Il 6 e 7 giugno Torricella Sicura in festa con il decennale dell’Infiorata del Corpus Domini

Il tema del Decennale, ispirato al Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco, è la misericordia. Parteciperanno gruppi di infioratori composti da giovani immigrati

 

 

TORRICELLA SICURA, 2015-06-05 – Domani e domenica Torricella in festa con il decennale dell’Infiorata del Corpus Domini. Raggiunge il culmine la settimana dedicata all’Infiorata, iniziata già dal 2 giugno con l’apertura della Mostra “Dieci anni dell’Infiorata” (che rimarrà esposta fino al 7 giugno a Villa Capuani) e la presentazione del libro “Le Infiorate del Corpus Domini” a cura di Barbara Monaco (Tipografia INKiostro, maggio 2015) con testi di Daniele Palumbi, Barbara Monaco, Mons. Michele Seccia, Sac. Enzo Manes, Pietro Serrani, Gianni Tarli e Sac. Giulio Marcone e foto di Alessandro De Ruvo, Maria Cristina Ciammariconi, Dorotea Ardizzi, Serafino Perpetuini e Carlos Angelozzi. Alla presentazione sono intervenuti il sindaco, Daniele Palumbi, il vicesindaco  Marco Di Nicola, la presidente degli Infioratori di Montefiore dell’Aso, Lucia Giannetti, e la presidente dell’Associazione Infiorate Artistiche “TruciolinArte” di Torricella, Barbara Monaco.

La festa è proseguita oggi con l’Infiorata dei piccoli, con la partecipazione delle scuole primarie di Torricella, Roseto, Montorio, Colledara, Villapetto e Tossicia.

 

Domani 6 giugno il programma prevede alle 19 la celebrazione della Santa Messa nella Chiesa di San Paolo Apostolo per l’accoglienza degli infioratori; alle 20 la presentazione e benedizione del parroco, don Enzo Manes, dei gruppi che lavoreranno alla realizzazione dei quadri dell’Infiorata 2015. Alle 21 inizierà la realizzazione dei quadri e alle 21,30 l’adorazione notturna del Santissimo Sacramento. I maestri infioratori lavoreranno senza sosta alla composizione dei loro quadri artistici, dedicati nell’edizione del decennale al tema “Il volto della misericordia”, fino alle 7 di domenica mattina.

 

“Un tema ispirato al Giubileo straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco – spiega la presidente dell’Associazione TruciolinArte, Barbara Monaco -. Ai lavori parteciperanno anche due speciali gruppi di infioratori composti da ragazzi immigrati provenienti dai Paesi africani, ospitati presso il Centro della Caritas Diocesana di Villa Emmaus. Segno che questo evento vuole dare un messaggio concreto di integrazione e solidarietà”.

 

Domenica 7 giugno, alle 8, avverrà la reposizione del Ss. Sacramento, alle 8.30 Santa Messa, seguita dalla funzione solenne alle ore 18. Alle 19 avrà inizio la Processione del Corpus Domini con il Ss. Sacramento che attraverserà lo spettacolare tappeto di quadri realizzati per un lunghezza di oltre 200 metri.

 

La tradizione di trasformare in una notte la strada principale del borgo in un lungo tappeto colorato risale al XIII secolo e nasce per ornare con petali di fiori il percorso della solenne processione del Corpus Domini. Con il tempo si passò alla realizzazione dei tappeti in trucioli di abete bianco, intinti in bagni di colore e raffiguranti scene del Vecchio e del Nuovo Testamento.




Successo per l'”Infiorata” a Castelraimondo

Castelraimondo, 2014-06-23 – Il caldo torrido di domenica non ha fermato i tanti visitatori che per tutto il giorno hanno affollato le vie di Castelraimondo, per l’ormai tradizionale Infiorata del Corpus Domini. Tanti, e tutti di sicura suggestione, i quadri proposti dalle varie associazioni, che hanno così restituito, grazie al loro impegno, l’immagine di una cittadina coloratissima, ma anche profondamente radicata nella tradizione. “E’ da tempo che lo dico – ha affermato con aria soddisfatta il sindaco di Castelraimondo, Renzo Marinelli – La nostra Infiorata non ha eguali nel centro Italia, sia per dimensioni che per caratteristiche e qualità dei quadri proposti. Non posso che ringraziare tutti coloro che si sono adoperati per offrire oggi, ma più in generale in qeusta settimana, questo straordinario spettacolo e, su tutti, la Pro Loco del presidente Montesi”. Sin dalla giornata di sabato turisti e semplici visitatori hanno raggiunto la piccola cittadina per assistere anche alle operazioni di preparazione. “Sono lavori – ha spiegato Montesi – che prima facevamo di notte. Abbiamo però pensato potesse essere interessante assistere anche a tutta la parte relativa al taglio dei fiori, alla selezione dei petali, alla costruzione dei quadri e quindi abbiamo deciso di anticipare l’orario di inizio al sabato pomeriggio. Sono stati molti i curiosi che non hanno perso l’occasione di assistere a tutto questo”. Domenica, poi, il giorno più importante, concluso con gli immancabili fuochi di artificio e l’estrazione dei numeri della lotteria. I biglietti vincenti, fanno sapere dalla Pro Loco, sono: 5918, 4063, 3488, 6731, 3682, 0254, 2159.