E’ il Festival dell’Arte sul Mare

Un bilancio estremamente positivo per il Festival dell’Arte sul Mare 2019.

 

 

San Benedetto del Tronto – Con la chiusura domenica scorsa delle mostre di Nobushige Akyiama e Fabrizio Mariani alla Palazzina Azzurra, è ufficialmente terminato con grande successo, il Festival dell’Arte sul Mare 2019.

Un successo fortemente voluto dal direttore artistico ed organizzativo Piernicola Cocchiaro, presidente dell’Associazione culturale “l’altrArte”, che già dallo scorso ottobre aveva ben chiari gli obiettivi da raggiungere.

Un format, quello del Festival dell’Arte sul Mare che, seppur fedele a quello delle sue tante edizioni precedenti, riesce ogni anno a regalare sempre nuove emozioni grazie ad un programma molto diversificato e capace di coinvolgere i numerosi interessi del pubblico.

In & Out – Artisti a confronto” è stato il titolo ambizioso del Festival che ha voluto dare a cinque artisti della nostra provincia, Andrea Tarli, Ado Brandimarte, William Kaine, Danjel Kosma, Fabrizio Mariani, la possibilità di cimentarsi alla pari nelle varie sezioni, con quattro artisti nazionali ed internazionali, Anna Franceschi, Roland Höft, Natalia Chistyakova, Nobushige Akyiama.

Un’idea che ha avuto un notevole successo, come anche quella di fare interagire, durante la storica Serata Jazz, il trio di Giacinto Cistola con l’orchestra di 60 elementi degli alunni della sezione musicale della scuola “M. Curzi” dell’ISC Centro della città. Uno spettacolo unico.

La stessa scuola inoltre ha anche partecipato alla sezione “Murali scolastici”, realizzando un murale fantastico di 4 metri di lunghezza, ispirato all’opera “Sogno” di Andrea Pazienza.

Molto interessante è stato anche il “confronto” tra lo scultore giapponese Nobushige Akyiama con le sue poetiche installazioni in carta washi e l’artista locale Fabrizio Mariani con le sue delicate rivisitazioni artistiche del pensiero.

Un’altra novità di quest’anno è stata la partecipazione al Festival della mosaicista Anna Franceschi di Orvieto che, durante la settimana artistica, ha realizzato un mosaico a tema ambientalistico.

Un’ottima edizione insomma che ha regalato al MAM, il nostro Museo d’Arte sul Mare, altre quattro sculture sui blocchi frangiflutto, due sculture a grandezza naturale, realizzate da Giuseppe Straccia e aggiunte al suo Presepe, tre murali ed un mosaico.

Con le dieci realizzate quest’anno, il numero complessivo delle opere presenti nel MAM sale così a 185, un numero inimmaginabile quando nacque Scultura Viva nel 1996.

Durante il Festival sono stati distribuiti circa 900 cataloghi di 60 pagine a colori che, oltre ai progetti degli artisti che hanno partecipato, hanno offerto al pubblico la raccolta completa di tutte le opere presenti nel MAM.

Arrivederci al prossimo anno!

 

 

 

 

 

 

 


Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

Non calpestate mai i vostri sogni

 

Facce da Mam

 

Incanto alla Serata Jazz del “Festival dell’Arte sul Mare”

 

Questo è il “Festival dell’Arte sul Mare”… un tuffo nell’Arte Viva

 

Il “Festival dell’Arte sul Mare” continua alla Palazzina Azzurra

 

 

Verso la fase finale del “Festival dell’Arte sul Mare”

 

Verso la conclusione del “Festival dell’Arte sul Mare”

 

Verso il “clou” del “Festival dell’Arte sul Mare”

 

Nobushige Akiyama in mostra alla Palazzina Azzurra

 

Nobushige Akiyama in mostra alla Palazzina Azzurra

 

 

Inizia la parte centrale del “Festival dell’Arte sul Mare”

 

Il “Festival dell’Arte sul mare” entra nel vivo

 

Il sogno di Andrea, Work in progress

 

Giuseppe Straccia, fuori “Festival dell’Arte sul Mare”

 

Festival dell’Arte sul Mare, conosciamo gli artisti

 

Domenica inizia il Festival dell’Arte sul Mare 2019

 

 

 

 

 

 




Incanto alla Serata Jazz del “Festival dell’Arte sul Mare”

San Benedetto del Tronto, 2019-06-12 – Serata Jazz per il “Festival dell’Arte sul Mare” con l’importante evento al molo sud dove il numerosissimo pubblico ha goduto un “dialogo musicale” tra il trio jazz di Giacinto Cistola e l’orchestra di circa 60 alunni della sezione musicale dell’Isc Centro “M. Curzi” di San Benedetto.

Complice la bellissima serata estiva, l’organizzatore Piernicola Cocchiaro si è superato con questo evento imperdibile in una splendida location che solo la Città di San Benedetto sa offrire.  

Altri due appuntamenti da non perdere si svolgeranno entrambi sabato prossimo 15 giugno e saranno il secondo workshop gratuito sull’Origami che si terrà alla Palazzina Azzurra alle 11,00 e la cerimonia di chiusura del Festival, che si svolgerà presso il molo sud alle 18,30.
Alla cerimonia parteciperanno le autorità cittadine alle quali gli artisti che hanno partecipato al Festival presenteranno le opere da loro realizzate.

Oltre agli eventi citati, ogni giorno, durante l’intera settimana, sarà possibile vedere al lavoro gli artisti e ricevere da loro le spiegazioni sulle opere che stanno realizzando. Inoltre, sia alla Palazzina Azzurra che nel MAM al molo sud, sarà distribuito il bellissimo catalogo di 60 pagine a colori del Festival, curato da Fabrizio Mariani, con la raccolta fotografica di tutte le 178 opere presenti nel MAM e realizzate negli anni precedenti a partire dal 1996.

 

 

 

 

 

 

Ph © Simonetta Capecci
© www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it
simonettacapecci@libero.it https://www.facebook.com/simonettacapecci

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




Successo per “Cantiamo il Jazz” con il Giacinto Cistola Quartet al Festival dell’Arte sul Mare

 

San Benedetto del Tronto, 2018-06-07 – Successo ieri sera al Festival dell’Arte sul Mare per “Cantiamo il Jazz” con il Giacinto Cistola Quartet e la performance pittorica in simultanea di Genti Tavanxhiu e Stefano Tamburini.

 




Cistola: “Il Marche Jazz Wine winner edition mi ha davvero entusiasmato”

La manifestazione che si è svolta a Offida il 28 e 29 dicembre ha riscontrato un grande successo di pubblico, grazie alla qualità dei musicisti e all’accoglienza dei ristoratori

OFFIDA – “Atmosfere simili si trovavano a New Orleans e a New York, negli anni ‘40 e ‘50 e le abbiamo riproposte a Offida per il Marche Jazz Wine winner edition. Una manifestazione musicale che è stata davvero di ampio respiro”. Il direttore artistico Giacinto Cistola ha commentato in questa maniera il grande successo ottenuto dall’evento che si è tenuto il 28 e 29 dicembre con 16 concerti nei locali del centro storico, e la jam session finale a Spazio Vino. Tanti i musicisti che si sono alternati nelle due serate, locali e non. “Tra questi addirittura un chitarrista che ha suonato per Paolo Conte – continua il direttore artistico – Un mio amico poi è venuto direttamente da Amsterdam, dove studia, per partecipare alla jam session”. Il gran lavoro svolto dall’Amministrazione comunale insieme al direttore artistico ha dato i suoi frutti e l’affluenza è stata al di là di ogni aspettativa.

“Devo ringraziare per questo i ristoratori di Offida – commenta l’assessore al Commercio, Isabella Bosano – non è scontata la grande disponibilità all’accoglienza che ha caratterizzato le due serate così come l’altissima qualità del cibo e del vino”.

“Un’altra conferma per il brand Offida – dichiara l’Assessore al Tursismo, Piero Antimiani – che può sempre contare sulla grande predisposizione dei suoi cittadini all’ospitalità. L’evento ha richiamato un pubblico vasto, non solo locale”.

Cistola ha confermato che hanno partecipato diverse persone di altre regioni che pur di partecipare al Marche Jazz, hanno organizzato le ferie a Offida proprio in quei giorni. Dal nord e dal sud Italia.

Tutti i gruppi, una volta terminati gli spettacoli nei vari locali, si sono riuniti a Spazio Vino e che suonando e animando il locale fino alle 2 del mattino, hanno dato l’occasione ai tanti avventori di ascoltare musica dal vivo di gran livello.

“Ringrazio l’Amministrazione comunale – conclude Cistola – e soprattutto l’Assessore Antimiani che mi ha voluto come direttore artistico. Sono davvero entusiasta per questa full immersion di musica, arte, cultura, vino e buon cibo. Stiamo già pensando all’edizione estiva che vorremmo ampliare con corsi pomeridiani, diretti ai musicisti”.

 

 




“Letture d’autore”, presentato a Grottammare il nuovo libro di Pierluigi Lucadei

GROTTAMMARE (AP) – Lo scorso sabato 18 febbraio è stato presentato presso la Sala Consiliare del Comune di Grottammare il nuovo libro di Pierluigi Lucadei, “Letture d’autore. Ventincinque protagonisti del rock italiano raccontano le loro passioni letterarie” (Galaad Edizioni).
Introdotto da Paola Vagnozzi, Lucadei ha accompagnato il pubblico intervenuto in un affascinante viaggio tra musica e letteratura, raccontando le letture, gli amori e le idiosincrasie letterarie di stelle della nostra canzone d’autore come Niccolò Fabi, Nada, Manuel Agnelli, Cristiano Godano, Brunori Sas, Mario Venuti, Pierpaolo Capovilla, Francesco Bianconi e tanti altri.

Nell’anno del Premio Nobel per la Letteratura a Bob Dylan, Lucadei ha chiarito quanto la musica abbia bisogno della letteratura e viceversa, svelando aneddoti e curiosi retroscena legati alle venticinque interviste raccolte nel libro.

L’incontro, organizzato dall’Associazione Blow Up in collaborazione con l’Informagiovani di Grottammare, ha anche visto la presenza del chitarrista Giacinto Cistola, che ha reinterpretato brani di Leonard Cohen, Marlene Kuntz e Afterhours.

 




Giacinto Cistola, incursioni chitarristiche

 

Grottammare, 2017-02-19 – Giacinto Cistola, incursioni chitarristiche a “Letture d’autore

 

 

 

Giacinto Cistola

Giacinto Cistola

 

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

Giacinto Cistola

Giacinto Cistola