Diportista colto da malore, interviene la Guardia Costiera (Video del soccorso)

DIPORTISTA COLTO DA MALORE A BORDO DI UNITA’ DA DIPORTO AL LARGO DEL COMUNE DI CUPRA MARITTIMA.

Cupra Marittima – NEL POMERIGGIO DEL 21 AGOSTO, ALLE ORE 18.00 CIRCA, IL PERSONALE DELLA CAPITANERIA DI PORTO – GUARDIA COSTIERA DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO, A SEGUITO DI UNA SEGNALAZIONE TELEFONICA, PERVENUTA TRAMITE  LA CENTRALE OPERATIVA DEL 118, E’ INTERVENUTO PER PRESTARE SOCCORSO AD UNA PERSONA COLTA DA MALORE CHE SI TROVAVA A BORDO DI UN’IMBARCAZIONE DA DIPORTO, IN LOCALITÀ – CUPRA MARITTIMA.

 

LA DIPENDENTE MOTOVEDETTA S.A.R. CP 843 CON A BORDO IL PERSONALE MEDICO DEL 118, GIUNTA IMMEDIATAMENTE SUL POSTO PROVVEDEVA AL TRASBORDO DELL’INFORTUNATO E LO PORTAVA IN SALVO NEL PORTO DI PORTO DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO, DOVE VENIVA AFFIDATO AL PERSONALE SANITARIO GIÀ PRESENTE SUL POSTO. IMMEDIATAMENTE LA MOTOVEDETTA CP843 RIPRENDEVA IL MARE PER ANDARE A FORNIRE L’ASSISTENZA NECESSARIA ALLE ALTRE TRE PERSONE PRESENTI SULLA PREDETTA IMBARCAZIONE, IN QUANTO IN DIFFICOLTÀ E NON PRATICHE CON LA CONDUZIONE DI UN’UNITÀ DA DIPORTO.

L’UNITÀ SCORTATA DAL PERSONALE MILITARE DELLA GUARDIA COSTIERA FACEVA IN TOTALE SICUREZZA  RIENTRO NEL PORTO DI SAN  BENEDETTO DEL TRONTO.




E… state Sicuri con la Guardia Costiera

Con preghiera di darne la massima diffusione, si riporta, di seguito, il contenuto del comunicato stampa in allegato:

29ª Campagna “Mare Sicuro”, pronto l’equipaggio della Guardia Costiera

 

Ancona, 2020-06-15 – La Guardia Costiera scende in campo con la 29ª Campagna Mare Sicuro, un’attività che sino al 13 settembre vedrà impegnati a tutela di bagnanti e diportisti, nonché per garantire la corretta fruizione delle spiagge e del mare, circa 400 uomini e donne su tutto il litorale marchigiano.

L’operazione Mare Sicuro esprime l’attitudine del Corpo volta a garantire la sicurezza della navigazione, la salvaguardia dei bagnanti, dei diportisti e dei subacquei, nonché quella di promuovere, incoraggiare e sostenere la “cultura del mare” quale senso di responsabilità per la tutela dell’ecosistema marino, delle risorse ittiche e dell’ambiente tutto.

La Campagna vedrà impegnato il personale della Guardia Costiera in missioni “terra-mare” con l’impiego contemporaneo di mezzi sia navali che terrestri.

Per tali scopi saranno impiegati 40 mezzi terrestri, 26 unità navali, di cui 5 d’altura – 8 costiere – 12 gommoni veloci – 1 moto d’acqua, nonché qualora necessario i mezzi aerei ad ala fissa e rotante del vicino 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara.

Quest’anno il personale del Corpo, qualora inserito nei dispositivi predisposti dalle Autorità di Pubblica Sicurezza, concorrerà nei controlli sulla corretta osservanza delle disposizioni governative in materia dell’emergenza epidemiologica c.d. COVID-19 in atto.

 

A tal proposito, si segnala che sul sito web del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, al link http://www.mit.gov.it/comunicazione/news/fase-2bis-linee-guida-mit-per-il-trasporto-nautico-e-la-balneazione, sono disponibili le “Linee guida per la nautica da diporto e la sicurezza della balneazione” quale utile riferimento per le migliori pratiche di prevenzione da parte dell’utenza.

L’importanza che da anni l’operazione Mare Sicuro riveste sul territorio nazionale, ed in particolare in quello della regione Marche è testimoniato dai risultati conseguiti nell’estate 2019:

  • N. 23 unità navali soccorse per avaria al motore, per incaglio e per avverse condizioni meteorologiche;
  • N. 92 persone soccorse/assistite;
  • N. 243 verbali amministrativi elevati per un totale di € 132.906;
  • N. 20 comunicazioni di reato inviate all’Autorità Giudiziaria;
  • N. 13.584 metri quadrati di spiaggia libera e 2.100 metri quadrati di mare restituiti alla pubblica e gratuita fruizione, provvedendo al contempo al sequestro di 543 attrezzature balneari (ombrelloni/sdraio/lettini/ecc.).

Dubbi e curiosità possono essere soddisfatti visitando il sito web della Guardia Costiera www.guardiacostiera.it ricordando che, per le emergenze in mare, è a disposizione il numero telefonico gratuito 1530, attivo 24 su 24, raggiungibile sia da telefoni fissi che mobili.




Termina l’operazione “Mare Sicuro”

Termina l’operazione “Mare Sicuro” nel Compartimento marittimo di San Benedetto

 

San Benedetto del Tronto – Con la conclusione della stagione estiva, volge al termine l’Operazione “Mare Sicuro 2019”, campagna che si pone l’obiettivo di promuovere, incoraggiare e sostenere la “cultura del mare” e, più in generale, il senso di responsabilità per la tutela delle risorse marine e dell’ambiente costiero. L’operazione “Mare Sicuro” ha, inoltre, perseguito l’obiettivo di trasmettere la cultura della sicurezza in mare, al fine di garantire a tutti gli utenti una serena vacanza estiva. Un’operazione condotta nel segno della “trasversalità”, quale sintesi del lavoro e dello sforzo che il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera – compie nell’ambito delle proprie funzioni e dei compiti legati agli usi civili e produttivi del mare.

L’operazione “Mare Sicuro 2019” ha avuto inizio il 1 giugno e si è conclusa il 13 settembre 2019 ed ha visto impegnati le donne e gli uomini della Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto, del dipendente Ufficio Circondariale marittimo di Porto San Giorgio e dell’Ufficio Locale Marittimo di Cupra Marittima, nonché il personale del 1° Nucleo Sommozzatori della Guardia Costiera di stanza proprio a San Benedetto del Tronto. Per l’intero periodo estivo è stata garantita, ogni giorno, la costante presenza di pattuglie terrestri, di nr. 3 motovedette e nr. 3 battelli pneumatici che hanno operato sia al fine di prevenire eventuali situazioni di pericolo, che direttamente in situazioni di soccorso.

Non meno rilevante è stata l’attività posta in essere al fine di sensibilizzare i cittadini e tutti gli utenti del mare – anche attraverso la fattiva collaborazione degli Enti locali, le Associazioni di Categoria, le Associazioni di Volontariato e gli incontri negli Istituti scolastici – al corretto uso delle spiagge, degli specchi acquei e delle unità da diporto. Ricca di soddisfazioni è risultata la collaborazione con gli Istituti scolastici del piceno e del fermano, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini del domani sulle tematiche del mare e della tutela dell’ambiente.

Non da ultimo, l’operazione “Mare Sicuro” si è caratterizzata per l’attività operativa, con particolare attenzione ai controlli sul territorio al fine di assicurare il libero utilizzo delle spiagge e la fruizione in sicurezza del mare, nonché alla corretta applicazione della normativa in materia di tracciabilità dei prodotti ittici e della tutela dei consumatori.

I dati dell’operazione “Mare Sicuro”, per il Compartimento marittimo di San Benedetto del Tronto, comprendente le Province di Ascoli Piceno e Fermo, sono i seguenti:

  • n. 5587 controlli effettuati;
  • n. 12 le persone soccorse/salvate;
  • n. 132 i verbali amministrativi elevati per un totale di circa € 61.000;
  • n. 4 le comunicazioni di reato inviate all’Autorità Giudiziaria inerenti l’utilizzo del demanio marittimo e l’occupazione abusiva di tratti di spiaggia.

Nel corso dell’operazione “Mare Sicuro” è stata eseguita anche la campagna “Bollino Blu”, dove sono stati effettuati i controlli sulle unità da diporto, finalizzati, tra l’altro, al rilascio del bollino blu attestante la complessiva regolarità dell’unità navale alle norme vigenti in materia di sicurezza, documenti e dotazioni di bordo. Il rilascio di tale attestazione, oltre all’importante verifica del mantenimento di elevati standard di sicurezza a bordo delle unità da diporto, è servita per evitare il reiterarsi di controlli da parte delle diverse forze di polizia operanti in mare.

Sempre nel corso della stagione balneare, il personale del Compartimento marittimo di San Benedetto del Tronto è stato impegnato nell’operazione “Spiagge libere – Acquee libere” mirata al contrasto dell’abusivismo sul pubblico demanio e negli specchi acquei, grazie alla quale sono stati restituiti alla pubblica e gratuita fruizione dei cittadini importanti tratti di spiaggia libera, provvedendo al contempo al sequestro delle attrezzature che abusivamente occupavano il litorale.

Come in ogni evento e attività, al suo termine è tempo di valutazioni e approfondimenti su ciò che si è fatto e su cosa migliorare. La stagione estiva appena trascorsa è stata caratterizzata per l’emissione della nuova ordinanza di sicurezza balneare che ha apportato importanti novità e migliorie in tema di sicurezza balneare, condivise a livello regionale e realizzata anche grazie all’impegno di tutte le amministrazioni dei Comuni costieri. Tuttavia, è fondamentale aver già individuato i punti di criticità, con l’obiettivo di attivarsi, fin da subito, al fine di porvi rimedio per la prossima stagione estiva, così da rendere sempre più puntuali ed esaustive le norme che disciplinano la sicurezza in mare per garantire a tutti gli utenti del mare una serena vacanza estiva. 

Guardia Costiera: terminata l’operazione “Mare Sicuro”

Si è conclusa, anche quest’anno, l’operazione “Mare Sicuro”, campagna nazionale della Guardia Costiera che si pone l’obiettivo di promuovere, incoraggiare e sostenere la “cultura del mare”, intesa quale senso di responsabilità per la tutela delle risorse e dell’ambiente. Un’operazione di divulgazione più che di controllo, nell’auspicio di sensibilizzare l’utenza diportistica e balneare sul corretto e sicuro uso del mare, sulle azioni virtuose da tenere in difesa dell’ecosistema, nelle more di sviluppare la c.d. “cultura dell’autocontrollo” che porta a vivere in modo sereno le proprie vacanze e per fruire altrettanto serenamente di ciò che offre l’ambiente che ci circonda.

Per tale attività la Guardia Costiera marchigiana ha messo sul campo, dal 1 giugno al 15 settembre 2019 oltre 400 uomini e donne, 40 mezzi terrestri, 25 unità navali di cui 8 costiere, 5 di altura e 12 mezzi minori litoranei, nonché quando necessario l’utilizzo dei mezzi aerei del vicino 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara.

La campagna, si è svolta in due fasi distinte:

–         una preparatoria, con lo scopo di sensibilizzare i cittadini, attraverso gli Enti locali, le Associazioni di Categoria, le Associazioni di Volontariato e gli incontri negli istituti scolastici, al corretto uso delle spiagge, degli specchi acquei e delle unità da diporto;

–         una operativa, nella quale sono stati posti in essere controlli sul territorio mediante il dispiegamento di pattuglie terrestri e unità navali effettuando, quando necessario, attività congiunte terra-mare, il tutto per garantire una corretta, consapevole e serena fruizione del mare da parte dell’utenza e assicurare in ogni momento un pronto intervento in caso di emergenze.

Volendo stilare un bilancio dell’operazione, sono stati rilevati i seguenti dati:

  • N. 23 sono state le unità navali soccorse per avaria al motore, per incaglio e per avverse condizioni meteorologiche;
  • N. 92 sono state le persone soccorse/recuperate;
  • N. 243 sono stati i verbali amministrativi elevati per un totale di circa € 132.906,00 – elevati per violazione delle ordinanze balneari, del codice della nautica da diporto, della disciplina della pesca ricreativa/sportiva, nonché per violazioni delle norme sull’utilizzo del demanio marittimo ed in particolare sulla gestione degli stabilimenti balneari;
  • N. 20 sono state le comunicazioni di reato inviate all’Autorità Giudiziaria – per abusiva occupazione di area demaniale marittima, realizzazione/innovazione di manufatti in area demaniale, violazione delle norme in materia ambientale e della sicurezza della navigazione.
  • N. 16 sono state le persone recuperate prive di vita, per annegamento dovuto a malore.

Dall’analisi dei predetti dati si è appurato che, rispetto alla passata stagione, si è avuto modo di rilevare una variazione decrementale pari al -31,4% delle sanzioni amministrative comminate, contrastato dall’aumento del 33,3% delle notizie di reato inviate all’Autorità Giudiziaria, parimenti, si è preso atto di un leggero rialzo delle unità navali cui è stata prestata assistenza, pari al 4,5% , contro la diminuzione del -4,2% delle persone soccorse/recuperate. Altra nota positiva è la flessione del -15,8% dei decessi avvenuti in mare/spiaggia.

Altra pietra miliare dell’operazione Mare Sicuro è la campagna  “Bollino Blu”, iniziativa finalizzata a razionalizzare l’impegno delle forze di polizia in mare ed evitare la duplicazione dei controlli sulle medesime unità da diporto, mediante il rilascio e la successiva applicazione di un adesivo sullo scafo a seguito del primo controllo avuto con esito positivo; quest’anno sono stati rilasciati 270 “Bollini Blu”, rilevando un incremento del 11.1% nel periodo in questione.

Altro tassello fondamentale della stagione balneare appena conclusa è stata l’operazione finalizzata al contrasto dell’abusivismo sul pubblico demanio e negli specchi acquei, grazie alla quale sono stati restituiti alla pubblica e gratuita fruizione dei cittadini ben 13584 metri quadrati di spiaggia libera (+215,2%) e 2100 metri quadrati di mare (+1300%), provvedendo al contempo al sequestro di 543 attrezzature balneari.




E… state Sicuri con la Guardia Costiera

28ª Campagna “Mare Sicuro”, pronto l’equipaggio della Guardia Costiera

 

Ancona, 03 giugno 2019 – Anche quest’anno la Guardia Costiera scende in campo con la 28ª Campagna Mare Sicuro, un’attività anticipata, per la prima volta, al 1° giugno, che sino al 15 settembre vedrà impegnati su tutto il litorale marchigiano, da Gabicce Mare a Porto d’Ascoli, circa 400 uomini e donne a tutela di bagnanti e diportisti, per garantire la corretta fruizione delle spiagge e del mare.

L’operazione Mare Sicuro esprime l’attitudine del Corpo volta a garantire la sicurezza della navigazione, la salvaguardia dei bagnanti, dei diportisti e dei subacquei, nonché quella di promuovere, incoraggiare e sostenere la “cultura del mare” quale senso di responsabilità per la tutela dell’ecosistema marino e dell’ambiente tutto.

Per tali scopi saranno impiegati 39 mezzi terresti, 26 unità navali, di cui 5 d’altura – 8 costiere – 12 gommoni veloci – 1 moto d’acqua, nonché qualora necessario i mezzi aerei di ala fissa e rotante del vicino 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara.

La Campagna, sarà strutturata in due fasi: una prima fase preparatoria, durante la quale sono state messe in atto attività didattico-informative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo alla sicurezza in mare e della tutela dell’ambiente marino, e una seconda fase operativa, che vedrà impegnato il personale del Corpo in missioni “mare-terra” con l’impiego contemporaneo di mezzi sia nautici che terrestri.

L’importanza che da anni l’operazione Mare Sicuro riveste sul territorio nazionale, ed in particolare in quello della regione Marche è testimoniato dai risultati conseguiti nell’estate 2018:

  • N. 11986 sono stati i controlli effettuati;
  • N. 22 sono state le unità navali soccorse per avaria al motore, per incaglio e per avverse condizioni meteorologiche;
  • N. 96 sono state le persone soccorse/recuperate;
  • N. 354 sono stati i verbali amministrativi elevati per un totale di circa € 123.000;
  • N. 15 sono state le comunicazioni di reato inviate all’Autorità Giudiziaria – di cui 13 per violazioni dell’utilizzo del demanio;
  • N. 19 sono state le persone recuperate prive di vita, di cui 13 per annegamento dovuto a malore.
  • N. 4310 metri quadrati di spiaggia libera e 150 metri quadrati di mare sono stati restituiti alla pubblica e gratuita fruizione, provvedendo al contempo al sequestro di 720 lettini/sdraio, 663 ombrelloni, 572 basamenti per ombrelloni, 35 attrezzature varie e giochi, 150 metri di reti da posta, gavitelli e boe, nonché l’elevazione di sanzioni amministrative per un totale di € 15.845,15.

Parte integrante dell’operazione Mare Sicuro, come noto, la campagna “Bollino Blu”, iniziativa finalizzata a razionalizzare l’impegno delle forze di polizia in mare ed evitare la duplicazione dei controlli sulle medesime unità da diporto, mediante il rilascio e la successiva applicazione di un adesivo sullo scafo a seguito del primo controllo avuto con esito positivo; 243 sono stati quelli rilasciati lo scorso anno.

Il Ministro TONINELLI, durante la presentazione nazionale dell’operazione, tenutasi lo scorso 22 maggio nel porto turistico di Osti, ha espresso la sua personale soddisfazione per il prezioso lavoro e i brillanti risultati già conseguiti dagli uomini e dalle donne della Guardia Costiera nell’espletamento dei propri compiti istituzionali. Ma con l’approssimarsi dell’estate – ha aggiunto il Ministro – l’attività messa in campo dalla Guardia Costiera andrà a intensificarsi, rendendo più serene e sicure le vacanze di noi tutti.

Si invita, infine, a visitare il sito web della Guardia Costiera www.guardiacostiera.it e, per le emergenze in mare, ricorda che è a disposizione il numero telefonico gratuito 1530, attivo 24 su 24, raggiungibile sia da telefoni fissi che mobili.




Nuova Ordinanza di Sicurezza Balneare e nuovo Regolamento sul Diporto nautico

San Benedetto del Tronto – Con l’approssimarsi della stagione estiva si è reso necessario provvedere ad emettere nuovi provvedimenti relativi alla sicurezza della balneazione e al diporto nautico, rendendoli maggiormente conformi alle esigenze del territorio.

Uno degli obiettivi è uniformare, a livello regionale, le varie Ordinanze emesse dalle Autorità Marittime, al fine di garantire al turista i medesimi servizi con le medesime modalità.

I provvedimenti emanati sono stati concordati con le Amministrazioni comunali interessate, con le Associazioni degli stabilimenti balneari e i responsabili delle Cooperative di salvamento.
Le principali novità riguardano:

  • la chiara identificazione del periodo in cui il servizio di assistenza e salvamento dei bagnanti deve essere garantito: a partire dal primo sabato del mese di giugno e fino alla prima domenica del mese di settembre, estremi inclusi ed, in particolare, nei mesi di Luglio e di Agosto, che costituiscono i periodi di maggiore affluenza. Nei periodi indicati, tale servizio è stato reso obbligatorio anche  tra le 13.00 e le 15.00;
  • si ribadisce che la fascia di battigia, per una profondità di 5 metri, è strumentale all’attività di salvamento e soccorso e, pertanto, ogni forma di utilizzazione della stessa non deve recare limitazioni o impedimento allo svolgimento del servizio;
  • l’esercizio delle attività nautiche è vietato, nel raggio di 500 metri dal fanale rosso del porto, salva espressa autorizzazione dell’Autorità Marittima;
  • sono state introdotte regole di navigazione per quanto concerne l’utilizzo dei “Kite-Surf”;
  • sono state meglio specificate le regole di condotta per le attività subacquee svolte per il conseguimento di brevetti e immersioni subacquee organizzate o svolte da privati
  • al fine di semplificare gli adempimenti amministrativi è stato unificato il modello di  certificazione previsto per la comunicazione di attività di locazione ovvero noleggio di natanti da diporto per finalità ricreative o per usi turistici di carattere locale, ulteriormente ridotti per chi da in locazione pedalò e pattini;
  • a seguito delle recenti modifiche al Codice della Nautica da Diporto, i kajak, le canoe, le tavole autopropulse possono ora navigare fino 1000 mt dalla costa (in precedenza metri 300).

L’obiettivo primario, condiviso con tutte le Amministrazioni del territorio, le Associazioni di categoria ed i fornitori di servizi, è quello di ulteriormente perfezionare gli strumenti che garantiranno un utilizzo del mare efficace e soprattutto sicuro, a tutela dei numerosi turisti che si riverseranno sulla costa in vista della ormai prossima stagione estiva.




Termina l’operazione “Mare Sicuro 2018” nel Compartimento marittimo di San Benedetto del Tronto

San Benedetto del Tronto, 2018-09-25 – E’ giunta al termine la stagione estiva e con essa si conclude l’Operazione “Mare Sicuro 2018”, campagna che si pone l’obiettivo di promuovere, incoraggiare e sostenere la “cultura del mare” e più in generale il senso di responsabilità per la tutela delle risorse e dell’ambiente. L’operazione “Mare Sicuro” si propone anche l’obbiettivo di trasmettere la cultura della sicurezza in mare, al fine di garantire a tutti gli utenti del mare una serena vacanza estiva.

L’operazione “Mare Sicuro 2018” si è svolta nel periodo dal 16 giugno al 16 settembre 2018 e ha visto impegnati le donne e gli uomini della Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto, del dipendente Ufficio Circondariale marittimo di Porto San Giorgio e dell’ufficio Locale Marittimo di Cupra Marittima. Per tutto l’intero periodo estivo è stata garantita, ogni giorno, la costante presenza di pattuglie terrestri, di nr. 3 motovedette e nr. 3 battelli pneumatici che hanno operato sia al fine di prevenire eventuali situazioni di pericolo che direttamente in situazioni di soccorso.

L’operazione “Mare Sicuro” è stata divisa in due fasi distinte: una preparatoria, con lo scopo di sensibilizzare i cittadini, attraverso gli Enti locali, le Associazioni di Categoria, le Associazioni di Volontariato e gli incontri negli istituti scolastici, al corretto uso delle spiagge, degli specchi acquei e delle unità da diporto, ed una operativa, nella quale sono stati intensificati i controlli sul territorio per garantire il corretto utilizzo delle spiagge e la libera fruizione in sicurezza del mare.

I dati dell’operazione “Mare Sicuro” per il Compartimento marittimo di San Benedetto del Tronto, comprendente le Province di Ascoli Piceno e Fermo, sono i seguenti:

  • n. 5905 controlli effettuati;
  • n. 6 unità navali soccorse;
  • n. 18 le persone soccorse/recuperate;
  • n. 106 i verbali amministrativi elevati per un totale di circa € 73.000;
  • n. 3 le comunicazioni di reato inviate all’Autorità Giudiziaria inerenti l’utilizzo del demanio marittimo.

Nel corso dell’operazione “Mare Sicuro” è stata eseguita anche la campagna “Bollino Blu” dove sono stati effettuati i controlli sulle unità da diporto finalizzati, tra l’altro, al rilascio del bollino blu attestante la complessiva regolarità dell’unità navale alle norme vigenti in materia di sicurezza, documenti e dotazioni di bordo. Il rilascio di tale attestazione, oltre all’importante verifica del mantenimento di elevati standard di sicurezza a bordo delle unità

da diporto, serve ad evitare il reiterarsi di controlli da parte delle diverse forze di polizia operanti in mare.

Sempre nel corso della stagione balneare il personale del Compartimento marittimo di San Benedetto del Tronto è stato impegnato nell’operazione “Spiagge libere – Acquee libere” finalizzata al contrasto dell’abusivismo sul pubblico demanio e negli specchi acquei, grazie alla quale sono stati restituiti alla pubblica e gratuita fruizione dei cittadini importanti tratti di spiaggia libera, provvedendo al contempo al sequestro di 554 lettini/sdraio, 473 ombrelloni, 433 basamenti per ombrelloni, 18 attrezzature varie.

Come ogni anno il termine dell’operazione “Mare Sicuro” coincide con il momento in cui si tirano le somme, che non sono solo i dati sopra riportanti, ma si valutano gli elementi di positività, si effettuano delle valutazioni sulle nuove sperimentazioni messe in campo e in particolare si pone l’attenzione su ciò che si ritiene debba essere migliorato. Tali valutazioni derivano dall’esperienza accumulata negli anni, dalle nuove situazioni che variano di anno in anno ed anche dalle indicazioni sempre preziose fornite dal cluster marittimo e turistico. Da tutto ciò consegue che, individuati i punti di criticità, fin da subito, ci si attiva al fine di porvi rimedio per la prossima stagione estiva, così da rendere sempre più puntuali ed esaustive le norme che disciplinano la sicurezza in mare per garantire a tutti gli utenti del mare una serena vacanza estiva.

 




Guardia Costiera: termina l’operazione “Mare Sicuro”

Ancona, 2018-09-21 – Si è conclusa l’operazione “Mare Sicuro 2018”, campagna che si pone l’obiettivo di promuovere, incoraggiare e sostenere la “cultura del mare” e più in generale il senso di responsabilità per la tutela delle risorse e dell’ambiente, con il congiunto auspicio di trasmettere la “cultura dell’autocontrollo”, che si traduca in un maggiore senso di responsabilità e, quindi, sicurezza per vivere in modo sereno le proprie vacanze e per fruire altrettanto serenamente di ciò che offre l’ambiente che ci circonda. Operazione che ha visto l’impegno della pluricampionessa olimpica Valentina VEZZALI, in qualità di testimonial, per condividere gli intenti divulgativi e rappresentarne al meglio i valori, in modo da poter ulteriormente sensibilizzare l’utenza diportistica e balneare sul corretto e sicuro uso del mare, sulle azioni virtuose da tenere in difesa dell’ecosistema tutto.

Per tale attività la Guardia Costiera marchigiana ha messo sul campo, dal 16 giugno al 16 settembre 2018 oltre 400 uomini e donne, 39 mezzi terrestri, 25 unità navali di cui 8 costiere, 5 di altura e 12 mezzi minori litoranei, nonché quando necessario l’utilizzo dei mezzi aerei del vicino 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara, impegnati in due fasi distinte: una preparatoria, con lo scopo di sensibilizzare i cittadini, attraverso gli Enti locali, le Associazioni di Categoria, le Associazioni di Volontariato e gli incontri negli istituti scolastici, al corretto uso delle spiagge, degli specchi acquei e delle unità da diporto, ed una operativa, nella quale sono stati intensificati i controlli sul territorio mediante il dispiegamento di pattuglie terrestri e unità navali effettuando, quando necessario, attività congiunte terra-mare, il tutto per garantire una corretta, consapevole e serena fruizione del mare da parte dell’utenza e assicurare in ogni momento un pronto intervento in caso di emergenze.

Al termine dell’operazione in parola è tempo di stilare un resoconto, dal quale sono stati rilevati i seguenti dati:

  • N. 11986 sono stati i controlli effettuati;
  • N. 22 sono state le unità navali soccorse per avaria al motore, per incaglio e per avverse condizioni meteorologiche;
  • N. 96 sono state le persone soccorse/recuperate;
  • N. 354 sono stati i verbali amministrativi elevati per un totale di circa   € 123.000 – di cui 69 per violazioni al codice della navigazione, 59 per la violazione delle ordinanze balneari, 44 per violazioni del codice della nautica da diporto, 26 per violazioni inerenti la disciplina della pesca ricreativa/sportiva, 15 per violazioni delle norme sull’utilizzo del demanio marittimo ed in particolare sulla gestione degli stabilimenti balneari;
  • N. 15 sono state le comunicazioni di reato inviate all’Autorità Giudiziaria – di cui 13 per violazioni dell’utilizzo del demanio marittimo (occupazione abusiva di suolo demaniale – abusiva gestione di stabilimento balneare senza la prevista autorizzazione), 1 per presunto inquinamento, 1 per violazione delle norme sulla pesca, 1 per resistenza a pubblico ufficiale;
  • N. 19 sono state le persone recuperate prive di vita, di cui 13 per annegamento dovuto a malore.

Dall’analisi dei predetti dati, forse complice la bella stagione, si è appurato, rispetto alla stagione 2017, un aumento del 61,6% delle sanzioni amministrative comminate e del 36,4% delle notizie di reato inviate all’Autorità Giudiziaria, di  contro, si è rilevata la positiva riduzione del  35,3% delle unità navali cui è stata prestata assistenza e del 20% delle persone soccorse/recuperate.

Parte integrante dell’operazione Mare Sicuro, come noto, la campagna “Bollino Blu”, iniziativa finalizzata a razionalizzare l’impegno delle forze di polizia in mare ed evitare la duplicazione dei controlli sulle medesime unità da diporto, mediante il rilascio e la successiva applicazione di un adesivo sullo scafo a seguito del primo controllo avuto con esito positivo; 243 sono stati quelli rilasciati nel periodo in questione.

Altro tassello fondamentale della stagione balneare appena conclusa è stata l’operazione collaterale a quella di “Mare Sicuro” finalizzata al contrasto dell’abusivismo sul pubblico demanio e negli specchi acquei, denominata “Spiagge libere – Acquee libere”, grazie alla quale sono stati restituiti alla pubblica e gratuita fruizione dei cittadini ben 4310 metri quadrati di spiaggia libera e 150 metri quadrati di mare, provvedendo al contempo al sequestro di 720 lettini/sdraio, 663 ombrelloni, 572 basamenti per ombrelloni, 35 attrezzature varie e giochi, 150 metri di reti da posta, gavitelli e boe, nonché l’elevazione di sanzioni amministrative per un totale di € 15.845,15.

Importante è stata anche l’operazione “Traghetto sicuro” che ha visto impegnati i team ispettivi composti da ufficiali e sottufficiali della Guardia Costiera, specializzati in sicurezza della navigazione, a bordo dei traghetti che scalano i nostri porti, al fine di condurre verifiche tecniche ed amministrative sul mantenimento degli standard di sicurezza previsti dalle normative di settore, per garantire, a coloro i quali imbarcano, condizioni di massima tranquillità durante la navigazione, soprattutto nei periodi di alta concentrazione di passeggeri su navi traghetto straniere e nazionali.

 

Si invita a visitare il sito web della Guardia Costiera www.guardiacostiera.it e, per le emergenze in mare, ricorda che è a disposizione il numero telefonico gratuito 1530, attivo 24 su 24, raggiungibile sia da telefoni fissi che mobili. ”




Campagna “Mare Sicuro 2018” – Valentina Vezzali tra i testimonial dell’equipaggio della Guardia Costiera

Ancona, 2018-06-27 – La stagione estiva è alle porte e la Guardia Costiera quest’anno ha deciso di scendere in campo non solo con l’attività operativa a salvaguardia della vita umana in mare, ma anche con una forte attività di sensibilizzazione verso tutti coloro che vivranno a contatto con il mare.

Da oggi fino al termine dell’estate, l’operazione “Mare Sicuro 2018” interesserà anche l‘intero litorale marchigiano vedendo impegnati oltre 400 uomini e donne, 39 mezzi terrestri, 25 unità navali di cui 8 costiere, 5 di altura e 12 mezzi minori litoranei, nonché quando necessario l’utilizzo dei mezzi aerei del vicino 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara per garantire una corretta, consapevole e serena fruizione del mare da parte dell’utenza e assicurare in ogni momento un pronto intervento in caso di emergenze.

Per contribuire all’attività di sensibilizzazione, il Comando Regionale della Guardia Costiera di Ancona si è affidato alla pluricampionessa olimpica Valentina VEZZALI, in qualità di testimonial, per condividere gli intenti divulgativi e rappresentarne al meglio i valori, in modo da poter ulteriormente sensibilizzare l’utenza diportistica e balneare sul corretto e sicuro uso del mare, sulle azioni virtuose da tenere in difesa dell’ecosistema tutto.

L’obiettivo è quello di promuovere, incoraggiare e sostenere la “cultura del mare” e più in generale il senso di responsabilità per la tutela delle risorse e dell’ambiente, con il congiunto auspicio di trasmettere la “cultura dell’autocontrollo”, che si traduca in un maggiore senso di responsabilità e, quindi, sicurezza per vivere in modo sereno le proprie vacanze e per fruire altrettanto serenamente di ciò che offre l’ambiente che ci circonda. Una campagna, quindi, ricca di importanti consigli utili che accompagnerà gli utenti per tutta l’estate con mirati comunicati stampa e con interventi sui profili social Facebook, Twitter, Instagram, Youtube della Guardia Costiera e sul sito istituzionalewww.guardiacostiera.gov.it/ancona .

La campagna “Mare Sicuro” sarà strutturata in modo da prevedere, nei periodi di maggior afflusso, la presenza lungo il litorale di pattuglie di militari, coadiuvate a mare da mezzi nautici, con lo scopo di porre la massima attenzione ai luoghi e alle località ove maggiore è la presenza turistico-balneare.

In questo senso, prosegue anche quest’anno l’iniziativa del “Bollino blu” che, con l’introduzione definitiva all’interno del nuovo codice della nautica da diporto, permetterà ai diportisti di vivere il mare con più tranquillità, evitando  duplicazioni nei controlli in materia di sicurezza della navigazione.

Si rammenta, infine, l’importanza di conoscere il Numero Blu 1530 per le emergenze in mare, completamente gratuito sull’intero territorio nazionale, che prevede l’immediato e tempestivo smistamento delle segnalazioni di soccorso, anche in caso di chiamate da utenze cellulari, direttamente alla Sala Operativa della Guardia costiera più vicina alla zona d’intervento.

1530png

 

 




Guardia Costiera: termina l’operazione “Mare Sicuro”

 

 

Ancona, 2017-09-19 – Si è conclusa l’operazione “Mare Sicuro 2017”, campagna che si pone l’obiettivo di tutelare la sicurezza della balneazione ed il rispetto delle norme sul corretto utilizzo delle spiagge e dei relativi specchi acquei, con lo scopo di salvaguardare la vita umana in mare e l’ambiente marino e costiero. Come di consueto, l’attività, svolta su tutto il territorio marchigiano, dal 17 giugno al 17 settembre 2017 è stata suddivisa in due fasi:

a) preparatoria, con lo scopo di sensibilizzare i cittadini, attraverso gli Enti locali, le Associazioni di Categoria, le Associazioni di Volontariato e gli incontri negli istituti scolastici, al corretto uso delle spiagge, degli specchi acquei e delle unità da diporto;

b) operativa, nella quale sono stati intensificati i controlli sul territorio mediante il dispiegamento di pattuglie terrestri e unità navali effettuando, quando necessario, attività congiunte terramare. Le unità terrestri hanno incentrato la loro attività sulla verifica del rispetto delle Ordinanze di sicurezza balneare e dell’utilizzo del demanio marittimo, mentre le unità navali hanno focalizzato i controlli sul rispetto della navigazione principalmente da parte delle unità da diporto. La fase operativa ha visto impegnato, su tutto il territorio regionale, un cospicuo contingente, composto da circa 400 uomini, 39 mezzi terrestri, 25 unità navali di cui 8 unità costiere, 5 di altura e 12 mezzi minori, nonché, quando necessario l’utilizzo dei mezzi aerei del 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara.

Al termine dell’operazione in parola è tempo di stilare un resoconto, dal quale sono stati rilevati i seguenti dati:

? N. 12438 sono stati i controlli effettuati;

? N. 34 sono state le unità navali soccorse per avaria al motore, per incaglio e per avverse condizioni meteorologiche;

? N. 120 sono state le persone soccorse/recuperate;

? N. 53 sono stati gli interventi di S.A.R. (ricerca e soccorso);

? N. 219 sono stati i verbali amministrativi elevati – di cui 33 per violazioni al codice della navigazione, 91 per la violazione delle ordinanze balneari, 54 per violazioni del codice del diporto, 23 per violazioni inerenti la disciplina della pesca;

? N. 11 sono state le comunicazioni di reato inviate all’Autorità Giudiziaria – di cui 7 per violazioni dell’utilizzo del demanio marittimo, 1 per presunto inquinamento, 1 per violazione delle norme che disciplinano la sicurezza della navigazione;

Dall’analisi dei predetti dati, forse complice la bella stagione, si è appurato, rispetto alla stagione 2016, un aumento del 13% delle violazioni relative al rispetto delle ordinanze balneari, di contro, si è rilevato la riduzione del 15% delle notizie di reato inviate all’Autorità Giudiziaria e un decremento del 67% degli illeciti rilevati in violazione delle norme al Codice della Navigazione.

Parte integrante dell’operazione Mare Sicuro è diventata, come noto, la campagna “Bollino Blu”, iniziativa finalizzata a razionalizzare l’impegno delle forze di polizia in mare ed evitare la duplicazione dei controlli sulle medesime unità da diporto, mediante il rilascio e la successiva applicazione di un adesivo sullo scafo a seguito del primo controllo avuto con esito positivo; 236 sono stati quelli rilasciati nella stagione balneare appena conclusa.

Numerose sono state le chiamate al numero blu 1530 da parte degli utenti del mare. Per ogni esigenza si invita a visitare il sito web della Guardia Costiera www.guardiacostiera.it . Inoltre si ricorda che per le emergenze in mare è a disposizione il numero telefonico gratuito 1530, attivo 24 su 24, raggiungibile sia da telefoni fissi che mobili.

 

1530 – Mare Sicuro

1530




Al mare in sicurezza con “Operazione Mare Sicuro”

 

San Benedetto del Tronto, 2017-06-17 – Conferenza stampa oggi alla Capitaneria di Porto inerente l’inizio dell’attività estiva della Guardia Costiera denominata “Operazione Mare Sicuro 2017”. Il Comandante della Capitaneria di Porto di San Benedetto – Capitano di Fregata Gennaro Pappacena – ha ribadito che lo scopo dell’operazione è soprattutto di prevenzione e informazione, non solo dunque di repressione, ma di vicinanza ai cittadini per garantire  serenità e sicurezza a tutti i vacanzieri e prevenire il verificarsi di incidenti in mare o danni all’ecosistema marino e costiero.

Da oggi 17 giugno al 17 settembre l'”Operazione Mare Sicuro 2017” sarà garantita dalla Guardia Costiera tramite unità navali e battelli pneumatici  con oltre 30 militari che effettueranno giornalmente controlli lungo tutto il litorale del Compartimento Marittimo di competenza.

Saranno eseguiti inoltre i controlli sulle unità da diporto finalizzati, tra l’altro, al rilascio del “bollino blu” attestante la complessiva regolarità dell’unità navale alle norme vigenti in materia di sicurezza, documenti e dotazioni di bordo. L’apposizione sullo scafo del “bollino blu” testimonia come l’unità sia stata ispezionata e trovata in regola con le norme di sicurezza della navigazione, così da evitare il reiterarsi di analoghi controlli da parte delle diverse forze di polizia operanti in mare e consentire al diportista di continuare una navigazione piacevole e sicura, senza ulteriori interruzioni.

Si ricorda che è sempre attivo il Numero blu di Emergenza 1530 per segnalare ogni situazione di pericolo e interessare immediatamente la Capitaneria più vicina al luogo della chiamata.

 

 

 

 

 

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it