Ceramisti Piceni in evidenza a “Ceramica 2016”

QUATTRO ARTIGIANI CERAMISTI PICENI SUPERANO LA DIFFICILE SELEZIONE PER PARTECIPARE ALLE “FORME DELLA TERRA” DI MONTELUPO FIORENTINO

 

Ascoli Piceno – Quattro maestri ceramisti Piceni in evidenza a “Ceramica 2016” in programma da giovedì 2 a domenica 5 giugno a Montelupo Fiorentino. Patrizia Bartolomei (porcellane), Andrea Fusco, Antonio Narducci e Barbara Tomassini (foggiatura, decoro e pittura su ceramica) hanno infatti conquistato un posto di diritto nell’esclusiva kermesse della ceramica del Centro Italia partecipando e superando le selezioni che il comune di Montelupo Fiorentino aveva promosso con l’emanazione di uno specifico bando.

“Partecipiamo anche come ceramisti Cna e come rappresentanti di una tradizione artigiana, quella Picena, che ha grande valore ma altrettanto grande bisogno di promozione, sia in Italia che all’estero, per ribadire il valore di saper fare e mestiere artigiano a dispetto di tante improvvisazioni e mistificazioni”. Così Barbara Tomassini, pittrice, ceramista e presidente provinciale di Cna Artistico e Tradizionale ha commentato l’ammissione sua e dei suoi colleghi alla manifestazione.

 

L’evento quest’anno ha per titolo “Le forme della terra” e – nei progetti degli organizzatori – vuole essere caratterizzata soprattutto dalla qualità delle espressioni ceramiche, accompagnate da dimostrazioni professionali e da percorsi didattici che coinvolgeranno tutti i visitatori. E quest’anno anche la ceramica “made” in Ascoli Piceno avrà il posto che gli compete.




Buongiorno Ceramica, 3 giorni di argilla arte e artigianato ad Ascoli

INAUGURATA LA MOSTRA “TERRE DI KAUNAS E VILNIUS” AL MUSEO DELLA CERMAICA DI ASCOLI PICENO

 

Ascoli Piceno – Ascoli e la Lituania, così lontane geograficamente ma accomunate dalla stessa passione: la ceramica. Per questo motivo ieri sabato 30 maggio, presso il museo della ceramica ad Ascoli Piceno, è stata inaugurata la mostra denominata “Terre di Kaunas e Vilnius”. L’esposizione, ad ingresso gratuito, sarà visitabile sino al 30 agosto e rientra nell’iniziativa nazionale “Buongiorno Ceramica, 3 giorni di argilla arte e artigianato”, alla quale aderiscono 34 città italiane. Presenti al taglio del nastro gli assessori comunali Giorgia Latini e Alessandro Filiaggi, il curatore della mostra Enzo Fornaro e il prof. Stefano Papetti.

“Una mostra che ha l’obiettivo di esaltare e sviluppare il settore della ceramica sia dal punto di vista produttivo sia dal punto di vista culturale – afferma l’assessore alla Cultura Giorgia Latini – la nostra città ha una tradizione notevole in questo ambito sin dal Medioevo. Anticipo che alla prossima Biennale della Ceramica che si terrà nel 2016, il tema principale sarà San Francesco, di cui abbiamo festeggiato lo scorso aprile gli 800 anni dal suo passaggio proprio ad Ascoli Piceno”.

La mostra in questione vanta 44 opere realizzate da maestri ceramisti contemporanei lituani, contraddistinte da forme e colori molto interessanti. “Parliamo di ceramisti lontani da noi fisicamente– spiega il professor Stefano Papetti – ma che utilizzano tecniche molto simili alle nostre, come ad esempio la maiolica per quanto riguarda la scultura. Inoltre questi artisti amano sperimentare molto sui colori, con l’impiego di smalti particolari e la creazione di effetti metallici. Insomma da un punto di vista strettamente artistico abbiamo diversi aspetti in comune”.




Ascoli capitale della ceramica con la Cna

 

GRANDE SUCCESSO DELLA DUE GIORNI ESPOSITIVA NELLA CHIESA DEI SS VINCENZO E ANASTASIO E IN PIAZZA VENTIDIO BASSO

 

Ascoli Piceno – Successo di pubblico e piazza Ventidio Basso invasa da ceramiche, maioliche e porcellane. Si è chiusa con un bilancio positivo, sia per la promozione della città che per quella degli artigiani del settore artistico, la due giorni che la Cna ha organizzato in sinergia con il Comune di Ascoli proprio per valorizzare questo settore dell’artigianato artistico. “La presenza di quasi tutti i ceramisti Piceni – ha commentato Luigi Passaretti, presidente della Cna di Ascoli – e di altri espositori provenienti anche da altri territori ci conforta e ci indica che la strada intrapresa in stretta sinergia con il Comune di Ascoli può essere quella vincente per ridare una spinta all’economia delle nostre imprese e di tutta la città”.

“L’interesse della gente e la soddisfazione degli espositori – aggiunge Barbara Tomassini, presidente di Cna Artistico e tradizionale – l’abbiamo potuta constatare chiaramente in questi due giorni. L’impegno sarà ora quello di proseguire su questa strada, sempre in stretta collaborazione con il Comune, per far sì che Ascoli diventi davvero un punto di riferimento per i ceramisti di tutta Italia”.

L’evento organizzato dalla Cna si è snodato da piazza Ventidio Basso e la chiesa dei SS Vincenzo e Anastasio. All’interno della chiesa i visitatori hanno potuto ammirare le opere in ceramica di due maestri storici ascolano, Luciano Cordivani e Paolo Lazzarotti. Nella piazza, invece, mostra mercato di ceramiche, all’insegna del titolo “L’Amore Sacro e l’Amor Profano” ha cui hanno partecipato: Barbara Tomassini, Anna Maria Gandini, Giuseppina Di Spurio, Giuseppe Biancucci, Cinzia Cordivani, Andrea Fusco, Antonio Narducci, Patrizia Bartolomei, Andrea di Stefano, Augusta Schinchirimini, Alessandro Lisa, Barbara Petrelli.