3 serate da tutto esaurito alla Festa del Vino della Cantina dei Colli Ripani

RIPATRANSONE – Si è conclusa Domenica 28 Luglio la 23esima edizione della Festa del Vino, un’iniziativa unica nel suo genere, organizzata dalla Cantina dei Colli Ripani a Ripatransone. Ogni anno la festa è capace di coinvolgere tanti appassionati e turisti, richiamati dal programma di iniziative ma anche dalla possibilità di assaggiare, immersi negli splendidi Colli Ripani, le bontà gastronomiche e i vini delle terre picene. Quest’anno, in particolare, sulla scia dell’edizione 2018, la 3 giorni di eventi ha regalato sorprese e non ha deluso le aspettative. A partire dal concerto di ieri sera di Luca Carboni che ha fatto registrare il tutto esaurito.


L’artista ha trascinato la platea sulle note delle sue canzoni più famose e dai pezzi del repertorio più recente. Risate e acrobazie in bici per la giornata del 27 Luglio che quest’anno ha visto la novità sull’orario di inizio. Eccezionalmente dalle 17 infatti, grazie alla collaborazione con AVIS Bikers dei Colli Ripani, il team ciclistico dilettantistico su strada e off-road di cui la Cantina è main sponsor, anche i ragazzi sono stati protagonisti divertendosi con la Scuola Ciclismo Primi Raggi. Il bike trial show di Marco Nardinocchi e la comicità di Alberto Farina hanno fatto il resto. Il Venerdì, invece, giorno di inaugurazione della festa, ha visto un momento speciale dedicato ai 50 anni dalla nascita della Cantina. Alla presenza di un’ampia rappresentanza degli oltre 330 soci che compongono la Cooperativa, il Presidente Giovanni Traini insieme al Presidente Onorario Emilio Malavolta e alla autorità presenti, hanno consegnato la spilla celebrativa. Un omaggio a coloro che per primi rendono possibile, ogni giorno, la crescita e lo sviluppo della Cantina a livello nazionale e internazionale.

La serata è poi continuata con la cover band “Solo e sempre Nomade”

La crescita della Cantina è confermata dalle numerose iniziative alle quali sta partecipando in questo periodo estivo.

A cominciare dalla collaborazione instaurata con il Festival Terraforma che si è svolto dal 5 al 7 Luglio nella suggestiva location di Villa Arconati, a 20 minuti da Milano.

Un Festival giunto alla sua sesta edizione, con una community internazionale molto ricca, che ha il suo focus sulla musica elettronica e la sperimentazione attraverso un approccio sostenibile. La Cantina è stata sponsor tecnico con la sua Linea di vini Biologici riscuotendo notevoli consensi.

Per continuare con la partnership con il Festival di black music, questa volta organizzato nelle Marche, Fat Fat Fat, che si svolgerà tra Corridonia e Morrovalle dal 2 al 4 Agosto.

Per l’occasione la Cantina, offrirà ai partecipanti un tipico drink marchigiano, il Paccatello, preparato con il Toscianello Frizzante bianco, uno dei vini della Linea Bollicine, e la gassosa.

La propensione alla musica, all’arte e alla cultura che la Cantina sta portando avanti da qualche anno è ulteriormente esaltata da un altro evento importante che vale la pena ricordare, che si svolgerà Venerdì 2 agosto alle ore 21:30 a Ripatransone presso il Cortile dell’episcopio-giardini ex Acli

Per la XXV Edizione dei Concerti Sinfonici della Giovanile Orchestra di Fiati, costituita da strumentisti provenienti dall’Italia e dall’estero, si terrà la prima esecuzione assoluta di “Win(d)ery solo variations” del Direttore Lorenzo Della Fonte, un’opera dedicata proprio alla Cantina dei Colli Ripani e ai vini della Linea 508.

“Un evento che ci riempie di orgoglio – dichiara il presidente della Cantina dei Colli Ripani Giovanni Traini    e conferma quanto sia forte il legame dalla Cantina con i suoi Colli Ripani. Poter ascoltare una sinfonia a noi dedicata conferma come il nostro percorso di crescita sia sulla strada giusta. E dimostra come prendersi cura ogni giorno della bellezza dei luoghi in cui lavoriamo generi bellezza. Un circolo virtuoso che si fa cultura, musica e arte”

La Cantina dei Colli Ripani continua così il suo percorso di rafforzamento a livello nazionale e internazionale. Non mancheranno delle sorprese e delle novità interessanti anche per il prossimo autunno.

 

CANTINA DEI COLLI RIPANI

Nelle Marche, su di un sistema collinare che segue le valli fluviali fino all’Adriatico lasciandosi alle spalle gli Appennini, a 494 metri di altitudine incredibilmente vicini alla costa, sorge una tra le più conosciute e produttive cantine della regione, la Cantina dei Colli Ripani. Quella dei Colli Ripani è una cantina cooperativa che trova forza in oltre 330 produttori autoctoni, nata nel 1969 dal forte desiderio di tutelare e valorizzare la propria produzione vinicola attraverso il rispetto di quelle terre che danno vita ai nativi vini Sangiovese, Montepulciano, Pecorino e Passerina. La Cantina dei Colli Ripani si affaccia oggi con successo ai mercati esteri raggiungendo con i suoi vini USA, Germania, Svizzera, Belgio, Lussemburgo, Estonia, Nuova Zelanda e i mercati orientali di Cina e Giappone. In Italia è presente con una rete commerciale dislocata su tutta la penisola e nove punti vendita nella Regione Marche. www.colliripani.com

Luca Carboni conclude la “Festa del Vino” della Cantina dei Colli Ripani

 




Luca Carboni conclude la “Festa del Vino” della Cantina dei Colli Ripani

Ripatransone, 2019-07-28 – Un evento imperdibile, immerso negli splendidi Colli Ripani, una occasione per gustare i vini di una Cantina che da anni fa del rispetto e della qualità dei suoi prodotti le sue parole d’ordine. Una edizione ricca di sorprese conclusa stasera con l’emozionante concerto di Luca Carboni tornato nelle Marche dopo l’esperienza con Risorgimarche dello scorso anno.

 

 

 

 

Ph © Simonetta Capecci
© www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it
simonettacapecci@libero.it https://www.facebook.com/simonettacapecci

 

 

 

 

3 serate da tutto esaurito alla Festa del Vino della Cantina dei Colli Ripani

 

 




Parrocchia Madonna di Fatima, visita del Vescovo Mons.Carlo Bresciani e lavori di restauro in memoria di Luca Carboni

di Rosita Spinozzi

 

 

 

RIPATRANSONE – La pioggia incessante caduta nella giornata di sabato 3 maggio non ha avuto il sopravvento sulla gioia provata dalla Parrocchia Madonna di Fatima in Valtesino per la visita di Mons.Carlo Bresciani. Accolto a braccia aperte dalla comunità parrocchiale, il Vescovo ha benedetto la nuova colonna votiva a Cristo Redentore realizzata nel Piazzale antistante la Chiesa, ed ha presenziato alla riapertura del Salone Parrocchiale ‘Don Ubaldo Grossi’ con relative sale attigue, dopo i lavori di ristrutturazione eseguiti nelle ultime settimane in memoria di Luca Carboni, giovane della Comunità tragicamente scomparso la scorsa estate. Numerose le autorità presenti in chiesa, tra cui il sindaco di Ripatransone Remo Bruni con alcuni assessori e consiglieri comunali, ed il sindaco di San Benedetto del Tronto Giovanni Gaspari, che hanno assistito alla Santa Messa presieduta da Mons.Bresciani e concelebrata dal parroco Padre Luis Sandoval insieme ad altri sacerdoti giunti dalle parrocchie vicine. Decisamente toccanti le parole pronunciate dal Vescovo che, nell’omelia basata sul brano evangelico dei discepoli di Emmaus, ha evidenziato come la famiglia di Luca e l’intera comunità parrocchiale si siano scontrate con un dolore così grande come quello della perdita di un figlio giovane, trovando nell’unione reciproca la forza per superare una tragica prova che pone interrogativi sul senso della vita. Al termine della celebrazione don Luis Sandoval ha ringraziato il Vescovo Bresciani, i presenti, quanti hanno contribuito alla ristrutturazione delle sale e, in modo particolare,i sacerdoti che sono stati vicino alla Comunità nei momenti più difficili.La cerimonia è proseguita con la benedizione della colonna votiva a Cristo Redentore e del Salone Parrocchiale ‘Don Ubaldo Grossi’ con relativo taglio del nastro. Dopodichè tutti nel salone e negli spazi coperti allestiti nel Piazzale, dove centinaia di persone hanno gustato gli ottimi manicaretti preparati dal Comitato Feste della Parrocchia. Gran finale con una sorpresa: gli amici di Borgo Miriam di Offida hanno realizzato una torta raffigurante la Parrocchia Madonna di Fatima nei minimi dettagli, compreso il simpatico parroco Padre Luis.