Le Misure a Sostegno dei Lavoratori e delle Imprese

LE MISURE A SOSTEGNO
DEI LAVORATORI E DELLE IMPRESE
Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge che introduce ulteriori misure
urgenti per la tutela della salute e per il sostegno ai lavoratori e ai settori produttivi,
nonché in materia di giustizia e sicurezza connesse all’epidemia da COVID-19.

Clicca l’allegato: SCHEDE-ALI_DL-RISTORI

 

 

NUOVO DPCM: TUTTE LE MISURE RESTRITTIVE DEL GOVERNO NELLE SCHEDE ALI

 

Se non proteggiamo la salute non possiamo proteggere l’economia,  le prossime settimane si preannunciano molto complesse”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte intervenendo all’assemblea della CNA e  sottolineando che “non possiamo abbassare la guardia”. Subito dopo è iniziato il lungo vertice con i capidelegazione della maggioranza per discutere dei nuovi provvedimenti del  nuovo Dpcm.

Nella forma non sara’ un lockdown come quello che gli italiani hanno conosciuto a marzo ma l’Italia si appresta a nuove e rigide restrizioni. L’appello di numerosi esperti, e i dati preoccupanti dell’ultima settimana, con i contagi che sfiorano i 20 mila casi, hanno costretto nelle ultime ore il premier Giuseppe Conte ad impostare un nuovo Dpcm. che prevede nuove chiusure. Sospesi i concorsi pubblici e privati, ad esclusione delle selezioni per il personale sanitario e della protezione civile. Sospesi pure convegni, congressi, mentre le cerimonie pubbliche potranno tenersi purche’ saranno rispettate le misure di distanziamento e senza la presenza di pubblico. Le riunioni pubbliche dovranno comunque tenersi se possibile a distanza, raccomandazione anche per lo svolgimento, sempre a distanza, delle riunioni private. Nel nuovo Dpcm verra’ regolamentata la fruizione del servizio sanitario, con il divieto degli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale d’attesa dei pronto soccorso. Divieto simile per parenti e visitatori delle rsa e delle strutture riabilitative.

Nelle schede ALI, che puoi consultare e scaricare, abbiamo sintetizzato le principali novità contenute nel decreto  varato stanotte.

SCHEDE ALI DPCM_24 OTT_rev

DPCM 24 ottobre firmato

 




Autonomie Locali Italiane, grande successo per il Festival delle Città

GRANDE SUCCESSO PER FESTIVAL CITTÀ – SODDISFAZIONE RICCI/LUCCIARINI

Si è chiusa a Roma la prima edizione del Festival delle città organizzato da Autonomie Locali Italiane.  
Roma – È stato il primo grande incontro tra amministratori locali e governo in una fase delicata, quella della scrittura della Legge di Bilancio. Una prima occasione di dibattito per tutti i territori e le città del Paese. Un successo che diverrá parte dell’agenda politica nazionale e che è confermato anche dai numeri: oltre mille accrediti, 30 panel, 16 ore di dibattito in 4 giorni, 6 ministri e 9 rappresentanti di Governo, 300 sindaci, 120 relatori, 67 giornalisti accreditati. Presente il capo della Polizia di Stato Franco Gabrielli è il Presidente del CONI Malagó e la senatrice a vita Liliana Segre.
Grandi protagonisti, ovviamente, i marchigiani Matteo Ricci Presidente nazionale di Ali e Valerio Lucciarini Direttore Marketing e sviluppo Ali organizzatori del Festival, intenzionati a confermare anche per i prossimi anni (c’è già la data del 29 settembre per il 2020, ndr), in concomitanza con l’inizio della sessione di bilancio.

“Si mettano in condizione i Comuni di essere protagonisti della crescita” è stato l’appello di Matteo Ricci che ha lanciato la proposta di abbassare l’Iva al 4 per cento per i lavori pubblici dei Comuni su green, trasformazione delle periferie e scuole.
Tre le richieste di Ali che riguardano gli investimenti: rendere strutturali quelli sulle periferie, più soldi per la sicurezza, più verde e stop al consumo del suolo. Attenzione all’efficienza energetica. Poi, una semplificazione per le opere pubbliche e la natalità: più asili nido e azzeramento delle tariffe
Si è parlato di economia, di sicurezza perché amministrare una città vuol dire anche impegnarsi a sconfiggere ogni forma di discriminazioni per favorirel’integrazione, di sport con la firma di un protocollo tra ALI e Istituto per il Credito Sportivo che, nell’ambito della progettazione e realizzazione degli impianti sportivi, anche in linea con il tema della sostenibilità e dell’efficientamento energetico, offre ai comuni una grossa opportunità sia sul piano finanziario e sia su quello amministrativo. Investire su questo settore vuol dire investire sulla crescita delle nostre città