Fiera del Ss Crocifisso, ottima affluenza e soddisfazione da parte degli espositori

CASTEL DI LAMA – “Un’esperienza importante che ha registrato grande affluenza di pubblico e soddisfazione da parte degli espositori”.

Con queste parole il consigliere di Castel di Lama con Delega alla Fiera, Cinzia Fazzini, ha riassunto il successo dei 4 giorni della Fiera del SS Crocifisso, che si attesta più che mai, nella sua venticinquesima edizione, tra le più importanti delle Marche nel suo genere.

Una manifestazione che ha coinvolto tante forze – continua la Fazzini – a partire da Domenico Marozzi con cui ho collaborato a stretto braccio. Ma non posso non ringraziare il Sindaco Bochicchio per avermi dato piena fiducia e il suo sostegno. Fondamentale è stato il suo aiuto per definire la planimetria della fiera. Non si è risparmiato nemmeno questa volta”.

La Fiera ha potuto contare su 109 espositori, 30 volontari, 64 tra bovini e ovini, una mostra colombofila, diverse specie di volatili, spettacoli con cavalli e falchi, convegni, la grande novità dei laboratori, degustazioni di vini e intrattenimenti serali che hanno favorito un’affluenza spalmata su tutti e quattro i giorni.

Dalla serata di liscio del giovedì, passando per Paolo Belli il venerdì, alla Rievocazione storica (ideata da Giuseppe Marucci e curata da Leonardo De Carolis e Giulia Torquati) di sabato e al concerto di musica tradizionale di domenica, Castel di Lama è diventata meta di migliaia di persone per la gioia oltre che degli espositori ambulanti anche per le attività commerciali.

Sono molto soddisfatta per la riuscita dei laboratori – continua la Fazzini – si è dimostrata un’idea vincente sia per il coinvolgimento del pubblico più giovane, sia per l’importanza di tramandare antiche usanze popolari. Ringrazio la Coldiretti, nella figura del direttore Alessandro Visotti, che oltre a portare gli animali, ha gestito diversi laboratori”.

Nel pomeriggio di domenica si è creato un momento importante: la “sfida” tra le cantine di Castel di Lama (che hanno offerto il loro vino) e della Repubblica della Moldova, curata dal consigliere Nicola Accorsi, alla presenza di Armando Falcioni del Consorzio di Tutela dei Vini Piceni, di Roberto Galanti, Console onorario della Moldova e con il sommelier Roberto Ferretti che ha guidato la degustazione.

Queste due attività, laboratori e degustazione, sono state pensate proprio per esaltare l’essenza della fiera che è il mondo agricolo, con tutto ciò che ne è connesso.

Non posso non ringraziare il vice sindaco Roberta Celani e Cinzia Michetti (moglie del Sindaco Bochiccio) per la loro vicinanza durante la fiera – conclude la Fazzini – gli assessori Gabriele Gagliardi e Marco Mattoni, il consigliere Nicola Accorsi e tutta la maggioranza. Abbiamo già ricevuto prenotazioni per l’anno prossimo”.




Insediamento del Podestà a Castel di Lama

Rievocazione storica

CASTEL DI LAMA – Sabato 31 agosto, dalle ore 20, torna l’appuntamento con la Rievocazione storica dell’Insediamento del Podestà di Castel di Lama, giunta ormai alla sua 24esima edizione. La manifestazione, nata un anno dopo la Fiera del SS Crocifisso e inserita nel cartellone della grande fiera lamense, è molto cresciuta, arricchendosi via via di nuovi personaggi e gruppi. I figuranti attuali sono 300, rispetto alle poche decine dell’inizio.

Ideata nel 1995 dal professor Giuseppe Marucci, la Rievocazione si basa su due fatti storici certi: il Podestà, nominato ogni sei mesi ad Ascoli, doveva regalare una Balestra al Comune e la Tregua della seconda Guerra del Tronto del 1556 a cui partecipò il giovane comune di Castel di Lama, fondato nel 1543.

Il territorio di Castel di Lama è suddiviso in Ville, che sono l’elemento caratterizzante anche del Corteo e dei Giochi al Campo. Ogni Villa, durante Rievocazione, è rappresentata da una dama: Valentino – Cabbiano, Francesca Maria Cantalamessa; Sant’Antonio, Nadia Spinozzi; Piattoni, Pamela Marcelli; Chiarini-Tose. Rosanna Calvaresi; Croce – Forcella Monica Paolini; SanBuco Simona Tacconi.

Il gruppo delle autorità, che sfilerà dalle ore 20:30 del 31 agosto, è composto dal Podestà (il Sindaco) da 3 Massari (Assessori) dal Notaio comunale, dal Balivo, dal drappello delle guardie e dalla Dama della Balestra (la dama della Villa vincitrice della precedente edizione, Erica Tacconi).

Si partirà dalla Corteo dalla Zona Croce e si procederà su Via Roma. Alle ore 20:45 circa, davanti al Vecchio palazzo comunale di Piattoni, si terranno i giuramento del Podestà e del Massaro, a seguire sarà letto il Bando di Tregua della Guerra dl Tronto. Alle ore 21.30 riprenderà la sfilata verso la Zona della Fiera, per arrivare alla Pista di Pattinaggio, dove alle 22, inizieranno i giochi tra le Ville.

Al termine sarà premiata la Villa vincitrice e per allietare tutti i presenti, alle 23:30 si concluderà la giornata con uno spettacolo pirotecnico.

Si ricorda che domenica 1 settembre sarà l’ultimo giorno della Fiera del SS Crocifisso, tra le più grandi della Marche, dedicata alla zootecnica e al mondo agricolo, che affianca alle tradizioni tante novità come i laboratori per grandi e soprattutto bambini, un bus navetta gratuito e ristorazione con prodotti a km zero.

 




Fiera del Ss Crocifisso, si parte il 29 agosto

CASTEL DI LAMA – Dalla mattina del 29 agosto, alle ore 8, saranno posizionati tutti gli stand e gli espositori di animali. Al via la 25° edizione della Fiera del Ss Crocifisso di Castel di Lama, una delle importanti sul mondo agricolo e zootecnico della Marche.

Dal pomeriggio, alle ore 17, si potranno degustare le tipicità della Sagra de “Li Respell”, mentre alle 19, aprirà lo stand gastronomico in collaborazione con la Coldiretti Ascoli – Fermo, con prodotti agricoli a Km zero.

Non mancherà in serata un momento di intrattenimento: alle 20.30, l’esibizione della Scuola di Danza “Akkademia delle Fate” di Castel di Lama, diretta dalla Maestra Stefania Miano; alle 21.30 prenderà il via la serata danzante “La Fisarmonica che piace al Cuore”, con Luca Bachetti Group ; alle 22:15 sarà la volta della Scuola di Ballo “A.S.D. Palma D’Oro” con i Maestri Marco e Mario Capriotti; mentre dalle 21 sarà fruibile la pista di pattinaggio.

 

 




da Coldiretti Ascoli Fermo

COLDIRETTI ASCOLI FERMO, FIERA DEL SS CROCIFISSO AL VIA TRA LABORATORI, KM0 E SCENARI FUTURI DELL’AGRICOLTURA PICENA

Castel di Lama – Allattare un vitellino o un agnellino, imparare a cucinare la perfetta oliva all’ascolana o a tirare la pasta all’uovo. Sono solo alcune delle attività che Coldiretti Ascoli Fermo ha in programma per i laboratori didattici della Fiera del SS Crocifisso, il grande evento agricolo del Centro Italia che si terrà a Castel di Lama dal 29 agosto al 1 settembre. Quella degli agricoltori della Coldiretti interprovinciale sarà una presenza costante nella kermesse grazie all’allestimento di una fattoria con un centinaio di animali. Sarà l’occasione anche per parlare del futuro dell’agricoltura. Venerdì 30, a partire dalle 11, alla sala convegni si terrà un incontro dal titolo “Europa Piceno: scenari futuri & giusto reddito”, dedicato alle prospettive del settore primario in vista della nuova Pac e delle opportunità che potranno nascere con i Contratti di Filiera da sottoscrivere con l’agroindustria sana nel segno della qualità, della tutela dell’ambiente e, soprattutto, di un’adeguata remunerazione per chi coltiva e chi alleva. Nel corso della manifestazione non mancheranno laboratori dedicati alla produzione di sapone naturale e di formaggi. E ci sarà anche la possibilità di sostenere il diritto dei consumatori alla trasparenza alimentare. Nello stand istituzionale della Coldiretti si potrà infatti firmare la petizione Eat original! Unmask your food con la quale le associazioni agricole di sette Paesi Ue intendono chiedere alla Commissione Europea una legge che renda obbligatoria l’indicazione di origine in etichetta. “Coldiretti – spiegano il presidente della federazione di Ascoli Fermo, Armando Marconi e il direttore Alessandro Visotti – è sempre più orientata alla valorizzazione delle produzioni agroalimentari dei tanti territori italiani e quindi del cibo vero, salubre, garantito sotto tutti gli aspetti della sicurezza alimentare e del gusto ma soprattutto della provenienza. Da qui l’attuale sensibilizzazione europea con la raccolta firme per ottenere definitivamente l’obbligatorietà dell’origine delle materie prime nelle etichette di tutti i prodotti agroalimentari. Per tutto ciò il contributo di Coldiretti Ascoli Fermo alla Fiera del SS Crocifisso 2019 sarà improntato a far vivere la campagna ai tanti visitatori”.

 




Nozze d’argento per la Fiera del SS Crocifisso

dal 29 agosto al 1 agosto

CASTEL DI LAMA – Dal 29 agosto al 1 settembre si terrà 25° edizione della Fiera del SS Crocifisso. Quattro giorni dedicati alla zootecnica – quest’anno saranno 60 i bovini – e al mondo agricolo, che affianca alle tradizioni tante novità come i laboratori per grandi e soprattutto bambini, un bus navetta gratuito e ristorazione con prodotti a km zero. Ospite della manifestazione sarà Paolo Belli che si esibirà alle ore 22 del 30 agosto, alla pista pattinaggio, a ingresso gratuito.

L’evento è in collaborazione con la Coldiretti e vanta un’importante esposizione di razze ovine bovine, spettacoli con cavalli, la schiusa del pulcino, lo spettacolo con i falchi, raduno trattori d’epoca.

La fiera festeggia le nozze d’argento. Giunta alla 25esima edizione, anche quest’anno Castel di Lama compie un grande sforzo per renderla sempre più importante – commenta il Sindaco Mauro Bochicchio – speriamo che il tempo sarà clemente. Ringrazio Peppe Traini, l’ideatore della manifestazione e Cinzia Fazzini e Domenico Marozzi per il loro grande impegno. È difficile far conciliare attività di normale amministrazione con una straordinaria amministrazione che ci impegna per almeno tre mesi. Ma siamo orgogliosi di presentarci con un così ricco programma”.

La Coldiretti, rappresentata da Alessandro Visotti, si occuperà dell’esposizione degli animali: “Ringrazio la sensibilità dell’Amministrazione comunale perché ha voluto dare un connotato sempre più agricolo e zootecnito alla fiera. Di ciò beneficerà tutto il territorio che ha delle eccellenze che spesso conoscono solo i locali. Saranno 4 giorni di festa legati a cibi a Km zero”.

La Fiera del SS Crocifisso assume anche una valenza ambientalista maggiore rispetto agli scorsi anni: nell’area food oltre al discorso Km Zero, saranno utilizzati piatti e bicchieri compostabili.

Tra le novità di quest’anno, ogni attività e stand servirà birra agricola e, grazie alla collaborazione con il Consorzio dei Vini Piceni, per la prima volta si potrà degustare anche l’eccellenza di vini locali. Presenti anche due cantine della Repubblica di Moldova, grazie al rapporto del Comune di Castel di Lama con il console onorario Roberto Galanti. “La Moldova era considerata la cantina di tutta l’Unione Sovietica – commenta Angelo Tassotti rappresentante del consolato – e oggi i loro vini sono migliorati grazie a enologi italiani. Confronteremo le cantine Asconi e Apriori con le nostre locali”.

Per quanto riguarda l’area food, che sarà curata da Giuseppe Talamonti di Papillon, hanno aderito 14 produttori che forniranno la materia prima, l’anno scorso erano in 5. “Ciò sottolinea il grande interesse e la volontà da parte di allevatori e produttori di rientrare un questa fiera – continua Talamonti – Quest’anno, oltre a un menu a 15 euro di tipicità locali, proporremo per domenica la tagliata di scottona marchigiana e venerdì la pecora “alla callara”. Tutte le paste fresche utilizzate per i primi piatti saranno prodotte da noi”.

Il consigliere delegato alla Fiera, Cinzia Fazzini, invita tutti a partecipare ai laboratori che saranno tenuti da Coldiretti, dal forno Amatucci e Peppe Traini: “Per far scoprire ai bambini le antiche tradizioni dell’arte della saponifazione, della pasta fatta in casa, del linguaggio dei cani, mungitura e tanti altri”.

Venticinque anni fa non pensavamo di arrivare a questi livelli – commenta Domenico Marozzi, staff del Sindaco – La fiera è frutto di un gran lavoro di squadra e ha ottenuto la meritata importanza a livello regionale”.

Non mancherà la tradizionale Rievocazione storica dell’Insediamento del Podestà e i giochi tra i quartieri. La madrina in carica è Erica Tacconi.

La fiera beneficia di diversi sponsor 




Fiera del Ss Crocifisso, Bochicchio: “Sono molto soddisfatto del lavoro della mia squadra”

CASTEL DI LAMA – “Abbiamo preparato la fiera in poco tempo e sono contento di come sia andata. È stato il primo banco di prova per la nuova Amministrazione e la squadra si è rafforzata. Un plauso a tutti i volontari che non si sono risparmiati nei quattro giorni. Siamo riusciti a fare qualcosa di buono e abbiamo ricevuto tanti commenti di apprezzamento”.

Così il Sindaco di Castel di Lama, Mauro Bochicchio, commenta la Fiera del SS Crocifisso, che si è tenuta dal 30 agosto al 2 settembre a Castel di Lama. Per il primo cittadino l’affluenza è stata buona, al netto del maltempo.

Per il Sindaco, l’Amministrazione comunale era conscia delle criticità di partenza e dei costi che sono pesati sugli espositori, ma in poco tempo non si potevano stravolgere le scelte fatte dal Commissario. “La Fiera del SS Crocifisso è stata economicamente sostenibile per il Comune che l’ha gestita completamente – aggiunge Bochicchio – Stiamo già pensando all’edizione del 2019: cercheremo, nei prossimi mesi, di recuperare dei soldi per abbassare i costi ai partecipanti”.

Molto apprezzata è stata la novità dello stand gastronomico, gestito da Papillon, con prodotti a Km Zero, così come sono stati seguiti i convegni tematici: molto affollato quello organizzato dalla Coldiretti.

Non abbiamo permesso in alcuna maniera l’abusivismo – spiega Cinzia Fazzini, consigliere comunale con delega Fiera ed Eventi – nel pieno rispetto di chi ha pagato per avere una postazione. Sono stati rispettati tutti gli spazi previsti dal piano sicurezza. Abbiamo deciso di non mettere le bancarelle accanto all’area zootecnica in accordo con la Coldiretti che non voleva espositori vicino agli animali”.

Per quanto riguarda il Palio della Balestra, che si è tenuto il 31 agosto, il vincitore di quest’anno è stato Villa Valentino – Cabbiano e la dama che ha rappresentato il quartiere è Erika Tacconi.

Si ricorda che la rievocazione storica di Castel di Lama è ambientata della Lama del ‘500, durante la seconda guerra del Tronto, quando gli Statuti delle Ville della Lama imponevano al Podestà di donare al Comune una Balestra.

 




Fiera del Ss Crocifisso, ultimo giorno

CASTEL DI LAMA – IL 2 settembre sarà l’ultimo giorno della Fiera del SS Crocifisso. Una quattro giorni di grande festa che ha visto Villa Valentino – Cabbiano aggiudicarsi il Palio della Balestra e lo svolgersi di tanti convegni tematici. La giornata di domenica sarà caratterizzata da eventi, sempre di taglio agricolo, dedicati a grandi e bambini.

Si parte alle 8:30 con una passeggiata a cavallo per le campagne lamensi, alle 9 si terrà, invece, il raduno di trattori d’epoca con sfilata nelle vie lamensi. Alle 10 i bambini potranno partecipare al laboratorio educativo “Giocare con l’orto” presso lo stand Eco Service; per la gara di braccio di ferro si dovrà aspettare le 14:30 e le 16:30.

Nell’area cavalli alle 15 e alle 18:30 ci saranno esibizioni equestri; mentre alle 19 ci sarà il consueto spettacolo con i falchi. Lo stand di Papillon sarà aperto alle 12 e alle 19 e l’ultima serata della fiera sarà caratterizzata dalla gara di pigiatura dell’uva con canti e balli popolari e scardozzatura, e dalle 21:30 si ballerà la pizzica con il Progetto Malafè.

 




Terzo giorno della Fiera del Ss Crocifisso

CASTEL DI LAMA – Castel di Lama si prepara ad accogliere i visitatori nel terzo giorno della fiera, con diversi convegni tematici.

Alle ore 9:30, del primo settembre, si terrà infatti il convegno “Oliva Ascolana del Piceno Dop – Il consorzio a tutela del prodotto, per far crescere l’intero sistema che ruota attorno all’Oliva Ascolana del Piceno Dop”, a cura dl presidente del Consorzio dell’Oliva Ascolana del Piceno Dop, Primo Valente. A seguire sarà presentato il libro “Oliva Ascolana del Piceno” – a cura di Martino Felicioni, Leonardo Seghetti e Mario De Angelis – con degustazione finale.

Alle 15 nell’area zootecnica si terrà la gare di selezione morfologica di razze bovine e la valutazione del bestiame.

Alle 15:30 avrà inizio la Sagra de “Li Respell” e, nell’area cavalli, avrà luogo la dimostrazione delle diverse discipline equestri. Dalle 17 alle 19, sempre in Sala convegni, gli incontri su :“Seminare il futuro con la canapa industriale e gelsi” – bachicoltura nelle scuole per adulti”, di Maria Gabriella Ciarrocchi; “In viaggio verso il futuro con la canapa industriale e la gelsi – bachicoltura nei territori colpiti dal luttuoso terremoto del 2016” a cura del presidente Agrivalore, Luigi Capriotti; “Il rinascimento Piceno riannodato dal filo fatto di seta e canapa” del presidente “Grobal Surplus”, Gianfranco Concetti.

Anche nella giornata del 1 settembre i visitatori potranno gustare le delizie a Km zero. In serata animazioni a cura della scuola di ballo “Planet Dance 2000” dei maestri Claudio e Donatella Redenti e l’esibizione della Petò Band.

Nella giornata di ieri, 31 agosto, si è tenuto invece il Palio della rievocazione storica, al Campo giochi, che ha visto sfidarsi i quartieri di Castel di Lama. Ogni quartiere è stato rappresentato da una dama: Donatella Vagnoni per Villa Sant’Antonio ; Barbara Ricci per Villa Sambuco; Stefania Milano per Villa Croce Forcella; Chiara Cinaglia per Piattoni ; Lucia Falcioni per Chiarini Tose; Erika Tacconi per Cabbiano Valentino.

La rievocazione è ambientata della Lama del ‘500, durante la seconda guerra del Tronto. Gli statuti delle Ville della Lama imponevano al Podestà di donare al Comune una Balestra. Il percorso parte dal piazzale adiacente al parco giochi in via Giornado Bruno e prosegue verso la scuola media Mattei per sostare nell’ex palazzo comunale con l’insediamento del Podestà. Si prosegue verso la pista di pattinaggio entrando dall’ingresso porta nord della fiera. All’interno della pista si svolgono i giochi popolari, le esibizioni di danze rinascimentali a cura dell’Akkademia delle fate, sbandieratori e musici di Porta Romana e arcieri di Ascoli Piceno.




Secondo giorno della Fiera del Ss Crocifisso

CASTEL DI LAMA – Il secondo giorno della Fiera del SS Crocifisso si aprirà alle 8 del mattino del 31 agosto e sarà allestita l’area zootecnica con razze bovine e ovine, una mostra colombofila, avicola marchigiana e di anatidi nel laghetto adiacente allo stand.

Alle ore 10 si terrà l’inaugurazione ufficiale alla presenza delle autorità civili, politiche e religiose, accompagnate dal Corpo bandistico Città Castel di Lama.

Alle ore 11, alla Sala Convegni, si terrà il convegno “Fattoria Marche. Tra Mercato e nuovi fondi Ue” Si parlerà di Pac post 2020: strategia di filiera e scenari di consumo, dell’impatto sul sistema allevatoriale locale. Interverranno il direttore della Federazione Interprovinciale Coldiretti Ascoli-Fermo, Alessandro Visotti; il presidente Anabic, Luca Panichi; il direttore generale Filiera Agricola italiana spa Stefano Albertazzi; il responsabile delle politiche economiche della Coldiretti nazionale, Stefano Leporati; la responsabile Caa interprovinciale Coldiretti Ascoli-Fermo, Ivana Cocci; il direttore del BovinMarche, Paolo Laudisio; il direttore veterinario Asur Marche Area Vasta 5, Giorgio Filipponi; il presidente Coldiretti Ascoli-Fermo, Armando Marconi. Modererà il dibattito il giornalista Massimiliano Paolini.

Nel pomeriggio, alle 14 i bambini potranno andare a cavallo e alle 16 si terrà la gara di tosatura ovini.

Sempre in sala convegni si terrà il secondo convegno della giornata. “Messa in sicurezza delle macchine agricole, valutazione dei rischi dell’azienda agricola e News Bandi Marche 2014-2020”. Interverranno l’agronomo Luca Gacomazzi, il coordinatore regionale sicurezza in agricoltura e selvicoltura, Tiziano Ficcadenti; il funzionario Politiche Agroalimentare della Regione Marche, Egea Latini. Modererà la dottoressa Barbara Zambuchini.

Alle 18, nell’area cavalli, saranno presentate le razze e alle 19 ci sarà uno spettacolo con i falchi.

In serata, dalle 20:30 i visitatori potranno intrattenersi alla pista di pattinaggio, alla rievocazione storica e all’insediamento del Podestà. Seguirà la disfida delle Ville, giochi popolari, esibizioni e spettacoli e, infine il dj-set di Brunello.

Lo stand gastronomico, con prodotti a km zero forniti dalla Coldiretti, sarà aperto dalle ore 12 e dalle ore 19.




Dal 30 agosto, la Fiera del Ss Crocifisso a Castel di Lama

CASTEL DI LAMA: Il 30 agosto, dalle ore 8 del mattino, tutti gli espositori, un centinaio, saranno posizionati per le vie del paese e si darà il via alla Fiera del SS Crocifisso di Castel di Lama. L’evento, giunto alla sua XXIV edizione, sarà caratterizzato da un taglio più agricolo e si concluderà il 2 settembre.Nel pomeriggio di giovedì, alle 19, aprirà lo stand gastronomico gestito da Giuseppe Talamonti di Papillon. Quest’anno l’Amministrazione comunale ha deciso di valorizzazione i prodotti e i produttori locali: l’approvvigionamento dello stand, a Km zero, sarà a cura della Coldiretti Ascoli e Fermo. Così facendo si contribuirà a diffondere una cultura alimentare incentrata sulla filiera corta e su tutti i benefici che essa comporta.

La prima serata della fiera sarà animata dalle ore 21 con le esibizioni della Scuola di ballo Barby Dance del Maestro Gianni Capretta, e alle ore 21:30 la serata danzante proseguirà con Elio Giobbi Group e la Pol.Ita Dance School.