Cinesophia, un successo targato Clint Eastwood

Gli eroi sono stanchi, Guarda il Philoshow web

Ascoli Piceno – Il primo Philoshow Web di Popsophia, in onda il 31 maggio 2020 dalle ore 21.30 alle 23.00 per celebrare i novant’anni di una leggenda del cinema americano: Clint Eastwood. Un vero e proprio spettacolo online trasmesso in esclusiva sul nuovo portale web di Popsophia, registrato in diretta live dal Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno.

Rivivi le emozioni dello spettacolo filosofico musicale dedicato ai novant’anni di Clint Eastwood.Un evento unico nel panorama culturale italiano. Dalla strepitosa cornice del Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, dieci filosofi hanno raccontato la carriera di una leggenda del cinema.

Cinesophia traccia il nuovo corso: “Si può ripartire dalla cultura”

Cinesophia ieri, domenica 31 maggio 2020, ha tracciato un nuovo corso per le produzioni culturali nazionali, con il suo primo Philoshow web. Uno spettacolo filosofico musicale unico nel panorama italiano, dedicato ai 90 anni di Clint Eastwood.

Se pensi di sapere tutto allora sei in pericolo”, dice proprio il grande regista e attore in The Mule, e Cinesophia ha seguito il consiglio, scegliendo di scommettere su un format innovativo e mai visto. Un format dinamico e coinvolgente nonostante le distanze con il suo pubblico, che ha riscosso subito uno strepitoso successo. Superando di gran lunga le più rosee aspettative.

La nuova piattaforma web alle 21.30 è stata presa d’assalto da migliaia di utenti collegati da tutta Italia per ascoltare dieci filosofi raccontare la carriera di una leggenda del cinema. Per gestire l’elevatissimo numero di accessi, gli organizzatori hanno deciso di consentire la visione anche sul canale YouTube in modo da accontentare tutte le richieste.

Un’attenzione mediatica enorme; l’appuntamento è stato anticipato da una serie di articoli su tutte le principali testate giornalistiche nazionali e locali, che nei giorni scorsi hanno sottolineato l’originalità e la forza del progetto, nel momento difficile che sta attraversando lo spettacolo dal vivo. Una cosa mai vista in questa fase post-Covid, che farà scuola nei mesi che ci aspettano.

Il light designer ha disegnato con le luci il vuoto del Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, la voce della direttrice artistica di Popsophia e le interpretazioni musicali di Gianluca Pierini hanno accompagnato il pubblico virtuale in un affascinante viaggio tra cinema e filosofia.

Siamo usciti dallo storytelling della pandemia – le parole di Lucrezia Ercoli – e siamo finalmente ritornati alla produzione di eventi. Una tappa importante che ci ha permesso di sperimentare nuove soluzioni. L’ibridazione tra spettacolo dal vivo e fruizione digitale è il terreno su cui si giocherà il futuro culturale del Paese. I bellissimi e commoventi messaggi che stiamo ricevendo in queste ore ci fanno capire che siamo sulla strada giusta. Vogliamo mantenere intatte le emozioni del live con produzioni esclusive ed inedite, potenziando il portale web e raggiungendo un pubblico che al momento non può essere con noi fisicamente”.

Soddisfatto il sindaco Marco Fioravanti. “Cinesophia è da quattro anni uno degli eventi di punta della nostra stagione culturale. Grazie a questa edizione digitale, Ascoli Piceno ha avuto una vetrina di respiro nazionale. Abbiamo fatto conoscere virtualmente la bellezza del nostro territorio in tutta Italia. Ma siamo pronti a ripartire: insieme a Popsophia stiamo organizzando un grande evento in piazza del Popolo per il 10 agosto, la notte dei desideri”.

La nostra sfida è ripartire dalla cultura – ha dichiarato l’assessore Donatella Ferretti – e con Popsophia abbiamo riacceso il nostro scrigno più bello, chiuso a causa dell’emergenza sanitaria, il teatro Ventidio Basso. È solo l’inizio di una nuova stagione che riaprirà le meraviglie della nostra città facendole dialogare con i linguaggi più innovativi del contemporaneo”.




Popsophia lancia il primo philoshow web per i 90 anni di Clint Eastwood 

Il 31 maggio Popsophia lancia il primo philoshow web

Spettacolo online da Ascoli Piceno

per i 90 anni di Clint Eastwood 

 

Gli eroi sono una cosa che creiamo noi, una cosa di cui abbiamo bisogno.
È un modo per capire ciò che è quasi incomprensibile.

Flags of our Fathers di Clint Eastwood 

 

Il 31 maggio del 1930 nasceva una leggenda del cinema americano: Clint Eastwood. Cinesophia, il festival della filosofia del cinema di Ascoli Piceno, ha deciso di celebrare i novant’anni del grande regista realizzando un evento inedito, che apre la stagione culturale post-coronavirus.

Domenica 31 maggio 2020 alle ore 21.30 va in onda il primo Philoshow Web di Popsophia: un appuntamento sperimentale, registrato in diretta live da Ascoli Piceno, che coniuga la magia della diretta e le possibilità del mondo digitale. Un vero e proprio spettacolo online in esclusiva sul nuovo portale web di Popsophia.

“La quarta edizione del festival, prevista a marzo e annullata a causa dell’emergenza Covid-19, era dedicata proprio a Clint Eastwood con il tema Gli eroi sono stanchi. – ha dichiarato Lucrezia Ercoli – Vogliamo cogliere l’occasione del suo novantesimo compleanno per uscire dall’asfissiante storytelling della pandemia che ha riempito tutti gli spiragli creativi della cultura italiana. L’evento del 31 maggio segna un punto di svolta: torniamo a produrre eventi culturali in modo nuovo e con soluzioni creative, come abbiamo sempre fatto”.

Popsophia ha sfruttato il lockdown per reinventare la formula digitale del philoshow: si potenziano i linguaggi del web senza dimenticare la qualità estetica che contraddistingue gli appuntamenti del festival. La cornice scenografica della città di Ascoli Piceno, ospita il nuovo set televisivo di Popsophia che si arricchisce di contributi inediti registrati da ospiti sparsi per l’Italia, spezzoni dei film più belli di Clint Eastwood, brani musicali eseguiti dal vivo. Il philoshow del 31 maggio ripercorrerà la carriera dal grande attore e regista americano, dagli occhi di ghiaccio del pistolero della Trilogia del dollaro di Sergio Leone fino alle sue memorabili interpretazioni in Million Dollar Baby e Gran Torino.

“Far ripartire la cultura è fondamentale per far tornare a vivere la nostra città. Cinesophia è uno degli appuntamenti rilevanti della nostra proposta culturale e organizzare questo spettacolo in diretta da Ascoli Piceno, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, ma con la voglia di sperimentare, è un segnale importante per la nostra comunità, per i tanti tecnici, insegnanti e studenti coinvolti. Ascoli Piceno è pronta a ripartire” ha dichiarato il sindaco Marco Fioravanti.

“Le nuove tecnologie possono avvicinarci: vogliamo portare a tutti la bellezza dei luoghi della nostra città e la profondità delle riflessioni di Cinesophia che in questi anni ha appassionato un pubblico proveniente da tutta Italia. L’happening virtuale del 31 maggio è solo l’inizio: stiamo studiando nuovi scenari per ripensare la stagione culturale ascolana” ha aggiunto l’assessore alla cultura Donatella Ferretti. 

Il pubblico potrà partecipare all’evento prenotando gratuitamente il proprio posto virtuale iscrivendosi sulla nuova piattaforma digitale che sarà online tra pochi giorni. Tutte le novità sul sito www.popsophia.it




Cinesophia, un lungo sguardo nelle opere di Clint Eastwood al Ventidio

EROI ALLA CLINT EASTWOOD

IL PHILOSHOW DI CINESOPHIA

 

Non importa quanto angusta sia la porta, quanto impietosa la sentenza: sono il padrone del mio destino, il capitano della mia anima.

Invictus

Ascoli Piceno, Venerdì 6 e sabato 7 marzo 2020 Cinesophia 2020 è un lungo sguardo nelle opere di Clint Eastwood, prossimo a festeggiare i 90 anni. Venerdì 6 e sabato 7 marzo omaggeremo il grande attore e regista al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, con incontri, videoconferenze e proiezioni. Prima dei titoli di coda, l’episodio finale di questa carrellata si intitolerà “Sfortunato il Paese che non ha Eroi”. Apice del nostro ragionamento, sarà uno spettacolo filosofico musicale, in cui le arti della musica, della letteratura e, ovviamente, del cinema, si mescoleranno con riflessioni filosofiche sul tema dell’edizione, “Gli Eroi sono stanchi – Giustizia e giustizieri”.

Così sabato 7 marzo, dalle 21.30, contestualizzeremo il filo del discorso con le immagini della carriera del leggendario attore, con quegli eroi giustizieri che lo hanno reso celebre, dal pistolero della Trilogia del Dollaro all’Ispettore Callaghan. Passando poi alla fase di Eastwood-autore, dove i personaggi sono sempre più eroi sofferenti, che si confrontano con la ricerca di senso della propria vita e cercano di riscattarla attraverso un gesto etico ed epico. Come il “Walt” Kowalski di Gran Torino.

Grande risalto sarà dato alla musica, grazie alla band di Popsophial’ensemble Factory, che seguirà dal vivo anche alcuni brani tratti dalle mitiche colonne sonore di Ennio Morricone. Ma le suggestioni sonore andranno avanti con Sheryl CrowRolling Stones o Bruce Springsteen, intramezzate da emozionanti monologhi cinematografici, interpretati da Rebecca Liberati.

Sul palco, la direttrice artistica Lucrezia Ercoli guiderà il pubblico tra queste suggestioni, con il filosofo Simone Regazzoni.

Regazzoni interverrà proprio sulla figura dell’eroe, contestualizzandolo dentro la dimensione agonistica della palestra. Spazio “nobile” già ai tempi di Platone, e che torna nell’immaginario di Clint Eastwood con il capolavoro Million Dollar Baby. Ma lo sport si inserisce persino nell’etica e nella politica, come nella partita di rugby nel Sudafrica di Nelson Mandela, in Invictus.

Prima del Philoshow, alle 21.15, il linguista Massimo Arcangeli ci parlerà della libertà dell’intellettuale, incarnata pienamente da Clint Eastwood. Non solo come cineasta, ma come punto di riferimento dell’intellighenzia americana. Eastwood è sempre fedele a se stesso, anche con posizioni provocatorie che escono dal politicamente corretto in divergenza dalla maggioranza. Seguendo la linea etica di un liberale anarchico.

La videoregia del Philoshow è di Marco Bragaglia.

Tutti gli appuntamenti di Popsophia sono validi come aggiornamento per insegnanti. Per info e programma completo: www.popsophia.it

#popsophia20 #cinesophia20

Cinesophia, “Gli eroi sono stanchi – Giustizia e Giustizieri” al Ventidio




Giovani visioni: viaggio nel cinema di Clint Eastwood

SIAMO NOI IL NOSTRO ORIZZONTE – viaggio nel cinema di Clint Eastwood – da venerdì 8 maggio – Ufficio Turistico, Piazza XX Settembre 12, Ripatransone – ore 21.15

 

Grottammare – L’Associazione Culturale Blow Up e l’Informagiovani in Rete sono lieti di presentare il progetto ”Siamo noi il nostro orizzonte” consistente in 4/5 serate dedicate alla visione e all’approfondimento di sequenze e capolavori realizzati negli ultimi decenni dal cineasta statunitense Clint Eastwood, introdotte al pubblico e poi discusse apertamente dall’esperto dell’Associazione Culturale Blow Up Sergio Vallorani, presso l’Ufficio Turistico di Piazza XX Settembre 12 a Ripatransone. L’iniziativa è dedicata ai giovani e a chiunque voglia parteciparvi e partirà venerdì 8 maggio alle ore 21.15. A gestire la rassegna, dal punto di vista tecnico e teorico sarà il dott. Sergio Vallorani, esperto, docente e videomaker dell’Associazione Culturale Blow Up, oltre che operatore del Servizio Informagiovani in Rete di Grottammare, Ripatransone, Cupra Marittima. I capolavori esteticamente e cinematograficamente bellissimi ed impeccabili attraverso le storie che mettono in scena, permettono riflessioni profonde sul senso della vita, della morte e dei sentimenti umani, oltre che su alcuni dei temi più stringenti della contemporaneità. Il titolo della rassegna (“Siamo noi il nostro orizzonte” è stato mutuato da un capitolo di un recente saggio dello storico e critico cinematografico Adriano Piccardi dedicato a Clint Eastwood e alle sue opere)