Auguri da Cossignano

Cossignano, 2020-01-01 – Buon Anno 2020

 

 




Pro Loco Cossinea: mezzo secolo di storia

      Cossignano – L’Associazione Turistica Pro Loco Cossinea festeggia il cinquantesimo anniversario della sua fondazione, e dunque un mezzo secolo di storia tra feste, cultura e turismo: un traguardo importante per l’Associazione, che nasce il 16 dicembre del 1969 e da allora si dedica a promuovere iniziative di tutela e valorizzazione delle bellezze naturali e del patrimonio storico-monumentale di Cossignano, a curare l’informazione e l’accoglienza dei turisti, a  rendere più gradito il soggiorno e la qualità della vita dei residenti.  Mezzo secolo di valori, impegno e passione in un lungo viaggio, non sempre facile ed agevole, che ha fatto incontrare tanti concittadini volonterosi, invitandoli a percorrere, insieme con l’Associazione, un tratto del loro cammino, a favore della Comunità.

         La Pro Loco Cossinea, vale la pena di notarlo, è la più longeva associazione Cossignanese, con radici forti e ambizione di guardare lontano, e sicuramente rappresenta oggi uno strumento prezioso in grado di operare capillarmente – con la sua sperimentata capacità di organizzare il volontariato – nella sua nobile funzione di trasferire al turista esperienze memorabili, valori di cultura e tradizioni, di arte e di tipicità. Uno strumento necessario per rafforzare la rete di relazioni istituzionali con tutti gli attori pubblici e privati appartenenti anche al mondo dell’associazionismo e del volontariato, perché rappresenta un forte momento di stimolo, proposizione, sintesi ed unione di tutte le risorse umane esistenti nella Comunità, nel rispetto delle proprie finalità istituzionali. Uno strumento indispensabile per il consolidamento dell’opera di valorizzazione e promozione turistica del nostro paese. Per tutto ciò, e altro ancora, la Comunità intera di Cossignano è invitata a partecipare alla festa dell’Associazione, che si terrà domenica 22 dicembre, alle ore 16,30, presso la chiesa dell’Annunziata, dove si ripercorreranno alcuni momenti salienti dell’attività associativa, senza dimenticare il contributo di quanti hanno concorso ad accrescere il prestigio dell’Associazione. Una festa per celebrare il sodalizio tra l’antico borgo e la storica Pro Loco Cossinea con un brindisi di saluto e di augurio di buon Natale e di un sereno e prospero Anno Nuovo.

 

 




Cossignano aderisce all’Unicef “Go Blue”

Giornata Mondiale dell’Infanzia 20 novembre 2019 – Incontro bambini e genitori Scuola G. Passali

Cossignano – Mercoledì 20 Novembre 2019 alle ore 11.00 nei locali della Scuola di Cossignano in Via G. Passali si è tenuto un INCONTRO con gli alunni e i genitori nel corso del quale è stata promossa dal Sindaco Dott. Giancarlo Vesperini una “lettura” inerente la CARTA dei DIRITTI del BAMBINO approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

L’auspicio dell’Amministrazione comunale è stato quello di coinvolgere l’attenzione di grandi e piccoli nel prendere coscienza della situazione, per la promozione e la tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Il Comune di Cossignano ha aderito all’iniziativa dell’Unicef “GO BLUE” promossa in occasione della Giornata mondiale dell’Infanzia del 20 novembre 2019, illuminando simbolicamente di blu l’intero edificio scolastico di Via G. Passali.

 

 




La fabbrica nel paesaggio, menzione speciale per “Le Cese” di Cossignano

X° Concorso Internazionale “La fabbrica nel paesaggio” indetto dalla Federazione Italiana delle Associazioni Club e Centri per l’UNESCO

Menzione speciale per il percorso naturalistico “Le Cese” realizzato dal Comune di Cossignano

Cossignano – Sabato 12 ottobre 2019 nella elegante cornice di Palazzo dei Trinci a Foligno, si è svolta la premiazione del X° concorso Internazionale “La fabbrica nel paesaggio” sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo, della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, della Federazione Europea dei Club per l’UNESCO e con l’organizzazione del Club per l’UNESCO di Foligno e Valli del Clitunno.

Partecipano al premio le candidature proposte dai Club per l’UNESCO italiani ritenute più meritevoli per gli interventi attuati volti alla valorizzazione del patrimonio paesaggistico e ambientale. Le candidature complessivamente pervenute sono state 23 suddivise tra aziende private e pubbliche amministrazioni.

Il Club per l’UNESCO di San Benedetto del Tronto ha presentato quest’anno, di concerto con il Comune di Cossignano, il percorso naturalistico “Le Cese”.

La qualificata Commissione giudicatrice, tra cui spicca la presenza del Prof. Arch. Giovanni Carbonara, ha assegnato una Menzione Speciale al percorso naturalistico “Le Cese” in quanto intervento rappresentativo di “un ottimo sistema comunale di gestione dell’ambiente, valorizzando la bellezza di un Borgo attraverso la creazione di un percorso naturalistico e culturale di alto valore paesaggistico”.

Le Cese” rappresentano un itinerario di 6,5 km, segnato in mezzo alle “ terre “ della campagna di Cossignano, nel rispetto della natura e con la consapevolezza di preservare l’ambiente alla riscoperta di una natura variegata.

Il percorso, accessibile ad escursionisti di tutte le età, si snoda attraverso lievi dislivelli in un terreno prevalentemente argilloso caratterizzato dai cosiddetti calanchi-vallecole derivanti dall’erosione delle acque superficiali.

Il Sindaco di Cossignano, Giancarlo Vesperini, accompagnato da Laura Cennini presidente del Club per l’UNESCO di San Benedetto del Tronto, ha ritirato l’attestato di Menzione Speciale esprimendo ringraziamenti per il riconoscimento di un progetto nato dall’idea di coinvolgere l’intero territorio sull’importanza di proteggere il paesaggio come bene culturale ed ambientale, rafforzando gli interventi di sensibilizzazione e rispetto dell’ambiente.

Il Sindaco Vesperini ha inoltre annunciato un programma di estensione dei sentieri percorribili con ulteriori punti di sosta che permetteranno di apprezzare maggiormente il paesaggio, la cultura e le tradizioni di un territorio ricco di tesori culturali e paesaggistici.

Le candidature vincitrici della X edizione del premio sono state il Parco del Cormor ad Udine e l’azienda Agricola-bio Tarazona Miriam in provincia di Arezzo.




Cammina con noi nella settimana europea della mobilità sostenibile

Cossignano – L’Amministrazione comunale di Cossignano ha aderito alla Settimana europea della mobilità sostenibile attiva e sicura che si svolgerà dal 16 al 22 settembre e che la Regione Marche coordina per dare visibilità unitaria a tutte le iniziative.

Lo slogan scelto per il 2019 è Cammina con noi! (Walk with us!) e punta l’attenzione sulla sicurezza degli spostamenti a piedi (o in bicicletta) e sui benefici che ne derivano per la nostra salute, l’ambiente e anche per il portafoglio: queste attività sono infatti a emissioni zero e contribuiscono a mantenere il cuore e il corpo in salute, oltre a farci risparmiare i costi di altri mezzi di spostamento.

Domenica 22 settembre 2019, alle ore 9.15, con raduno al Piazzale Europa, è organizzata una camminata naturalistica a partecipazione gratuita di circa 6 km alla scoperta del territorio di Cossignano.

Il rientro dall’escursione è programmato per le ore 11.45 circa. Si raccomandano un abbigliamo comodo e delle scarpe adeguate.

 




Le Cese, un percorso naturalistico tutto da scoprire

Cossignano, accogliente per natura

 

Cossignano – Domenica 8 settembre 2019, con partenza dal Piazzale Europa di Cossignano alle ore 9.15, verrà presentato attraverso un tour podistico il percorso naturalistico “Le Cese”. Il percorso nasce con l’ambizione di poter far conoscere i molteplici aspetti che caratterizzano il territorio di Cossignano come la flora, la fauna, la geologia e il paesaggio campestre modellato da millenni di relazione tra uomo e ambiente. Trattasi di una nuova proposta per scoprire cosa rende questo territorio “unico” e diverso dagli altri. Si propone un percorso urbano ed extraurbano ad anello di circa 6,5 km (lungo) o di 5,3 km (medio), suggestivo e facilmente percorribile, da realizzarsi a piedi con persone di tutte le età, anche non allenate. Il percorso naturalistico si sviluppa verso una delle aree paesaggistiche più belle del territorio: dal centro storico cittadino, che racchiude elementi architettonici preziosi, si diramano le strade per raggiungere i sentieri che attraversano la campagna coltivata e le aree boschive, dove è possibile scoprire una natura variegata che nasconde tante piccole curiosità. Il nome del percorso deriva dal toponimo locale della contrada “Cese”. Il termine “cesa” indica la particella disboscata. Con le cèse si intende il bosco ceduo. Tale è uno dei significati della voce cesa, derivata dal latino caesa participio di caedere “tagliare”. Le cese negli antichi catasti indicavano infatti i luoghi disboscati. Nel percorso prevalerà ovviamente il ritmo “slow”, per approfondire e assaporare l’esperienza che si sta vivendo, godendo delle bellezze e degli scorci magnifici che questa terra sa regalare. Cossignano accoglie dunque i visitatori che abbracciano questa filosofia di viaggio che lega il territorio al turismo lento e di qualità, offrendo un paesaggio attraversato da percorsi facilmente accessibili e percorribili a piedi per raggiungere e vivere il Borgo e la natura senza fretta. Il progetto “Cossignano, accogliente per natura” nasce, pertanto, per offrire un’esperienza sorprendente a tutti gli appassionati della collina, agli amanti della natura, dell’escursionismo, del trekking e anche della mountain bike. Il percorso, il cui tracciato è all’80% sterrato, è supportato dalla segnaletica di indicazione convenzionale CAI e da una guida/mappa realizzata dal responsabile della Polizia Locale Tiziana Pieramici. La guida è stata tradotta anche in inglese a cura di Camilla Beretta.




La bontà del “fritto misto” in sagra a Cossignano

Cossignano –  Appuntamento a Cossignano da venerdì 2 a lunedì 5 agosto, dalle ore 19:30 e fino a notte fonda, con la sagra del fritto misto più squisita del Piceno. Curiosi e buongustai potranno lasciarsi conquistare dal miglior fritto misto all’ascolana e le sue varianti, cucinato con gli accorgimenti e l’amore di una volta da mani sapienti dei volontari della Pro Loco Cossinea. Un piatto genuino che saprà trasformare le tradizionali serate enogastronomiche estive cossignanesi in un vero e proprio ritrovo per intenditori. L’autentica e tradizionale Sagra del “Fritto misto”, giunta alla sua dodicesima edizione, prevede un menù capace di deliziare anche il palato dei più esigenti: si può iniziare con le mezze maniche al profumo di bosco e poi fritto misto, dominato dalla rinomata oliva ripiena di carne che accompagna il non meno celebre cremino, tutto proveniente da un laboratorio locale di Cossignano che garantisce tecniche di produzione manuale-artigianale, rispettose delle tradizioni, oltre di genuina e fresca qualità. Il piatto, arricchito anche con anelli di cipolle, funghi, zucchine e tagli di tacchino fritto, prevede l’aggiunta anche del formaggio fritto. Il tutto potrà essere accompagnato da vini di produzione di cantine locali del territorio che coltivano vitigni rigorosamente autoctoni come Pecorino, Passerina e Rosso Piceno, per la produzione di vini DOCG, DOC e IGT. Per i più golosi non mancheranno gustosi biscotti secchi prodotti dai forni del territorio. Una sagra del gusto, di qualità, capace di offrire un fritto “ricco” ma soprattutto ben cucinato e “leggero” e che, come è stato sempre negli auspici dell’Amministrazione comunale e della Direzione della Pro Loco, intende valorizzare in maniera prevalente i prodotti locali e della tradizione, secondo il principio della filiera corta legata al territorio coinvolgendo le migliori aziende agricole e artigianali del luogo. Dunque un’occasione davvero unica di gustare il fritto misto all’insegna della qualità e dei sapori della tradizione apprezzando i migliori vini locali. Per rendere le serate enogastronomiche ancora più speciali, dalle ore 22.00, sono in programma importanti eventi: venerdì 2 agosto, “Concertino Burro e Salvia”; sabato 3 agosto “Sogno protetto” di Lucio Matricardi; domenica 4 agosto “No name & Another Band” e, infine, lunedì 5 agosto “ScherziAMO – Chi nasce per gioco non può che vivere in allegria” con Piero Massimo Macchini. Un’offerta musicale e di spettacoli molto importante per tutti i gusti e fasce d’età, per riscoprire Cossignano, terra del gusto e delle emozioni.

 

 




E… state @ “Cossignano Medioevo Festival”

Medioevo Festival a Cossignano con sagra e spettacoli

 

Il progetto “Cossignano Medioevo Festival” giunge alla quindicesima edizione e si propone, come è noto, di far rivivere, tra miti e leggende, all’interno del borgo tipicamente medievale, la magia di quell’età di mezzo che ancora oggi attrae i sensi, con la forza dei suoi contrasti.

La manifestazione enogastronomica apre il sipario, fuori dalle mura, al piazzale Europa, con la SAGRA MEDIEVALE “I sapori del castello” alle ore 19:30 di venerdì 26 luglio, per poi proseguire con l’evento sabato 27 e domenica 28 con lo stesso orario di apertura. Una vera sagra del gusto e delle tradizioni con affettati misti e formaggio, zuppa di farro in ciotola di pane, polenta con funghi salsicce e tartufo, spezzatino di maiale con mele e arance, arrosticini di castrato e “VinodiVino”, la migliore selezione di vini da vitigni autoctoni.

Sabato 27 luglio, oltre la sagra medievale, vedrà realizzare al Centro Storico, con ingresso gratuito, la rituale FESTA MEDIEVALE “Al Castellum Martis” A.D. MMXIX con ritmi, animazioni e spettacoli. Per tutta la serata si spiegheranno attività varie a cura di gruppi storici in costume, sbandieratori, chiarine e tamburini, rappresentazioni narrative di piazza con prestigiose compagnie e scenografia d’altri tempi, giochi popolari, rozza baldoria e piccoli ristori in taberna. In programma, quest’anno, la partecipazione straordinaria della Compagnia del G.A.M.S. di Servigliano, della Compagnia dei Folli di Ascoli Piceno e degli “Errabundi Musici” di Fermo.

Un appuntamento da non perdere, promosso dall’Amministrazione comunale e realizzato dalla Pro Loco Cossinea, che unisce il gusto per la rievocazione alla teatralità, tra momenti di incanto e di emozione, alla scoperta di un borgo medievale tutto da vivere.

 

 

 

 




Voler bene all’Italia, iniziative a Cossignano

Cossignano – Cossignano aderisce, per il tredicesimo anno consecutivo, all’iniziativa promossa da Legambiente “Voler bene all’Italia”, Festa nazionale dei e per i piccoli Comuni, sedi di opportunità per le future generazioni, per vivere e restare immersi in paesaggi di qualità e di buon vivere, in comunità coese e dinamiche.
Per la corrente annualità, nelle giornate del 1° e del 2 giugno 2019 la promozione culturale e turistica del borgo è incentrata nella valorizzazione del simbolo della comunità locale, ovvero la Chiesa dell’Annunziata, che racchiude al suo interno i Musei civici di Cossignano:
– il Museo civico di arte sacra “Chiesa dell’Annunziata”: la parte più antica dell’edificio risale al 1265, la campana al 1456. All’edificio a navata unica, all’interno l’affresco più antico raffigura la Madonna col Bambino e Santi, del XV sec. Gli altri affreschi sono del secolo successivo, di scuola crivellesca;
– l’Antiquarium comunale “Niccola Pansoni”: l’antiquarium raccoglie significativi reperti dei rinvenimenti sul popolo dei Piceni; si tratta di oggetti di uso quotidiano, di ornamenti in ferro e bronzo, armi in ferro risalenti ad un periodo compreso tra la fine del VII e il primo V secolo a.C. e che documentano l’insediamento di una consistente comunità picena che intratteneva intensi rapporti nell’area del Piceno meridionale. La collezione, che comprende ceramica da cucina, ornamenti, gioielli, strumenti e armi, è inoltre arricchita con materiali didattici, come disegni ricostruttivi e pannelli in italiano e inglese.

Per l’accoglienza dei turisti è aperto il Punto I.A.T. (Informazione ed Accoglienza Turistica), allestito in Piazzale Europa a seguito degli eventi sismici, per visite guidate ai Musei civici di Cossignano e alle bellezze architettoniche del borgo, con orari 10.00 – 13.00 e 15.30 – 19.30.

Nell’occasione saranno distribuiti gratuitamente il depliant “Cossignano, ombelico del Piceno”, la Mappa Turistica di Cossignano, gli opuscoli dei Musei civici e del percorso naturalistico “Le Cese”.

Inoltre, i cittadini potranno condividere l’appello dei piccoli Comuni al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella di un sostegno concreto al percorso di innovazione sociale, di rinascita dei borghi e di tenuta territoriale di cui queste realtà hanno diffusamente bisogno. L’appello potrà essere condiviso inviando una cartolina postale preaffrancata disponibile presso il Comune e presso l’Ufficio Postale di Cossignano.

 




Cossignano festeggia il suo patrono San Giorgio

Cossignano, 2019-04-24 – Come da tradizione anche quest’anno l’Amministrazione comunale e la Pro loco Cossinea hanno organizzato la festa del patrono San Giorgio. Dopo la Festa liturgica di San Giorgio Martire celebrata ieri alle ore 21.00 con la tradizionale accensione della Fontana di Piazzale Europa, la processione con la reliquia di San Giorgio Martire e la Messa solenne presso la Chiesa di Santa Maria Assunta, nella data odierna è stata inaugurata l’area giochi presso gli Impianti Sportivi. Tale area è stata realizzata con il contributo di solidarietà post sisma della Comunità di Certaldo, oggi presente all’inaugurazione con una delegazione. Domani giovedì 25 aprile, dalle ore 8.00 e per tutta la giornata, dal Piazzale Europa al Borgo San Paolo, si svolgerà la 24a “Fiera di San Giorgio” con numerosi commercianti, espositori e spazi riservati agli artigiani, hobbisti, OPI, prodotti tipici e biologici. Alle ore 10.00, presso la Sala comunale Croce Azzurra, si terrà l’incontro pubblico “La Resistenza di ieri, la Resistenza di oggi” con la partecipazione degli alunni della Scuola primaria e dell’Infanzia di Cossignano.
Venerdì 26 aprile alle ore 21.00, presso la Chiesa di Santa Maria Assunta si chiuderà il programma dei festeggiamenti con il concerto di musica classica “Largo al Factotum”: un recital straordinario con ospiti di eccezione.
Si ricorda che presso la sala comunale della Croce Azzurra è stata allestita una mostra fotografica collettiva dal titolo “I segni del tempo” e che resterà aperta fino al 5 maggio prossimo. Inoltre fino a domani 25 aprile nei ristoranti di Cossignano, Agriturismo Fonte Orfeo, Ristorante Elvira e Ristorante Il Ponte, tutti aperti a pranzo e a cena, si potranno gustare ricchi menù turistici di San Giorgio al prezzo speciale di 20,00 euro. Allo scopo è consigliabile la prenotazione. Attraverso gli operatori del Punto I.A.T. è possibile effettuare visite gratuite alla Chiesa dell’Annunziata quale museo civico di arte sacra e all’Antiquarium comunale “Niccola Pansoni”. Per ulteriori informazioni si invita a consultare il sito istituzionale del Comune di Cossignano www.comune.cossignano.ap.it