione principale; non si deve però perdere una visita alla Cattedrale e alla Cappella Reale. I Banuelos sono un classico esempio di hammam arabo, risalenti all’undicesimo secolo; sono conservati splendidamente. Per esplorare il centro, camminate lungo la Carrera del Darro e il Paseo de los Tristes, che vi offriranno viste spettacoli sulla città. Fermatevi poi a Plaza Nueva, la più antica piazza di Granada, e sorseggiate una bibita rinfrescante, mentre osservate la tipica vita della città. L’Alhambra però sarà sicuramente il cuore della visita di Granada. E’ l’attrazione più visitata in Spagna. Si tratta allo stesso tempo di un palazzo e di una fortezza circondata da mura. E’ stata la residenza dei sultani Nasrid fra il 13° e il 15° secolo. I suoi edifici, le sue torri, i suoi appartamenti reali mostrano lo splendore di Granada, durante la Dinastia Nasrid. Considerate che una visita completa all’Alhambra e al vicino giardino del Generalife impiegherà almeno mezza giornata. – https://www.andalusiaspagna.com/cosa-vedere-in-andalusia/

Cadice Questa città costiera è uno dei porti più importanti della Spagna, e una cittadina quasi completamente circondata dalle acque. Il suo nome originale era Gadir, così denominata dai Fenici. Oggi è un porto commerciale, ma Cadice non ha una storia breve: i primi insediamenti risalgono all’undicesimo secolo A.C, e ciò la rende una delle più antiche città europeee. Durante l’età delle Scoperte ricoprì un ruolo importante nel commercio con il “nuovo mondo”. È spesso chiamata la “Tacita de Plata”, ovvero la tazza d’argento. C’è qualcosa di speciale in Cadice, che ha attratto da sempre molti popoli e civiltà, e l’atmosfera del centro e la popolazione amichevole rendono la visita ancora più piacevole. Andate e assaggiate qualche tapas nel Barrio de La Pala, a pochi minuti dalla spiaggia. Fate una passeggiata lungo le fortificazioni lungo il mare e visitate il castello di San Esteban. Visitate la Cattedrale, il Teatro Romano e la Torre Tavira. Ad una giornata culturale, concedetevi qualche ora alternativa in spiaggia, dove potrete gustarvi un ottimo tramonto. Se visitate Cadice a febbraio, ricordatevi di partecipare ai festeggiamenti per il carnevale, che da queste parti viene preso molto seriamente. – https://www.andalusiaspagna.com/cosa-vedere-in-andalusia/

Siviglia è per eccellenza la città simbolo dell’Andalusia e delle tradizioni di questa terra, prima fra tutte la danza del Flamenco. Capitale e città più grande della Regione, è famosa per le sue processioni pasquali e per la storica Feria de Abril. Se avete la possibilità di visitare Siviglia durante il periodo di Pasqua, potrete vivere da vicino l’intensa atmosfera delle processioni cristiane. Lo stesso coinvolgimento è quello che si avrà durante la Feria de Abril, che si inaugura dopo la Pasqua e dura per 10 giorni. Pittoreschi costumi per il flamenco e bottiglie di vino manzanilla non mancano mai durante le celebrazioni. Fra i monumenti della città non dovete assolutamente perdervi la Cattedrale con la famosa torre della Giralda, da cui si può vedere un bellissimo panorama del centro. Visitate l’Alcàzar e l’Archivo General de Indias: tutti e tre i monumenti sono patrimonio UNESCO. Dedicatevi ad esplorare a piedi il centro, passando per Plaza de Espana, Parque Maria Luisa e i quartieri di Triana e di Santa Cruz. Se siete poi curiosi di assistere ad un combattimento di corrida, assicuratevi dei biglietti presso i botteghini sparsi in città: gli spettacoli di tori e toreri non mancano certo a Siviglia. Se avrete ancora qualche ora a disposizione da passare in città, fate un salto nella zona dell’Expo, che propone ancora oggi varie fiere ed eventi di elevato interesse. – https://www.andalusiaspagna.com/cosa-vedere-in-andalusia/

Siviglia: il cuore pulsante dell’Andalusia

Siviglia, la capitale dell’Andalusia, è una città vibrante e piena di vita. Conosciuta come la città del Flamenco, Siviglia è famosa per le sue feste tradizionali come la Feria de Abril e la Semana Santa. Il suo centro storico è un labirinto di stradine e piazze che ospitano alcuni dei monumenti più iconici della Spagna.
Tra le attrazioni principali, non puoi perderti la Cattedrale di Siviglia, una delle più grandi cattedrali gotiche del mondo, con la sua imponente torre della Giralda. L’Archivo General de Indias, situato vicino alla cattedrale, conserva documenti storici di inestimabile valore relativi all’epoca delle scoperte spagnole. L’Alcázar di Siviglia, un magnifico palazzo reale con splendidi giardini, è un altro sito imperdibile.

plaza de espana a siviglia

Ma Siviglia non è solo storia. Passeggia nel Parque Maria Luisa e ammira la splendida Plaza de España, un capolavoro architettonico che combina elementi rinascimentali e moreschi. I quartieri di Barrio Santa Cruz e Barrio Triana offrono un’esperienza autentica con i loro vicoli pittoreschi, taverne di tapas e locali di flamenco.

Malaga Il Museo Picasso a Malaga Sebbene la città costiera di Malaga e le sue località limitrofe siano famose per le spiagge e la vita notturna, l’antico quartiere della città non va sicuramente dimenticato. Il vecchio centro vale sicuramente una visita. Malaga, che ha dato i natali al pittore Pablo Picasso, ha la sua propria fortezza, nota come Alcazaba, e il suo ben conservato anfiteatro romano, che ne ricordano la sua storica origine. Le viste dall’Alcazaba e dal vicino Castillo de Gibralfaro, che danno sul lungomare e sul porto, valgono sicuramente la camminata fin sopra la collina. Esplorate il centro, camminando a piedi, osservate la tipica vita della città. Fermatevi in uno dei tanti chioschi che vendono fiori e non perdete l’occasione per comprare i tradizionali gelsomini bianchi. noti come biznagas, davvero un ottimo souvenir da portare a casa. Non dimenticatevi Calle Larios, la principale strada commerciale o il bar Pimpi, una classica tappa per chiunque visiti la città. Se volete approfondire un po’ la storia di Picasso, non perdete l’occasione di visitare la sua casa natale e anche il Museo delle Belle Arti, che conserva anche una collezione dedicata al pittore. Per concedervi qualche ora di relax, fate una bella passeggiata sul lungomare fino alla spiaggia della Malagueta, oppure nel Parco Retiro. Malaga gode di un clima molto piacevole e può essere visitata tutto l’anno. – https://www.andalusiaspagna.com/cosa-vedere-in-andalusia/

Cadice: la città circondata dall’acqua

Cadice è una delle città più antiche d’Europa, quasi interamente circondata dal mare. Questo porto commerciale ha una storia che risale all’XI secolo a.C. e offre numerose attrazioni storiche.

cattedrale a cadice

Passeggia nel Barrio de La Pala, visita la Plaza de San Juan de Dios e tuffati alla Caleta. Non perdere il Teatro Romano, la Cattedrale, il castello di San Esteban, la Torre Tavira e il Castello di Santa Catalina.

Ronda si trova nell’entroterra della provincia di Malaga, e si divide in due parti: la città vecchia e la città nuova. Nel frattempo, la campagna circostante e il panorama dal fiume sono posti ideali per scattare bellissime foto ricordo. Ed è proprio il ponte, il Puente Nuevo, ad aver ispirato Ernest Hemingway nella scrittura del libro Per chi suona la Campana. Non perdetevi il museo andaluso, in Plaza de Toros, dedicato a vari aspetti della tradizione spagnola. L’arena della Corrida è stata costruita nel 1785 ed è una delle più antiche in tutta la Spagna. All’interno della città è custodito anche uno degli esempi migliori di originali hammam arabi. Andando oltre Plaza de Toros vi sono due spettacolari passeggiate, che portano il nome di due illustri visitatori di Ronda: il Paseo de Ernest Hemingway e il Paseo de Orson Welles, entrambi molto legati e affezionati alla città. Ed è proprio Il Paseo de Hemingway che conduce al grande polmone verde di Ronda, l’Ottocentesco Alamada del Tajo. Nei weekend, le persone del posto si concedono ore e ore di relax fra i suoi verdi prati. E’ un parco che dà il benvenuto in città, in un centro dove quasi nessuno ha uno spazio verde privato. Ronda è un’ottima destinazione per una gita giornaliera durante una vacanza in Costa del Sol. – https://www.andalusiaspagna.com/cosa-vedere-in-andalusia/

Jerez de la Frontera: patria dello Sherry

Se sei un amante del vino, Jerez de la Frontera è la destinazione perfetta per te. Questa città è famosa per il suo Sherry e offre numerose cantine e vigneti dove puoi fare degustazioni.

Non perderti lo spettacolo della Scuola Reale Andalusa di Arte Equestre, uno dei migliori spettacoli equestri al mondo, accompagnato dalla musica tradizionale spagnola. Jerez offre anche numerose altre attrazioni storiche e culturali che rendono la visita indimenticabile.

Jerez de la Frontera in Andalusia

Ronda: un gioiello diviso in due

Ronda, situata nella provincia di Malaga, è una delle città più affascinanti dell’Andalusia. Divisa in città vecchia e nuova da una profonda gola attraversata dal Puente Nuevo, Ronda offre panorami spettacolari e una ricca storia.

Qui puoi visitare una delle arene della corrida più antiche della Spagna, la Plaza de Toros, risalente al 1785. Il Museo andaluso nella Plaza de Toros offre un’interessante panoramica su questa tradizione. La Casa del Rey Moro e il Palazzo Mondragón sono altre attrazioni che meritano una visita.

ronda in andalusia

Passeggia lungo il Paseo de Orson Welles e il Paseo de Ernest Hemingway per immergerti nell’atmosfera di questa città unica.

Marbella fa parte della Costa del Sol, e si affaccia sul Mar Mediterraneo. E’ una località di villeggiatura molto popolata, soprattutto durante la bella stagione, da turisti stranieri, che ne rimangono attratti dal suo stile. Oltre ad essere una località balneare, Marbella è nota per il suo paesaggio a ridosso delle montagne Concha. La città ha subito in passato la dominazione araba, che è ancora visibile in molti punti della città, grazie a numerosi palazzi in stile. La città vecchia è ancora oggi parzialmente circondata dalle fortificazioni arabe. Passeggiate fra le viuzze acciottolate, ammirando piazzette e piccole chiese, che si alternano a negozi di moda. Il cuore della vecchia città è Piazza degli Aranci, su cui si affaccia lo splendido municipio. Non perdetevi la visita alla Moschea, che si trova a meno di due chilometri ad ovest dal centro della città. Ma il periodo arabo non è l’unico ad essere ancora oggi testimoniato: del periodo romano sono ad esempio ancora oggi visitabili una villa con i suoi mosaici sopraffini e le terme, non molto lontano dalla spiaggia presso la località di Guadalmina. Fra i musei presenti in città, quello che desta maggiore curiosità è senza ombra di dubbio quello dedicato ai Bonsai. Si tratta di una collezione permanente di queste piccole piante e il museo ha una sua fama internazionale, proprio per la cura e il dettaglio tenuti nell’esposizione. Alla sera, l’attenzione si sposta sul lungomare, dove si concentrano la maggior parte di ristoranti e locali. Diventa piacevole gustarsi una cena a base di pesce o tapas, sorseggiare un drink e passeggiando lungo il Mediterraneo. – https://www.andalusiaspagna.com/cosa-vedere-in-andalusia/

Marbella: lusso e storia

Marbella è famosa per il suo glamour e le sue spiagge, ma offre anche un ricco patrimonio storico. Il cuore della città vecchia è la Plaza de los Naranjos, circondata da edifici storici come il municipio. Non perdere le terme romane e i mosaici, che testimoniano l’antica dominazione romana.

La sera, una passeggiata sul lungomare di Marbella è d’obbligo, con i suoi numerosi ristoranti e locali tipici che offrono il meglio della cucina andalusa.

Marbella

La Moschea e le piccole chiese sparse per la città aggiungono un tocco di fascino storico a questa località moderna.

La Costa del Sol attrae ormai da molti anni sia stranieri che spagnoli, che arrivano qua in cerca di una vacanza di relax e divertimento, con una vasta scelta di servizi e attrattive. Nonostante l’avvento negli anni del turismo di massa, lungo la Costa del Sol si incontrano località e piccoli villaggi che sono riusciti a custodire in sé uno spirito pittoresco e tradizionale. Sono proprio questi scorci più intimi che si alternano alla presenza di negozi, hotel e ristoranti dal sapore internazionale e commerciale. Al centro della Costa del Sol vi è la cittadina di Malaga; la parte che si sviluppa a sinistra della città, viene detta Costa del Sol Orientale, che è leggermente meno cosmopolita della parte Ovest. E’ proprio su questo ultimo tratto di costa che si trovano i locali notturni più famosi, punto di riferimento per molti ragazzi e ragazze che giungono fin qui in cerca di divertimento. La Costa del Sol non è però solo mare: sono infatti molti i piccoli borghi, ben conservati, che testimoniano il passato di questa terra, un tempo sotto l’influenza araba e in seguito sotto il dominio spagnolo. Ricordatevi di assaggiare la saporita e gustosa cucina della costa; sia che viaggiate in coppia, in famiglia o con un gruppo di amici, la Costa del Sol non vi deluderà. – https://www.andalusiaspagna.com/cosa-vedere-in-andalusia/