UniMc, al via le prenotazioni ai laboratori del Museo della Scuola

 

Tante novità nell’offerta didattica 2017/18 del Museo dell’Università di Macerata: laboratori all’aperto, percorsi in lingua e visite aperte alle scuole secondarie di II grado.

 

Macerata – Dopo il successo registrato lo scorso anno, con oltre seimila presenze, il Museo della Scuola “Paolo e Ornella Ricca” dell’Università di Macerata propone una nuova offerta didattica per le scuole di ogni ordine e grado con tanti laboratori, percorsi, visite guidate e progetti didattici. Per il nuovo anno scolastico sono in programma venti laboratori, tra best seller e new entry. Per la prima volta, quest’anno, i laboratori saranno aperti anche agli studenti delle scuole secondarie di II grado con percorsi dedicati al razzismo e al bullismo. In programma anche “Welcome to the school Museum”: visite in lingua inglese per tutte le classi con contenuti tarati in base all’età.

Con il “Il Museo fuori di sé” lo staff museale rinnova la propria disponibilità nel favorire la sperimentazione di laboratori trasferendosi nelle scuole con progetti didattici che nascono su richiesta degli istituti scolastici o singoli docenti.

Nell’offerta didattica non mancano i laboratori più amati dai visitatori: il dettato, le punizioni, le merende e i racconti sulla scuola dei nonni con tante testimonianze. A questi si aggiungono nuovi laboratori dedicati alla vita scolastica: l’ora di ricreazione, la cartella e l’aula. I “compiti medievali” arricchiscono la varietà dei laboratori storici che spaziano dal tempo dei romani, a quello degli egizi fino ad arrivare al maestro delle caverne.

Con “Museo Express” si rinnova l’invito a raggiungere in treno il museo che si trova a soli 550 metri dalla stazione ferroviaria.

Per informazioni: www.museodellascuola.unimc.it , museodellascuola@unimc.it , 0733 2586104 o 391 7145274. Il Museo è anche su Facebook “Museo della Scuola Paolo e Ornella Ricca”.

 




Museo della Scuola, oltre 200 persone conquistate dalla magia della narrativa

Torna sabato 2 aprile l’appuntamento con le letture per ragazzi e adulti de “Il Banco del Somaro” a cura dell’associazione “La luna a dondolo”. Aperte le prenotazioni.

 

Macerata – Più di duecento persone, dai 4 ai 70 anni, inchiodate alle sedie ad ascoltare un calendario di appuntamenti con la narrazione d’autore, in un museo che tocca le corde del nostro immaginario con la sua straordinaria allure vintage: questo è “Il Banco del Somaro”, proposta culturale inaugurata a Macerata lo scorso 29 febbraio.

Il più bistrattato e chiacchierato banco delle scuole di tutti i tempi dà il nome ad un progetto di successo del museo della scuola “Paolo e Ornella Ricca” dell’Università di Macerata e dell’associazione culturale “La luna a dondolo”: l’ascolto dal vivo e ad alta voce di buoni libri della letteratura italiana e d’oltreoceano, ambientati in una vera scuola degli anni quaranta.

“Se mi avessero letto a scuola dei libri in questo modo…” è il dolce e visionario rammarico di qualcuno che scopre, cinquantenne, la bellezza de “La sirena” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, al termine della prima serata.

Succede infatti questo, d’inaspettato: entri in un museo per partecipare ad un evento culturale e torni scolaro. E in appena un’ora di buon ascolto, riaffiorano quelle aspettative scolastiche sopite che, a sorpresa, trovano compimento e gratificazione in un weekend letterario di svago.  Per i ragazzi e il pubblico dei piccini è ben diverso: sono abituati, per natura ed esperienza, all’ascolto ipnotico e lento delle storie, ancor di più quando a raccontarle è un narratore d’eccezione come Simone Maretti, che accolgono con fischi e applausi da vera star.

La filosofia de “Il Banco del Somaro” è proprio questa: tradurre in un linguaggio accessibile, coinvolgente e mai banale il valore del patrimonio letterario della “narrativa scolastica” che tutti abbiamo conosciuto, ma poco amiamo. La provocazione è di travalicare i confini temporali della scuola, vicini o lontani che siano, per trasformare un sabato pomeriggio in un viaggio intellettualmente ed emotivamente coinvolgente, capace di innescare nuovi piaceri e abitudini.

Il Banco del Somaro torna il prossimo sabato 2 aprile con Simone Maretti e una miscela esplosiva di risate in due appuntamenti: alle ore 16.30 con “Racconti da bar” di Stefano Benni per i ragazzi universitari e delle superiori (ingresso 3,00 euro) e alle 21.30 con  “Il piccolo mondo di Giovannino Guareschi”, narrazione leggera ed esilarante per adulti (ingresso: 5,00 euro).  I posti sono limitati e la prenotazione è consigliata. Basta telefonare al 344.38.29.107  o inviare un’email a museodellascuola@unimc.it.