LA CONGIURA DI CATILINA da un’idea di Francesco Rapaccioni

LA CONGIURA DI CATILINA da un’idea di Francesco Rapaccioni
Listen to this article

da Sallustio e Cicerone
da un’idea di Francesco Rapaccioni
letture Associazione Sognalibro
accompagnamento musicale – dj set BMAS360°

nuova produzione dei Teatri di Sanseverino
in collaborazione con SABAP AP-FM-MC Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche
per le Province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata, Ministero della Cultura
Regione Marche, AMAT, ANAS, Unione Montana Potenza Esino Musone di San Severino Marche
Protezione Civile di San Severino Marche, Club Alpino Italiano sezione di San Severino Marche
Pro Loco di San Severino Marche, Comitato del Quartiere Settempeda

Può un evento di oltre duemila anni fa risaltare ai nostri occhi con la stessa forza di una vicenda contemporanea? Se ciò è possibile, la congiura di Catilina ne rappresenta l’esempio perfetto: una vicenda torbida e mai chiarita definitivamente ci è stata narrata a più voci da osservatori diversi, a essa contemporanei. Gli spettatori delle Terme Romane di Septempeda avranno la possibilità di assistere a questo racconto così attuale dal punto di vista dell’indagine criminale e della descrizione del contesto socio-politico.

Oppresso dai debiti e mosso dall’ambizione, nel 63 a. C. il nobile Lucio Sergio Catilina tramò contro il senato romano e organizzò la celeberrima congiura che coinvolse tanti personaggi del tempo; Cicerone, console della repubblica, smascherò la ribellione e così Catilina e i suoi morirono in carcere o sul campo di battaglia.

Considerato uno dei capolavori della storiografia romana, La congiura di Catilina è la storia del tentativo di Catilina di sovvertire l’ordinamento repubblicano a Roma, un episodio controverso esposto da Sallustio in modo tendenzioso ma con un tono serrato e vibrante, che ha esercitato influenze profonde sugli storici successivi, soprattutto per la sua concezione storiografica: non solo cronaca di fatti ma ricerca delle loro cause.

Le Orazioni contro Catilina di Cicerone, invece, sono appassionati discorsi politici e rielaborazioni retoriche, divenute testi fondamentali della storia e della letteratura: Cicerone racconta e condanna (e volutamente deforma) il fallito colpo di stato di Catilina e, nelle pagine, si individuano le tensioni e gli squilibri che stanno minando dall’interno la società romana, infrangendo il progetto politico di Cicerone e mettendo definitivamente fine alla repubblica per aprire la strada all’impero.

SAN SEVERINO MARCHE_PARCO ARCHEOLOGICO DI SEPTEMPEDA, TERME ROMANE lunedì 29 luglio ore 21.30

INGRESSO LIBERO

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com