Al Cai di Teramo c’è il corso di escursionismo base aperto a tutti gli amanti della montagna

Per iscriversi c’è tempo fino a venerdì 25 settembre
 

Teramo – La sezione teramana “Gran Sasso d’Italia” del Club Alpino Italiano è fiera di organizzare il 15esimo corso base di escursionismo, che inizierà martedì 29 settembre, rivolto a quanti vogliano conoscere la montagna nei suoi vari aspetti, acquisire gli strumenti per poterla affrontare in sicurezza e goderne appieno le bellezze. «In un momento in cui vivere l’ambiente in generale, ed in particolare la montagna, sembra essere tornato un modo per apprezzare le troppe cose che nella vita di tutti i giorni sfuggono ai più», ha dichiarato il vicepresidente del Cai di Teramo, Mario di Basilio, «il Club Alpino sente, ed ha, il dovere morale di fornire gli strumenti per avvicinarsi e vivere in sicurezza l’esperienza di “attraversare” le montagne, nutrendo, ovviamente, la speranza di trasmettere e coltivare un “certo modo” di vivere l’ambiente, proprio dello spirito e dei valori che animano da sempre il sodalizio». Il corso base di escursionismo non è pensato solo per i neofiti, ma anche per tutti coloro che, sebbene autodidatti, abbiano voglia ed interesse di approfondire la conoscenza e di esaminare alcuni aspetti, magari trascurati.

escursionismo base, corso Cai

escursionismo base, corso Cai

Il corso, che sarà diretto dall’Accompagnatore di Escursionismo Giuseppe Di Giuseppe, consisterà in 8 lezioni teoriche, che si svolgeranno il martedì ed il giovedì dalle 20,30 alle 22,30-23 nella sede di via Cona 180 a Teramo, ed in 5 uscite in ambiente. Al termine, verrà rilasciato l’attesto di frequenza, necessario per la frequenza del corso di escursionismo avanzato in programma nel giugno 2016, organizzati dalla Sezione di Teramo. «Martedì 29 settembre potrete partecipare gratuitamente e senza alcun vincolo alla presentazione del corso e alla prima lezione. Dopo una breve chiacchierata conoscitiva», ha aggiunto presidente del Cai di Teramo, Ilaria Misticoni«vi illustreremo lo spirito del Club Alpino Italiano e faremo una panoramica sull’attrezzatura e l’abbigliamento nel mondo escursionistico. Vi aspettiamo ricordandovi che per ragioni organizzative le adesioni dovranno pervenire entro il 25 settembre». La prima lezione sarà dedicata ai materiali e al vestiario da utilizzare in montagna. Seguiranno negli appuntamenti successivi approfondimenti su meteorologia, cartografia e orientamento, pericoli in montagna, alimentazione e allenamento, primo soccorso, flora montana, organizzazione di una escursione e altro ancora.
Per partecipare è necessario un certificato medico ed essere iscritti al Cai ed in regola con il tesseramento per l’anno in corso. Il rinnovo o l’iscrizione al Club Alpino può essere effettuata anche nel momento in cui si darà la propria adesione per la partecipazione al corso di escursionismo, il cui costo è di 50 euro. Chi volesse partecipare potrà aderire entro venerdì 25 settembre, telefonando ai numeri 329/7031790 (Ilaria) oppure 328/6793167 (Mario).
Per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina FB “http://www.facebook.com/caiteramo.gransasso” o il sito “www.caiteramo.it”.



Trekking “Le Mainarde” con il Club Alpino Italiano

LE SEZIONI C.A.I. DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO E DI ASCOLI PICENO ORGANIZZANO IL TREKKING “LE MAINARDE: 2 – 4 ottobre 2015.

 

Le Sezioni di San Benedetto del Tronto e di Ascoli Piceno del Club Alpino Italiano organizzano dal 2 al 4 ottobre 2015 il Trekking “Le Mainardenel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio, Molise.

 

San Benedetto del Tronto – Con un rapporto di collaborazione che va via via consolidandosi sempre più, le Sezioni CAI di SAN BENEDETTO DEL TRONTO e di ASCOLI PICENO hanno pensato, per questo inizio d’autunno, ad un breve trekking nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio, Molise.

Con due traversate, dal versante aquilano a quello laziale e ritorno, si percorreranno la catena montuosa delle Mainarde, raggiungendo le vette della Meta e del Monte Cavallo, stupendi e panoramici balconi sulla parte meridionale del Parco. 

 

Accompagnatori: Giuseppe Marcucci (tel. 328.6991477); Elio Rocco (elio.rocco@tiscali.it – tel. 348 2684637).

 

Scadenza iscrizioni: venerdì 18 settembre 2015 presso le sedi delle Sezioni CAI di San Benedetto del Tronto e di Ascoli Piceno, negli orari di apertura esposti nella locandina informativa (per il CAI-SBT: via Firenze n.3 – zona Ischia II – Grottammare, dalle ore 21:30 alle ore 23:00 di venerdì sera) oppure all’indirizzo e-mail: elio.rocco@tiscali.it.

La quota di iscrizione è di Euro 95 per i soci CAI ed Euro 105 per i non soci (comprensiva della polizza assicurativa).

 

Cai

Cai

Si allega la locandina con il programma dettagliato dell’iniziativa e le relative informazioni ed avvertenze.

Tale documentazione (insieme alla domanda di iscrizione) è disponibile anche sul sito web della Sezione CAI-SBT: www.caisanbenedettodeltronto.it (col.sx “Programmi”) e della Sezione CAI-AP: www.caiascoli.it.

 




Cammindivino, da San Benedetto ad Ascoli con il Cai

San Benedetto del Tronto – Nel periodo 15-17 maggio le Sezioni CAI di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto organizzano il Cammindivino, itinerario di tre giorni da San Benedetto del Tronto ad Ascoli Piceno. L’iniziativa, capace di offrire un’esperienza articolata su diversi aspetti, paesaggistico, culturale ed anche spirituale, costituisce una variante collinare al collegamento lungo fiume inserito nel Cammino della Salaria, aperto nel 2013 da dieci sezioni CAI per il 150° del Sodalizio. L’itinerario del Cammindivino prevede passaggi per Acquaviva Picena, Offida (primo pernotto), Castignano, Capradosso (secondo pernotto), salita al monte Ascensione il giorno della Festa, discesa per Montadamo e Vena Piccola, punto dove s’innesta nell’ultimo tratto del Cammino Francescano della Marca da Assisi ad Ascoli.

 

Il nome di Cammindivino dato all’itinerario traduce in forma escursionistica la visita in auto per la parallela via carrozzabile denominata “strada del vino” che attraversa le realtà più importanti del settore vitinicolo piceno. L’aggettivo divino evidenzia anche la qualità e la bellezza del tipico paesaggio delle dolci colline marchigiane, la ricchezza e la continua mutevolezza dei tanti elementi che lo compongono. Se poi si guarda anche l’aspetto spirituale, la scelta di salire sul Monte dell’Ascensione il giorno della Festa non è casuale, perché si tratta di una delle più antiche manifestazioni di culto di origine addirittura precristiana ed in vetta ci si giunge dopo essere passati in altri luoghi venerati dalla popolazione. L’auspicio è che con il tempo l’itinerario proposto possa rendersi stabile ed essere frequentato con continuità. 

 

Cammindivino 2015, San Filippo

Cammindivino 2015, San Filippo

 

Per ulteriori informazioni e iscrizioni

 

CAI San Benedetto: Via Firenze 3, Zona Ischia II, Grottammare apertura sede ogni venerdì sera dalle 21:30 al 23:00, oppure consultare il sito www.caisanbenedettodeltronto.it, oppure scrivere a: info@caisanbenedettodeltronto.it




Il Cai Teramo presenta il calendario fotografico 2015

Edizione dedicata alla memoria di Pino Sabbatini. Scatti a cura di Alessandro de Ruvo

 

TERAMO – Il Club Alpino Italiano (C.A.I.) – sezione “Gran Sasso d’Italia” di Teramo presenta il Calendario 2015, a cura del fotografo Alessandro de Ruvo: speciale edizione per oltre venti anni di suggestive immagini che immortalano gli scorci più belli del Gran Sasso e Monti della Laga. La pubblicazione è stata realizzata dal CAI Teramo in collaborazione con il Consorzio BIM Vomano-Tordino, in virtù di una convenzione siglata a livello nazionale tra Club Alpino Italiano e Federazione dei Consorzi di Bacino Imbrifero (Federbim).

“Questa presentazione avviene purtroppo a pochi giorni dalla scomparsa di un grande amico e socio, Pino Sabbatini – dichiara il presidente della sezione teramana del CAI, Luigi De Angelis -, a lui dedichiamo il calendario 2015. L’intento della pubblicazione è offrire la possibilità di entrare in contatto con realtà spesso lontane e sconosciute attraverso il connubio montagna-fotografia, due mondi che permettono di catturare l’essenza di un luogo. La scelta delle immagini con cui allestire il calendario quest’anno è caduta sugli scatti di un giovane teramano appassionato di fotografia e montagna, Alessandro de Ruvo, che fotografa il Gran Sasso e i Monti della Laga regalandoci per ogni mese un’emozione, sempre alla ricerca dell’attimo e della luce migliore, anche in condizioni meteo avverse”. 

“Da sottolineare – interviene Filippo Di Donato, presidente della Commissione nazionale di Tutela ambientale montana del CAI – il valore nazionale di questo documento che offre un messaggio simbolico chiaro ed efficace per la valorizzazione dell’ambiente montano. Un territorio tutto da scoprire che rappresenta una realtà unica nel contesto dell’Appennino”. Il calendario sarà diffuso attraverso il circuito nazionale CAI e anche a livello internazionale.

“Dodici mesi per comprendere un territorio, da Monte Camicia a Pizzo di Sevo – commenta il fotografo de Ruvo -. Dietro ogni scatto ci sono ore di attesa e chilometri di sentiero: l’amore per la montagna e il sacrificio sono, appunto, la chiave di lettura di questo calendario”.

Veri e propri quadri naturalistici che restituiscono la bellezza di vari scorci: i crinali dei Monti della Laga e Fosso della Fiumata coperti di neve (gennaio e febbraio), il suggestivo panorama che si gode da Monte Girella dei Monti Gemelli (marzo), le pendici del Monte Prena (aprile), la cascata delle Cento Fonti (maggio), la verde abetaia del Ceppo (giugno), un paesaggio nuvoloso e quasi surreale immortale i Corni del Gran Sasso d’Italia (luglio), il tramonto fotografato dal tetto degli Appennini (agosto), ancora un tramonto dalla via Danesi del Gran Sasso (settembre), l’anfiteatro roccioso delle Cimette del Prena (ottobre), la cascata della Morricana (novembre) e, in chiusura, l’anfiteatro innevato del Rio Castellano sui Monti della Laga (dicembre). In copertina panoramica del Gran Sasso visto dalla Laga, in seconda di copertina una bella immagine notturna dalla sella di Monte Aquila. Stampa a cura di “Arti Grafiche Martintype”.




3a escursione con il Cai tra i borghi abbandonati dell’Appennino

Domenica 9 novembre 2014

TERZA ESCURSIONE DEL CAI DI ASCOLI PICENO

TRA I BORGHI ABBANDONATI

 

Ascoli Piceno – Terza e ultima escursione del programma dedicato ai borghi abbandonati dell’Appennino ascolano e teramano. L’area scelta per il gran finale è la zona detta “della Pantana”, non troppo distante da Ascoli città, raggiungibile attraverso la strada che superato Castel Trosino si dirige verso la diga di Talvacchia. Si tratta della fascia alto-collinare che collega l’area montuosa della Montagna dei Fiori con il gruppo della Laga. Qui il lavoro svolto dall’uomo attraverso i secoli trova testimonianza nei numerosi paesi , sempre formati da poche case costruite con la pietra arenaria del posto, collegati da una rete di percorsi. Il giro di domenica si articola proprio attraverso Serra, Collegrato, Settecerri, Lepora,  nuclei un tempo abitati e oggi ridotti a rovine o a luogo di villeggiatura nella settimana di Ferragosto. L’anello è percorribile nella sua interezza grazie al lavoro di volontari coordinati dal gruppo degli Amici di Laturo che nelle passate settimane hanno riaperto quei tratti di sentiero che la vegetazione aveva sottratto alla viabilità.

Il ritrovo per l’escursione è previsto alle ore 7:30 di domenica presso il parcheggio di Via Recanati, dietro l’ex mercato coperto. Alla camminata è collegato il rituale pranzo di San Martino che anche quest’anno si terrà al Rifugio Mario Paci. Chi intendesse partecipare è invitato ad effettuare l’iscrizione venerdì sera presso la sede CAI di via Serafino Cellini 10 (seminterrato scuola elementare delle caldaie). L’iscrizione è obbligatoria per i non soci che devono regolarizzare la propria posizione assicurativa.

 

LA SCHEDA DELL’ITINERARIO COMPLETA DI MENU DEL PRANZO DI SAN MARTINO E’ CONSULTABILE SUL SITO DELLA SEZIONE  www.caiascoli.it




Escursione con il Cai tra i borghi abbandonati dell’Appennino

ASCOLI PICENO – Dopo l’escursione ai borghi abbandonati di Valle Piola e Acquaratola nell’Appennino teramano, domenica prossima 2 novembre sarà possibile visitare la zona a nord del Fluvione, compresa tra Pedara e Uscerno. Si tratta di una facile camminata che permetterà agli escursionisti di visitare alcuni luoghi abbandonati di questa porzione di Appennino, come i ruderi del castello di Pizzorullo, le pietre residue della chiesa di S. Angelo, quanto resta dei paesi di Ficocchia e Cossinino (da capo e da piedi). Inoltre, subito dopo la partenza, si visiterà la chiesa di S. Ippolito e Cassiano, di origine farfense, che a dispetto dei suoi anni si presenta ancora in buono stato di conservazione.

L’invito a partecipare è rivolto anche ai non soci, sempre che sappiano resistere a camminate di più ore e che  condividano l’interesse per questo tipo di esperienze.

Sempre di borghi abbandonati si parlerà venerdì sera 31 ottobre presso la sede CAI, in via Serafino Cellini 10 (seminterrato della scuola elementare delle Caldaie) dalle ore 18,30 alle 19,30, nel corso di una conferenza  intitolata “Il senso dei luoghi” a cura di Narciso Galiè. Al termine della serata sarà possibile iscriversi all’escursione . Si ricorda che l’iscrizione è obbligatoria per i non soci che devono regolarizzare la propria posizione assicurativa.




Cai: tre escursioni tra i borghi abbandonati dell’Appennino

CAI – SEZIONE DI ASCOLI PICENO

 

 

Ascoli Piceno, 2014-10-20 – Da domenica 26 ottobre prende il via una serie di tre escursioni dedicate al tema dei borghi abbandonati presenti nell’Appennino ascolano e abruzzese. Gli itinerari si snodano tra boschi di castagni e faggi, lungo quei sentieri che fungevano da collegamento tra paesi un tempo densamente abitati, oggi per lo più ridotti ad ammassi di rovine. L’invito a partecipare è rivolto anche ai non soci che condividono l’interesse per questo tipo di esperienze e che sanno apprezzare il contatto con una dimensione tanto lontana da quella quotidiana.

Inoltre, al fine di avviare una riflessione sul tema dei borghi abbandonati e approfondire la loro conoscenza, sono previsti degli incontri “a tema”. Durante il primo di questi, che si svolgerà venerdì 24 ottobre alle ore 18 presso la sede della sezione in via Serafino Cellini 10 (seminterrato della scuola elementare delle Caldaie), saranno proiettate immagini di alcuni borghi presenti nei territori marchigiano e abruzzese e saranno introdotte alcune delle problematiche legate a questa realtà.

Al termine della serata sarà possibile iscriversi all’escursione di domenica, prevista nel preappennino teramano, tra i borghi di Valle Piola, Acquaratola e il monte della Farina.




Cai, escursione a “Valle dei Tre Santi” e non solo

Appuntamento del programma del C.A.I. Sezione di San Benedetto del Tronto + altre iniziative

San Benedetto del Tronto – Domenica prossima 14 settembre 2014 continua l’attività escursionistica del Club Alpino Italiano – Sezione di San Benedetto del Tronto con una suggestiva escursione T.A.M. (Tutela Ambiente Montano) nella “Valle dei Tre Santi” (in zona di Piobbico – MC): dall’Abbadia di Piobbico si percorre una spettacolare, “orrida” ed incredibile gola del torrente Tennacola in direzione di Pintura di Bolognola; il percorso del ritorno completa un ampio anello. L’escursione si svolge attraverso diversi habitat: fra prati, gole, sorgenti e splendidi boschi.

La durata prevista dell’escursione è di 6 ore circa (dislivello ca.800 m; difficoltà E=Escursionistica).

La partenza è fissata, con mezzo proprio, presso la sede CAI (via Firenze,3 – zona Ischia II – Grottammare) per le ore 7.00.

La quota di partecipazione è di € 3,00 per i soci CAI e di € 8,00 per i NON soci.

Gli interessati sono invitati a dare conferma della propria partecipazione c/o la sede alvenerdì, ore 21.30 – 23, oppure agli accompagnatori indicati sul Programma annuale.

In particolare, i NON Soci devono iscriversi e versare la quota di partecipazione entro venerdì per motivi assicurativi.

Alleghiamo la locandinainformativa.

Sottolineiamo, inoltre, una bella iniziativa della RAI: dal 13 settembre al 18 ottobre 2014su “RAI Storia” verrà trasmesso il reportage “Dolomiti UNESCO” di Piero Badaloni:6 puntatedi 55 minuti per illustrare i temi che le hanno fatte eleggere Patrimonio dell’Umanità.

Alleghiamo una schedacon le relative informazioni.

 RAI DocumentariUNESCO Proiez.set-ott2014

Infine, informiamo gli interessati che la Commissione Centrale TAM del CAI, in collaborazione con il Gruppo Reg.CAI + 2 Sezioni CAI dell’Emilia Romagna, organizza nel periodogiovedì 9 – domenica 12 ottobre 2014a Castelnovo ne’ Monti (RE), nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, un corso di aggiornamento per docentidi scuola primaria e secondaria di 1° grado di diverse aree disciplinari. Il corso, intitolato “Le Terre di Matilde” (rif. Matilde di Canossa), è stato approvato dal Ministero dell’Istruzione con decreto del 9 giugno 2014 come progetto formativo per docenti per il prossimo anno scolastico 2014/2015.

Le iscrizioni dovranno pervenire entro il 24 settembre 2014.

Per maggiori informazioni consultare il relativo articolo sulla “home page” del sito del CAI: www.cai.it.

Il Programma annuale del CAI-SBT è disponibile anche sul sito web (al settore “Programmi”): www.caisanbenedettodeltronto.it.




Club Alpino Italiano, i prossimi appuntamenti

Prossimi appuntamenti del programma del Club Alpino Italiano di San Benedetto del Tronto

San Benedetto del Tronto – Continua, dopo la pausa “agostana”, il programma escursionistico 2014 del Club Alpino Italiano – Sezione di San Benedetto del Tronto. Si evidenziano i prossimi appuntamenti:

Per domenica prossima31 agosto il Programma CAI-SBT prevede un’interessante e “classica” escursione sul Monte Gorzano, la vetta più alta dei Monti della Laga: dal Sacro Cuore (Capricchia di Amatrice) per lo Stazzo del Gorzano e la cresta ovest alla cima del Monte Gorzano (m 2458); discesa per lo stesso itinerario.

La durata prevista dell’escursione è di 6.30 ore circa (dislivello ca. 1077 m; difficoltà E+=Escursionistica).

La partenza è fissata, con mezzo proprio, presso la sede CAI (via Firenze,3 – zona Ischia II – Grottammare) per le ore 6.30 e presso l’edicola sulla SS.16 a nord di via Val Tiberina (zona Agraria-P.d’A.) per le ore 6.40.

La quota di partecipazione è di € 3,00 per i soci e di € 8,00 per i NON soci.

Domenica7 settembre è prevista un’escursionesul Monte Amaro, la cima più alta del Gruppo della Majella: “Una femmina sulle valli della luna”: da Fonte Romana per la forchetta della Majella si risale la Valle di Femmina Morta fino alla cima del Monte Amaro (m 2793); la discesa non lascia spazio alla noia, per la direttissima della Rava della Giumenta Bianca.

La durata prevista dell’escursione è di 8.30 ore circa (dislivello 1540 m circa;difficoltà EE=Escursionisti Esperti).

La partenza è fissata, con PULLMAN, presso la sede CAI (via Firenze,3 – zona Ischia II – Grottammare) per le ore 6.00 e presso l’edicola sulla SS.16 a nord di via Val Tiberina (zona Agraria-P.d’A.) per le ore 6.10.

La quota di partecipazione è di € 12,00 per i soci e di € 17,00 per i NON soci.

Massimo n. 17 iscritti: da prenotare per tempo!

Domenica14 settembre è in programma una particolare escursione TAM (Tutela Ambiente Montano)nella “Valle dei Tre Santi” (in zona di Piobbico – MC): dall’Abbadia di Piobbico si percorre una spettacolare, orrida ed incredibile gola del torrente Tennacola in direzione di Pintura di Bolognola; il ritorno completa un ampio anello.

La durata prevista dell’escursione è di 4-5 ore (dislivello 700 m circa;difficoltà E=Escursionistica).

La partenza è fissata, con mezzo proprio, presso la sede CAI (via Firenze,3 – zona Ischia II – Grottammare) per le ore 7.00e presso l’edicola sulla SS.16 a nord di via Val Tiberina (zona Agraria-P.d’A.) per le ore 7.10. La quota di partecipazione è di € 3,00 per i soci e di € 8,00 per i NON soci.

Domenica21 settembre è prevista la traversata del Monte Greco nel Parco Nazionale d’Abruzzo L. M.: partendo dall’Aremogna di Roccaraso e passando per lo stazzo di Antone Rotondo e lo stazzo Ospeduco, si giunge sulla cima del Monte Greco (m 2285); discesa a Barrea per la Val Pistacchia ed il Vallone Rosso.

La durata prevista dell’escursione è di 6.30 ore circa (dislivello 665 m circa; difficoltà E=Escursionistica).

La partenza è fissata, con PULLMAN, presso la sede CAI (via Firenze,3 – zona Ischia II – Grottammare) per le ore 6.00 e presso l’edicola sulla SS.16 a nord di via Val Tiberina (zona Agraria-P.d’A.) per le ore 6.10.

La quota di partecipazione è di € 12,00 per i soci e di € 17,00 per i NON soci.

Infine, per domenica28 settembre il Programma prevede l’escursione sulla Cima del Redentore sui Monti Sibillini: da Pian Perduto per la Portella del Vao fino a Forca Viola, Cima del Redentore, Rifugio Zilioli, Lago di Pilato e rientro per Forca Viola. Splendida escursione, panoramica e lunga, ma di grande soddisfazione …

La durata prevista dell’escursione è di 7.00 ore circa (dislivello ca. 1300 m; difficoltà EE=Escursionisti Esperti).

La partenza è fissata, con mezzo proprio, presso la sede CAI (via Firenze,3 – zona Ischia II – Grottammare) per le ore 6.30 e presso l’edicola sulla SS.16 a nord di via Val Tiberina (zona Agraria-P.d’A.) per le ore 6.40.

La quota di partecipazione è di € 3,00 per i soci e di € 8,00 per i NON soci.

Per tutte le uscite è necessario dare conferma della propria partecipazione (c/o la sede al venerdì sera, dalle ore 21.30 alle ore 23, oppure ai riferimenti/accompagnatori indicati nel Programma annuale e nel sito web).

In particolare, i NON Soci devono iscriversi entro il venerdì precedente l’escursione (per motivi assicurativi).

Il Programma annuale del CAI-SBT è disponibile anche sul sito web (al settore “Programmi”): www.caisanbenedettodeltronto.it.




Trekking “Alta Via dei Giganti” in Val d’Aosta: una traversata da Saint Barthelemy a Courmayeur

IL C.A.I. – SEZIONE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO ORGANIZZA IL TREKKINGALTA VIA DEI GIGANTI” in VAL D’AOSTA: 17 – 22 agosto 2014.

San Benedetto del Tronto – Il Club Alpino Italiano – Sezione di San Benedetto del Tronto organizza dal 17 al 22 agosto 2014 il Trekking “Alta Via dei Gigantiin Val d’Aosta: una traversata da Saint Barthelemy a Courmayeur percorrendo 5 tappe del percorsodell’ Alta Via n.1” della Val d’Aosta.

Un itinerario escursionistico di alta quota di eccezionale bellezza, dove è possibile scoprire le tradizioni montanare, assaporare i prodotti tipici, ammirare le straordinarie architetture dei piccoli paesi alpini, camminando al cospetto delle  montagne più alte d’Europa: Monte Rosa, Cervino, Monte Bianco.

Questo itinerario offre, accanto ai superbi esempi di architettura naturale delle Alpi, impareggiabili testimonianze di architettura rurale, strettamente legata alla vita degli alpeggi.

L’Alta Via n.1 è percorribile da chiunque, poiché si snoda lungo sentieri ben tracciati, con larghezza media di 80 cm. e interamente segnalati. L’itinerario si sviluppa nella media e alta montagna, fra prati, pascoli, boschi e pietraie, mantenendosi ad una quota media di 2.000 metri e sfiorando spesso i 3.000 m. (sul Col Malatrà si raggiungono i 2925 m.).

Accompagnatori: Marzia Palestini (tel. 347 4090872; marzia.palestini@gmail.com); Elio Rocco (tel. 348 2684637; elio.rocco@tiscali.it )

Scadenza iscrizioni: mercoledì 30 luglio 2014presso la sede CAI Sezione di San Benedetto del Tronto (Via Firenze n.3 – zona Iscchia II – Grottammare) aperta dalle ore 21:30 alle ore 23:00 di venerdì sera e (per l’occasione) di mercoledì 30 luglio oppure contattando direttamente gli accompagnatori.

Allegati: la locandina ed il programma dettagliato dell’iniziativa (con le relative informazioni) comprensivo della domanda di iscrizione.

Clicca l’allegato

AltaViaGiganti ago.2014 progr+mod.iscriz

Tale documentazione è disponibile anche sul sito web della Sezione CAI (col.sx “Programmi”): www.caisanbenedettodeltronto.it.