Servizio Pedibus, a Giulianova cercano accompagnatori

Il Comune di Giulianova pubblica l’avviso per i volontari che vogliano aderire all’iniziativa come accompagnatori

L’avviso ed il modulo di domanda pubblicati sul portale web dell’ente

Giulianova – Il Comune di Giulianova è alla ricerca di volontari da impegnare nel Pedibus, il nuovo servizio avviato in via sperimentale e rivolto agli alunni delle Scuole Primarie e Secondarie di primo grado giuliesi.

Il Pedibus è un autobus che va a piedi, formato da un piccolo gruppo di bambini che si recano a scuola accompagnati da due adulti volontari: un “autista” davanti e un “controllore” che chiude la fila.

È un modo sicuro, ecologico e divertente per andare e tornare da scuola e, come un vero autobus di linea, parte da un capolinea e segue un percorso stabilito rispettando l’orario prefissato.Il Pedibus viaggerà col sole e con la pioggia e ciascun partecipante dovrà   indossare un gilet ad alta visibilità. Lungo il percorso i bambini potranno chiacchierare con i loro amici, scoprendo regole utili sulla sicurezza stradale e imparando ad essere autonomi. I percorsi sono stati definiti in collaborazione con Fiab -Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta – allo scopo di individuare quelli più idonei e sicuri, dove il più lungo non supera i 700 metri.

Il Comune di Giulianova garantisce il proprio supporto per la realizzazione e il coordinamento del progetto durante tutto l’anno scolastico e chiede ai genitori di aderire come volontari “accompagnatori”, dando un proprio contributo per la realizzazione e il coordinamento del progetto.

Sul portale web istituzionale del Comune di Giulianova è stato pubblicato l’avviso ed il modulo di domanda per aderire all’iniziativa.

Basta scaricare e compilare il modulo ed inviarlo via pec all’indirizzo protocollogenerale@comunedigiulianova.it o consegnarlo a mano all’Ufficio Protocollo in Corso Garibaldi 109 oppure allo Sportello dell’Ufficio Istruzione, in via Bindi, negli orari di ricevimento.

I genitori interessati dovranno far pervenire le istanze entro il 21 settembre 2020.

 




Il Sindaco Costantini fa visita a nonna Maria per la festa dei suoi 105 anni

Giulianova – Questa mattina il Sindaco Jwan Costantini ha voluto essere presente alla festa organizzata dai familiari per i 105 anni di Maria Ranalli e portare alla nonna giuliese gli auguri dell’Amministrazione Comunale e della Città di Giulianova.

Un traguardo importante che la signora Ranalli ha celebrato insieme alle figlie Amalia e Santa Osimo e i nipoti Michele Lupinetti, Daniela Matani, Franca Matani con il marito Leonardo Maiorani e Donato Ranalli.“E’ un piacere poter festeggiare con nonna Maria un così importante traguardo anagrafico – dichiara il Sindaco Jwan Costantini – che la resa testimone di cambiamenti e vicende importanti che hanno attraversato un secolo di storia del nostro territorio e non solo. Nata a Filadelfia, nonna Maria ha vissuto la vita dell’emigrante, arrivando nel nostro Abruzzo per trasferirsi prima a Poggio delle Rose ,frazione di Cermignano, ripartire per la Svizzera e tornare in Italia, in un secondo tempo, per scegliere la città di Giulianova come luogo ideale in cui far crescere la propria famiglia. Questo ci riempie di orgoglio e gratitudine ed auguriamo alla signora Maria di continuare il suo intenso percorso di vita, ricambiata dall’amore e dalle cure dei suoi cari”.

In allegato foto del Sindaco Costantini con nonna Maria Ranalli ed i familiari.




Nasce il nuovo deposito archeologico di Giulianova

Grazie alla collaborazione tra Soprintendenza, Comune e Polo Museale Civico

All’opera due archeologi su migliaia di reperti per rinnovare l’allestimento del Museo civico archeologico

Giulianova – La Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo ha intrapreso, a partire dal 2019, un importante lavoro di censimento, verifica e riordino dei propri depositi archeologici sparsi sul territorio regionale. Nell’ambito di questa attività, il Comune di Giulianova ha fornito un prezioso aiuto, mettendo a disposizione un deposito che avesse le caratteristiche di sicurezza richieste e che permettesse di ospitare tutti i materiali provenienti dalla romana Castrum Novum Piceni, poi Castel San Flaviano fino al XV secolo, e delle zone vicine, soprattutto costiere.
La Soprintendenza, al fine di rendere sicuro ed efficiente il magazzino giuliese, ha individuato dei fondi da mettere a disposizione per consentire il complessivo riordino dei reperti. Tale impegno economico, oltre a permettere l’acquisto dei beni necessari all’allestimento del deposito, ha consentito di incaricare due archeologi professionisti che si stanno occupando della verifica, riordino, schedatura e documentazione fotografica dei reperti. Questa attività è stata preceduta da un impegnativo lavoro di trasferimento dei materiali archeologici prima depositati in altri locali, che è stato possibile effettuare grazie all’impegno dell’Assessore alla Cultura e ai Lavori Pubblici Giampiero Di Candido e alla collaborazione del Settore Opere Pubbliche del Comune di Giulianova.Le operazioni di riordino sono coordinate dal Funzionario Archeologo competente per il territorio, Gilda Assenti, con la collaborazione, per alcune attività specifiche, del Funzionario Restauratore, Maria Isabella Pierigè, e in stretta sinergia con il direttore t.s. del Polo Museale giuliese e Ispettore onorario, Sirio Maria Pomante.
Le operazioni di verifica e riordino dei depositi, mai affrontate fino ad oggi, inoltre, saranno fondamentali per permettere alla Soprintendenza e al Polo Museale Civico di valutare la possibilità di incrementare e allestire nuovamente il Museo archeologico, con sede al Torrione “La Rocca”, arricchendo l’esposizione e la narrazione della storia cittadina di alcuni tasselli attualmente mancanti.

Il primo appuntamento durante il quale si potrà visitare il deposito in allestimento nel Sotto-Belvedere e conoscere le attività degli archeologi sarà domenica 27 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, alle quali anche quest’anno il Polo Museale giuliese aderirà con alcune iniziative che faranno scoprire il lavoro dietro le quinte del museo, fatto di cura e di ricerca, nell’ottica di una formazione continua della cittadinanza.

“Siamo molto soddisfatti della collaborazione intrapresa con il Comune di Giulianova per l’individuazione di uno spazio idoneo alla conservazione dei reperti archeologici provenienti dal territorio – dichiara la Soprintendente Rosaria Mencarelli – Si tratta di un’importante occasione per verificare il materiale archeologico, non solo per tutelarlo al meglio, ma anche per intraprendere nuovi percorsi di valorizzazione.”




A Giulianova arriva il Voguing

Dalla New York degli anni ‘80 il ballo ispirato alle movenze delle top model

Giulianova – Il Voguing, il celebre ballo nato a New York negli anni ‘80 ed ispirato alle movenze delle top model, sbarca a Giulianova con uno spettacolo travolgente ed innovativo, che vedrà accendersi la competizione tra i ballerini della scuola di danza “Urban Studios” di Ancona.

L’evento dal titolo “Pose”, sotto la direzione artistica di Isabella Di Bonaventura, è promosso dal Comitato Commercianti e Artigiani Giulianova Lido, con il patrocinio del Comune di Giulianova, e si svolgerà venerdì 4 settembre, dalle ore 21.00, in Viale Orsini, trasformando il centro della città in una grande ballroom.

Il nome “Voguing” prende ispirazione dal celebre video di Madonna “Vogue”, dando vita ad una competizione, uno spettacolo, un “circo” per ballare come si vuole, essere chi si vuole, lontani dalle costrizioni della società “normale”.

E il Voguing nasce proprio nell’ambito della “ballroom scene”: la danza si ispirava alle pose delle modelle fotografate nella rivista Vogue, ma anche ai geroglifici dell’antico Egitto e agli esercizi ginnici.“Con il tempo lo stile del voguing è cambiato, passando dall’Old Way, che prediligeva pose più rigide, movimenti simmetrici e angoli netti (pose statiche che passano dall’una all’altra, proprio come quando si sfoglia Vogue) alla New Way alla fine degli Anni ’80 – si legge in un articolo pubblicato dalla celebre rivista di moda americana “Vogue”- Allora la New Way introdusse più fluidità e flessibilità al voguing, e nuove mosse come il duckwalk (i ballerini si accovacciano e poi allungano le gambe ai lati velocemente, come a imitare il passo di un’anatra), il catwalk, giravolte e dip (si “stramazza” al suolo in modo teatrale e controllato, il gran finale di una coreografia). Oggi la New Way riguarda al passato rieditando i movimenti più rigidi, contorsioni delle braccia e locking, mentre il Vogue Femme enfatizza pose più teatrali e super-femminili come la death drop, la caduta a terra sulla schiena”.

Venerdì sera, a Giulianova, gli spettatori assisteranno ad una Ball con una giuria che voterà le performance dei partecipanti, i quali si esibiranno in tre categorie di Voguing: Runway, Performance e Body. Verrà eletto un vincitore per ogni categoria e poi un vincitore assoluto.

L’evento verrà presentato da Sally con la selezione musicale di dj Hanzo.




Lavori fondamentali per il rilancio della Stazione Ferroviaria di Giulianova

Dal quarto binario agli ascensori 

Il  Sindaco Costantini ringrazia i vertici di Ferrovie dello Stato

Giulianova – Lavori di ammodernamento effettuati da Ferrovie dello Stato stanno interessando, in questi mesi, lo scalo ferroviario di Giulianova. Si tratta della realizzazione di un quarto binario che ospiterà il transito dei treni ad alta percorrenza, come Intercity e Freccia Bianca, e di nuove ed esteticamente più moderne pensiline, l’istallazione di un altro ascensore di collegamento tra i binari e la sostituzione del vecchio impianto di illuminazione con quello a led, nonché il rifacimento del sottopasso ferroviario.
“Un doveroso ringraziamento ai vertici di Ferrovie dello Stesso con i quali, grazie all’impegno e alla costanza dell’Assessore Di Candido, abbiamo instaurato rapporti di mediazione ed attiva collaborazione – dichiara il Sindaco Jwan Costantini – auspichiamo che, al più presto, il binario, già funzionante,  venga inaugurato ufficialmente insieme ai due ascensori, che finalmente renderanno la nostra stazione non solo ancora più accessibile ai diversamente abili ma a tutti i passeggeri, i quali non saranno più costretti a portare a mano i bagagli da un binario all’altro. Il nostro scalo ferroviario si sta preparando a diventare non solo il più importante della provincia di Teramo ma, per la modernità dei servizi ed il restyling in atto, tra i più funzionali d’Abruzzo”.

“In questi giorni gli operatori della Rete Ferrovia Italiana stanno portando avanti anche una serie di operazioni di controllo su tutti i sottopassi ferroviari del territorio giuliese – dichiara l’Assessore alla Manutenzione Giampiero Di Candido –  ringraziamo Ferrovie anche per lo svolgimento di queste attività, assolutamente necessarie per verificare e preservare la sicurezza delle strutture”.




Nessuna ombra su un progetto ‘sensibile’ come quello di “Granelli di… Gioia”

Riceviamo e pubblichiamo due distinti comunicati, uno a firma del dottor Paolo Calafiore e l’altro dell’Amministrazione Comunale, in merito al progetto sociale della spiaggia libera “Granelli… di Gioia”

 

 Spiace leggere sulla stampa parole al vento che puntano a mettere ombra su un progetto ‘sensibile’ come quello di “Granelli di gioia”. Era dietro l’angolo la sciocca critica ad una iniziativa che di certo non ha nulla a che fare con il tema dell’inclusione e dell’esclusione.

Proviamo a fare chiarezza e cerchiamo di riportare “un granello di gioia” su questa iniziativa. Il progetto nasce all’inizio della fase 2 dell’emergenza covid, quando l’accesso alle spiagge pubbliche non era liberalizzato.

Si usciva dalla fase 1 dell’emergenza, quando le necessarie restrizioni avevano già impattato profondamente sulla popolazione, limitandone la libertà di movimento e le occasioni di socializzazione.

Sono ormai molti i contributi scientifici che hanno evidenziato il peso negativo della pandemia da Coronavirus sulla popolazione giovanile italiana: il 40,4% dei giovani ne ha conseguito problemi psicologici, il 14,4% ha raggiunto i criteri per un Disturbo Post Traumatico da Stress (PUBMED The effect of covid-19 on youth mental Health, 2020 Apr 21).

Questa condizione di disagio è sembrata ancora più grave per le famiglie con disturbi del neurosviluppo ed in particolare dei disturbi dello spettro autistico, tanto da portare molte Regioni alla concessione di brevi uscite accompagnate per le persone per le quali se ne certificava la necessità di prevenzione e gestione di crisi comportamentali.

In questa cornice, nel rischio paventato di negare l’accesso ai lidi pubblici, è’ nato l’appoggio scientifico al Comune di Giulianova per la creazione di uno spazio libero ed in ‘sicurezza’ secondo le indicazioni del Ministero della Salute in favore delle persone con disturbi dello spettro autistico che altrimenti avrebbero rischiato l’esclusione ad una estate ‘tipica’ . 

Si leggono parole di critica come “ GHETTIZZARE, che per la definizione stessa della parola si intende: zona che è riservata a una minoranza etnica o religiosa , nella quale vivono in gruppo volontariamente o forzatamente…

Invece questa esperienza è nata come una opportunità in più che il Comune di Giulianova ha voluto offrire a famiglie di bambini con specifici disturbi del neurosviluppo , CHE NE FACCIANO LIBERA RICHIESTA , per poter dare una alternativa di scelta in base alle specifiche esigenze in uno spirito collaborativo e sociale necessario in momento così delicato per tutti .

Credo che un’esperienza simile, caratterizzata da estrema sicurezza, controllo costante durante l’orario di apertura, approvata dalle società scientifiche specifiche, come risulta da messaggi ed email in nostro possesso, possa essere traslata e migliorata sicuramente in molti altri settori come già esistono le aree riservate alla disabilità.

I medici che non fanno politica, offrono il loro supporto scientifico e di esperienza quando viene richiesto, per giuste cause, indipendentemente da colori politi o protagonismi organizzati.

Spero di aver chiarito ogni dubbio e resto a disposizione di tutti in privato, per consigli o domande che passano portare a migliorare la nostra Città in ambito Sanitario e soprattutto pediatrico, branca che ho abbracciato 40 anni fa.

Grazie a voi tutti e alla Amministrazione Comunale.

Paolo Calafiore

Spiaggia libera “Granelli… di Gioia”

Garantire in emergenza sanitaria alle famiglie un luogo sicuro e protetto secondo le indicazioni scientifiche dell’Osservatorio Nazionale, Dipartimento di Salute Mentale e U.O.S.D. di Neuropsichiatria Infantile della Asl di Teramo

Giulianova, 12 giugno 2020 – L’Amministrazione Comunale si è attivata di concerto con le strutture sanitarie, implementando l’iniziativa sulla base delle indicazioni scientifiche fornite dalla Asl di Teramo, Dipartimento Salute mentale e U.O.S.D. di Neuropsichiatria Infantile ed in linea con quelle fornite, in data 30 aprile 2020, dall’Osservatorio Nazionale Autismo ISS.

Il progetto vuole essere un valore aggiunto per le famiglie con specifico carico di disabilità, offrendo la possibilità di fruire gratuitamente di una spiaggia sicura, di un contesto protetto all’aperto, in cui è possibile anche svolgere terapia. La qualità dell’iniziativa è tanto più significativa se si pone l’attenzione sul fatto che, al momento, le spiagge libere non sono organizzate in modo da garantire il distanziamento sociale. Questa spiaggia, invece, è stata opportunamente allestita, a beneficio della fragilità dell’utente ed in relazione alle difficoltà che lo stesso può avere nel rispettare le regole per la sicurezza sanitaria.

L’iniziativa, promossa dal Comune con la consulenza scientifica della Asl di Teramo, non può essere valutata al di fuori del contesto emergenziale che si sta ancora vivendo e che, a tutela dei soggetti più fragili, impone un distanziamento sociale, che comporta ex se una deroga di processi di inclusione ordinaria. L’iniziativa è un servizio in più che si è voluto dare ai minori in spettro autistico e che non preclude scelte diverse, ed è stata già accolta positivamente da alcune famiglie che, in questi giorni, hanno prenotato l’ingresso alla spiaggia.

Inoltre l’accesso alla spiaggia libera “Granelli… di Gioia”, regolamentato da orari e dalle attività di triage ad opera dei volontari, è consentito anche a tutte quelle persone, familiari ed amici, che vogliono accompagnare i minori e vivere con loro momenti di socialità.

Si ribadisce che la finalità del progetto è quella di garantire a questi bambini e alle famiglie un luogo sicuro e protetto, e smentisce ogni accusa rivolta all’Ente di voler “ghettizzare” una categoria svantaggiata. Si conclude ricordando inoltre che, negli anni, il litorale giuliese ha già ospitato diverse spiagge libere dedicate, come quella per diversamente abili “Mare per Tutti”, inaugurata dalla passata amministrazione nel 2017, ed il lido ex Fand e Helios.

Nasce a Giulianova la spiaggia libera “Granelli… di Gioia” riservata ai minori con disturbi dello spettro autistico

 

 




Nasce a Giulianova la spiaggia libera “Granelli… di Gioia” riservata ai minori con disturbi dello spettro autistico

Giulianova, 2020-06-13 – Inaugurata, questa mattina, a Giulianova la spiaggia libera dedicata ai minori con disturbi dello spettro autistico del progetto “Granelli… di Gioia”, nato dalla sinergia tra Comune di Giulianova, Dipartimento di Salute Mentale ed équipe di Neuropsichiatria Infantile della Asl di Teramo.

Situata su Lungomare Zara Nord, tra gli stabilimenti Portofino e Blu Relax, a partire da oggi la spiaggia ospiterà i bambini ed i ragazzi autistici, assieme a familiari o accompagnatori, al fine di offrire loro la possibilità di rivivere un frammento della quotidianità perduta a causa dell’attuale emergenza sanitaria e momenti di libertà in sicurezza.

L’apertura di “Granelli… di Gioia” è avvenuta alla presenza del Sindaco Jwan Costantini, del Vice Sindaco ed Assessore alle Politiche Sociali Lidia Albani, del Presidente del Consiglio Paolo Vasanella, dei Consiglieri Comunali Livio Persiani e Valentina Piccione, del Direttore dell’Assistenza Sanitaria Territoriale Valerio Filippo Profeta, della Responsabile della U.O.S.D. di Neuropsichiatria Infantile Chiara Caucci e del Dottor Paolo Calafiore del Gruppo di Lavoro Covid della Asl di Teramo.
“Siamo davvero felici che sia Giulianova ad ospitare la prima spiaggia libera d’Abruzzo riservata ai minori con disturbi dello spettro autistico frutto di un’importante sinergia tra Comune ed Asl – dichiara il Sindaco Costantini – abbiamo ricevuto già tante prenotazioni e messo a disposizione il servizio di salvamento ed il triage gestito dai volontari di Protezione Civile, Croce Rossa ed Associazione Polizia Penitenziaria, che si alterneranno nei weekend e che ringraziamo per la disponibilità e l’impegno. Possiamo già annunciare che, in collaborazione con la Asl, ci sono ancora tante iniziative volte al sociale, che presenteremo nei prossimi mesi”.

“Mi associo ai ringraziamenti rivolti alla Asl di Teramo per averci presentato questo bellissimo progetto- dichiara la Vice Sindaco Albani – ci auguriamo che la spiaggia risponda in pieno alle esigenze dei minori e dello loro famiglie e siamo disponibili ad accogliere qualsiasi richiesta che arriverà in corso d’opera. Ne approfitto per ringraziare gli operai comunali che, in tempi brevi, hanno proceduto all’allestimento della spiaggia”.

“E’ la Asl di Teramo che ringrazia il Comune di Giulianova per aver accolto il progetto con così tanto entusiasmo – dichiara il Direttore Profeta – avere l’opportunità di offrire ai nostri assistiti momenti di socialità e di supporto alla famiglia è davvero importante. Quando il dottor Calafiore ci ha presentato questa iniziativa il Direttore Generale f.f. Di Giosia l’ha fatta subito sua, dandoci tutto l’appoggio necessario. Siamo sicuri che, in un comune come quello di Giulianova che ha una grande vocazione rispetto a questi progetti sociosanitari,potremo realizzare tanti altri progetti”.

“Ai minori con disturbi dello spettro autistico non è importante solo offrire diagnosi e servizi di riabilitazione ma anche un’integrazione con il sociale – dichiara la Dottoressa Caucci – quindi con il territorio per la possibilità di occuparci in modo completo della loro vita, creare per loro un vero e proprio ‘progetto di vita’. Già sono tanti genitori della provincia di Teramo che ci hanno chiesto informazioni su questa nuova realtà sociale e siamo certi che sarà un’esperienza che coinvolgerà tanti utenti non solo dell’Abruzzo ma anche da fuori regione”.

“Il Comune di Giulianova ha approvato il progetto ed avrà tutto il sostegno della Asl – dichiara il Dottor Calafiore – i minori autistici in questo periodo di lockdown hanno sofferto forse più di tanti altri e così abbiamo pensato di poter recuperare questi mesi di isolamento forzato con questa spiaggia riservata a loro. Il progetto nasce con la consulenza scientifica dei medici della Neuropsichiatria Infantile della nostra Azienda Sanitaria e seguendo le normative anti-contagio”.

Il Comune di Giulianova ricorda che l’ingresso degli utenti avverrà previa prenotazione, da effettuare al numero telefonico 085/8021224, il giovedì ed il venerdì, dalle ore 8.30 alle 14.00.

L’Accesso alla spiaggia è consentito tutti i giorni rispettando, rigorosamente, i seguenti orari, al fine di permettere ai volontari di effettuare le operazioni di triage: dalle ore 8.30 alle 10.30 e dalle 15.30 alle 17.30. Gli utenti, una volta effettuato l’ingresso nei suddetti orari, potranno permanere sulla spiaggia senza limiti di tempo.




da Giulianova

Apertura spiaggia libera “Granelli…di Gioia” dedicata ai minori con disturbi dello spettro autistico

Inaugurazione sabato 13 giugno

Verrà inaugurata sabato 13 giugno, alle ore 9.00, la prima spiaggia libera d’Abruzzo riservata ai minori con disturbi dello spettro autistico. Il progetto sociale, dal titolo “Granelli… di Gioia”, nasce dalla sinergia tra Comune di Giulianova, Dipartimento di Salute Mentale ed équipe di Neuropsichiatria Infantile della Asl di Teramo.

Approvato con delibera di Giunta, il progetto punta ad aiutare e sostenere quelle famiglie e quei genitori con familiari in spettro autistico, cercando di migliorare la qualità della loro vita nel periodo di emergenza sanitaria, in condizioni di sicurezza e proteggendo al meglio la loro salute, attenendosi alle indicazioni del documento specifico diffuso, il 2 aprile 2020, dall’Istituto Superiore di Sanità e a quelle redatte dal Dipartimento di Salute Mentale della Asl di Teramo.

La spiaggia libera è situata sul Lungomare Zara Nord, tra gli stabilimenti balneari Portofino e Blu Relax, a Giulianova Lido. L’ingresso degli utenti avverrà previa prenotazione, da effettuare al numero telefonico 085/8021224, il giovedì ed il venerdì, dalle ore 8.30 alle 14.00.

L’Accesso alla spiaggia è consentito tutti i giorni rispettando, rigorosamente, i seguenti orari, al fine di permettere ai volontari di effettuare le operazioni di triage: dalle ore 8.30 alle 10.30 e dalle 15.30 alle 17.30. Gli utenti, una volta effettuato l’ingresso nei suddetti orari, potranno permanere sulla spiaggia senza limiti di tempo.

L’inaugurazione si terrà sabato 13 giugno, alle ore 9.00, alla presenza dei rappresentanti istituzionali del Comune di Giulianova, del Direttore Generale f.f. Maurizio Di Giosia e dei responsabili della U.O.S.D. di Neuropsichiatria Infantile della Asl di Teramo.

Il Comune di Giulianova mette a disposizioni le scuole di via Gobelli e “Don Milani” per la realizzazione dei Centri estivi

Pubblicato il bando sul sito web dell’Ente

E’ stato pubblicato sul sito web del Comune di Giulianova il bando rivolto alle associazioni, cooperative ed enti no profit che intendono richiedere la concessione, in uso temporaneo e gratuito, di locali scolastici per la realizzazione, nel periodo compreso tra il 20 giugno ed il 20 agosto 2020, di Centri estivi non residenziali rivolti a bambini e ragazzi della scuola primaria e secondaria di I° grado, nel rispetto delle linee guida del Dipartimento per le politiche della famiglia – Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Decreto Del Presidente Del Consiglio Dei Ministri 17 Maggio 2020 e dell’ ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 70 del 7 giugno 2020.

Le strutture scolastiche che il Comune metterà a disposizione sono la Scuola dell’Infanzia di via Gobelli e la Scuola Materna “Don Milani”, negli spazi indicati nelle piantine allegate al bando.

“L’obiettivo di questa iniziativa è quello di favorire l’aggregazione, la socializzazione e la crescita dei più piccoli – dichiara la Vice Sindaco Lidia Albani – ottimizzando ed incentivando l’uso delle strutture scolastiche e sostenendo la funzione della scuola come centro di promozione culturale, sociale e civile del territorio, coinvolgendo in tale finalità le nostre realtà associative, cooperative e no profit”.

Associazioni, cooperative ed enti no profit interessati potranno presentare istanza attraverso la compilazione del modulo di domanda allegato al bando, che potrà essere consegnato in busta chiusa recante la dicitura: “Bando per la concessione di locali scolastici per la realizzazione di Centri estivi non residenziali per bambini e ragazzi fascia d’età 6 -14 anni (periodo 20 giugno-20 agosto 2020)”, entro le ore 18.00 del 16 giugno 2020 all’ufficio Protocollo del Comune di Giulianova, in Corso Garibaldi 109, oppure inviato a mezzo plico informatico con documenti sottoscritti digitalmente all’indirizzo pec protocollogenerale@comunedigiulianova.it.

 

 

 

“Giulianova in Fiore”

Sabato e domenica la città ospiterà la colorata fiera con fiori, piante, prodotti tipici ed artigianato

Dopo la sospensione delle iniziative ludiche e culturali, dovuta all’emergenza sanitaria Covid-19, questo fine settimana Giulianova tornerà ad aprirsi alle iniziative commerciali e turistiche con “Giulianova in Fiore”.

La colorata fiera con espositori di fiori, piante, prodotti tipici ed artigianato, a cura Comune di Giulianova in collaborazione con Confesercenti, Confcommercio e commercianti giuliesi, verrà ospitata lungo via Nazario Sauro e Viale Orsini, nei giorni di sabato 13 giugno, dalle ore 16.00 alle 24.00 e di domenica 14 giugno, dalle 08.00 alle 20.00.

 

 

 

 




Il Saluto di fine anno scolastico del Sindaco Costantini e dell’Assessora Verdecchia

“Carissimi ragazzi, dirigenti scolastiche, insegnanti e genitori, siamo giunti al termine di un anno scolastico particolare, difficile, inaspettato, che di certo ricorderemo per sempre.

Questi mesi sono stati scanditi dall’incertezza, dalla lontananza, da un nuovo modo di concepire lo studio e le attività didattiche ed educative, ma anche gli spazi ed i tempi comuni, di gioco e socialità.

L’emergenza sanitaria, che ancora ci troviamo a fronteggiare, ha irrimediabilmente cambiato le nostre abitudini, i ritmi e le priorità ma, nonostante tutto, non sono venuti meno l’entusiasmo e la passione degli insegnanti che, affacciandosi a nuovi metodi di didattica a distanza, non solo hanno continuato a dedicarsi all’insegnamento con inventiva, ma hanno ascoltato i ragazzi, li hanno sostenuti, incoraggiati, rassicurati nei giorni “sospesi” della quarantena.
Una vicinanza creata, giorno dopo giorno, che ha modificato totalmente il nostro concetto di condivisione, ma non gli intenti, i progetti ed i sogni della scuola e dei suoi studenti. Ringraziamo di cuore i genitori che, con pazienza e generosità, hanno aperto virtualmente le loro case, si sono seduti vicino ai ragazzi, aiutandoli nello studio ed interfacciandosi con dirigenti ed insegnanti sulle piattaforme online, dimostrando, ancora una volta, un’attenzione particolare al percorso scolastico dei figli.

Come amministratori, come genitori, non possiamo che ringraziare tutti coloro che operano nel mondo della scuola per il grande lavoro svolto, per aver portato avanti con dignità ed impegno quello che per molti di voi rappresenta una missione: formare i cittadini del domani non solo da un punto di vista didattico, ma anche insegnando loro i valori del rispetto, dell’educazione e della tolleranza.

Un grazie che viene dal cuore a voi, splendidi ragazzi, per la presenza e la costanza, perché non vi siete arresi al momento di difficoltà, ma vi siete impegnanti a mantenere il passo nello studio, affacciandovi con curiosità alle nuove tecnologie e cercando di dare il meglio.

Sappiamo che vi manca la scuola, con i suoi momenti di gioia e condivisione vissuti insieme ai vostri amici e agli insegnanti, ma li ritroverete presto. Non mollate, siate coraggiosi e soprattutto curiosi nell’imparare. L’amore per lo studio vi renderà uomini liberi.”

Giulianova, 2020-06-06 – 

Il Sindaco
Jwan Costantini

L’Assessore alla Pubblica Istruzione
Katia Verdecchia




da Giulianova

L’Assessore Albani invita i nuclei familiari che hanno necessità ad inoltrare la domanda per ricevere i pacchi alimentari

L’Assessore alle Politiche Sociali Lidia Albani invita i cittadini ed i nuclei familiari che hanno necessità ad inoltrare la domanda per la consegna dei pacchi alimentari dell’iniziativa solidale del Comune di Giulianova “La Spesa Sospesa”.

Per inoltrare la domanda si può compilare il modulo scaricabile sul sito web del Comune di Giulianova (https://www.comune.giulianova.te.it/pagina0_home-page.html).

“Voglio ricordare alle persone e alle famiglie che si trovano a vivere un momento di particolare difficoltà, dato dall’emergenza sanitaria, che è ancora possibile ricevere i pacchi di derrate alimentari – dichiara l’Assessore Albani – messi a disposizione dal Comune grazie alle generose donazioni di aziende e privati e al lavoro dei volontari dell’associazione “Il Dono di Maria””.

In allegato modulo di domanda per pacco solidale.