Anche i club alpini di Ascoli e Trier si sono gemellati

ASCOLI PICENO – Questa volta il gemellaggio tra Ascoli e Trier ha avuto come protagoniste le due storiche associazioni cittadine che raccolgono gli amanti della montagna: la sezione di Ascoli del CAI nata nel 1883 e la sezione di Trier del DAV ( Deutscher Alpenvrein) sorta nel 1912. La delegazione, composta da 26 soci CAI di Ascoli Piceno, si è recata a Trier a fine giugno ed ha partecipato alle iniziative del ricco programma predisposto congiuntamente e composto da visite guidate in città e nel territorio circostante, con escursioni in bici tra i famosi vigneti di riesling lungo il fiume Mosella e il suo affluente Saar e con passeggiata finale a piedi nella foresta del Parco Naturale Saar-Hunsrück, accolti nel rifugio DAV “Edries”. Il viaggio è avvenuto in occasione della Altstadtfest, la festa della città in onore del patrono S. Pietro che rappresenta un momento suggestivo nel quale Trier ha offerto tantissimi spettacoli musicali in ogni angolo della città. Momento particolarmente emozionante è stato all’apertura, quando il sindaco Klaus Jensen ha salutato dal palco il gruppo ascolano. L’iniziativa si è conclusa con una cerimonia finale svoltasi nella suggestiva torre medievale Frankenturm nella quale ha portato i saluti l’assessore alla Cultura e Turismo Thomas Egger, alla presenza dei due presidenti CAI Paola Romanucci e DAV Edmund Bambach, dell’ex presidente CAI Franco Laganà, organizzatore dell’iniziativa e delle due “colonne” del gemellaggio: la Sig.ra Ruth Mereien-Gürke ed il dott. Giovanni Cipollini. E’ stato un arrivederci, perché è intenzione del DAV di Trier venire ad Ascoli l’anno prossimo per effettuare escursioni e scalate su Sibillini e Gran Sasso.




Il Cai di Ascoli il 6 luglio in “Montagna senza Barriere”

ASCOLI PICENO – Nella Sezione ascolana del CAI, nel 2002 è nata l’idea di realizzare ad Ascoli un giornata in montagna “senza barriere”, così come si era iniziato a fare nelle aree protette dell’Abruzzo e delle Marche dove sono stati realizzati diversi itinerari fino a qualche chilometro di lunghezza che possono essere percorsi in modo agevole anche da persone con disabilità.

 

La 13a edizione della giornata in “Montagna senza Barriere”, organizzata dalla Commissione Escursionismo vede come sempre la collaborazione dell’Associazione Festa della Vita e della Sottosezione UNITALSI di Ascoli Piceno.

 

Quest’anno l’iniziativa si svolgerà domenica 6 luglio nel magnifico scenario ai piedi del monte Vettore: da Astorara, si percorrerà la panoramica strada che passa per Collefratte e raggiunge il borgo di Balzo di Montegallo, fino al Camping Vettore, dove i partecipanti festeggiano con un banchetto conviviale.

 

Clicca l’allegato

Montagna senza Barriere-6 luglio 2014-Relazione




Il Cai di Ascoli “Around Salaria e sui Simbruini”

Domenica 25 maggio si svolgerà la seconda delle escursioni “AROUND SALARIA” del programma 2014.

ASCOLI PICENO – Si tratta di escursioni che hanno in comune l’antica strada consolare romana che è sempre la via per avvicinarsi ai luoghi di partenza di ogni itinerario. Questa volta l’iniziativa è organizzata insieme alla sezione CAI di Antrodoco che ci guideranno lungo il percorso che risale la Valle Scura e che collega l’abitato di Sigillo con il rifugio Porcini nell’area del Monte Terminillo. La partenza è prevista alle ore 7,00 dal parcheggio di Via Recanati. Come sempre possono partecipare anche coloro che non sono soci della sezione, ma per costoro è obbligatoria la prenotazione in sede il venerdì sera dalle 19 alle 20, così da permetterci di regolarizzare la loro posizione assicurativa.Intanto, sono aperte le iscrizioni al Trekking dei Monti Simbruini, Cantari ed Ernici del ponte del 31 maggio / 2 giugno. Una spettacolare traversata in una delle zone più ricche ed incontaminate dell’intero Centro Italia. Agli aspetti naturalistici e paesaggistici di grandissimo rilievo (le incontaminate faggete sulle pendici del Tarino, i panorami sconfinati delle creste sommitali dei Cantari e degli Ernici, del Monte Crepacuore e del Monte Monna) si aggiungeranno le valenze storiche e culturali costituite dalla visita al Santuario della SS. Trinità di Vallepietra e alla Certosa di Trisulti, siti di notevole interesse religioso e contemplativo.

Clicca gli allegati

Scarica questo file (Regolamento Escursioni.pdf)Regolamento escursioni [ ] 151 Kb
Scarica questo file (scheda sigillo porcini.pdf)Informazioni escursione [ ] 1340 Kb

Schede, carte e relazioni delle escursioni sono reperibili presso il sito www.caiascoli.it




Cai – Escursione 11 maggio “Around Salaria”

Domenica 11 maggio si svolgerà la prima delle escursioni “AROUND SALARIA” del programma 2014.

 

 

ASCOLI PICENO – L’iniziativa si ricollega al lavoro svolto negli ultimi due anni da 10 sezioni e sottosezioni del CAI di Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio, che ha portato alla creazione di una doppia percorrenza escursionistica (a piedi e in mountain bike) lungo antichi tracciati viari est-ovest (la Salaria) e nord-sud (l’itinerario pedemontano Spoleto-L’Aquila), tra loro intersecantesi. A distanza di due mesi dalla presentazione della guida “SALARIA 150 – QUATTRO REGIONI SENZA CONFINI”, che riassume i risultati di quel lavoro, la nostra sezione prosegue su quella strada, nella ri-scoperta dei più interessanti itinerari escursionistici che si riallacciano al tracciato della antica strada consolare, all’interno di un disegno complessivo di valorizzazione dei territori coinvolti. Cominciamo con la nostra zona, quella geograficamente più vicina, percorrendo un itinerario che parte da uno dei luoghi della Salaria, il paese di Quintodecimo, per salire prima a Novele e poi a Peracchia. Da qui si proseguirà fino alla cresta per poi ridiscendere il versante opposto.

L’arrivo era previsto a Trisungo, ma la frana di domenica scorsa ha un po’ scombussolato i programmi e l’ultima parte del percorso sarà rivista al fine di evitare complicazioni.

Come sempre per iscriversi è necessario rivolgersi alla sede CAI (via Serafino Cellini 10) che sarà aperta mercoledì e venerdì sera dalle 19 alle 20.

Clicca l’allegato

Scarica questo file (escursione a Peracchia 11 maggio.pdf)Programma dell’escursione [ ] 1718 Kb

 




Cai: corso base di escursionismo per tutti

CORSO BASE DI ESCURSIONISMO (7 maggio8 giugno 2014)

ORGANIZZATO dal C.A.I. – SEZIONE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Club Alpino Italiano Sezione di San Benedetto del Tronto ha organizzato la edizione del CORSO BASE DI ESCURSIONISMO, in programma dal 7 maggioall’8 giugno 2014.

Un corso aperto a tutti per trasmettere quelle nozioni basilari a chi si avvicina per la prima volta all’ambiente montano. Ma il Corso si rivolge anche a tutti coloro che intendono frequentare la montagna in modo corretto e responsabile, conformemente alle finalità del CAI.

Il “Corso Base di Escursionismo” è articolato in 6 lezioni teoriche (che si svolgeranno, secondo il programma, presso la sede sezionale in via Firenze n.3 di Grottammare, zona Ischia II) e 5 uscite pratiche.

E’ aperto ai soci CAI di età superiore a 16 anni. I non soci potranno iscriversi previo tesseramento secondo la propria qualifico (costo tesseramento: socio ordinario € 50, socio familiare € 27, socio giovane GRATIS).

La quota di partecipazione è di € 50 per i soci ordinari e familiari, € 40 per i soci giovani.

Nella quota sono compresi: la copertura assicurativa, l’uso del materiale collettivo di proprietà del CAI, l’assistenza tecnica e didattica.

Le iscrizioni si chiuderanno mercoledì sera 7 maggio 2014.

La locandina, il depliant informativo ed il relativo modulo di iscrizione sono reperibili anche sul ns. sito web www.caisanbenedettodeltronto.it ,nel settore “Corsi“.

Per informazioni contattare il Direttore del Corso: Merlonghi Bruno (339.6848475) o inviare un messaggio a: info@caisanbenedettodeltronto.it .

 




La Convenzione delle Alpi e la Convenzione dei Carpazi: esperienze a confronto. Gli Appennini, una catena montuosa europea

CONVEGNO INTERNAZIONALE

 

Sarnano (MC), 23 -24 Aprile 2014 La Presidenza Italiana della Convenzione delle Alpi 2013-2014, nell’ambito delle proprie attività di partenariato montano, ha accolto l’iniziativa del territorio per la realizzazione di un momento di confronto sulle esperienze di sviluppo sostenibile per la montagna.

In questo contesto la Presidenza partecipa all’organizzazione del Convegno Internazionale “La Convenzione delle Alpi e la Convenzione dei Carpazi: esperienze a confronto. Gli Appennini, una catena montuosa europeache si terrà presso la sala Congressi Comunale di Sarnano, in via Benedetto Costa, in concomitanza con le celebrazioni del trentesimo anniversario della fondazione della sezione locale del CAI (Club Alpini Italiano).

Il convegno è organizzato in collaborazione con il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP Vienna) in qualità di Segretariato ad interim della Convenzione dei Carpazi, l’Accademia Europea di Bolzano, il Contact Point italiano ESPON, l’Università degli Studi di Camerino, il CAI nazionale, la Sezione CAI Sarnano e il Comune di Sarnano.

 

Il Convegno si inserisce nell’ambito delle attività della Convenzione delle Alpi per la cooperazione montana e lo sviluppo sostenibile della montagna e vuole essere un momento di confronto tra le esperienze internazionali di negoziato, di governance e di dibattito scientifico in ambito alpino e carpatico allo scopo di condividere con altri contesti montani, come ad esempio quello appenninico, le expertise maturate nel tempo.

Il Convegno si rivolge agli enti territoriali a livello nazionale, regionale e locale, alla comunità scientifica e, in generale, a tutti gli stakeholder interessati ai processi di cooperazione montana.

 

La Convenzione delle Alpi rappresenta il primo caso di Trattato internazionale per la promozione dello sviluppo sostenibile di un territorio montano transnazionale, considerato nella sua interezza geografica, come spazio comune con problematiche ed esigenze comuni, ad essa è seguita la Convenzione dei Carpazi sviluppatasi anche dal confronto con l’esperienza alpina.

Il Convegno si propone di individuare temi e traiettorie innovative per le politiche e la gestione della montagna come risorsa, avviando un dialogo all’interno di un quadro internazionale per il riconoscimento e la valorizzazione del sistema Appennino.

 

Nei due giorni di incontri verrà presentato il lavoro svolto in questi anni nel contesto delle due Convenzioni e si approfondirà il valore paesaggistico dell’Appennino al fine di cogliere il suo ruolo di catena montuosa europea.

Ampio spazio verrà dato alla Programmazione Europea per i territori montani attraverso la presentazione degli esiti della ricerca “Access2Mountain – Sustainable mobility and tourism in sensitive areas of the Alps and Carpathians” (South East Europe) e di altre ricerche di rilievo internazionale.

All’interno del Convegno si terrà anche una sessione dedicata al progetto “ESPON on the Road”, per il quale l’Italia è partner e coordinatore dei paesi dell’area del Mediterraneo (Spagna, Francia, Italia, Grecia, Romania), con l’organizzazione da parte del Contact Point italiano ESPON di un Workshop dedicato alla partecipazione delle Regioni alpine e appenniniche.

Il programma dell’evento in allegato

Convegno internazionale 23-24 aprile Sarnano_COMUNICATO STAMPA (1)

 

Per info e adesioni: presidency@alpconv.org