Clown&Clown Festival, una edizione extra-ordinaria

Clown&Clown Festival 2020: dal 1 al 4 ottobre una edizione extra-ordinaria del festival internazionale di clownerie e clownterapia dedicata alla “bellezza”

 

Dall’1 al 4 ottobre 2020  |  XVI edizione > #piùbellidalvivo

 

– Eventi digitali online su www.clowneclown.org

– Eventi dal vivo in Piazza Aldo Moro a MONTE SAN GIUSTO (MC), accessibili solo su prenotazione attraverso il circuito ciaotickets

 

IN BREVE

 

Fervono i preparativi per la XVI edizione del Festival Internazionale di Clownerie e Clown-terapia, in programma dal 1 al 4 ottobre 2020 a Monte San Giusto (MC), la Città del Sorriso… e non solo.

Un format concentrato e rivisitato nel rispetto delle normative vigenti, tra incontri virtuali ed eventi in presenza pensati per mantenere vivo lo spirito e le emozioni del Festival, per parlare e mostrare “bellezza” al numeroso pubblico di affezionati.

 

Tutti gli spettacoli dal vivo si svolgeranno sul grande palco di Piazza Aldo Moro e saranno accessibili solo su prenotazione attraverso il circuito Ciaotickets.
Nelle prime due serate è in programma il Clownfactor, l’originale contest del Festival che quest’anno vede 6 artisti e/o compagnie sfidarsi davanti al pubblico con il loro miglior repertorio.

Gli artisti protagonisti degli altri show sono i comici e cabarettisti Enzo Polidoro, Didi Mazzilli e Gianluca “Scintilla” Fubelli, la compagnia I Talento con il Carillon Vivente che ha spopolato in tv e sui social, la compagnia Disguido, il Circo Patuf e il mago Raffaello Corti.

Il tradizionale evento conclusivo che prevedeva l’uso di centinaia di palloni colorati, viene sostituito da un grande varietà intitolato “Distanti Per Sorridere… D’Istanti”.

 

Sempre dal vivo, la sezione Clownbook propone letture animate e la presentazione di “Clowndottori” di Francis Calsolaro, libro che analizza la clownterapia in Italia tra problematiche e benefici.

 

Tutti gli eventi “in presenza” vengono organizzati applicando il protocollo anti-Covid19 per il cinema e lo spettacolo dal vivo previsto dal DPCM più recente.

 

Saranno numerosi anche gli eventi online proposti sul sito del festival:

– il 1° ottobre il seminario “Benessere e salute: Il ruolo del clown nei contesti di cura” organizzato in collaborazione con l’Università di Macerata, la Federazione Nazionale Clowndottori e l’associazione Il Baule dei Sogni;

– il 3 ottobre la Clownferenza “Oltre la bellezza: l’estetica in movimento attraverso le emozioni” con i prestigiosi interventi di Katalin Lightner – artista statunitense che lavora nel circo contemporaneo, il teatro fisico e le performace tecnologiche, Enne Marx – attrice, clown, formatrice e ricercatrice che lavora nel settore umanitario e Carlo Lanciotti – Presidente e fondatore della Compagnia dei Folli;

– il programma scuole sarà accessibile da tutte le scuole interessate, in Italia e nel mondo, con video e contenuti formativi pensati per le diverse fasce d’età e creati da diverse organizzazioni, clown umanitari e formatori italiani e internazionali, tra i quali Enne Marx, che il Festival sostiene con delle donazioni;

– due corsi e l’assemblea annuale della Federazione Nazionale Clowndottori

 

 

 

 

 




Sono aperte le iscrizioni al ClownFactor 2020, il contest per artisti del Clown&Clown Festival

La XVI edizione del Festival Internazionale di Clownerie e Clown-terapia
è in programma dal 27 settembre al 4 ottobre 2020 a Monte San Giusto (MC), la “Città del Sorriso”
Tema principale dell’edizione “LA BELLEZZA”
La 16^ edizione del festival che dal 2015 si fa messaggero del valore universale e terapeutico della risata avrà come tema LA BELLEZZA e ha aperto le iscrizioni online per il ClownFactor, il contest per artisti attraverso il quale si deciderà il vincitore del “Premio Takimiri. Una vita per il Circo”.
In seguito all’emergenza Coronavirus e all’attuale situazione in cui si sta procedendo lentamente verso la riapertura di tutte le attività, l’organizzazione ha l’intenzione di organizzare il Festival nelle date previste, dal 27 settembre al 4 ottobre, con modalità che potranno essere valutate al meglio tra qualche settimana, a seconda di come evolveranno la situazione sanitaria e le relative disposizioni delle autorità.

La XVI edizione del Clown&Clown, festival che si fa portavoce dell’importante valore terapeutico della risata, al punto da far conferire a Monte San Giusto il titolo di CITTÀ DEL SORRISO, é in programma dal 27 settembre al 4 ottobre 2020 a Monte San Giusto, incantevole borgo marchigiano in provincia di Macerata.
LA BELLEZZA è il tema scelto come filo conduttore dell’edizione, declinato in gran parte degli eventi che verranno organizzati nel cartellone tra spettacoli di clownerie e circo contemporaneo, workshop, incontri formativi sulla clown-terapia insieme alla Federazione Nazionale Clown Dottori ed altre associazioni umanitarie, mostre ed altro, dal vivo o in forma digitale.
Giunto alla settima edizione, il ClownFactor è un originale contest che vede diversi artisti e/o compagnie sfidarsi in tre serate con il loro miglior repertorio sotto al tendone da circo del Festival.
Un evento nell’evento che di anno in anno acquista seguito e credibilità maggiori, in un equilibrato mix tra artisti con esperienza ed artisti emergenti, con il fine di dare spazio e valore alla miglior creatività in circolazione in Italia nelle arti del circo e della clownerie.
Un contest sempre più conosciuto a livello nazionale e internazionale che ha fatto da apripista e portafortuna ad artisti che hanno raggiunto grandi traguardi, tra i quali Nicola Virdis, il nerd senza parole di Italia’s Got Talent 2019.
Il concorso è rivolto ad artisti poliedrici, professionisti che possono proporre spettacoli eterogenei, che spaziano dalla giocoleria alle, clownerie, dal circo contemporaneo alla magia, dal trasformismo al teatro, al cabaret ed altro ancora.
Il pubblico è tra i grandi protagonisti del ClownFactor perché gli artisti verranno giudicati, oltre che da una giuria di qualità, dal pubblico con modalità di voto sempre originali e divertenti.
Durante il Festival, i protagonisti del ClownFactor potranno contendersi anche l’accesso al “Premio Takimiri. Una vita per il Circo”, dedicato alla memoria del grande clown Antonio Taddei in arte Takimiri, davanti ad una giuria popolare composta da bambini e ad una giuria di esperti internazionali.

Il Clown&Clown Festival è stato ideato dalla Mabò Band, compagnia di clown-musicisti sangiustesi e si realizza grazie al contributo di numerosi sponsor privati, del Ministero della Cultura e del Turismo, della Regione Marche, del Comune di Monte San Giusto e grazie al lavoro di organizzazione dell’associazione Ente Clown&Clown e di molti volontari.
Il festival è sempre stato un grande contenitore di spettacoli, workshop, mostre, conferenze, incontri con l’autore, grandi e coinvolgenti eventi di piazza, con decine di compagnie e di artisti provenienti da diverse parti del mondo, progetti formativi e sociali per le scuole del territorio, associazioni di volontariato e associazioni di clown-terapia e centinaia di clown-dottori che si ritrovano per partecipare a qualificanti incontri di formazione coordinati dalla Federazione Nazionale Clown-Dottori.

UN GRANDE CIRCO A CIELO APERTO CON UN’ECCEZIONALE OPERA DI ARREDO URBANO
Se le condizioni relative alla pandemia lo consentiranno, come sempre il paese si trasformerà in un grande circo a cielo aperto, allestito grazie all’immenso lavoro di molti cittadini volontari, con centinaia di addobbi, piccoli ed enormi tra i quali spiccano l’enorme naso rosso indossato dal campanile della chiesa e il portale firmato da Stefano Calisti che segna il confine tra fiaba e realtà.
Se consentito dall’evoluzione delle normative vigenti, come ogni anno verranno allestiti anche diversi street food e punti ristoro di qualità per tutti i gusti ed allergie, coinvolgendo operatori del territorio e valorizzando così le eccellenze enogastronomiche locali.

IL TEMA DELLA BELLEZZA
Il Clown&Clown Festival ha sempre proposto bellezza nelle sue precedenti edizioni, una bellezza fatta di emozioni, abbracci, sorrisi, calore umano, solidarietà e impegno sociale.
Il 2020 ha riservato a tutti, sino a qui, uno scenario totalmente diverso fatto di dolore, paura e incertezza.
Nonostante queste e proprio per questo, l’Ente Clown&Clown ha scelto di continuare a parlare, mostrare e creare bellezza, ponendola come tema principale della nuova edizione.
È proprio nei momenti difficili che si scopre il vero senso della bellezza e che la si può vedere chiaramente come elemento essenziale per la sopravvivenza della nostra umanità.
Nelle scorse settimane, abbiamo riscoperto la bellezza anche dove pensavamo non ce ne potesse essere o dove ci eravamo dimenticati di poterla trovare, dandola un po’ per scontata. La bellezza di stare accanto alla propria famiglia, di esserci gli uni per gli altri, la bellezza della solidarietà, degli abbracci e dei sorrisi.
Questa edizione del festival vuole proprio evidenziare il fatto che la bellezza non deve per forza essere qualcosa di straordinario, ma che può invece essere qualcosa di straordinariamente ordinario.
Il segreto non è cercare la bellezza come fosse qualcosa di sfuggente, ma concentrarsi su ciò che già c’è, cambiando prospettiva, maturando una nuova consapevolezza.
Così come fanno i clown che con la loro sensibilità colgono la bellezza di semplici cose, come per esempio di una bolla di sapone, continuando a meravigliarsene ogni volta. Una bellezza, fatta anche di difetti, errori, cadute, emozioni espresse con semplicità e delicatezza, senza nessun filtro.
Il Clown pratica bellezza e nel fare ciò diventa egli stesso manifesto autentico di bellezza, tanto semplice, quanto complicata. Perché la bellezza è questione di atteggiamento e di allenamento: bisogna andare oltre la superficie, l’abitudine, l’ordinario, fare i conti con le proprie debolezze e con le differenze dell’altro, per poter cogliere la bellezza delle cose e compiere atti di bellezza.

Il festival ha aperto le iscrizioni al ClownFactor, concorso in chiave clown secondo il modelo talent show televisivi, con tutte le informazioni reperibili nel sito www.clowneclown.org.




Clown&Clown Festival: una settimana all’insegna dell’Empatia

CLOWN&CLOWN FESTIVAL 2018
All’insegna dell’empatia con Guillaume Vermette, Chris Lynam, 
Paolo Ruffini, Neri Marcorè e tanti altri ospiti

XIV edizione del festival internazionale di clownerie e clown-terapia ideato dalla Mabò Band

Dal 30 settembre al 7 ottobre 2018 a Monte San Giusto (MC), la “Città del Sorriso”

Tema principale dell’edizione “L’EMPATIA” 

La XIV edizione del Festival che dal 2005 si fa messaggero del valore universale e terapeutico della risata ha come tema principale l’EMPATIA e prevede una settimana piena di spettacoli di clownerie e circo contemporaneo, grandi eventi di piazza, workshop, conferenze sulla clown-terapia con la Federazione Nazionale Clown Dottori ed altre associazioni umanitarie, mostre, street food, e tanto altro.

Tra gli ospiti ci saranno “The King of Clowns” CHRIS LYNAM e GUILLAUME VERMETTE, clown canadese protagonista da 10 anni di missioni umanitarie in oltre 40 paesi del mondo.

Verrà consegnato il Premio Clown nel Cuore a NERI MARCORÈ e a PAOLO RUFFINI, che torna nella Città del Sorriso portando il suo spettacolo Up&Down insieme ai ragazzi disabili della compagnia Mayor Von Frinzius.

Il progetto formativo pensato per le scuole del territorio quest’anno si arricchisce della collaborazione con l’associazione Mus-e Italia Onlus, attiva contro l’emarginazione e il disagio sociale nelle scuole pubbliche.

Come sempre, la città si trasformerà in un grande circo a cielo aperto con una eccezionale opera di arredo urbano realizzata grazie alla partecipazione entusiasta dei cittadini.

Dal 30 settembre al 7 ottobre 2018 si svolge a Monte San Giusto (MC) la XIV edizione del Clown&Clown, Festival Internazionale di Clownerie e Clown-Terapia ideato nel 2005 con l’intento di creare un evento originale e capace di unire le due anime del clown, quella artistica e spettacolare con quella volontaristica e sociale dei clown dottori.

Un festival che da sempre si fa portavoce dell’importante valore terapeutico della risata, al punto da far conferire a Monte San Giusto il titolo di CITTÀ DEL SORRISO, e che in ogni edizione regala intense emozioni con spettacoli, mostre, conferenze, workshop, grandi e coinvolgenti eventi di piazza, decine di compagnie e di artisti provenienti da diverse parti del mondo, progetti formativi e sociali per le scuole del territorio, associazioni di volontariato e associazioni di clown-terapia con centinaia di clown-dottori che si ritrovano per partecipare a qualificanti incontri di formazione coordinati dalla Federazione Nazionale Clown-Dottori.

Il Festival è stato ideato dalla Mabò Band, compagnia di clown-musicisti sangiustesi e la XIV edizione si realizza grazie al contributo di numerosi sponsor privati, del Ministero della Cultura e del Turismo, della Regione Marche, del Comune di Monte San Giusto, e grazie al lavoro dell’Ente Clown&Clown e di molti volontari.

IL TEMA DELL’EMPATIA

Il tema di questa edizione è l’EMPATIA, la capacità di sentire e comprendere le emozioni e lo stato d’animo altrui.

L’empatia ci permette di entrare in sintonia con l’altro, di sentirne le emozioni come fossero le nostre. Nella Città del Sorriso basta indossare un Naso Rosso! Il naso rosso mette in comunicazione le emozioni delle persone e permette al clown di metterle anche in scena. È una chiave di accesso alle emozioni e alla loro condivisione, un’occasione di arricchimento, per ascoltare e conoscere anche le emozioni dell’altro e diventare un po’ meno estranei.

Molti eventi ed iniziative di questa edizione del Festival metteranno l’accento proprio su questo tema, con l’obiettivo di creare una maggiore consapevolezza sull’importanza di questa capacità umana che troppo spesso viene anestetizzata da egoismi e paure.

GUILLAUME VERMETTE, LA CLOWN-TERAPIA E I PROGETTI UMANITARI

Il Clown&Clown Festival offre da sempre importanti testimonianze e contributi sul ruolo del clown nel sociale. A tal proposito, quest’anno arriva nella Città del Sorriso GUILLAUME VERMETTE, clown canadese che da 10 anni è protagonista di missioni umanitarie in campi profughi, orfanotrofi e ospedali di oltre 40 paesi del mondo, ha avviato e organizzato innumerevoli progetti creativi e umanitari, è stato direttore artistico di Clowns Sans Frontières Canada e ha collaborato molte volte con il leggendario Dr. Patch Adams.

Nel pomeriggio del 1° ottobre parteciperà alla conferenza dal titolo “In compagnia dei personaggi ponte. Esperienze e proposte” insieme al sindaco Andrea Gentili e a Vinicio Ongini dell’Osservatorio Nazionale del Ministero dell’Istruzione per l’integrazione e l’educazione interculturale. Inoltre, sabato 6 ottobre parteciperà all’evento “Clown Art – Hugs of Color” con ragazzi delle scuole e ragazzi delle zone colpite dal sisma del 2016.

Come sempre ci saranno decine di associazioni di clown-terapia e incontri di formazione coordinati dalla Federazione Nazionale Clown Dottori che organizza anche la sua assemblea nazionale annuale.

Oltre alle mostre allestite nei vicoli del borgo con bellissime fotografie scattate nelle passate edizioni, verrà allestita anche una mostra con fotografie dell’ultima missione in Kenia del progetto “Teatri senza Frontiere” di Marco Renzi che presenterà anche il suo libro “Istantanee dagli ultimi della terra”, dedicato al progetto iniziato molti anni fa nell’ambito del festival “I Teatri del Mondo” e che ha portato momenti di teatro e solidarietà in Etiopia, Amazzonia, Albania, Kenia e, nel 2018, in Ghana.

Domenica 7 ottobre alle ore 12 ci sarà la proiezione in prima assoluta del film documentario di Francis Calsolaro “Alert 92 – Un sorriso tra i bambini Rohingya” che racconta la missione intrapresa da alcuni volontari, tra i quali il regista del film, per portare sorrisi, medicine e pasti caldi a migliaia di bambini in fuga nelle giungle del Bengala. Una tragedia epocale che coinvolge circa un milione di persone, per lo più donne e bambini, a cui sono stati dati alle fiamme i loro villaggi sulle sponde dell’Oceano Indiano, e ora rifugiati in fragili capanne di bambù.

Francis Calsolaro è formatore di arti espressive del benessere, social reporter, ideatore del metodo mimecare e del saluto del cuore, mimo con esperienze artistiche per l’Arena di Verona e in numerosi palcoscenici di tutto il mondo e specializzato in documentaristica in missioni del sorriso.

PREMIO CLOWN NEL CUORE A NERI MARCORÈ E PAOLO RUFFINI CHE PORTA LO SHOW “UP&DOWN”

In questa edizione Il Premio Clown nel Cuore verrà consegnato a Neri Marcorè e a Paolo Ruffini, riconoscimento che ogni anno viene assegnato a personaggi che si distinguono per aver unito la propria notorietà alla solidarietà o che, attraverso l’arte del proprio lavoro, abbiano saputo trasmettere la gioia di vivere ed aiutare persone in difficoltà.

Negli anni sono stati insigniti del premio personaggi importanti come Giorgio Panariello, Enzo Iacchetti, Michael Christensen, Lino Banfi, Patch Adams, Giobbe Covatta, Don Luigi Ciotti, Enrico Brignano, Flavio Insinna, Andrea Caschetto, Dario Ballantini e Cesare Bocci.

A Neri Marcorè il premio viene assegnato per l’ideazione dell’iniziativa Risorgimarche, il festival itinerante di solidarietà per la rinascita delle comunità colpite dal sisma del 2016, e per le numerose attività ed iniziative di volontariato ed impegno sociale nelle quali è convolto, come per esempio in qualità di testimonial della Lega del Filo d’Oro.

Paolo Ruffini, ospite della scorsa edizione del festival, è rimasto molto colpito dall’atmosfera che si respira nella Città del Sorriso ed ha chiesto di poterne condividerne valori e obiettivi attraverso un impegno diretto.

Con immenso piacere l’Ente Clown&Clown, l’associazione che organizza la kermesse, lo ha allora nominato ambasciatore Clown&Clown, trovando così un preziosissimo supporto nella promozione dell’evento e dei suoi fini.

Attore cinematografico e teatrale, regista, autore, e conduttore Tv, Paolo Ruffini è noto a un pubblico di tutte le età, è amato soprattutto per la sua capacità di intrattenere con leggerezza e ironia ed è da sempre impegnato a sostenere con la sua arte progetti sociali.

Al Clown&Clown porterà anche “Up&Down”, spettacolo nel quale affronta il significato della parola “disabilità” insieme a cinque attori con la Sindrome di Down e ad uno autistico della Compagnia Mayor Von Frinzius di Livorno. Un vero e proprio happening comico e al tempo stesso emozionante che, con ironia e irriverenza, accompagnerà gli spettatori in un viaggio che racconta la bellezza che risiede nelle diversità. Lo spettacolo andrà in scena il 6 ottobre alle ore 15 sotto il tendone da circo del festival e sarà a pagamento con biglietti acquistabili su ciaotickets.com

PROGETTI FORMATIVI E SOCIALI PER LE SCUOLE

Da sempre il Festival dedica ampio spazio alla formazione dei più giovani e realizza un programma dedicato agli allievi delle scuole del territorio con spettacoli, workshop e incontri pensati per sensibilizzarli su temi delicati di stampo sociale e per avvicinarli all’arte circense. Quest’anno il Festival avvia un progetto formativo con Mus-e Italia Onlus, associazione nata nel 1999 con il compito di avvicinare alla bellezza e all’arte tutti quei bambini che vivono in contesti difficili o particolarmente disagiati. Mus-e, infatti, è presente nelle scuole dell’infanzia e primarie situate nei territori più periferici, cercando di combattere la povertà educativa, il rischio di emarginazione e isolamento dei bambini più fragili attraverso laboratori artistici condotti da artisti di altissimo livello, con la piena partecipazione degli insegnanti e delle famiglie.

SPETTACOLI E WORKSHOP DI CLOWNERIE, ARTE DI STRADA E CIRCO CONTEMPORANEO

Come da tradizione, saranno tanti gli spettacoli di compagnie e di artisti professionisti provenienti da diverse parti del mondo: soprattutto clown, ma anche artisti di strada in genere, circensi e musicisti.

Tra gli artisti di fama internazionale ci sarà Chris Lynam, interprete inglese di indiscusso livello definito dal New York Times “The King of Clowns”, uno dei protagonisti dello Slava’s Snow Show che continua a riscuotere grande successo in tutto il mondo e con all’attivo collaborazioni con artisti quali Bob Dylan e i Rolling Stones.

Chris Lynam sarà tra i protagonisti del “Gran Galà della Risata” di venerdì 5 ottobre, presenterà il suo spettacolo “Best of theatre” in tre repliche nelle giornate del 6 e 7 ottobre, parteciperà al grande evento finale “Rimbalzi di gioia… in un abbraccio che vale” e condurrà anche il workshop intitolato “Modern Clown” nella mattinata del sabato. Le iscrizioni al workshop sono aperte su www.clown&clown.org.

Tra gli altri artisti ci saranno lo spagnolo Hiltoff, l’inglese Adrian Kaye, gli italiani Agro the Clown, Sebastian Burrasca, Mister David, Nicola Virdis e i 3chef.

Giunge alla sua quinta edizione il Clown Factor, esilarante contest con nove compagnie che si sfideranno nelle serate dell’1, 2 e 3 ottobre sotto lo chapiteau del festival con giudizio del pubblico e di una giuria di esperti. Un evento nell’evento, che di anno in anno acquista seguito e credibilità maggiori, dando spazio e valore alla creatività emergente nelle arti circensi. Gli artisti del ClownFactor si esibiranno da giovedì anche nei vicoli e nelle piazze del festival e si sfideranno nel pomeriggio di sabato 6 ottobre nella Corte dei Folli per l’assegnazione del Premio “Takimiri 2018 – Una vita per il Circo” davanti ad una giuria popolare composta da bambini e ad una giuria di esperti internazionali tra i quali Antonio Giarola, direttore del Centro Educativo di Documentazione delle Arti Circensi di Verona.

I GRANDI EVENTI DI PIAZZA

Una delle principali caratteristiche del Clown&Clown Festival è l’ideazione e l’organizzazione di grandi eventi di piazza che coinvolgono un vasto pubblico in modo scenografico ed emozionante.

Sabato 6 ottobre al mattino ci sarà “Clown Art –Hugs of Color”, evento-spettacolo con gli studenti dell’I.C. “L. Lotto” di Monte San Giusto e con i ragazzi delle zone del terremoto del 2016 che, vestiti di bianco, immergeranno le mani in vernici naturali e si coloreranno abbracciandosi con la presentazione e l’animazione di Nicola Virdis e di Guillaume Vermette.

Nel pomeriggio del 6 ottobre ci sarà invece l’incredibile “Esplosione di Colori”, con suoni, giochi, balli e nuvole di colore che dipingeranno i partecipanti dalla testa ai piedi in un evento in cui si ballerà e si riderà a perdifiato.

La chiusura dell’edizione sarà con “Rimbalzi di gioia in un abbraccio che vale”, l’evento più popolare ed emozionante del Festival, un’entusiasmante e gigantesca animazione di piazza che ogni anno si rinnova con ospiti e sorprese nuove ma che ha come caratteristica peculiare l’utilizzo di migliaia di palloni e palloncini gonfiabili di vari colori e misure che mandano in delirio la piazza gremita.

Durante l’evento verrà consegnato il Premio Clown nel Cuore a Neri Marcorè.

MONTE SAN GIUSTO DIVENTA LA CITTÀ DEL SORRISO CON UN’IMPONENTE OPERA DI ARREDO URBANO

Monte San Giusto nei giorni del Festival si trasforma in un mondo colorato e allegro, un grande circo a cielo aperto che viene allestito grazie all’immenso lavoro di molti volontari che inizia con mesi di anticipo. Centinaia di addobbi, piccoli ed enormi, tutti realizzati artigianalmente dalla stragrande maggioranza dei cittadini, formano una grande opera di arredo urbano dove spiccano l’enorme naso rosso montato sul campanile della chiesa e il portale firmato da Stefano Calisti che segna il confine tra fiaba e realtà all’ingresso del borgo antico in cui si svolgono la maggior parte delle iniziative.

Monte San Giusto vuole essere la Città del Sorriso non solo durante la settimana del Festival ma 365 giorni l’anno.

Per questo è in arrivo il quarto murale, un’opera permanente che addobberà il centro storico e che sarà svelata nei giorni del Festival. Il nuovo murale sarà realizzato da Mohamed Lghacham, artista spagnolo che con le sue opere d’arte sta decorando le città di tutto il mondo

LO STREET FOOD – Ci saranno come sempre diversi street food e punti ristoro allestiti con il coinvolgimento di operatori privati del territorio per la valorizzazione dei prodotti enogastronomici locali per tutti i gusti ed allergie.

www.clowneclown.org




Clown&Clown Festival: un finale esplosivo!

GRAN FINALE DELL’11° CLOWN&CLOWN FESTIVAL CON L’EVENTO “RIMBALZI DI GIOIA” ED ENRICO BRIGNANO

di Davida Zdrazilkova Ruggieri

 

Un finale “esplosivo” dell’11ma edizione del Clown&Clown, festival di clowneria, arti di strada e comico terapia che ormai dal 2005 trasforma il piccolo borgo del maceratese nella “Città del Sorriso”.

 

Monte San Giusto, 2015-10-04 – Oggi tanti spettacoli con eccezionali artisti e il grande evento “RIMBALZI DI GIOIA” durante il quale è stato consegnato il “premio Clown nel Cuore” ad ENRICO BRIGNANO. E ancora laboratorio di costruzione del naso rosso con Guido Nardini, workshop di clownterapia e di yoga della risata.

Clown&Clown Festival

Clown&Clown Festival

Ph Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright © 
Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

Clown&Clown Festival

Clown&Clown Festival




Gran Finale con Enrico Brignano al Clown&Clown Festival

GRAN FINALE DELL’11° CLOWN&CLOWN FESTIVAL

CON L’EVENTO “RIMBALZI DI GIOIA” ED ENRICO BRIGNANO

 

4 ottobre 2015 | Monte San Giusto (MC)

 

Domenica 4 ottobre 2015 tanti spettacoli con eccezionali artisti e il grande evento “RIMBALZI DI GIOIA” durante il quale viene consegnato il “premio Cown nel Cuore” ad ENRICO BRIGNANO. E ancora laboratorio di costruzione del naso rosso con Guido Nardini, workshop di clownterapia e di yoga della risata.


Monte San Giusto – Domenica 4 ottobre a Monte San Giusto si concluderà con un finale “esplosivo” l’undicesima edizione del Clown&Clown, festival di clowneria, arti di strada e comico terapia che ormai dal 2005 trasforma il piccolo borgo del maceratese nella “Città del Sorriso”.
Un’eccezionale kermesse che dal 27 settembre ha regalato a tutta la città e ai numerosissimi visitatori giornate piene di risate con spettacoli, concerti, workshop, seminari, animazioni e con grandi ospiti. Sono state memorabili le serate con Enzo Iacchetti che si è raccontato in una esilarante e sincera intervista pubblica, la serata del 2 ottobre con la consegna del Premio “Clown nel Cuore” ad un emozionato Don Luigi Ciotti ed il Gran Galà della Risata, un cabaret raro e di altissimo livello con uno dei clown più noti e bravi al mondo, il mitico David Larible ed altri eccezionali artisti quali il Trio di Montatori Okea di Colorado composto da Enzo Polidoro, Didi Mazzilli e Andrea Viganò, Matteo Galbusera, Matthias Martelli, Ugo Sanchez Jr., la coppia nordamericana Strange Comedy e il trio Olè capitanato dall’americano Paul Marocco.

L’ultima giornata si apre al mattino con il terzo incontro del seminario per diventare “Leader Internazionale di Yoga della Risata”, una grande parata musicale con la Euro Bing band Golden Brass e alle 10 in Piazza Joeuf  laboratorio “Costruzione del naso rosso”, condotto da Guido Nardin alias Ugo Sanchez Jr., che da la possibilità di costruire il proprio naso rosso, andando a scavare nella parte più intima del proprio personaggio.
Alle ore 10.30 nel Teatro Comunale si svolge il workshop “Emozionarsi nella clownterapia” a cura della Federazione Nazionale Clown Dottori e alle ore 11 in Piazza Aldo Moro consegna del ‘IV Premio TAKIMIRI – Una Vita per il Circo’ con l’esibizione della compagnai vincitrice.  La mattinata si conclude alle 11.45 al tendone da circo l’Apericlown, un racconto dei viaggi delle associazioni amiche del Clown&Clown. Presenta Antony Persichini.

Dalle ore 14.30 alle 17 il centro storico si anima con tanti spettacoli di compagnie italiane e straniere di clown ed artisti di strada, tra i quali Andrea Fidelio, Ugo Sanrange chez jr., Matteo Galbusera, il duo nordamericano Strange Comedy, la Euro Bing Band Golden Brass e gli artisti che hanno partecipato al ClownFactor e al Premio Takimiri.

Il festival raggiunge il suo apice dalle ore 18  quando in piazza Aldo Moro confluiranno migliaia di persone, come nelle edizioni precedenti, per assistere all’estrazione della lotteria del sorriso e all’ormai tradizionale e imperdibile “RIMBALZI DI GIOIA”, entusiasmante e gigantesco gioco di piazza con migliaia di mega palloncini colorati che ogni anno, sempre con nuove coreografie e sorprese, mandano in delirio i sempre più numerosi presenti. La conduzione è affidata al Trio Okea di Colorado composto da Enzo Polidoro, Didi Mazzilli e Andrea Viganò. L’apice si raggiungerà quando salirà sul palco ENRICO BRIGNANO che riceverà il ‘Premio Clown nel Cuore 2015’, riconoscimento che viene ogni anno riservato a un personaggio famoso che si distingue anche in attività di volontariato dedicate a far ridere ed emozionare chi è più sfortunato. Brignano è spesso impegnato nel sociale, come per esempio nei confronti dell’Associazione Andrea Tudisco Onlus di Roma, attiva dal 1997 in progetti rivolti in particolare a bambini affetti da gravi patologie ed alle loro famiglie attraverso la clown-terapia.




Si avvicina la conclusione dell’undicesima edizione del Clown&Clown Festival

UN INTENSO, EMOZIONANTE E COLORATO SABATO CON GRANDI EVENTI DI PIAZZA, TANTI SPETTACOLI, MUSICA E WORKSHOP AL 10° CLOWN&CLOWN FESTIVAL

 

3 ottobre 2015 | Monte San Giusto (MC)

 

Sabato 3 ottobre i grandi eventi di piazza ‘COLORS HUGS’ ed ‘ESPLOSIONE DI COLORI’, workshop emozionale con SIMONA ATZORI, seminari di clownterapia e arte di strada, musica con l’ORCHESTRA MANCINA, spettacoli con DAVID LARIBLE e tanti altri artisti.

E intanto cresce l’attesa per ENRICO BRIGNANO che domenica 4 ottobre riceverà il “Premio Clown nel Cuore”

Monte San Giusto – Si avvicina la conclusione dell’undicesima edizione del Clown&Clown Festival. Dopo il taglio del nastro, l’accensione del grande naso rosso sul campanile, gli incontri con le scuole e il divertentissimo ClownFactor con numerosi artisti che si sono avvicendati nel corso della settimana, sabato 3 ottobre sono in programma seminari di yoga della risata e clownterapia, i grandi eventi di piazza ‘Esplosione di colori’ e ‘Hugs of Colors’, tantissimi spettacoli con DAVID LARIBLE che partecipa anche alle finali del Premio Takimiri, il workshop emozionale con SIMONA ATZORI e la NotteClown con il concerto finale dell’ORCHESTRA MANCINA.
Cresce intanto l’attesa per la grande giornata finale del 4 ottobre nella quale è atteso ENRICO BRIGNANO che riceverà il “Premio Clown nel Cuore” per il suo impegno nel sociale.
Nella serata di ieri, giovedì 1° ottobre, ENZO IACCHETTI è stato grande protagonista di una intervista-spettacolo intitolata “Storia di un ragazzo che scoprì di avere un cuore Clown” in cui ha raccontato senza filtri e in maniera autentica e genuina molti aneddoti della sua vita privata ed artistica. Il grande show man ha raccontatato cosa significa per lui essere un clown ponendo l’accento sull’anima del clown, importante più del cuore, ed ha raccontato come sono nate le canzoni bonsai che lo portarono al successo tanti anni fa con le presenze al Maurizio Costanzo Show.

I WORKSHOP E I SEMINARI DEL MATTINO
Nella mattinata di sabato 3 ottobre si svolgono seminari e workshop: all’Auditorium la seconda sessione del seminario per diventare ‘Leader Internazionale di Yoga della Risata’ condotto da Lara Luccaccioni, uno dei 4 Master Trainer italiani, al Teatro Comunale il workshop “Buone Prassi” con Roberto Flangini della Federazione Nazionale Clown Dottori e al tendone da circo il workshop “On the Road a Game” a cura dell’artista Mr David che insegnerà i segreti della street show, su come creare uno spettacolo di strada dal nulla, come fermare il pubblico, conquistarlo, intrattenerlo e convincerlo a pagare un biglietto…

IL GRANDE EVENTO “HUGS OF COLORS” ED IL PREMIO TAKIMIRI CON DAVID LARIBLE
Alle ore 10.00 si svolgerà “HUGS OF COLORS” con l’eccezionale partecipazione del grande clown DAVID LARIBLE e dell’artista di strada Andrea Fidelio in un grande evento di animazione di piazza a cura di Mattia Orsili ed Elia Aliberti che con l’aiuto di 70 volontari faranno si che circa 700 bambini di Monte San Giusto si daranno tanti abbracci colorati. Tutti i bambini indosseranno delle magliette bianche ed ognuno di loro potrà immergere le mani in vernici colorate per poi abbracciarsi e lasciare così nelle t-shirt degli altri un segno indelebile.
DAVID LARIBLE è uno dei più noti e bravi clown al mondo, vincitore del Clown d’Argento al Festival di Montecarlo nel 1988 e del Clown d’Oro nel 1999, con il quale divenne il terzo clown nella storia a raggiungere questa onorificenza dopo Charlie Rivel nel 1974 e Oleg Popov nel 1981,  e conosciuto al pubblico della TV per aver affiancato Andrea Lehotská nella conduzione di Circo Estate su Rai 3 nel 2012 e nel 2013.
David Larible è stato il principale protagonista del “Gran Galà della Risata” del 2 ottobre e, oltre ad animare “Hug of  Colors”, sabato 3 ottobre farà anche parte della giuria delle finali del  Premio Takimiri che si svolgono dalle ore 15:00 nell’atrio di Palazzo Bnafede.
Il “Premio TAKIMIRI 2015, Una Vita per il Circo” è curato dall’attrice e regista Vanessa Spernanzoni e le compagnie finaliste, selezionate attraverso il surreality ClownFactor che si è svolto da lunedì a mercoledì, sono Cristina Geninazzi, Collettivo Clown, Peppeina Marabita e Nicola Pesaresi che si esibiranno davanti al pubblico, ad una giuria popolare composta da bambini e ad una giuria di esperti tra i quali Davdi Larible ed Andrea Accattino, direttore creativo Filmaster Events.

SIMONA ATZORI E IL WORKSHOP “IL CORAGGIO DI ESSERE FELICI”
Dalle 14:30 alle 17:30 si svolgerà, all’interno del tendone GalizioTorresiCircus “Il coraggio di essere felici”, workshop emozionale con SIMONA ATZORI, ragazza priva di braccia dalla nascita che non si è mai persa d’animo intraprendendo sin da giovane l’attività di pittrice e di ballerina classica.
Chi è Simona Atzori
Simona Atzori, figlia di genitori sardi, nasce nel 1974 a Milano ed esprime ai genitori fin dalla più tenera età il desiderio di ballare e dipingere, attività che oggi pratica come professionista. Si è avvicinata alla pittura come autodidatta all’età di 4 anni e da allora non ha mai smesso, entrando a far parte nel 1983 dell’ Associazione dei Pittori che Dipingono con la Bocca e con il Piede. Nel 2001 si laurea in “Visual Arts” presso la “Univesity of Western Ontario” in Canada e ad oggi partecipa a mostre collettive e personali in tutto il mondo. Dal 2008 i suoi quadri sono in Mostra Permanente nella città di London Ontario, Canada.
All’età di 6 anni comincia a danzare e da allora, come per la pittura, l’amore per la danza classica non la abbandona mai. Nel 2000, durante l’anno giubilare, è stata Ambasciatrice per la Danza, portando per la prima volta nella storia la danza in Chiesa. Nello stesso anno riceverà il Premio Michelangelo per la danza. Nel 2010 nasce la SimonArte Dance company, con la quale porta in tournée i suoi spettacoli: “Me”, “Cosa ti manca per essere felice” e “Una stanza viola”.
Partecipa come ballerina a molti eventi pubblici: nella trasmissione televisiva “Amore” di Raffaella Carrà, durante due tappe del “Roberto Bolle and friends” al Teatro Antico di Taormina e alla Fenice di Venezia, è stata protagonista alla cerimonia di apertura delle paralimpiadi di Torino nel 2006 e durante il festival di Sanremo nel 2012; Nel 2014 danza in Piazza Plebiscito a Napoli davanti a 40 mila persone.
Nel 2011 esce il suo primo libro “Cosa ti manca per essere felice?” che nel 2014 diventa un Best Seller. Nel 2014 esce il suo secondo libro “Dopo di te”, entrambi editi con la Mondadori. Ha ricevuto negli anni numerosi premi: Primo Premio “Angelo d’Arrigo” nel 2007;  nel 2009, ad Hammamet (Tunisia) riceve un importantissimo e prestigioso riconoscimento “ Premio MONDIALE TOYP “ (the outstending young person), nel 2010 il PREMIO ATREJU, nel 2012 il DONNE ECCELLENTI , sempre nello stesso anno è stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica Italiana dal Presidente Giorgio Napolitano, nel 2013 riceve Premio Mimosa d’oro-Agrigento.

IL GRANDE EVENTO ESPLOSIONE DI COLORI
Alle ore 18:00 nell’area dei Giardini Pubblici si svolgerà l’atteso “Esplosione di Colori”, animazione di piazza che viene riproposta a grande richiesta dopo il successo ottenuto nelle ultime due edizione, con musiche, balli e tantissime buste di polvere colorata che verranno lanciate in aria creando enormi nuvole che coloreranno dalla testa ai piedi i partecipanti in un tripudio di risate ed abbracci. Un evento adatto ad un popolo che ama colorarsi e per il quale è consigliato indossare una T-shirt bianca da ”tingere di emozioni”.

GLI SPETTACOLI DI STRADA NEL POMERIGGIO, LA NOTTE CLOWN E IL DOPOFESTIVAL
Alle ore 15.30 dalla frazione di Villa San Filippo partirà la 1° Marcialonga della Città del Sorriso a cura della Nuova Atletica Sangiustese e dalle ore 15:30 vicoli e piazze della ‘Città del Sorriso’ saranno palcoscenico all’aperto di artisti di strada tra i quali gli artisti italiani Ugo Sanchez Jr. e Matteo Galbusera e il duo nord americano Strange Comedy.
Dalle 21:30 inizierà la NotteClown una serata con tanti spettacoli all’aperto e concerto finale dell’ORCHESTRA MANCINA. L’Orchestra Mancina nasce nel 1997 e suona principalmente musica ska, regghae, funky e musica italiana d’autore. Gruppo musicale rivolto ad un pubblico vasto riarrangia pezzi storici della buona discografia italiana da De Andre’ a Battisti, Mina, Massimo Ranieri, ecc… Arrangiamenti studiati dai maestri musicisti per rendere i brani frizzanti e quasi nuovi all’orecchio. I loro concerti sono uno spettacolo tutto da gustare con costumi musica e divertimento assicurato. Il gruppo è composto da Antonio Tinelli – voce e chitarra, Benedetto Ferricelli – batteria, Peppe Angelini – tromba, Maurizio Cardone – trombone, Ferdinando Filomeno – sax tenore e clarinetto, Giuseppe Damati – chitarra elettrica acustica classica e mandolino, e Nicola spera – basso .La biografia completa è in http://orchestramancina.it. Dalla mezzanotte nel tendone da circo inizierà anche il DopoFestival al quale parteciperanno tanti artisti a sorpresa.

IL 4 OTTOBRE RIMBALZI DI GIOIA E ENRICO BRIGNANO
Domenica 4 ottobre sono in programma tantissimo spettacoli ed eventi e l’oramai famoso e atteso “RIMBALZI DI GIOIA”, entusiasmante e gigantesca animazione di piazza con migliaia di mega palloncini colorati che ogni anno mandano letteralmente in delirio i sempre più numerosi presenti (più di 15.000 nell’ultima edizione).
Proprio durante questa grande festa finale che verrà consegnato il premio “Clown nel Cuore” ad ENRICO BRIGNANO noto attore, comico, regista e conduttore televisivo italiano spesso impegnato nel sociale, come per esempio nei confronti dell’Associazione Andrea Tudisco Onlus di Roma, attiva dal 1997 in progetti rivolti in particolare a bambini affetti da gravi patologie ed alle loro famiglie attraverso la clown-terapia.

 

“Storia di un ragazzo che scoprì di avere un cuore clown”
Giorgio Centamore ha intervistato ENZO IACCHETTI
davanti a un folto pubblico, tra travolgenti risate e momenti di commozione

1° ottobre 2015 – Monte San Giusto (MC)
11^ Clown&Clown Festival

Ieri, giovedì 1 Ottobre alle ore 22:00, il tendone da circo GalizioTorresiCircus era gremito di folla per assistere all’intervista pubblica ad ENZO IACCHETTI che è tornato per l’ennesima volta al Clown&Cloen Festival confermandosi grande amico e testimonial principale della manifestazione.
Accolto dalle note di “Senza Corazza” – canzone eseguita insieme alla Mabò Band nel 2011 – tra applausi e striscioni, “Zio Enzino” come viene chiamato affettuosamente a Monte San Giusto, ha raccontato se stesso senza filtri e in maniera autentica e genuina, senza nascondere la commozione, nonostante sia ormai legato a doppio filo con la comunità della “Città del Sorriso” che considera una sua seconda casa e nella quale è tornatao per la quinta volta.
Giorgio Centamore, attore di cinema e teatro oltre che autore di Enzo Iacchetti, ha condotto una intervista informale e divertente, tra imitazioni, aneddoti della vita privata ed artistica dello show man e domande del pubblico, talmente attento da riportare alcune volte l’intervistato sui binari del racconto,  tra una risata ed un applauso.
Enzo ha raccontato gli inizi, la dura gavetta come cantante e cabarettista in molti locali milanesi in cui veniva anche insultato e deriso, i primi provini e l’ingresso nello storico Derby Club di Milano.
Ha poi raccontato come è nata l’idea della poesie bonsai, nel periodi in cui aveva deciso di mollare la ricerca di una carriera artistica e svolgeva il lavoro di cameriere in un rifugio di montagna, e come è riuscito ad arrivare al Maurizio Costanzo Show in cui sono nate, improvvisando, anche le canzoni bonsai.
Al termine dell’intervista ha eseguito con la chitarra alcune delle più celebri liriche bonsai che l’hanno portato alla ribalta e ha lanciato un messaggio per lui molto importante: “del clown non dobbiamo vedere solo il cuore… c’è anche l’anima che bisogna scoprire perchè è meno leggibile, ma è molto molto importante”




Gran Galà della Risata e Don Ciotti al Clown&Clown Festival

IL 2 OTTOBRE 2015 AL CLOWN&CLOWN FESTIVAL premio a DON LUIGI CIOTTI e Gran Galà della Risata con DAVID LARIBLE, il Trio di Montatori Okea di Colorado ed altri eccezionali artisti

 

Inoltre nella giornata sessione di yoga della risata aperta a tutti e seminario per diventarne leader internazionale, seminario ECM a cura della Federazione Nazionale ClownDottori, incontri per le scuole, presentazioni di libri ed il DopoFestival con tanti ospiti a sorpresa


Monte San Giusto, 2015-10-01 – 
Prosegue con successo l’11^ edizione del Clown&Clown Festival di Monte San Giusto, festival Internazionale di Clownerie e ClownTerapia ideato dalla Mabò Band con l’intento di unire le due anime dei clown, quella artistica e quella sociale. Un grande “festival del sorriso” che dal 2005 si fa messaggero del valore universale e terapeutico della risata in una girandola di emozioni con tanti ospiti tra spettacoli, mostre fotografiche, incontri con l’autore, conferenze, workshop, yoga della risata, flash mob e grandi eventi di piazza.

Venerdì 2 ottobre è in programma una serata ricca di emozioni con la consegna del “Premio Clown nel Cuore” a DON LUIGI CIOTTI e con il Gran Galà della Risata che avrà come protagonista il clown DAVID LARIBLE ed altri eccezionali artisti tra i quali il Trio di Montatori Okea di Colorado composto da Enzo Polidoro, Didi Mazzilli ed Andrea Viganò.

IL PREMIO “CLOWN NEL CUORE” A DON LUIGI CIOTTI
Il “Clown Nel Cuore” è un riconoscimento che dal 2008 viene consegnato a personaggi che sanno unire comicità e gioia di vivere alla solidarietà, diventando modelli positivi per la comunità. Negli anni sono stati insigniti del premio Giorgio Panariello, Enzo Iacchetti, Michael Christensen, Lino Banfi, Patch Adams e Giobbe Covatta.
Un premio molto importante e significativo per l’Ente Clown&Clown che organizza il festival e per la cittadinanza di Monte San Giusto che partecipa in maniera straordinaria alla realizzazione dell’evento. In un periodo storico in cui la cronaca giornaliera è purtroppo lo specchio di una grave crisi culturale, sociale e civile,  l’organizzazione ha deciso di consegnare un DOPPIO PREMIO “CLOWN NEL CUORE” a due grandi persone che hanno a cuore i valori e i messaggi del Clown&Clown Festival e che li mettono in pratica con forza e coraggio.
Venerdì 2 ottobre alle ore 21.00 in Piazza Aldo Moro, verrà consegnato il Premio a DON LUIGI CIOTTI che nel 1965 a Torino fondò il Gruppo Abele, oggi accanto a giovani e adulti con problemi di dipendenza, donne costrette alla prostituzione, migranti, malati di Aids, famiglie in difficoltà. Dal suo ordinamento sacerdotale, avvenuto nel 1972, gli viene affidata la strada come parrocchia, e da allora il suo impegno per il sociale cresce esponenzialmente.
Convinto che solo il “noi” possa costruire cambiamento e giustizia sociale, nel 1995 don Ciotti ha dato origine a Libera, che oggi coordina l’impegno di oltre 1.600 realtà in Italia e in Europa, attive nel contrasto alla criminalità organizzata, alle mafie e nella promozione di una cultura della legalità e della responsabilità. Nel 1996, proprio con Libera, riesce a raccogliere oltre un milione di firme  per l’approvazione della legge sull’uso sociale dei beni confiscati. Un impegno totale e determinato quello di Don Luigi Ciotti, che non si risparmia nella denuncia e nel supporto ai più deboli, temi per i quali ha scritto molti saggi ed ha ricevuto molti premi. Con il gruppo Abele, che ad oggi vanta ben 50 anni di attività, lavora instancabilmente per “dar voce a chi non ha voce”, nel tentativo di saldare l’accoglienza con la politica e la cultura, e anima inoltre anche progetti di cooperazione in Africa e un consorzio di cooperative sociali che dà lavoro a persone con storie difficili alle spalle.
Domenica 4 ottobre verrà consegnato il Premio ad ENRICO BRIGNANO, noto attore, comico, regista e conduttore televisivo italiano spesso impegnato nel sociale, come per esempio nei confronti dell’Associazione Andrea Tudisco Onlus di Roma, attiva dal 1997 in progetti rivolti in particolare a bambini affetti da gravi patologie ed alle loro famiglie attraverso la clown-terapia.

IL GRAN GALA’ DELLA RISATA CON DAVID LARIBLE E TANTI ALTRI ARTISTI
Altro ospite d’eccezione di questa speciale edizione è uno dei clown più noti e bravi al mondo, il mitico DAVID LARIBLE che sarà il protagonista del “Gran Galà della Risata” del 2 ottobre insieme al Trio di Montatori Okea di Colorado composto da Enzo Polidoro, Didi Mazzilli e Andrea Viganò, e ad altri artisti italiani quali Matteo Galbusera, Matthias Martelli e Ugo Sanchez Jr., alla coppia nordamericana Strange Comedy e al trio Olè capitanato dall’americano Paul Marocco.
In caso di maltempo il Gran Gala si svolgerà sotto al tendone da circo GalizioTorresiCircus.

DAVID LARIBLE nasce a Verona nel 1957 ed è un clown italiano tra i più noti viventi, ad oggi conteso dai più grandi palcoscenici internazionali. Fa parte della settima generazione di una famiglia circense e fin da piccolo si trova in pista, formandosi nelle discipline più svariate. Nel 1980 si specializza come clown e da allora il suo talento è diventato inarrestabile. La pluriennale esperienza come trapezista, pattinatore, giocoliere, ballerino ed acrobata gli conferiscono una struttura fisica possente ma allo stesso tempo agile, che gli permettono di dare vita a una comicità unica e irresistibile. Riceve numerosissimi premi tra cui i prestigiosi clown d’Argento (1988) e d’Oro (1999) al Festival di Montecarlo (è il terzo clown nella storia a venire insignito di questa onorificenza). Negli anni diventa l’attrazione principale del  Ringling Bros. and Barnum & Bailey, il più importante circo degli Stati Uniti, dove verrà nominato “Il clown dei clowns”.  Nel 2012 presenta lo spettacolo “Larible” presso il prestigioso Circo Di Stato di Mosca e per la prima volta un’artista non russo diviene l’attrazione principale riscuotendo un successo incredibile. Nelle estati del 2012 e 2013 ha anche lavorato in televisione conducendo Circo Estate su Rai3.
Attualmente è in tournée con lo spettacolo “Le Clown des Clowns” al circo Knie in Svizzera, e in numerose città europee con i suoi recitals teatrali “Sestino di clown” e “Il clown dei clown” accompagnato dal suo pianista Stephan Kunz. Oltre a questo partecipa spesso a eventi speciali, workshop e conferenze universitarie.

IL TRIO DI MONTATORI OKEA composto da Enzo Polidoro, Didi Mazzilli ed Andrea Viganò è una delle più esilaranti rivelazioni della trasmissione televisiva Colorado. I tre scatenati comici  si cimentano nell’assemblare oggetti con l’aiuto di una sensuale voce guida che, nel fornire istruzioni per il montaggio, li predispone a giocare su esilaranti doppi sensi e parole inventate ma incredibilmente efficaci, come nel caso della “falappa”, termine ormai entrato nel gergo di molti (ma cosa sarà mai? E soprattutto serve davvero per montare un portalampada?). Gli Okea sono tre personalità differenti, tre facce differenti, un unico e perfetto risultato. Hanno provato davvero di tutto: cinema, televisione, circo, teatro, piazze, strade… ovunque ci sia un palco (e anche quando il palco non c’è) la loro capacità di performers, comici, clown e intrattenitori dirompe.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI DELLA GIORNATA
Al mattino, dalle 8.30  alle 13.00 all’ Auditorium S.Agostino si svolge il seminario per diventare ‘Leader Internazionale di Yoga della Risata’ condotto da Lara Luccaccioni, uno dei 4 Master Trainer italiani, certificata in India direttamente dal Dottor Madan Kataria, che alle ore 16 nella palestra delle scuole medie dirigerà anche una sessione di Yoga della Risata aperta a tutti.
Dalle ore 9.00 alle 17.00 al Teatro Comunale è in programma “Teoria e pratica del Clowning SocioSanitario e utilizzo delle tecniche non farmacologiche”, seminario ECM per le professioni sanitarie a cura di Federazione Nazionale Clown Dottori.
Per il Progetto Scuole alle ore 10.30 al GalizioTorresiCircus si svolgerà il laboratorio per i bambini delle scuole del territorio intitolato “Con il naso rosso in cartella” a cura del gruppo ClownCare “M’Illumino d’Immenso” che alle ore 11.30 sarà impegnato alla Casa di Riposo per la “Festa dei nonni”.
Alle ore 18 nel Polo Museale per la sezione ClownBook ci saranno le presentazioni dei libri “La fortuna viene a chi ride” di Fabio Zaganelli  e “On the road a game” di Mr David (al secolo Davide Demasi). A seguire “Donne di Carta”, performance persone libro da Roma, Arezzo, Firenze e Marche (MC e FM), che verrà replicata alle 22.30 in pIazza SantìAgostino.
Infine, dalla mezzanotte ci sarà il primo appuntamento al tendone con il DOPOFESTIVAL  condotto da Wando dei Ruggero Urlando insieme allo Chef Marcel Du Corazon con la regia di Giorgio Romagnoli e tanti artisti a sorpresa.

Le giornate di sabato e domenica proporranno un programma intenso di incontri, spettacoli e grandi eventi.
Tra gli ospiti, quale paladina del vivere in positivo, arriverà nella città del sorriso l’eccezionale artista e scrittrice SIMONA ATZORI, ragazza priva di braccia dalla nascita che non si è mai persa d’animo intraprendendo sin da giovane l’attività di pittrice e di ballerina classica. Il 3 ottobre Simona condurrà il workshop motivazionale intitolato “Il coraggio di essere felici”.




Clown&Clown Festival entra nel vivo

Don Ciotti e Brignano al Clown&Clown, il festival del sorriso e della solidarietà di Monte San Giusto

 

Attesa per i Premi “Clown nel Cuore” a DON LUIGI CIOTTI ed ENRICO BRIGNANO

 

Monte San Giusto – Il “festival del Sorriso” che dal 2005 si fa messaggero del valore universale e terapeutico della risata, quest’anno consegna un doppio “Premio Clown Nel Cuore” a DON LUIGI CIOTTI a ENRICO BRIGNANO.

Tra gli altri ospiti l’eccezionale artista SIMONA ATZORI, il noto clown DAVID LARIBLE e lo storico testimonial ENZO IACCHETTI in una girandola di emozioni tra spettacoli, mostre fotografiche, incontri con l’autore, conferenze, workshop, yarn bombing, yoga della risata, flash mob e GRANDI EVENTI DI PIAZZA in un progetto sociale in cui amore per il prossimo, condivisione e solidarietà sono gli assi portanti

Prosegue con successo l’11^ edizione del Clown&Clown Festival di Monte San Giusto, festival Internazionale di Clownerie e ClownTerapia ideato dalla Mabò Band con l’intento di unire le due anime dei clown, quella artistica e quella sociale, dagli artisti di strada ai clown-dottori passando per personaggi famosi che ogni anno partecipano gratuitamente perché condividono il valore sociale ed educativo dell’evento, come ENZO IACCHETTI che torna per l’ennesima volta confermandosi grande amico e testimonial principale della manifestazione che ogni anno lo commuove e gli riempie il cuore. “Zio Enzino”, come viene chiamato affettuosamente a Monte San Giusto, giovedì 1° ottobre alle ore 22:00 sotto il tendone GalizioTorresiCircus, sarà protagonista di una intervista- spettacolo intitolata “Storia di un ragazzo che scoprì di avere un cuore Clown”, in cui racconterà la sua vita, i suoi successi e le sue delusioni,  e regalerà al pubblico una serie di metafore ironiche sulla realtà che ci circonda, usando le liriche “bonsai” e le canzoni minimali ideate appositamente per “rubare poco tempo e andare subito al sodo” senza infastidire o annoiare chi ascolta.

Il Clown&Clown non è uno dei tanti festival di teatro di strada ed arti performative sparsi per lo Stivale.
È qualcosa di speciale che attiva e coinvolge una intera cittadinanza e fa parte di un più ampio progetto sociale denominato “LA CITTA’ DEL SORRISO” in cui rispetto per il prossimo, condivisione e solidarietà sono gli assi portanti ed il naso rosso, la maschera più piccola del mondo, il mezzo attraverso il quale diffondere questi valori.
È un grande “festival del sorriso” che dal 2005 si fa messaggero del valore universale e terapeutico della risata in una girandola di emozioni con tanti ospiti tra spettacoli, mostre fotografiche, incontri con l’autore, conferenze, workshop, yoga della risata, flash mob e grandi eventi di piazza con programma completo in www.clowneclown.org

IL PREMIO “CLOWN NEL CUORE” A DON LUIGI CIOTTI E ENRICO BRIGNANO
Cresce l’attesa per la consegna del Premio “Clown nel Cuore” a don Luigi Ciotti e ad Enrico Brignano.
Il “Clown Nel Cuore” è un riconoscimento che dal 2008 viene consegnato a personaggi che sanno unire comicità e gioia di vivere alla solidarietà, diventando modelli positivi per la comunità. Negli anni sono stati insigniti del premio Giorgio Panariello, Enzo Iacchetti, Michael Christensen, Lino Banfi, Patch Adams e Giobbe Covatta.
Un premio molto importante e significativo per l’Ente Clown&Clown che organizza il festival e per la cittadinanza di Monte San Giusto che partecipa in maniera straordinaria alla realizzazione dell’evento. In un periodo storico in cui la cronaca giornaliera è purtroppo lo specchio di una grave crisi culturale, sociale e civile,  l’organizzazione ha deciso di consegnare un DOPPIO PREMIO “CLOWN NEL CUORE” a due grandi persone che hanno a cuore i valori e i messaggi del Clown&Clown Festival e che li mettono in pratica con forza e coraggio.
Venerdì 2 ottobre alle ore 21.00 in Piazza Aldo Moro verrà consegnato il Premio a DON LUIGI CIOTTI che nel 1965 a Torino fondò il Gruppo Abele, oggi accanto a giovani e adulti con problemi di dipendenza, donne costrette alla prostituzione, migranti, malati di Aids, famiglie in difficoltà. Dal suo ordinamento sacerdotale, avvenuto nel 1972, gli viene affidata la strada come parrocchia, e da allora il suo impegno per il sociale cresce esponenzialmente.
Convinto che solo il “noi” possa costruire cambiamento e giustizia sociale, nel 1995 don Ciotti ha dato origine a Libera, che oggi coordina l’impegno di oltre 1.600 realtà in Italia e in Europa, attive nel contrasto alla criminalità organizzata, alle mafie e nella promozione di una cultura della legalità e della responsabilità. Nel 1996, proprio con Libera, riesce a raccogliere oltre un milione di firme  per l’approvazione della legge sull’uso sociale dei beni confiscati. Un impegno totale e determinato quello di Don Luigi Ciotti, che non si risparmia nella denuncia e nel supporto ai più deboli, temi per i quali ha scritto molti saggi ed ha ricevuto molti premi. Con il gruppo Abele, che ad oggi vanta ben 50 anni di attività, lavora instancabilmente per “dar voce a chi non ha voce”, nel tentativo di saldare l’accoglienza con la politica e la cultura, e anima inoltre anche progetti di cooperazione in Africa e un consorzio di cooperative sociali che dà lavoro a persone con storie difficili alle spalle.
Domenica 4 ottobre verrà consegnato il Premio ad ENRICO BRIGNANO, noto attore, comico, regista e conduttore televisivo italiano spesso impegnato nel sociale, come per esempio nei confronti dell’Associazione Andrea Tudisco Onlus di Roma, attiva dal 1997 in progetti rivolti in particolare a bambini affetti da gravi patologie ed alle loro famiglie attraverso la clown-terapia.

SIMONA ATZORI, DAVID LARIBLE E TANTI ALTRI OSPITI
Quale paladina del vivere in positivo sarà ospite l’eccezionale artista e scrittrice SIMONA ATZORI, ragazza priva di braccia dalla nascita che non si è mai persa d’animo intraprendendo sin da giovane l’attività di pittrice e di ballerina classica. Il 3 ottobre Simona condurrà il workshop motivazionale intitolato “Il coraggio di essere felici”.
Altro ospite d’eccezione di questa speciale edizione sarà uno dei clown più noti e bravi al mondo: il mitico DAVID LARIBLE, che sarà presente Sabato mattina  per animare il grande evento “Hug of Colors” e sarà tra i protagonisti del “Gran Galà della Risata” del 2 ottobre insieme al Trio di Montatori Okea di Colorado e a molti altri artisti internazionali.

LA CLOWN-TERAPIA, GLI INCONTRI PER LE SCUOLE, I WORKSHOP, LE MOSTRE, LO YOGA DELLA RISATA, ECC..
Il cartellone del Festival propone anche un workshop a cura dell’artista Mister David dal titolo “On the road a game!”, oltre a laboratori ed incontri per gli allievi delle scuole della provincia tra i quali uno condotto da Francis Calsolaro, clown e ideatore di missioni umanitarie come la recente “Il Saluto del Cuore” in Cambogia.
Sono allestire mostre fotografiche nei bellissimi vicoli del centro storico e le sezioni ClownBook” e “Libreria delle Meraviglie” propongono reading, presentazioni di libri, incontri con l’autore, letture animate, laboratori e la mostra “Libri senza parole” nel Polo Museale all’interno del progetto nazionale “La Biblioteca che verrà” che raccogliere fondi per creare una biblioteca per i popoli migranti a Lampedusa. Per la seconda volta si svolgerà il seminario per diventare ‘Leader Internazionale di Yoga della Risata’ condotto da Lara Luccaccioni, uno dei 4 Master Trainer italiani, certificata in India direttamente dal Dottor Madan Kataria.

I GRANDI EVENTI DI PIAZZA
Una delle principali specificità del festival è l’ideazione e l’organizzazione di GRANDI EVENTI DI PIAZZA che coinvolgono un pubblico molto numeroso.
Ci sarà l’evento “Hugs of Colors” con centinaia di bambini vestiti di bianco che immergeranno le mani in vernici naturali e si coloreranno abbracciandosi, la “Esplosione di Colori” con suoni, giochi, balli e nuvole di colore che dipingeranno i parteciparti dalla testa ai piedi e per tradizione si terminerà con l’oramai famoso e atteso “RIMBALZI DI GIOIA”, entusiasmante e gigantesca animazione di piazza con migliaia di mega palloncini colorati che ogni anno mandano letteralmente in delirio i sempre più numerosi presenti (più di 15.000 nell’ultima edizione). Proprio durante questa grande festa finale che verrà consegnato il premio ad Enrico Brignano che chiuderà l’undicesima edizione del festival.

clicca l’allegato

messaggi-donciotti-iacchetti-per-clownclown2015

CARTELLA STAMPA COMPLETA con approfondimenti, fotografie e video in http://is.gd/clownfestival




Prosegue il Clown&Clown Festival

Successo per il ClownFactor e attesa per l’arrivo di ENZO IACCHETTI
che sarà protagonista di una intervista-spettacolo sul suo “cuore clown”

 

Monte San Giusto, 2015-09-29 – Prosegue con successo l’11^ edizione del Clown&Clown Festival di Monte San Giusto, festival Internazionale di Clownerie e ClownTerapia ideato dalla Mabò Band con l’intento di unire le due anime dei clown, quella artistica e quella sociale, dagli artisti di strada ai clown-dottori passando per personaggi famosi che ogni anno partecipano gratuitamente perché condividono il valore sociale ed educativo dell’evento, come ENZO IACCHETTI che torna per l’ennesima volta confermandosi grande amico e testimonial principale della manifestazione che ogni anno lo commuove e gli riempie il cuore.
“Zio Enzino”
, come viene chiamato affettuosamente a Monte San Giusto, giovedì 1° ottobre alle ore 22:00 sotto il tendone GalizioTorresiCircus, sarà protagonista di una intervista- spettacolo intitolata “Storia di un ragazzo che scoprì di avere un cuore Clown”, in cui racconterà la sua vita, i suoi successi e le sue delusioni,  e regalerà al pubblico una serie di metafore ironiche sulla realtà che ci circonda, usando le liriche “bonsai” e le canzoni minimali ideate appositamente per “rubare poco tempo e andare subito al sodo” senza infastidire o annoiare chi ascolta.

Enzo Iacchetti, partecipa attivamente al Clown&Clown Festival da ben 5 anni. Da quando  ha ricevuto il premio “Clown nel Cuore” nel 2010 ritorna pieno di emozione e manifesta un grande affetto per gli amici della Mabò Band, che ha ideato il festival, e con la quale ha lavorato spesso a Striscia la Notizia.

Questo un messaggio che ha inviato all’organizzazione per il suo imminente ritorno: “è la quinta volta che torno e credo che i potenti della terra, se venissero al Clown&Clown Festival, probabilmente non farebbero più le guerre. Quando vengo qui mi sento un’altra persona, butto via le noie e i problemi futili della vita. Monte San Giusto è un paese magico!”

Sino a mercoledì 30 settembre  sera si sta svolgendo con grande successo di pubblico la seconda edizione del CLOWNFACTOR, una parodia dei reality e talent show televisivi attraverso il quale vengono selezionate i finalisti del quinto “Premio Takimiri – Una vita per il Circo” la cui finale si svolgerà sabato 3 ottobre. Durante il giorno i concorrenti sono impegnati in sfide della risata, all’interno di una casa in campagna in cui vengono ospitati per tutta la durata del festival, e la sera alle ore 21:30 si esibiscono davanti al pubblico e ad una giuria di esperti sotto il GalizioTorresiCircus, il grande tendone da circo montato nel Piazzale delle Poste grazie alla generosità dell’azienda Galizio Torresi. Il Clownfactor è a cura dell’attrice e regista Vanessa Spernanzoni e vi partecipano nove compagnie artistiche, selezionate tra le numerose che si sono iscritte online, suddivise in tre squadre ognuna delle quali capitanate da un coach.

Nelle prima serata del 28 settembre il bravissimo ventriloquo Nicola Pesaresi si è aggiudicato il premio del pubblico, il Pinocchietto dello Zecchino d’Oro.

Il festival proseguirà sino a domenica 4 ottobre in una girandola di emozioni tra spettacoli, mostre fotografiche, incontri con l’autore, conferenze, workshop, yarn bombing, yoga della risata, flash mob e GRANDI EVENTI DI PIAZZA in un progetto sociale in cui amore per il prossimo, condivisione e solidarietà sono gli assi portanti.

Verrà consegnato  DOPPIO PREMIO “CLOWN NEL CUORE”, a DON LUIGI CIOTTI per il suo lavoro con il Gruppo Abele e a ENRICO BRIGNANO per i suoi impegni nel sociale.
Quale paladina del vivere in positivo sarà ospite l’eccezionale artista e scrittrice SIMONA ATZORIragazza priva di braccia dalla nascita che non si è mai persa d’animo intraprendendo sin da giovane l’attività di pittrice e di ballerina classica. Il 3 ottobre Simona condurrà il workshop intitolato “Il coraggio di essere felici” (info per iscrizioni in www.clowneclown.org), con la sua carica vitale ed il suo bellissimo sorriso che comunicano emozioni e  quel desiderio che c’è dentro ognuno di noi di rendere la propria vita degna di essere vissuta.
Il principale ospite clown sarà DAVID LARIBLE, uno dei più noti e bravi al mondo, vincitore del Clown d’Argento al Festival di Montecarlo nel 1988 e del Clown d’Oro nel 1999, con il quale divenne il terzo clown nella storia a raggiungere questa onorificenza dopo Charlie Rivel nel 1974 e Oleg Popov nel 1981,  e conosciuto al pubblico della TV per aver affiancato Andrea Lehotská nella conduzione di Circo Estate su Rai 3 nel 2012 e nel 2013. David Larible farà parte della giuria del Premio Takimiri, animerà il grande evento “Hug of  Colors” e sarà tra i protagonisti del “Gran Galà della Risata” del 2 ottobre insieme al Trio di Montatori Okea di Colorado composto da Enzo Polidoro, Didi Mazzilli e Andrea Viganò, ad altri artisti italiani quali Matteo Galbusera, Matthias Martelli e  Ugo Sanchez Jr., alla coppia nordamericana Strange Comedy e al trio Olè capitanato dall’americano Paul Moroccos.




Al via Clown&Clown Festival 2015!

con premi “Clown nel Cuore” a Don Luigi Ciotti ed Enrico Brignano

XI edizione del festival internazionale di clownerie e clown-terapia ideato dalla Mabò Band

dal 27 settembre al 4 ottobre 2015 a Monte San Giusto (MC), la “Città del Sorriso”

Programma molto intenso per i primi giorni el Il “festival del Sorriso” che dal 2005 si fa messaggero del valore universale e terapeutico della risata me che quest’anno consegna un DOPPIO PREMIO “CLOWN NEL CUORE”, a DON LUIGI CIOTTI e a ENRICO BRIGNANO per i loro impegni nel sociale.

Tra gli altri ospiti l’eccezionale artista SIMONA ATZORI, il noto clown DAVID LARIBLE e lo storico testimonial ENZO IACCHETTI in una girandola di emozioni tra spettacoli, mostre fotografiche, incontri con l’autore, conferenze, workshop, yarn bombing, yoga della risata, flash mob e GRANDI EVENTI DI PIAZZA in un progetto sociale in cui amore per il prossimo, condivisione e solidarietà sono gli assi portanti

DON CIOTTI

DON CIOTTI

Monte San Giusto (MC) – E’ stata presentata questa mattina in conferenza stampa in Regione l’XI edizione di Clown&Clown Festival 2015, la manifestazione internazionale che animerà per una settimana dal 27 settembre al 4 ottobre Monte San Giusto.

E’ un’iniziativa – ha sottolineato l’assessore regionale al Turismo-Cultura,Moreno Pieroni – che nel corso del tempo è diventata un orgoglio per la nostra regione. Non solo si caratterizza per un grande impatto turistico e culturale, una grande festa per tutti organizzata in periodo di destagionalizzazione, ma soprattutto una delle poche manifestazioni che sanno coniugare questi elementi importanti ad un messaggio di forte significato sociale e di solidarietà che si riassume nel sorriso come dono di sé agli altri. Per questo la Regione Marche esprime vicinanza ai contenuti di questa iniziativa ed abbiamo voluto segnare con questa presentazione di oggi il pieno sostegno. Del resto se negli anni personalità della cultura e del sociale come Don Luigi Ciotti quest’anno hanno aderito con la massima disponibilità, significa che l’impegno, la passione, la professionalità degli organizzatori e di tutti i cittadini che partecipano attivamente costituiscono un infuso raro e introvabile che ne fanno davvero un unicum a livello nazionale e internazionale.”

La passione, appunto , di 25 anni di Arte di strada della Mabò Band con Amilcare Pompei e Renzo Stizza, Fabrizio Palazzetti ideatori della manifestazione con l’intento di unirele due anime dei clown, quella artistica e quella sociale, dagli artisti di strada ai clown-dottori passando per personaggi famosi che ogni anno partecipano gratuitamente perché condividono il valore sociale ed educativo dell’evento. Anche per questa edizione hanno promesso risate ed emozioni forti a cominciare dal naso rosso da clown issato sul campanile di Monte san Giusto, diventato ormai un simbolo di Clown&Clown. Una manifestazione a cui credono anche molti imprenditori locali che sponsorizzano le diverse e originali sezioni in cui è articolato il programma della settimana e che è diventata la “casa” delle oltre 100 associazioni nazionali di clownterapia che qui ogni anno si radunano per incontarsi e confrontarsi.

Alla conferenza ha partecipato, oltre alla Presidente dell’Ente Clown&Clown, Alessandra Aliberti anche l’assessore comunale Paolo Luciani che, evidenziando la partecipazione attiva di tutti i cittadini alla manifestazione, ha anche lanciato il brand Monte San Giusto “ Città del Sorriso”, un logo che distinguerà le attività economiche, sociali e culturali della cittadina per segnare la cifra di Clown&Clown.

Monte San Giusto si trasformerà inungrandecirco a cielo apertocon tante meravigliose scenografie ed addobbi, come l’enorme naso rosso che domina dal campanile della chiesa, al quale si aggiunge per la prima volta lo yarn bombing, arte di strada che impiega filati colorati lavorati a maglia o ad uncinetto, con i quali i sangiustesi stanno vestendo la città, i suoi alberi, le maniglie delle porte, i vasi, le cassette delle lettere, ecc…

Un grande “festival del sorriso”che dal 2005 si famessaggero del valore universale e terapeutico della risata in una girandola di emozioni con tanti ospititraspettacoli, mostre fotografiche, incontri con l’autore, conferenze, workshop, yoga della risata, flash mob e grandi eventi di piazza con programma completo in www.clowneclown.org

Iacchetti, Clown & Clown 2014

Iacchetti, Clown & Clown 2014

IL PROGRAMMA DEI PRIMI GIORNI – La giornata inaugurale e il CLOWNFACTOR

Domenica 27 settembre, alle ore 14.30 ci sarà l’inaugurazione della“Città del Sorriso” alla Porta Romana, che come ogni anno viene trasformata nella porta di ingresso di un grande circo a cielo aperto. Il sindaco taglierà il nastro sulle note della Junior Band e dei Pata Pata Clown e subito dopo ci si sposterà in Piazza Joeuf per la presentazione libro fotografico “Ho fatto un sogno – 10 anni di Clown&Clown Festival”, progetto editoriale nato all’indomani dell’Edizione 2014, la numero 10, dall’esigenza, condivisa dall’Amministrazione Comunale e dall’Ente Clown&Clown, di realizzare una pubblicazione celebrativa dell’evoluzione della manifestazione dal 2005 ad oggi.

Verranno poi presentate le novecompagnie partecipanti al ClownFactor e alle ore 16 vengono inaugurate le mostre fotografiche nei vicoli del centro storico ela mostra “Libri senza parole” nel Polo Museale all’interno del progetto nazionale “La Biblioteca che verrà” che raccogliere fondi per creare una biblioteca per i popoli migranti a Lampedusa.

Alle 16:30 viene presentato HAPPINESS IS A CHOISE, un nuovo grande murale della Città del Sorriso realizzato da Mattia Orsili, Elia Aliberti e Mauro Spinelli. Alle 17 in varie location del centro storico ci saranno esibizioni delle compagnie partecipanti ClownFactor.

Alle 21.30 ci sarà il momento che tutti aspettano ogni anno con gioia, senza il quale la “Città del Sorriso” non potrebbe chiamarsi tale: l’accensione del grande naso rosso del campanile della chiesa. Alle 22 si concluderà in con l’inaugurazione del GalizioTorresiCircus, un grande tendone da circo messo a disposizione del festival dalla generosità dell’azienda GalizioTorresi, all’interno del quale si svolgerà lo spettacolo “COSA SOGNA UN CLOWN?” con i ragazzi della scuola secondaria di 1° grado “L. Lotto” di Monte San Giusto che raccontano cosa è per loro la città del sorriso.

Nelle giornate di lunedì, martedì e mercoledì sono in programma al mattino incontri e spettacoli per le scuole sotto al tendone da circo, nei pomeriggi letture animate e presentazioni di libri e la sera l’appuntamento al tendone con l’imperdibile seconda edizione del CLOWNFACTOR, una parodia dei reality e talent show televisivi attraverso il quale vengono selezionate le compagnie artistiche finaliste del quinto‘Premio Takimiri – Una vita per il Circo’ la cui finale si svolgerà sabato 3 ottobre. Il Clownfactor è a cura dell’attrice e regista Vanessa Spernanzoni. Durante il giorno i concorrenti saranno impegnati in sfide della risata, all’interno di una casa in campagna in cui vengono ospitati per tutta la durata del festival, e la sera alle ore 21:30 si esibiranno davanti al pubblico e ad una giuria di esperti.

IL PREMIO “CLOWN NEL CUORE” A DON LUIGI CIOTTI E ENRICO BRIGNANO

Il Premio “Clown Nel Cuore” è un riconoscimento che dal 2008 viene consegnato apersonaggi che sanno unire comicità e gioia di vivere alla solidarietà, diventando modelli positivi per la comunità. Negli anni sono stati insigniti del premio Giorgio Panariello, Enzo Iacchetti, Michael Christensen, Lino Banfi, Patch Adams e Giobbe Covatta.

In un periodo storico in cui la cronaca giornaliera è purtroppo lo specchio di una grave crisi culturale, sociale e civile, l’organizzazione ha deciso di consegnare un DOPPIO PREMIO “CLOWN NEL CUORE” a due grandi persone che hanno a cuore i valori e i messaggi del Clown&Clown Festival e che li mettono in pratica con forza e coraggio.

Venerdì 2 ottobre verrà consegnato il Premio a DON LUIGI CIOTTI che nel 1965 a Torino fondò il Gruppo Abele, oggi accanto a giovani e adulti con problemi di dipendenza, donne costrette alla prostituzione, migranti, malati di Aids, famiglie in difficoltà. Convinto che solo il “noi” possa costruire cambiamento e giustizia sociale, nel 1995 don Ciotti ha dato origine a Libera, che oggi coordina l’impegno di oltre 1.600 realtà in Italia e in Europa, attive nel contrasto alla criminalità organizzata, alle mafie e nella promozione di una cultura della legalità e della responsabilità.

Domenica 4 ottobre verrà consegnato il Premioad ENRICO BRIGNANO, noto attore, comico, regista e conduttore televisivo italiano spesso impegnato nel sociale, come per esempio nei confronti dell’Associazione Andrea Tudisco Onlus di Roma, attiva dal 1997 in progetti rivolti in particolare a bambini affetti da gravi patologie ed alle loro famiglie attraverso la clown-terapia.

SIMONA ATZORI, DAVID LARIBLE, ENZO IACCHETTI E TANTI ALTRI OSPITI

Quale paladina del vivere in positivo sarà ospite l’eccezionale artista e scrittrice SIMONA ATZORIragazza priva di braccia dalla nascita che non si è mai persa d’animo intraprendendo sin da giovane l’attività di pittrice e di ballerina classica. Il 3 ottobre Simona condurrà il workshop intitolato “Il coraggio di essere felici” (info per iscrizioni in www.clowneclown.org), con la sua carica vitale ed il suo bellissimo sorriso che comunicano emozioni e quel desiderio che c’è dentro ognuno di noi di rendere la propria vita degna di essere vissuta.

Il principale ospite clown sarà DAVID LARIBLE, uno dei più noti e bravi al mondo, vincitore del Clown d’Argento al Festival di Montecarlo nel 1988, del Clown d’Oro nel 1999, e conosciuto al pubblico della TV per aver affiancato Andrea Lehotská nella conduzione di Circo Estate su Rai 3 nel 2012 e nel 2013.

David Larible farà parte della giuria del Premio Takimiri, animerà il grande evento “Hug of Colors” e sarà tra i protagonisti del “Gran Galà della Risata” del 2 ottobre insieme al Trio di Montatori Okea di Colorado composto da Enzo Polidoro, Didi Mazzilli e Andrea Viganò, ad altri artisti italiani quali Matteo Galbusera, Matthias Martelli e Ugo Sanchez Jr., alla coppia nordamericana Strange Comedy e al trio Olè capitanato dall’americano Paul Moroccos.

ENZO IACCHETTI, “Zio Enzino” come viene chiamato affettuosamente a Monte San Giusto, il 1° ottobre alle ore 22:00 sotto il tendone GalizioTorresiCircus, sarà protagonista di una intervista pubblica intitolata “Storia di un ragazzo che scoprì di avere un cuore Clown”, in cui racconterà la sua vita, i suoi successi e le sue delusioni fino all’esperienza del Clown&Clown Festival al quale partecipa generosamente da cinque edizioni.

LA CLOWN-TERAPIA, GLI INCONTRI PER LE SCUOLE, I WORKSHOP, LE MOSTRE, LO YOGA DELLA RISATA, ECC..

Come sempre ci saranno decine di associazioni operanti nel settore della clown-terapia che organizzano, con il coordinamento della Federazione Nazionale Clown Dottori, workshop e seminari sul tema.

Sotto lo chapiteausi svolgeranno altri show, i dopo-festival, un workshop a cura dell’artista Mister David dal titolo “On the road a game!” su come attirare l’attenzione del pubblico in strada creando un teatro urbano e sulla giocoleria, oltre a laboratori ed incontri per gli allievi delle scuole della provincia tra i quali uno condotto da Francis Calsolaro, clown e ideatore di missioni umanitarie come la recente “Il Saluto del Cuore” in Cambogia .

La “Notte Clown” del 3 ottobre sarà ricca di spettacoli e si concluderà con il concerto dell’Orchestra Mancina.
Le
sezioni “ClownBook” e “Libreria delle Meraviglie” proporranno reading, presentazioni di libri, incontri con l’autore, letture animate, laboratori. Per la seconda volta si svolgerà il seminario per diventare‘Leader Internazionale di Yoga della Risata’ condotto da Lara Luccaccioni, uno dei 4 Master Trainer italiani, certificata in India direttamente dal Dottor Madan Kataria e World Laughter Ambassador. Info e prenotazioni al 3343256678. Ci sarà anche una sessione speciale aperta a tutti venerdì 2 ottobre, oltre a Flash Mob della Risata durante il Festival!

I GRANDI EVENTI DI PIAZZA

Una delle principali specificità del festival è l’ideazione e l’organizzazione di GRANDI EVENTI DI PIAZZA che coinvolgono un pubblico molto numeroso. Ci sarà l’evento Hug of Colors” con centinaia di bambini vestiti di bianco che immergeranno le mani in vernici naturali e si coloreranno abbracciandosi, la “Esplosione di Colori” con suoni, giochi, balli e nuvole di colore che dipingeranno i parteciparti dalla testa ai piedi e per tradizione si terminerà con l’oramai famoso e atteso “RIMBALZI DI GIOIA”, entusiasmante e gigantesca animazione di piazza con migliaia di mega palloncini colorati che ogni anno mandano letteralmente in delirio i sempre più numerosi presenti (più di 15.000 nell’ultima edizione). Proprio durante questa grande festa finale che verrà consegnato il premio ad Enrico Brignano che chiuderà l’undicesima edizione del festival.

Clown&Clown_la presentazione in Regione

Clown&Clown_la presentazione in Regione

I MESSAGGI DI DON LUIGI CIOTTI ED ENZO IACCHETTI

PER L’AVVIO DELL’11° CLOWN&CLOWN FESTIVAL

Messaggio per Clown&Clown Festival da Don Ciotti
«Facendoci ridere, i clown ci fanno capire cose molto serie. Ci dicono che la vita è relazione, accoglienza, incontro e convivenza di diversità. E che un sorriso non si nega a nessuno, a partire dai bambini e da chi il sorriso ha perduto perché vittima di violenza, di sfruttamento, d’ingiustizia.
Sia allora, il vostro Festival – al quale sono felice di partecipare – qualcosa che prosegue oltre il momento della festa. Si traduca nell’impegno quotidiano di una comunità aperta all’accoglienza, capace di rispondere ai bisogni e alle speranze, impegnata ad affermare la dignità e i diritti.
Del resto è scritto nel vostro stesso nome: Monte San Giusto.
La giustizia si fonda sulla prossimità. Non c’è giustizia senza il riconoscimento degli altri e senza l’impegno di tutti per il bene comune. Ecco allora che i “nasi rossi” e le maschere dei clown diventano un paradossale invito all’autenticità e alle responsabilità di una vita libera dalle maschere e dagli idoli del nostro tempo: l’indifferenza, l’egoismo, il conformismo, la ricerca di profitto e di potere».

Luigi Ciotti

 

Messaggio per Clown&Clown Festival da Enzo Iacchetti
“E’ la quinta volta che torno e credo che i potenti della terra, se venissero al Clown&Clown Festival, probabilmente non farebbero più le guerre. Quando vengo qui mi sento un’altra persona, butto via le noie e i problemi futili della vita. Monte San Giusto è un paese magico!”

Enzo Iacchetti

clicca il Programma

PROGRAMMA Clown&Clown 2015

CARTELLA STAMPA COMPLETA con approfondimenti, fotografie e video in
http://is.gd/clownfestival

www.clowneclown.org – Tutti gli eventi sono gratuiti ad eccezione di alcuni workshop

Clown&Clown Festival

Clown&Clown Festival