Ciao Bettina, il Paese Alto non ti dimenticherà (e nemmeno i Buskers londinesi)

Grottammare – La storica via colorata del Paese Alto, Via Fraccagnani, il 9 aprile, ha perso la sua “Bettina”, Elisabetta Eleuteri.

La novantacinquenne Bettina era solita stare in terrazzo o con la sua sedia in strada, come si usava una volta, e regalava il suo delicato sorriso, un cenno di antica garbatezza, a ogni passante. Era una donna di piccola statura, ma dotata di una capacità immensa di far sentire gli altri accolti, a casa.

Era “zia Bettina” per tanti grottammaresi, amici delle sue nipoti Camilla e Samuela ma, negli ultimi anni, anche la “auntie” dei numerosi musicisti inglesi che ospitava ogni estate a casa sua, in occasione dell’Anime Buskers festival. In che maniera fosse riuscita a comunicare con loro, che parlavano solo inglese, rimane un mistero, ma sta di fatto che nella giornata di oggi, le nipoti hanno ricevuto diversi messaggi di condoglianze anche dagli artisti londinesi.


“I am so sorry to hear this sad news.She was a strong lovely soul, who seemed to be almost invincible. It’s hard to believe we will never feel her energy again…”

(Sono così dispiaciuto per questa triste notizia. Lei era una anima forte e dolce, che sembrava essere quasi invincibile. È difficile credere che non sentiremo più la sua energia con noi)

Oh no! That’s terrible news she was such an incredible woman. Was a privalege to meet her

(Oh no! Questa è una notizia terribile che era una donna così incredibile. È stato un privilegio incontrarla)

Do you know if she had a favourite song/artist or style of music? I want to sing one for Bettina

(Sai qual’era la sua canzone/artista/stile musicale preferito? Voglio cantare una canzone per Bettina)

Oh no! She was a very special lady. She’ll be so missed.

(Oh no! Era una donna speciale. Mancherà tantissimo.)

Je suis désolé d’entendre que Bettina nous a quitée. Elle était une damme merveilleuse.

(Mi dispiace molto di sapere che Bettina ci ha lasciato. Era una persona meravigliosa.)

Ciao Zia/Auntie Bettina!




Facce da Anime Buskers

Grottammare, 2018-07-24 – Si è appena concluso Anime Buskers, il festival che si tiene a Grottammare dal 2013 a grazie al quale ho incontrato negli anni musicisti straordinari, quasi tutti provenienti dal Regno Unito. Alcuni li ho (ri)conosciuti a Grottammare dopo averli visti per la prima volta a Londra e mi sono innamorato della loro musica al punto di averli invitati a suonare al mio matrimonio e loro (da Londra!) sono venuti portando in dono la loro amicizia e la loro magia. Altri li ho conosciuti strada facendo e ascoltarli suonare e scambiarci risate e consigli e punti di vista è stato un privilegio per cui ringrazio gli organizzatori di Anime Buskers.
Voglio presentarvene tre.
Innanzitutto Brooke Sharkey, incantevole voce al servizio di un folk intimo e minimale, vera delizia per cuori solitari. Sempre in bilico tra oscurità e luce, le sue composizioni possiedono un languore che le rendono sensuali e cinematografiche, pregne della stessa inattaccabile fragilità di Cat Power.
Poi Pat Dam Smyth, un assoluto fuoriclasse che suona con la naturalezza che solo i migliori riescono ad incarnare: è austero come Bonnie Prince Billy e Bill Callahan ma allo stesso tempo divorato da una contagiosa elettricità che fa pensare ai Wilco. E’ in arrivo il suo nuovo album, a cui ha collaborato, tra gli altri, anche un monumento come Jim Sclavunos.
Last but not least, il mio amico Adam Beattie, un eccelso songwriter che chissà per quale assurda ragione non è tra i nomi più acclamati della canzone d’autore europea. Ha scritto ballate piene di meraviglia, in cui si parla di amore e odio, vita e morte, peccato e redenzione. Un Leonard Cohen scozzese.
Invito tutti ad ascoltare la loro musica, ne vale davvero la pena.

 

 

 

 

 




Festival Anime Buskers, edizione da record

Neanche la pioggia di domenica ha fermato il Festival Anime Buskers.  

GROTTAMMARE, 2018-07-23 – Festival Anime Buskers, ripartenza da record. L’anno di stop non ha intaccato l’affluenza del festival del Paese Alto di Grottammare, anzi, in migliaia hanno partecipato alla tre giorni concerti itineranti dei musicisti inglesi. Paolo Piunti e Camilla Egidi (associazione Anime Buskers) parlano, a ragione, di un’edizione dall’affluenza eccezionale, che nemmeno la pioggia di domenica ha fermato.

“In un periodo in cui i venti sembrano dirci il contrario – afferma Paolo Piunti – il segreto del festival sta proprio nell’unione. L’unione tra lo spirito dei buskers inglesi e le tradizioni picene, gli artisti locali come Caleidoscopio e Marco Bruni, Ermelinda Coccia, gli artisti italiani Nicola Migliorati & Maria Olga Palliani, Silvia Diomelli, Irene Messia &Luigi Russo e Mattia Sannicandro. E tutti i volontari, il cui lavoro ha consentito la riuscita del festival”.

In Largo Palmaroli, prima della jam session finale, si è tenuto il consueto momento dei ringraziamenti da parte dell’associazione e dell’Amministrazione comunale. Presente anche Fabio Urbinati della Regione Marche per il quale il festival è stato un piccolo segnale che parte da Grottammare, sull’Europa unita.

“In questo momento vi trovate fisicamente sulla storia – ha commentato il Sindaco Enrico Piergallini – Nello scavo, qui all’inizio, c’è l’antica porta di Grottammare, poi un pezzo di selciato del 1700 e una caditoia del 1800 per smaltire l’acqua. Sopra a tutto questo ci siete voi, ci siamo noi, che insieme condividiamo qualcosa di unico all’interno di un borgo medievale. C’è l’Europa intera. I venti che tirano sono terribili, non li dobbiamo assecondare. Da Grottammare, questa sera, vogliamo inviare il messaggio per un mondo che non si distingua più per la differenza di lingua e colore ma che cerchi ciò che ci rende unici come la musica, il cuore, le idee e i colori delle passioni”.

“Paolo e Camilla sono stati veramente bravi – ha concluso l’Assessore Lorenzo Rossi – noi siamo stati veramente insistenti con loro per rifare il festival dopo l’anno di sospensione. Abbiamo registrato un record di presenze e di qualità artistica. Il festival è un’esperienza che parla tanti linguaggi artistici ma anche tante lingue, superando i confini nazionali. Ecco, questo mi piace davvero in un’epoca nella quale invece si alzano vecchie barriere, si respinge chi è diverso, si vuole che le persone stiano chiuse dentro casa o nei negozi. Le strade invece sono di tutti, come ci insegnano i Buskers, e sulle strade possiamo conoscerci senza paura, divertici insieme ed essere persone migliori”.

 

 

Con la jam session finale “Anime Buskers” saluta Grottammare a suon di musica

Il cuore di Londra a Grottammare con le Anime Buskers

 




Con la jam session finale “Anime Buskers” saluta Grottammare a suon di musica

Grottammare, 2018-07-22 – Serata di chiusura per “Anime Buskers” con l’ormai classica jam session finale in cui tutti i musicisti uniti hanno salutato la città: una degna conclusione per un’edizione ricca di emozioni e di ottima musica, tre giorni all’insegna del folk, del blues, del bluegrass, del jazz e del rock con musicisti come Adam Beattie, Pat Dam Smyth, Brooke Sharkey, Theo Bard, Garance & Les Mitochondries, Gabriel Moreno, Mojo Hand e tanti altri. La musica ha riempito i vicoli del vecchio incasato di Grottammare creando un’atmosfera suggestiva, incantevole. Dopo un anno di pausa, nel 2018 il festival “Anime Buskers” è tornato con ancora più energia e chiunque abbia partecipato anche ad una delle tre serate non può che augurarsi che l’ideale gemellaggio tra Grottammare e i musicisti di strada provenienti dal Regno Unito continui anche nelle prossime estati.
“Anime Buskers” è finito ma noi sentiamo già la mancanza.

 

 

Spegniamo la pioggia, accendiamo la musica ????????????#AnimeBuskers2018 #LastNight #JamSession

Pubblicato da Anime Buskers su Domenica 22 luglio 2018

 


Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

Il cuore di Londra a Grottammare con le Anime Buskers

Festival Anime Buskers, edizione da record

 




Il cuore di Londra a Grottammare con le Anime Buskers

A Grottammare torna la magia dei musicisti di strada

 

Grottammare, 2018-07-21 – 22:55:00 – I vicoli e le piazzette del Paese Alto di Grottammare a far da cornice e palcoscenico al Festival Anime Buskers 2018 ormai alla sua quinta edizione.

Musicisti londinesi, coordinati da Adam Beattie, hanno lasciato le strade e i più stravaganti locali d’Oltremanica per portare la loro musica in Italia. Un ricercato mix di Folk, Celtica, Gipsy Blues e Americana tra le strette vie del borgo trascina in un’esperienza interculturale, attraverso nuove sonorità e forme d’arte.
Quest’anno l’esordio di nuove band, una delle quali proveniente da Glasgow ed esibitasi nei più importanti Festival Internazionali. Anche grandi ritorni, come quello di Brooke Sharkey, inserita dal The Guardian tra le 50 stelle emergenti della musica indipendente, Gabriel Moreno, Pat Dam Smyth, Chris McComish, …
Come ogni anno altre forme d’arte affiancano la musica dei buskers: marionette, danza, pittura estemporanea, teatro di strada e altre sorprese strada facendo! Non mancano il sempre più ricco e colorato Anime Buskers Market, ricercato mercatino dell’artigianato e di riuso creativo, ed esibizioni live di arte artigiana.

Nella serata di chiusura, domenica 22 Luglio, la jam session in cui tutti i musicisti si uniranno per salutare la città a suon di musica.

L’itinerario artistico e musicale concepito senza tappe obbligate, permettendo così agli spettatori di spostarsi all’interno del circuito seguendo i propri interessi culturali o facendosi rapire dal piacere del momento. Per i più pigri saranno le band a spostarsi e/o a mischiarsi tra loro.

L’evento rigorosamente ad ingresso gratuito, in quanto Anime Buskers condivide la filosofia dei buskers che durante le serate toglieranno il cappello dalle loro teste per capovolgerlo a terra, cosicché ogni spettatore sarà libero di quantificare le emozioni che la loro musica gli ha trasmesso tramite un’offerta o acquistando un cd.

 

E chi smette di ballare non ha l'Anima Buskers!!!#AnimeBuskers2018

Pubblicato da Anime Buskers su Sabato 21 luglio 2018

 


Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

Festival Anime Buskers, edizione da record

 

Con la jam session finale “Anime Buskers” saluta Grottammare a suon di musica

La mappa del Festival

 

Dove parcheggiare?
Oltre al parcheggio presente all’ingresso principale nei pressi del ristorante Papa Sisto si consiglia di usare anche il parcheggio sotto le mura (IN FOTO), raggiungibile dalla statale girando all’altezza del benzinaio poco dopo il parcheggio della stazione. Da lì si sale per le scale di Santa Lucia.
Nel caso in cui vogliate raggiungere il festival senza auto, Anime Buskers è convenzionato col Trenino Dell’Arte, per i 3 giorni del Festival prezzo speciale ed unico per tutti:
€1 A TRATTA
Il punto di Partenza del trenino si trova sul lungomare di Grottammare di fronte allo chalet Pizzaccia on the beach.

 




Al via il Festival Anime Buskers

dal 20 al 22 luglio

GROTTAMMARE – L’attesa è finita. Il 20, 21 e 22 luglio, al Paese Alto di Grottammare, prederà il via la quinta edizione del festival itinerante dalle sonorità londinesi, Anime Buskers.

Ecco i nomi delle band con i 27 musicisti tra i più importanti del panorama folk londinese, che invaderanno il borgo storico: Adam Beattie & The Consultants, Band of Burns, Bouche, Brooke Sharkey, Gabriel Moreno & The Quivering Poets, Garance & Les Mitochondries, Kenney and Kilcawley, Mojo Hand, Pat Dam Smyth, Sarah Johns, Tantz, The Hoffman trio, The Langan Band, Theo Bard.

Brooke Sharkey

Ma Anime Buskers non è solo musica. Si potrà assistere a spettacoli di teatro, a cura di Marco Bruni e della Compagnia Caleidoscopio, e allo spettacolo di marionette della compagnia Soul Wood- Silvia Diomelli. Non mancherà la danza di Nicola Migliorati e Maria Olga Palliani e la pittura estemporanea itinerante di Irene Messia e Luigi Russo. Novità di quest’anno sarà il Secret Garden, un evento a numero chiuso (per prenotazioni rivolgersi banchetto informazioni del festival) che si terrà in un suggestivo e intimo giardino pensile tipico del Paese Alto. Inoltre, il Festival sarà seguito dalla community picena di Igersitalia (IgersPiceni) e dal gruppo Photoartclub (Pac) di Grottammare, che posteranno foto e video nei loro canali durante i tre giorni della manifestazione.

Il punto ristoro food&drink verrà gestito da Senduiccerì e dall’associazione Anime Buskers e sarà situato in Via Palmaroli-Largo Porta Maggiore.

Per quanto riguarda i parcheggi, si possono utilizzare quello all’entrata del Paese Alto (entrata principale, sud), su due livelli, e quello sopra al Castello (entrata Porta Castello), ma segnaliamo anche un terzo parcheggio sotto le mura, a cui si può accedere costeggiando la Chiesa di Sant’Agostino, oppure, direttamente dalla statale, dall’entrata nord del Paese Alto che si trova in prossimità del benzinaio.

 

 

 

 

Anime Buskers Festival – Trailer 2018

Festival Anime Buskers 2018: IL TRAILER- 20-21-22 luglio – GrottammareFilmed and edited by Chris McComish; Adam Beattie – Words and music, guitar and voice; Louisa Jones – Cornet; Dakota Jim – Double Bass;Brooke Sharkey and Louisa Jones – Backing vocals#AnimeBuskers2018 #LondonGrottammare

Pubblicato da Anime Buskers su Sabato 16 giugno 2018

mappa del Festival Anime Buskers 2018




Anteprima Festival Anime Buskers

Dal 17 al 18 luglio i musicisti inglesi terranno un Workshop al Teatro dell’Arancio mentre della serata del 18 si sposteranno al Geko per il Launch Party. Il 19 luglio a Grottammare centro ci sarà l’Opening del festival con Anime Buskers on the Beach

 

GROTTAMMARE – In attesa del Festival Anime Buskers, che si terrà al Paese Alto di Grottammare dal 20 al 22 luglio, i musicisti inglesi saranno in Italia dal 17 luglio per un workshop musicale, il Launch Party al Geko e l’Opening Party a Grottammare bassa.

Saranno Adam Beattie e Chris McComish a tenere il Workshop musicale il 17, 18 e 19 luglio, destinato a ogni livello ed età.

Il corso di chitarra e percussioni sarà suddiviso in 5 ore di teoria, 2 ore e mezzo di prove e 1 esibizione finale durante Anime Buskers on the beach. Alle lezioni sarà sempre presente un’interprete madrelingua.

Mercoledì 18 il Geko Summers live ospiterà la festa di presentazione dell’edizione 2018 del Festival Anime Buskers. Il Launch Party, con il gruppo Mojo Hand, inizierà alle 22.

Come ogni festival inglese che si rispetti, non poteva mancare l’Opening party del Festival Anime Buskers. Anime Buskers on the Beach sarà una serata di musica itinerante che si svolgerà il 19 luglio, dalle 19 in poi in cinque attività (Osteria Infinito, Di Nuovo Cin Cin Bar, Bistrot Kursaal, Pub Osterix, Pub Dillà) di Grottammare bassa. I buskers che si esibiranno saranno i 27 che parteciperanno poi al festival: Adam Beattie & The Consultants; Band of Burns; Bouche; Brooke Sharkey; Gabriel Moreno & The Quivering Poets; Garance & Le Mitochondries; Kenney and Kilcawley; Mojo Hand; Pat Dam Smyth; Sarah Johns; Tantz; The Hoffman trio; The Langan Band; Theo Bard.

 

E’ pronta la mappa del Festival Anime Buskers 2018!
Verrà distribuita in loco per permettere al pubblico di spostarsi all’interno del circuito artistico senza tappe obbligate ma seguendo i propri interessi, sempre circondati dalla musica dei Buskers dislocati nelle postazioni più suggestive del Borgo
Grottammare Alta
20-21-22 LUGLIO 2018

mappa del Festival Anime Buskers 2018

 

 

 

 

 

Torna il Festival Anime Buskers

 

 




Torna il Festival Anime Buskers

Il 20-21-22 luglio 

Saranno 27 i busker che si esibiranno al Paese Alto di Grottammare. Tra le novità di questa quinta edizione, un workshop per musicisti e il Secret Garden. Non mancheranno spettacoli di marionette, teatro e danza

 

GROTTAMMARE – “Dopo un anno di pausa, ritorna Anime Buskers, uno dei festival più attesi dell’estate grottammarese. Se ne è sentita la mancanza”. Così il Sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini, ha presentato la quinta edizione di Anime Buskers, che si terrà il 20, 21 e 22 luglio al Paese Alto di Grottammare.

Il festival si svolgerà grazie alla direzione artistica dell’associazione Anime Bukers, guidata dal presidente Paolo Piunti e da Camilla Egidi, la ideatrice. Quindici erano i musicisti che risposero all’appello della Egidi nel 2013, mentre in questa quinta edizione i busker saranno 27. Inoltre non mancheranno gli spettacoli di danza, teatro e marionette.

“Questo è un progetto – continua il Primo cittadino – che fa dialogare i settori tra di loro: Anime Buskers non si rinchiude in una specializzazione culturale, come ad esempio la musica di strada, ma integra diversi linguaggi artistici. E questo tipo di integrazione è l’obiettivo di una buona politica culturale. Anime Buskers è un modello di festival che viste le sue caratteristiche, nei prossimi anni, andrà consolidato”.

Anime Buskers Festival – Trailer 2018

Festival Anime Buskers 2018: IL TRAILER- 20-21-22 luglio – GrottammareFilmed and edited by Chris McComish; Adam Beattie – Words and music, guitar and voice; Louisa Jones – Cornet; Dakota Jim – Double Bass;Brooke Sharkey and Louisa Jones – Backing vocals#AnimeBuskers2018 #LondonGrottammare

Pubblicato da Anime Buskers su Sabato 16 giugno 2018

Tra le novità di quest’anno, come tradizione inglese vuole, al festival sono stati aggiunti un “opening party” il 19 luglio al centro di Grottammare e un “closing party” il 23 luglio a San Benedetto al Kontiki. “Inoltre – spiega Piunti – dal 17 al 19 luglio, al Teatro dell’Arancio, si svolgerà un “workshop” destinato ad appassionati di ogni livello ed età. Chi parteciperà ai corsi di musica potrà esibirsi con i Busker all’opening party. Mentre nelle giornate del festival, per la prima volta si potrà partecipare al “Secret Garden”: un evento esclusivo e intimo, perché a numero chiuso, in uno dei giardini pensili di Grottammare”. (Per info e prenotazioni: animebuskers@gmail.com)
Il Festival è una vetrina ideale per il Paese Alto che viene conosciuto anche al di fuori dei confini regionali e nazionali.

“A me piace molto vivere l’atmosfera del festival – commenta l’Assessore al Commercio e al Turismo, Lorenzo Rossi – perché , in quei tre giorni, Grottammare Alta diventa una città del mondo, con una dimensione cosmopolita. In un’epoca in cui in Europa si innalzano nuove varchi e frontiere, è bello come invece i giovani, e non solo, di tutta Europa possano dimostrare che è possibile l’incontro e che queste barriere non esistono. Lo fanno con lo strumento della musica e dell’arte in generale”
“Questo è un no-Brexit Festival”, aggiunge il Sindaco.
Il Festival Anime Buskers nasce dall’impegno dell’associazione omonima che l’ha ideato in collaborazione con il Comune di Grottammare, la Regione Marche e i tanti sponsor che credono nel progetto, tra questi l’associazione Paese Alto, il Conad e l’Imac.
“Eventi del genere fanno bene all’economia e al turismo dell’intera Regione – conclude il Consigliere regionale, Fabio Urbinati – Anime Buskers porterà benefici all’intera Riviera Picena”.

 

E’ pronta la mappa del Festival Anime Buskers 2018!
Verrà distribuita in loco per permettere al pubblico di spostarsi all’interno del circuito artistico senza tappe obbligate ma seguendo i propri interessi, sempre circondati dalla musica dei Buskers dislocati nelle postazioni più suggestive del Borgo
Grottammare Alta
20-21-22 LUGLIO 2018

mappa del Festival Anime Buskers 2018

 

Pronti per il Festival “Anime Buskers”

 

E’ ufficiale il ritorno dell’Anime Buskers Festival: dal 20 al 22 luglio Londra incontra Grottammare nel segno della musica di strada

 




Pronti per il Festival “Anime Buskers”

L’ associazione culturale ed artistica ANIME BUSKERS e Città di Grottammare, con il patrocinio della Regione Marche, presentano:

Festival ANIME BUSKERS 2018

Grottammare – Il 20, 21 e 22 Luglio i vicoli e le piazzette del Paese Alto di Grottammare faranno da cornice e palcoscenico al Festival ANIME BUSKERS 2018 ormai alla sua quinta edizione.

Un folto gruppo di musicisti londinesi lascerà le strade e i più stravaganti locali d’Oltremanica per portare la loro musica in Italia.
Un ricercato mix di generi: Folk, Celtica, Gipsy Blues e Americana scorrerà tra le strette vie del borgo trascinandovi in un’esperienza interculturale, attraverso nuove sonorità e forme d’arte.

Anime Buskers Festival – Trailer 2018

Festival Anime Buskers 2018: IL TRAILER- 20-21-22 luglio – GrottammareFilmed and edited by Chris McComish; Adam Beattie – Words and music, guitar and voice; Louisa Jones – Cornet; Dakota Jim – Double Bass;Brooke Sharkey and Louisa Jones – Backing vocals#AnimeBuskers2018 #LondonGrottammare

Pubblicato da Anime Buskers su Sabato 16 giugno 2018


Quest’anno faranno il loro esordio diverse nuove band, una delle quali proveniente da Glasgow ed esibitasi nei più importanti Festival Internazionali. Nella line up anche grandi ritorni, come quello di Brooke Sharkey, inserita dal The Guardian tra le 50 stelle emergenti della musica indipendente!
Come ogni anno altre forme d’arte affiancheranno la musica dei nostri buskers: marionette, danza, pittura estemporanea, teatro di strada e altre sorprese che scoprirete strada facendo! Non mancheranno il sempre più ricco e colorato Anime Buskers Market, ricercato mercatino dell’artigianato e di riuso creativo, ed esibizioni live di arte artigiana. Nella serata di chiusura, il 22 Luglio, la jam session in cui tutti i musicisti si uniranno per salutare la città a suon di musica.

L’itinerario artistico e musicale sarà concepito senza tappe obbligate, permettendo così agli spettatori di spostarsi all’interno del circuito seguendo i propri interessi culturali o facendosi rapire dal piacere del momento.

L’evento sarà ad ingresso gratuito, in quanto Anime Buskers condivide la filosofia dei buskers che in quelle serate toglieranno il cappello dalle loro teste per capovolgerlo a terra, cosicché ogni spettatore sarà libero di quantificare le emozioni che la loro musica gli ha trasmesso tramite un’offerta o acquistando un cd.

Anime Buskers

 




Anime Buskers: l’Europa in una Città, Grottammare

 

Grottammare – Si è conclusa, domenica 24 luglio, la quarta edizione del Festival Anime Buskers, un evento che quest’anno è stato ancor più denso di significato. In un’Europa che a volte pare sgretolarsi sotto i colpi della Brexit, dei nuovi muri innalzati e per la diffusione del terrore, gli organizzatori del festival (Paolo Piunti, Camilla Egidi, Margherita Casilio, Cristina Finicelli), la Città di Grottammare e le diverse migliaia di persone – che ogni sera hanno partecipato al festival – hanno ravvivato le piazzette e gli angoli dell’antico borgo, con spettacoli e sonorità internazionali. Per tre sere la ventata europea, quella che soprattutto adesso pare sia condannata a tornare ideale, ha soffiato per davvero e si è incanalata tra le viuzze del Paese Alto, regalando a tutti in clima di contagiosa energia. Londinesi, spagnoli, francesi, americani, russi e ovviamente italiani, tutti a Grottammare: l’Europa in una città. Ciò a dimostrazione che, investendo sulla cultura e sull’arte, i muri si abbattono, le distanze si accorciano, e l’incontro, quello vero, diventa possibile. Questo concetto è stato ribadito sia dal Sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini, sia dall’assessore Lorenzo Rossi e da Paolo Piunti – presidente dell’Associazione Anime Buskers – durante la jem session finale di domenica. L’incontro fra culture diverse, fra modernità e tradizione sono elementi caratterizzanti del Festival, che per questo è stato scelto dai responsabili del progetto Wai (Walls and Integration) per esporre alcune delle fotografie di Gates No Frontiers, in cui emerge il racconto del processo dell’integrazione europea, della sua complessità, delle sue contraddizioni e dei suoi ritardi.

Il festival come sempre, è stato accolto con entusiasmo dalle persone di ogni età, dai bambini ai più anziani, grazie alla grande varietà di stili di musica e degli spettacoli teatrali e poeti itineranti Ma non finisce qua.

Gli appuntamenti con le Anime Buskers da lunedì 25 luglio diventato “on the beach”, a partire dal Kontiki di San Benedetto.

Nella giornata di martedì, invece, i buskers saranno in centro a Grottammare, e dalle 19, si alterneranno nei locali Cin Cin Bar, Bistrot Kursaal Osteria Infinito e Osterix. Il 27 luglio invece, sempre alle 19, saranno al Noa, mentre dalle 18 alle 20 al Conad di Piazza Enzo Tortora a San Benedetto.

L’associazione Anime Buskers ringrazia tutti i partecipanti al Festival e tutti coloro che hanno contribuito alla sua realizzazione, tra sponsor e i volontari.

 

Galleria fotografica della prima serata 

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it