Il sogno di Andrea, Work in progress

San Benedetto del Tronto, 2019-06-06 – Lavori in corso per “Il sogno di Andrea” al molo sud con gli alunni dell’ISC CENTRO – Scuola secondaria di primo grado “Mario Curzi” di San Benedetto del Tronto che hanno quasi finito di colorare il loro murale per la 23ma edizione del Festival dell’Arte sul Mare.

Il murale che si intitola “Il sogno di Andrea” e si ispira a “Sogno” di Andrea Pazienza e “Altrosogno” di Dante Albanesi, vuole ricordare l’opera del grande artista sambenedettese Andrea Pazienza, scomparso circa trent’anni fa. A domani.

 

 

il Sogno di Andrea

 


Copyright © www.ilmascalzone.it © 
Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

Il sogno di Andrea, Work in progress

 




Il sogno di Andrea, Work in progress

San Benedetto del Tronto, 2019-06-05 – Lavori in corso per “Il sogno di Andrea” al molo sud con gli alunni dell’ISC CENTRO – Scuola secondaria di primo grado “Mario Curzi” di San Benedetto del Tronto che continuano a colorare il loro murale per la 23ma edizione del Festival dell’Arte sul Mare.

Il murale che si intitola “Il sogno di Andrea” e si ispira a “Sogno” di Andrea Pazienza e “Altrosogno” di Dante Albanesi, vuole ricordare l’opera del grande artista sambenedettese Andrea Pazienza, scomparso circa trent’anni fa. A domani.

 

Il sogno di Andrea

 


Copyright © www.ilmascalzone.it © 
Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

Il sogno di Andrea, Work in progress

 

Presentato il “Festival dell’Arte sul mare”




Presentato il “Festival dell’Arte sul mare”

San Benedetto del Tronto, 2019-06-05 – Presentato oggi in conferenza stampa il 23° simposio internazionale “Festival dell’Arte sul mare” In & Out artisti a confronto su Scultura, Pittura Murale, Arte Musiva, Murali Scolastici, Mostre, Workshop, Installazioni Artistiche.
Sono intervenuti, insieme all’Assessora alla Cultura Annalisa Ruggieri, le anime del festival Piernicola Cocchiaro e Fabrizio Mariani che hanno illustrato il ricco e rinnovato programma.

Il Festival dell’Arte sul Mare, che si svolgerà dal 2 al 23 giugno, si intitolerà “IN & OUT, artisti a confronto” e vedrà la partecipazione di sei artisti della provincia di Ascoli (“IN”) e cinque artisti tra nazionali e stranieri (“OUT”), che avranno l’opportunità di confrontarsi in uno dei simposi d’arte più’ ambiti del settore.

Curato come sempre dall’Associazione culturale “l’altrArte”, il Festival sarà composto dalle sezioni “Scultura Viva, “Pittura Viva”, “Arte musiva”, “Murali scolastici” e “Mostre, Installazioni artistiche e Workshop”.

Alla sezione “Scultura Viva” parteciperanno quattro scultori, due stranieri, Natalia Chistyakova, russa residente in Francia e Roland Höft della Germania e due locali, Danjel Kosma di Cupra Marittima e Ado Brandimarte di Ascoli Piceno. Sempre nella stessa sezione, lo scultore Giuseppe Straccia scolpirà un nuovo personaggio che sarà’ aggiunto al suo famoso Presepe marino.

Alla sezione “Pittura Viva” parteciperanno due street artists locali, William Kaine di San Benedetto e Andrea Tarli di Ascoli Piceno.

Anna Franceschi, artista di Orvieto, parteciperà invece alla sezione “Arte musiva”, mentre la sezione “Murali scolastici” vedrà la partecipazione degli alunni dell’ISC Centro “M. Curzi”, della nostra città’.

La sezione “Mostre, Installazioni artistiche e Workshop” infine, prevede l’allestimento alla Palazzina Azzurra di due mostre che saranno presentate dal critico d’arte Giancarlo Bassotti, una intitolata “Dono del gelso” dello scultore giapponese Nobushige Akyiama, che durante la settimana artistica terrà anche una conferenza sulla carta giapponese Washi e curerà due workshop sull’Origami e l’altra intitolata “Codici, segni e installazioni” dell’artista Fabrizio Mariani di Monteprandone.

Il Festival ha due obbiettivi. Il primo, educativo, e’ quello di permettere al pubblico di poter assistere “dal vivo” alla nascita, sviluppo e definizione finale di un’opera d’arte, cosa questa prerogativa del solo artista. Il secondo e’ quello di arricchire, con le opere che saranno realizzate durante il suo svolgimento, la preziosa collezione di sculture e pitture presenti nel MAM, il Museo d’Arte sul Mare cittadino.

Con l’edizione 2019, il numero delle opere in esso presenti salirà’ a ben 184 mentre il numero degli artisti nazionali ed internazionali partecipanti raggiungerà’ quota 167.

Oltre alla pittura, scultura, arte musiva, mostre, installazioni artistiche e workshop, il Programma del Festival prevede per mercoledì 12 giugno alle 21,30 (in caso di pioggia, al teatro Concordia) anche un importante evento costituito come da ormai 10 anni, dall’attesissima “Serata Jazz”, che quest’anno vedrà’ un “dialogo musicale” tra il trio jazz di Giacinto Cistola e l’orchestra di circa 60 alunni della sezione musicale dell’ISC Centro “M. Curzi” di San Benedetto.

Come ogni anno, il Festival, che si terra’ con la supervisione dell’Assessorato alla Cultura, sarà’ finanziato dall’Amministrazione comunale e si svolgerà’ con la collaborazione di due storici sponsor: la Ditta Elettropneumatica, che curerà’ gratuitamente la parte tecnica e logistica e l’Associazione Albergatori “Riviera delle Palme”, che ospiterà’ anch’essa gratuitamente, gli artisti partecipanti.

Ad essi si aggiungeranno la Fondazione Carisap di Ascoli Piceno il BIM e le ditte Corriere Espresso GLS, Schiavi & Lupi, Tuttocolori e Morganti Service.

 

 

 

Intanto lavori in corso per “Il sogno di Andrea” al molo sud con gli alunni dell’ISC CENTRO – Scuola secondaria di primo grado “Mario Curzi” di San Benedetto del Tronto che continuano a colorare il loro murale per la 23ma edizione del Festival dell’Arte sul Mare anticipando l’inizio per motivi di scrutini ed esami scolastici.

Il murale, che si intitola “Il sogno di Andrea” e si ispira a “Sogno” di Andrea Pazienza e “Altrosogno” di Dante Albanesi, vuole ricordare l’opera del grande artista sambenedettese Andrea Pazienza, scomparso circa trent’anni fa.

Il sogno di Andrea, Work in progress

Festival dell’Arte Sul Mare 2019

 




Il sogno di Andrea, Work in progress

San Benedetto del Tronto, 2019-06-04 – Lavori in corso per “Il sogno di Andrea” al molo sud con gli alunni dell’ISC CENTRO – Scuola secondaria di primo grado “Mario Curzi” di San Benedetto del Tronto che continuano a colorare il loro murale per la 23ma edizione del Festival dell’Arte sul Mare.

Il murale che si intitola “Il sogno di Andrea” e si ispira a “Sogno” di Andrea Pazienza e “Altrosogno” di Dante Albanesi, vuole ricordare l’opera del grande artista sambenedettese Andrea Pazienza, scomparso circa trent’anni fa. A domani.

 

 


Copyright © www.ilmascalzone.it © 
Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

Work in progress “Il sogno di Andrea”

Gli alunni dell’Isc Centro con “Il sogno di Andrea” aprono il Festival dell’Arte sul Mare

 




L’essenza della bellezza con “La bellezza e la fotografia” all’Isc Centro

San Benedetto del Tronto – La ricerca della vera essenza della bellezza: questo l’obiettivo tanto ambizioso quanto affascinante che la classe 1B della Scuola Secondaria di Primo grado “Curzi” ha cercato di perseguire attraverso il progetto “La bellezza e la fotografia”, un percorso che, sotto la preziosa guida dell’affermata fotografa Barbara Di Cretico, ha impegnato e coinvolto entusiasticamente gli studenti nel corso dell’intero anno scolastico.

La fotografa, grazie a lezioni interattive con slide preparate ad hoc, fotografie d’autore esemplificative di volti, scenari, ambientazioni e attraverso gli stessi scatti degli studenti, è riuscita a trasmettere tutta la sua passione, coinvolgendo i ragazzi in maniera costruttiva ed entrando facilmente in empatia con loro.

Nello specifico l’esperta esterna ha alternato sia lezioni frontali teoriche, attraverso le quali ha fornito indicazioni ed esemplificazioni, sia attività pratiche, attraverso le quali gli studenti hanno avuto la possibilità di acquisire specifiche competenze nella fotografia, mettendo in atto i consigli e le indicazioni ricevute.

Ciò ha permesso agli allievi di sviluppare un pensiero critico e creativo, stimolando le proprie capacità operative, espressive e comunicative e promuovendo nel contempo l’accettazione di sé e degli altri.

C’è un disperato bisogno di guardare oltre, di imparare ad osservare ciò che appare nascosto, di saper cogliere lessenziale, spesso davvero così invisibile agli occhi, di assaporare quella bellezza che ormai facciamo fatica a scovare attorno a noi in un mondo sempre più arido e vuoto” spiega la fotografa

Sulla stessa linea d’onda il prof. Cipolloni, referente del progetto: “Il grande messaggio che Barbara Di Cretico ha cercato costantemente di trasmettere ai ragazzi è che dietro una foto c’è sempre una storia, delle emozioni, un palpito di vita; oltre l’immagine occorre sempre cercare la bellezza, quella con la “B” maiuscola, quella che si cela dietro un piccolo gesto, dietro un sorriso sincero, dietro unemozione che nasce spontanea su un volto, dietro frangenti di vita puri e autentici. È stato senza ombra di dubbio un percorso ostico, complesso, ma che si è rivelato per gli studenti incredibilmente appagante e coinvolgente”.

Particolarmente significativo è stato il reportage che ciascun discente è stato chiamato a realizzare per immortalare i propri nonni: gli allievi si sono cimentati in una serie di scatti fotografici con l’ambizioso obiettivo di raccontare frangenti di vita reale, illustrando il legame empatico con tali figure di riferimento nella famiglia, immortalando la quotidianità di persone che, sotto la scorza di sofferenze e ostacoli che la vita spesso ha posto loro dinanzi, sono emblema dei valori più autentici e genuini.

Il valore intrinseco di tali scatti e il significato profondo sotteso in essi ha sorpreso la stessa fotografa Barbara Di Cretico la quale, in cooperazione con il prof. Cipolloni, si è offerta di curare l’allestimento una mostra fotografica di fine anno.

Gli scatti saranno esposti all’ingresso del plesso “Curzi” a partire dal 10 Giugno fino alla fine del mese; l’ingresso è libero ed aperto a tutti.

Al termine di questo percorso l’augurio per questi ragazzi è che la consapevolezza del valore enorme della bellezza vera e autentica che li ha accompagnati nel corso dell’anno scolastico possa costituire un imprinting che consenta loro di osservare sempre il mondo con stupore e genuinità.




Work in progress “Il sogno di Andrea”

San Benedetto del Tronto, 2019-06-03 – Lavori in corso per “Il sogno di Andrea” al molo sud con gli alunni dell’ISC CENTRO – Scuola secondaria di primo grado “Mario Curzi” di San Benedetto del Tronto, che hanno iniziato a colorare il loro murale per la nuova edizione del Festival dell’Arte sul Mare.

Il murale che si intitola “Il sogno di Andrea” e si ispira a “Sogno” di Andrea Pazienza e “Altrosogno” di Dante Albanesi, vuole ricordare l’opera del grande artista sambenedettese Andrea Pazienza, scomparso circa trent’anni fa. A domani.

 

 


Copyright © www.ilmascalzone.it © 
Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 

Gli alunni dell’Isc Centro con “Il sogno di Andrea” aprono il Festival dell’Arte sul Mare

 




Gli alunni dell’Isc Centro con “Il sogno di Andrea” aprono il Festival dell’Arte sul Mare

San Benedetto del Tronto, 2019-06-02 – Oggi presso il molo sud gli alunni dell’ISC CENTRO – Scuola secondaria di primo grado “Mario Curzi” di San Benedetto del Tronto, hanno iniziato i lavori per la realizzazione di un murale, dando il via di fatto alla nuova edizione del Festival dell’Arte sul Mare.

Il murale che si intitola “Il sogno di Andrea” e si ispira a “Sogno” di Andrea Pazienza e “Altrosogno” di Dante Albanesi, vuole ricordare l’opera del grande artista sambenedettese Andrea Pazienza, scomparso circa trent’anni fa.

La realizzazione del murale, che vedrà’ la partecipazione di circa 22 alunni delle seconde e terze classi della scuola e di quattro insegnanti che coordineranno i lavori, continuerà’ fino a domenica 9 giugno, quando altri otto artisti, cinque scultori, Ado Brandimarte, Danjel Kosma, Giuseppe Straccia, Ronal Höft e Natalia Chistyakova, due street artists, Andrea Tarli e William Kaine e la mosaicista Anna Franceschi, daranno vita alle loro opere fino a sabato 15 giugno.
Il programma dell’edizione 2019 e’ molto ricco e oltre agli artisti che si esibiranno lungo il molo sud, sono previste due interessanti mostre di Fabrizio Mariani e dello scultore giapponese Nabushige Akyiama, che si concluderanno il 23 giugno e che si terranno alla Palazzina Azzurra, dove inoltre sarà’ possibile partecipare ad una conferenza sulla carta giapponese Washi e a due workshop sull’Origami.

Inoltre, la sera di mercoledì 12 giugno al molo sud, alle ore 21,30, si terra’ come da ormai 10 anni, l’attesissima “Serata Jazz” con una novità pero’ e cioè’ la partecipazione dell’orchestra degli alunni dell’indirizzo musicale dell’ISC CENTRO “M. Curzi”, che darà’ vita ad un “dialogo musicale” con lo storico trio jazz di Giacinto Cistola.

Di seguito, nell’ordine, la foto degli alunni che dipingeranno il murale, i loro nomi insieme ai nomi degli insegnanti coordinatori, un lavoro già realizzato dalla scuola, il bozzetto del murale che verrà dipinto a giugno ed alcune informazioni sull’istituto.


Copyright © www.ilmascalzone.it © 
Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

Festival dell’Arte Sul Mare 2019

 

 




I ragazzi della Scuola Media Curzi ai primi posti nel concorso internazionale di pianoforte

8° CONCORSO INTERNAZIONALE DI ESECUZIONE MUSICALE PIANOFORTE CITTA’ DI PENNE PESCARA
Il 25 maggio 2019 si è svolto l’ottavo concorso internazionale di esecuzione musicale a Penne in provincia di Pescara, nel suggestivo scenario della chiesa di S. Giovanni Evangelista che ospitava uno stupendo pianoforte a coda steinway e sons.
Ed è proprio mettendo le loro mani su quella tastiera che ancora una volta gli alunni di Pianoforte dell’indirizzo musicale della Scuola Media Curzi di San Benedetto del Tronto si sono distinti, classificandosi ai primi posti!
Nota di merito alla classe SECONDA: i due ragazzi che partecipavano si sono classificati tutti e due PRIMI!
Di seguito la classifica con i relativi punteggi

CLASSE SECONDA C PIANOFORTE:
Re Francesco 97/100 PRIMO PREMIO;
Talamonti Alessandro 95/100 PRIMO PREMIO;

CLASSE TERZA C PIANOFORTE:
Fino Lorenzo 96/100 PRIMO PREMIO;
Rastelli Joseph 95/100 PRIMO PREMIO;
Lenhardy Federico 93/100 SECONDO PREMIO;
Capillo Marina Aurelia 92/100 SECONDO PREMIO;
Romani Alice 92/100 SECONDO PREMIO.

Un grande ringraziamento da parte della loro insegnante Carosi Elisetta, va a questi
ragazzi, perché grazie al loro impegno sono riusciti a suonare brani di grande livello,
ed hanno messo in luce l’importanza della musica, che unisce ed emoziona, linguaggio
universale dell’umanità. Un ringraziamento anche alla loro dirigente, la Professoressa
Laura D’Ignazi per aver dato importanza e valore a quest’arte meravigliosa.
La musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c’è fuori (J. S. Bach)
Prof.ssa Carosi Elisetta




Domenica inizia il Festival dell’Arte sul Mare 2019

Festival dell’Arte sul Mare

San Benedetto del Tronto – Domenica 2 giugno presso il molo sud, gli alunni dell’ISC CENTRO – Scuola secondaria di primo grado “Mario Curzi” di San Benedetto del Tronto inizieranno i lavori per la realizzazione di un murale, dando il via di fatto, alla nuova edizione del Festival dell’Arte sul Mare.

Il murale che si intitola “Il sogno di Andrea” e si ispira a “Sogno” di Andrea Pazienza e “Altrosogno” di Dante Albanesi, vuole ricordare l’opera del grande artista sambenedettese Andrea Pazienza, scomparso circa trent’anni fa.

La realizzazione del murale, che vedrà’ la partecipazione di circa 22 alunni delle seconde e terze classi della scuola e di quattro insegnanti che coordineranno i lavori, continuerà’ fino a domenica 9 giugno, quando altri otto artisti, cinque scultori, Ado Brandimarte, Danjel Kosma, Giuseppe Straccia, Ronal Höft e Natalia Chistyakova, due street artists, Andrea Tarli e William Kaine e la mosaicista Anna Franceschi, daranno vita alle loro opere fino a sabato 15 giugno.

Il programma dell’edizione 2019 e’ molto ricco e oltre agli artisti che si esibiranno lungo il molo sud, sono previste due interessanti mostre di Fabrizio Mariani e dello scultore giapponese Nabushige Akyiama, che si concluderanno il 23 giugno e che si terranno alla Palazzina Azzurra, dove inoltre sarà’ possibile partecipare ad una conferenza sulla carta giapponese Washi e a due workshop sull’Origami.

Inoltre, la sera di mercoledì 12 giugno al molo sud, alle ore 21,30, si terra’ come da ormai 10 anni, l’attesissima “Serata Jazz” con una novità pero’ e cioè’ la partecipazione dell’orchestra degli alunni dell’indirizzo musicale dell’ISC CENTRO “M. Curzi”, che darà’ vita ad un “dialogo musicale” con lo storico trio jazz di Giacinto Cistola.

 

dove
Molo sud, Palazzina Azzurra
quando
Dal 2 al 15 giugno
a cura di

Associazione L’AltrArte

San Benedetto del Tronto, 29-05-2019



Friday for future all’Isc Centro

FRIDAY FOR FUTURE!!!…

SALVIAMO IL PIANETA… CON GRETA!!!

San Benedetto del Tronto – In occasione del Friday for future 24 maggio, secondo sciopero Mondiale per il futuro anche l’Ic Centro – Dirigente Prof.ssa Laura D’Ignazi – ha aderito all’iniziativa lanciata dal movimento di Greta Thumberg, attivista svedese 16enne. Sono stati proposti momenti di riflessione sull’argomento nell’ambito del programma in rete Eco Schools, organizzati flash mob, realizzati cartelloni, striscioni, slogan vari sul CLIMA affissi all’esterno dei plessi per darne visibilita’ alla comunita’ scolastica, famiglie, cittadinanza. Le scuole interessate sono state Scuola Infanzia Togliatti e Marchegiani, Scuola Primaria Ragnola, Marchegiani, Piacentini. Anche la Scuola Secondaria di primo grado “Curzi” ha aderito . Dopo aver assistito ad una lezione a cura della Referente Scuola e Formazione della Legambiente Kessili De Berardinis sul cambiamento climatico, alcune classi hanno dato vita ad una “scritta umana” nel piazzale antistante la scuola fotografata dall’alto con un drone (fornito dal genitore Duilio Carboni.) Successivamente con cartelloni, slogan e striscioni realizzati dai ragazzi è stata fatta una marcia fuori dalla scuola al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema ambientale: “Salviamo il nostro pianeta”. Tutti gli alunni e docenti dell’Ic centro hanno partecipato con molto entusiasmo, dimostrando una spiccata attenzione per le problematiche ambientali. L’evento ha permesso di acquisire una maggiore consapevolezza e sensibilità nei confronti di una cultura ecosostenibile che si sta sempre di più diffondendo tra le varie generazioni.