Francesco Butteri si racconta dall’atletica al bob

 

 

San Benedetto del Tronto, 2018-01-27 – Spesso non conosciamo abbastanza le persone che ci circondano, non comprendiamo che molte hanno un patrimonio di esperienze, conoscenze e vita vissuta che le rende davvero uniche. Un esempio? Francesco Butteri, noto per la sua attività nelle discipline atletiche ma giunto agli allori delle Olimpiadi grazie al bob.

 

A raccontarci questa storia è proprio lui che abbiamo avuto occasione di conoscere meglio presso il nostro liceo, lo scientifico Rosetti di San Benedetto del Tronto, dove svolge attività di docente di discipline sportive. Siamo rimasti piacevolmente sorpresi nel conoscere la storia di come, quello che era uno studente come noi, sia diventato un atleta olimpionico nel 1976. Il suo percorso sportivo inizia  in questa scuola, tra le stesse quattro mura che noi oggi percorriamo ogni giorno, dove il nostro intervistato è stato invogliato ad avviarsi allo sport a livello agonistico. Ha portato  avanti la sua formazione sportiva tra le mura domestiche che pian piano venivano invase dalle attrezzature che egli stesso arrivava a realizzare. Un aneddoto curioso: l’arrivo a casa di una grande quantità di cascame di gommapiuma ordinato da Treviso, apparentemente gratuito visto che il padre fu poi costretto a sborsare il salato prezzo della spedizione.

 

Ma questi sacrifici collettivi ebbero i primi risultati quando giunse a Tirrenia, dove iniziò a svolgere, da come ci dice, “un’atletica di un altro livello” fino ad arrivare all’ISEF dell’Aquila. Fu contattato grazie alle sue prestazioni, e fu proprio in questo momento  che si avvicinò alla disciplina che lo avrebbe portato a partecipare alle Olimpiadi di Innsbruck nel 1976, il bob. Ancora oggi rimane a stretto contatto con lo sport professionistico nello scoprire e far crescere, per conto della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), atleti promettenti. Svolge questo compito parallelamente alla sua attività da docente ed è proprio in ambito scolastico che ha scoperto il talento di Martina Aliventi.

 

Chiudiamo con una curiosità: il nostro intervistato è famoso tra i suoi alunni anche per le sue doti artistiche: non pochi tra noi hanno potuto osservarlo mentre realizza caricature anche di se stesso.

Foto e Video a cura di Lorenzo Barberis
Copyright © www.ilmascalzone.it © 
Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 

 

 

Alessia Schiavi – Bikram Cardelli – Carlo De Angelis – Daniele Sbaffoni – disegno di Serena Censori – foto e video a cura di Lorenzo Barberis: 3B del Liceo Scientifico Benedetto Rosetti

 

 

 

Gli studenti della classe 3B del Liceo Scientifico Benedetto Rosetti stanno collaborando con la testata giornalistica Il Mascalzone.it per il progetto di alternanza scuola-lavoro “Dalla realtà alla scrittura. Gli alunni sono impegnati nella stesura di articoli  sulla base delle esperienze affrontate previste dal progetto nell’arco dell’anno scolastico. Obiettivo è quello di potenziare le competenze comunicative, attraverso attività di scrittura e documentazione foto/video, per vivere la realtà con maggior consapevolezza.