PallaMano gratis fino al 14 agosto

Da lunedì l’HC riprende l’attività con i corsi dedicati ai ragazzi dai 6 ai 15 anni.

MONTEPRANDONE – “Usciamo dal lockdown, spegniamo le playstation, torniamo a incontrarci”. Dopo quasi quattro mesi di stop per l’emergenza Covid-19, l’Handball Club Monteprandone riprende l’attività. E lo fa con un’iniziativa che rappresenta un grande segnale da indirizzare al territorio: corsi di pallamano gratuiti riservati ai ragazzi dai 6 ai 15 anni. “Ci sentiamo un punto di riferimento per Monteprandone, e non solo, e soprattutto, in un momento come questo, riteniamo di avere nei confronti delle famiglie una responsabilità, anche sociale, ancora più forte”: sono le parole del dirigente blu, Raffaele Salladini.

Si parte lunedì 29 giugno. Corsi fino al 14 agosto, quartier generale al campetto parrocchiale Regina Pacis di Centobuchi e lezioni divise in due gruppi: i ragazzi dai 6 ai 12 anni, il lunedì e il venerdì dalle 18 alle 19.30, agli ordini proprio di Salladini, in possesso del patentino di 1° livello; i ragazzi dai 13 ai 15 anni, invece, si ritroveranno il martedì e il giovedì, dalle 9.30 alle 11.

I corsi dell’HC Monteprandone sono riservati ai tesserati del club blu, ma anche a chi intende provare per la prima volta la pallamano. Per i primi, come aveva già anticipato il presidente Roberto Romandini, saranno gratuiti anche i due mesi iniziali della stagione sportiva 2020/2021.

“I ragazzi che erano già con noi sono felicissimi di ricominciare dopo il lungo stop forzato. Adesso speriamo che altri giovani si avvicinino al nostro meraviglioso sport” è l’auspicio di Raffaele Salladini.

Per info sui corsi: 329/1092055 e 393/9168951.

 




PallaMano, l’Hc ritorna al futuro: «Sicuri di ripartire»

La società blu guarda già alla prossima stagione: conferme in vista per coach Vultaggio e il gruppo storico della squadra.

MONTEPRANDONE – “Di una cosa siamo sicuri: l’Handball Club Monteprandone ripartirà”. È la promessa dei fratelli Roberto e Pierpaolo Romandini, rispettivamente presidente e vice presidente della società blu.

Il binomio tra Monteprandone e la pallamano verrà rinnovato. Il messaggio arriva dopo le riunioni, da remoto, fatte con la dirigenza e coi ragazzi di prima squadra e formazioni giovanili. Riunioni che sono servite a saggiare la disponibilità del gruppo storico, a partire da Andrea Vultaggio: il coach di origini siciliane si appresta a spegnere 10 candeline sulla panchina dell’HC.

L’autunno è ancora lontano, eppure la società dei fratelli Romandini ha una gran voglia di ricominciare. Sarà pure che l’ultimo campionato si è interrotto per il Covid-19 sul più bello, a marzo, con la squadra capolista del girone Marche-Abruzzo della serie B maschile (ma il Cus Ancona, un punto sotto in classifica, aveva disputato una partita in meno).

Di certo è ancora presto per stabilire in quale categoria ripartirà Monteprandone, e soprattutto quando scatterà la nuova stagione. Ma i blu sono già pronti.

 




PallaMano, Hc: “Speriamo di ripartire il prima possibile”

Il coro del presidente Romandini e di coach Vultaggio dopo la chiusura anticipata dei campionati di pallamano.

 

MONTEPRANDONE – Ripartire. Impossibile sapere quando, ma l’Handball Club Monteprandone ha voglia di normalità. Soprattutto per la quarantina di ragazzi di prima squadra e formazioni giovanili maschili. “Provo un grande dispiacere per come si è interrotta l’annata” è il commento del presidente Roberto Romandini dopo la decisione della Federazione che il 5 aprile ha decretato l’inevitabile chiusura anticipata della stagione sportiva 2019/2020.

“Credo che la FIGH abbia gestito con grande senso di responsabilità l’emergenza Covid-19: ci si è fermati in tempo” continua Roberto Romandini. A inizio marzo il blocco dei campionati, domenica scorsa quello definitivo. L’HC stava facendo benissimo su tutti i fronti: prima squadra capolista del girone Marche-Abruzzo di serie B, con 10 vittorie, un pareggio, tre sconfitte e un punto di vantaggio sul Cus Ancona (che però aveva giocato una partita in meno); Under 17 e Under 15 prime a braccetto con Cingoli, con 7 vittorie per entrambe e rispettivamente tre e un ko. “Alla vigilia della stagione non pensavo potessimo comportarci così bene. Siamo andati oltre le più rosee aspettative. Anche la prima squadra era molto giovane, ma i ragazzi ci hanno stupito sin da subito. Il ricordo più bello della stagione resterà il pullman da 43 persone fatto per la trasferta della prima squadra ad Ancona, a metà febbraio” prosegue il presidente Romandini. E poi: “Quando ripartiremo dovremo essere bravi a ricreare il clima di quest’anno, a ricominciare con gli stessi valori e lo stesso spirito. Sperando in un nuovo inizio, più forti e determinati di prima, possiamo già promettere alle famiglie dei nostri splendidi ragazzi il massimo impegno. Sono convinto che dirigenti e atleti risponderanno presente” conclude il numero uno dell’HC Monteprandone.

Così invece Andrea Vultaggio, coach di tutte le squadre monteprandonesi: “In questo momento particolare non è facile. Quello che sta succedendo ci sta segnando e personalmente la voglia di pensare allo sport, inteso come divertimento e spensieratezza, viene un po’ meno. Per quanto riguarda la stagione lascio parlare le classifiche: siamo stati protagonisti in tutti i campionati. Non sarà facile ricominciare, non sappiamo quando accadrà, ma spero che possa accadere il prima possibile”.

“Un sentito ringraziamento a tutti gli atleti, senior e giovani. A questi ultimi rivolgo il mio pensiero finale sperando che la Federazione riesca a inventarsi qualcosa per fare in modo che per loro la stagione 2019/2020 non vada del tutto persa” chiude coach Vultaggio.




PallaMano, conclusi tutti i campionati

Coronavirus: la Federazione decreta la fine anticipata della stagione sportiva 2019/2020.

 

MONTEPRANDONE – Conclusi in via definitiva tutti i campionati di pallamano, serie B maschile e tornei giovanili compresi. Per l’Handball Club Monteprandone, dunque, cala in anticipo il sipario sulla stagione sportiva 2019/2020. Lo ha deciso la FIGH dopo il Consiglio Federale domenicale in video-conferenza. “Vista l’impossibilità di individuare adeguati criteri univoci – scrive la Federazione in una nota – è stato deliberato di non dare luogo a promozioni dalla Serie B alla Serie A2 Maschile”.

Così dopo il blocco del campionato a inizio marzo e la successiva proroga, la pallamano alza inevitabilmente bandiera bianca. L’ultima partita della stagione di serie B, la 14esima per l’HC Monteprandone, resta il 30-27 maturato sul parquet del Camerano U19 il 1° marzo scorso. I blu erano primi in classifica a quota 21, con un punto di vantaggio sul Cus Ancona, che però aveva disputato una gara in meno.

Il commento, dispiaciuto, del vicepresidente Pierpaolo Romandini: “La scelta era inevitabile. Giusto concludere senza promozioni. Spero che si riesca a ripartire l’anno prossimo: sarà indispensabile l’aiuto della Federazione, che in tal senso ha già promesso il massimo impegno. Peccato anche per le nostre formazioni giovanili, che non potranno disputare la fase nazionale”.

“A margine ci tengo a fare i complimenti alla Polisportiva Cingoli per la doppia promozione in A1 delle squadre maschile e femminile. E sono contento che le formazioni di Camerano e Chiaravalle siano rimaste in A2” conclude Pierpaolo Romandini.

 

Classifica Serie B 2019.20

POS SQUADRA G. V. P. S. GOALS DIFF PTI
1 HC MONTEPRANDONE 14 10 1 3 427 – 372 55 21
2 Cus Ancona 13 10 0 3 356 – 276 80 20
3 Chieti 13 8 3 2 386 – 336 50 19
4 NHC Teramo 13 9 1 3 371 – 327 44 19
5 HC Pescara 14 8 1 5 390 – 362 28 17
6 Lions Teramo U19 14 8 0 6 368 – 391 -23 16
7 Città Sant’Angelo U19 14 5 1 8 369 – 382 -13 11
8 HC Falconara 12 4 0 8 312 – 337 -25 8
9 Cingoli 13 4 0 9 357 – 399 -42 8
10 Guardiagrele 14 2 1 11 337 – 396 -59 5
11 Camerano U19 14 2 0 12 354 – 449 -95 4

 

 




Coronavirus, la pallamano ferma anche gli allenamenti

Allarme Coronavirus: si fermano fino al 15 marzo campionati e allenamenti di prima squadra e settore giovanile.

MONTEPRANDONE – Campionati sospesi fino al 15 marzo. E per 10 giorni l’Handball Club Monteprandone ha deciso di annullare anche gli allenamenti di prima squadra e settore giovanile. Il tutto in seguito alla disposizione della Federazione, che in un comunicato scrive: “In riferimento alla situazione della infezione da Coronavirus, nel prendere atto del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri emanato nella giornata di ieri che dispone, tra le altre, la sospensione dell’attività didattica di scuole e università in tutta Italia fino al 15 marzo, la Federazione Italiana Handball ha stabilito di volersi adeguare a tale normativa data la stretta correlazione tra la propria attività e le strutture scolastiche nazionali”. E quindi: bloccati i campionati di area (serie B e giovanili), a porte chiuse fino al 3 aprile le partite dei tornei nazionali.

“La FIGH rende noto che tale decisione si è resa necessaria in continuità con il senso di responsabilità che deve necessariamente essere alla base di ogni azione intrapresa in queste ore e che l’unico fine è quello di garantire la tutela dei propri tesserati, in linea con quanto disposto dal Governo”.

Dunque, congelate le gare dell’HC Monteprandone contro Pescara (8 marzo, al Colle Gioioso) e Falconara (15 marzo, in trasferta). I blu di coach Andrea Vultaggio erano appena tornati in vetta alla classifica del girone Marche-Abruzzo di serie B maschile dopo il 30-27 maturato sul parquet del Camerano Under 19, salendo a quota 21, un punto sopra il Cus Ancona.




PallaMano, di nuovo vittoria e vetta per l’Hc Monteprandone

A Camerano i blu si sbloccano dopo il punto delle precedenti 2 partite e scavalcano il Cus Ancona (a riposo).

CAMERANO – L’HC Monteprandone torna al successo, dopo il punticino delle precedenti due giornate, e si riprende la vetta del girone Marche-Abruzzo della serie B maschile. Anche se il Cus Ancona, scavalcato, ha osservato l’ultimo turno di riposo, mentre i blu dovranno fermarsi alla penultima giornata, subito dopo Pasqua.

Virtuale o meno, la testa della classifica ha comunque un grande valore per Monteprandone, che ha faticato più del previsto sul parquet del fanalino di coda Camerano Under 19. Sarà pure che mancava l’infortunato capitan Coccia e che dopo poco si fa male anche Pantaleo. Di sicuro è stata una partita da due volti: primo tempo veloce con continui capovolgimenti di fronte (il punteggio alto, 18-21, ne è la dimostrazione); ripresa molto più bloccata.

In casa Monteprandone esordio dall’inizio per il mancino classe 2005 Simonetti (un metro e 90 di altezza), coadiuvato dal solito Mattioli in regia e dall’altro 2005, ormai in pianta stabile tra i titolari, Di Girolamo. In avvio l’HC prova a scappare (1-3), ma il citato infortunio a Pantaleo complica i piani. Camerano rinviene e per i blu risulterà decisivo il break di 6-0 (9-15) nel cuore del tempo.

Nella ripresa cambia il copione, con le due squadre che passano a una difesa più compatta: il gol diventa più raro. Ma Monteprandone riesce a non dilapidare il tesoretto dell’intervallo e a chiudere sul 27-30, portando a casa 2 punti di platino.

Coach Andrea Vultaggio: “Purtroppo anche stavolta dobbiamo registrare un infortunio abbastanza pesante per noi. Pantaleo è uno dei nostri principali terminali di gioco e non avere questa opportunità ha un po’ fiaccato le nostre certezze. Detto questo non mi aspettavo di certo una gara così difficile, merito dei giovani avversari che ci hanno reso difficile la vita con la loro grande velocità. Ma demerito anche nostro”. “Abbiamo ancora grosse difficoltà con alcuni elementi che, in alcuni frangenti, non riescono a giocare come potrebbero. Questo ci penalizza molto nelle rotazioni perché non riesco a dare il giusto minutaggio a tutti. Cercherò di lavorare su questo fattore, sperando di non dover far meno di Pantaleo per troppo tempo. Adesso per noi arrivano alcune partite difficilissime, prima tra tutte quella di sabato contro Pescara: se vorremo continuare a sognare, serve uno sforzo da parte di tutti” è il monito finale di coach Vultaggio.

Questi i giocatori (e rispettive marcature) che hanno battuto Camerano U19: Cani 4, Capocasa, Carlini 3, Di Girolamo 5, F. Funari, P. Funari, Khouaja, Lattanzi 3, Martin 7, Mattioli 5, Mucci, Pantaleo 2, Parente, Salladini, Simonetti, Vagnoni 1.




PallaMano, l’Hc Monteprandone si butta via

Blu raggiunti da Chieti a fil di sirena: primo pari stagionale.

 

MONTEPRANDONE – Un autentico regalo. Confezionato a partita (quasi) finita. L’Handball Club Monteprandone si fa raggiungere sul pari da Chieti a fil di sirena. Il secondo posto è salvo, ma il primo pareggio della stagione equivale a un assist ghiottissimo per la capolista Cus Ancona.

Dopo la sconfitta (di misura) proprio nel capoluogo marchigiano, ecco il 29-29 del Colle Gioioso. Coi blu che ritrovavano il proprio pubblico dopo un mese e cercavano i 2 punti per continuare a mettere pressione ai dorici padroni del girone Marche-Abruzzo di serie B maschile. Chieti, a una sola lunghezza dai blu in classifica, si presenta a Monteprandone con una formazione di grandissima esperienza. Giocatori con qualche allenamento in meno sulle gambe, magari, ma con tanta serie A1 sulle spalle: Giampietro, Baldassarre, Savini, l’ex Paolucci, Concas. Si capisce subito che sarà una partita dura.

Nonostante questo l’HC, orfano dell’infortunato capitan Coccia, tiene botta, mettendo in difficoltà i più esperti avversari. Grazie alla velocità di Mattioli, Pantaleo e Khouaja, il primo tempo si chiude sul 14-13.

Nella ripresa la gara prende una piega più netta: Di Girolamo, sontuoso (8 su 10 al tiro), costringe in panchina un incerto Parente, portando Monteprandone sul +5. Il match sembra chiuso. Ma seguono i 5 minuti da mani nei capelli che determineranno il risultato finale. I ragazzi di Vultaggio, infatti, smettono di giocare e sul 29-27, a 1’ 10’’ dal 60°, complice anche un’inesistente esclusione comminata a Pantaleo dagli arbitri Merone e Iele, Chieti prima accorcia e poi pareggia. L’ultimo sigillo è del teatino Giampietro che, eludendo un’esitante marcatura a uomo, esulta a fil di sirena.

Il commento di Andrea Vultaggio: “Sono molto deluso. Non si può gettare alle ortiche una partita e forse un campionato in questo modo. Avevamo fatto una grande prestazione per 55 minuti e siamo crollati nel momento decisivo. Vedrò in settimana cosa non è andato, anche se mi pare evidente che non si sia fatto quello che avevo ordinato. La paura ha fatto il resto”. “Non tutto è da buttare, ovviamente, ci sono però alcuni aspetti da curare. Mi auguro che il campionato resti aperto e che gli avversari visti qui sappiano mettere la stessa verve e la stessa esperienza in tutte le altre partite che restano alla fine della stagione” conclude il coach blu.

Questi i giocatori (e rispettive marcature) che hanno sfidato Chieti:

Cani 2, Capocasa, Carlini, Di Girolamo 8, F. Funari, P. Funari, Khouaja 2, Lattanzi, Martin 7, Mattioli 5, Mucci, Pantaleo 4, Parente 1, Salladini, Simonetti, Vagnoni.


Classifica Serie B 2019.20

POS SQUADRA G. V. P. S. GOALS DIFF PTI
1 Cus Ancona 12 10 0 2 340 – 253 87 20
2 HC MONTEPRANDONE 13 9 1 3 397 – 345 52 19
3 Chieti 12 8 2 2 362 – 312 50 18
4 NHC Teramo 12 9 0 3 347 – 303 44 18
5 HC Pescara 13 7 1 5 364 – 343 21 15
6 Lions Teramo U19 12 6 0 6 305 – 358 -53 12
7 Città Sant’Angelo U19 13 5 1 7 350 – 356 -6 11
8 HC Falconara 12 4 0 8 312 – 337 -25 8
9 Cingoli 13 4 0 9 357 – 399 -42 8
10 Guardiagrele 13 2 1 10 320 – 356 -36 5
11 Camerano U19 13 2 0 11 327 – 419 -92 4

 




Pallamano, contro il Cus Ancona i blu cedono di un solo punto

Tornano a meno 2 dalla vetta e perdono capitan Coccia per infortunio

 

 

ANCONA – Anche più combattuta dell’andata, con la differenza che stavolta l’Handball Club Monteprandone non riesce mai a mettere il muso davanti. Il finale è lo stesso: vince il Cus Ancona, che torna 2 punti avanti ai blu. Ma quanta fatica per la super favorita del girone Marche-Abruzzo della serie B maschile.

Per Monteprandone, che fondamentalmente paga la falsa partenza, è il parziale dorico di 3-0 al pronti via, un altro pomeriggio pieno di recriminazioni. Intanto soprattutto perché coach Vultaggio perde Coccia prima del riposo (per il capitano blu sospetta rottura del tendine d’Achille). E poi perché ai suoi, nei momenti fondamentali, come nella sfida del novembre scorso, sono tremate le gambe.

Ma il punteggio finale bassissimo (16-15) è lì a testimoniare che una formazione esperta e ben più abituata a giocare gare sul filo del rasoio ha comunque dovuto spremersi parecchio prima di poter cantare vittoria. Di sicuro l’HC soffre la difesa asfissiante dei padroni di casa, talvolta al limite. Dopo il 7-5 all’intervallo, i ragazzi di Vultaggio rimediano il passivo più pesante (9-5). Ma poi rinvengono, giocando una bella seconda parte di ripresa, tanto da sfiorare, nel finale, sul 15-14, il pari che avrebbe avuto un’importanza capitale.

E invece Monteprandone incassa la terza sconfitta stagionale e resta a quota 18 in classifica, a meno 2 dal Cus di nuovo capolista. Ma a 9 giornate dalla chiusura del campionato, l’epilogo è ancora tutto da scrivere. Anche se adesso Ancona è convinto di avere intascato un bel pezzo di promozione, di contro l’HC teme di essersi fatta scappare una grande occasione.

Coach Vultaggio commenta così: “Merito al Cus, noi però anche stavolta siamo arrivati a un passo dall’impresa. La cosa che mi rammarica maggiormente, in ogni caso, è l’infortunio occorso a capitan Coccia. Per il resto, mi sarebbe piaciuto che ad arbitrare una gara così importante fosse stata designata una coppia più esperta. Ciò non toglie che nei momenti cruciali abbiamo peccato di inesperienza”.

“A inizio stagione, però, nessuno di noi poteva pensare di essere qui, a metà febbraio, a impensierire i favoriti per la vittoria del campionato” conclude Vultaggio.

Cus Ancona-HC Monteprandone 16-15

Cus ANCONA:

Bastari, Bellingeri, Biondi 2, Di Bello, Feroce, Giordani, V. Guidotti, Lucarini 3, Maestri, Magi 2, Magistrelli, Monaci, Pesaresi, Sabbatini 5, Solustri, Spegne Schiavoni 4.

All.: A. Guidotti.

 

 

MONTEPRANDONE:

Cani, Carlini, Coccia 1, Di Girolamo 1, Di Matteo, P. Funari, F. Funari, Khouaja, Lattanzi 1, Martin 5, Mattioli, Mucci, Pantaleo 6, Parente 1, Salladini, Simonetti.

All.: Vultaggio.

 

 

Arbitri: Passeri e Cimini.

NOTA: parziale primo tempo, 7-5.

 

Classifica Serie B 2019.20

POS SQUADRA G. V. P. S. GOALS DIFF PTI
1 Cus Ancona 12 10 0 2 340 – 253 87 20
2 HC MONTEPRANDONE 12 9 0 3 368 – 316 52 18
3 NHC Teramo 12 9 0 3 347 – 303 44 18
4 Chieti 11 8 1 2 333 – 283 50 17
5 HC Pescara 12 7 0 5 338 – 317 21 14
6 Lions Teramo U19 12 6 0 6 305 – 358 -53 12
7 Città Sant’Angelo U19 12 4 1 7 318 – 331 -13 9
8 HC Falconara 11 4 0 7 287 – 305 -18 8
9 Cingoli 12 3 0 9 328 – 372 -44 6
10 Guardiagrele 12 2 0 10 294 – 330 -36 4
11 Camerano U19 12 2 0 10 300 – 390 -90 4

 




PallaMano, spareggio ad Ancona per l’Hc

Sfida tra prime al Palacus: per i blu la possibilità di staccarsi e di vendicare il ko dell’andata.

 

MONTEPRANDONE – Spareggio tra prime. Se non fosse che alla fine della stagione regolare restano ancora la bellezza di 10 giornate, la trasferta ad Ancona dell’Handball Club Monteprandone avrebbe il sapore di sfida decisiva per la promozione. Di sicuro ne vale un pezzo grande così.

L’HC arriva a bussare alla porta del Cus, compagno di vetta del torneo maschile di serie B girone Marche-Abruzzo (a quota 18: 9 vittorie e 2 sconfitte a testa), con l’etichetta di sfavorita. Del resto i ragazzi di coach Andrea Vultaggio, stando alle premesse del campionato, probabilmente lassù non dovevano starci. E invece ci stanno. Al netto di qualche peccatuccio di gioventù. E della sconfitta, coi dorici, nella sfida di andata. È il 27-29 pieno di recriminazioni maturato il 2 novembre scorso, al culmine di un match vibrante e assai equilibrato.

Quello con Ancona è il primo di appena due capitomboli stagionali per i blu: l’ultimo il 7 dicembre a Città Sant’Angelo (dove nell’ultimo turno sono caduti pure i dorici), poi la serie di quattro vittorie consecutive. Ma adesso ecco l’esame più serio. Per Monteprandone, che bene ha saputo innestare nella rosa i rinforzi invernali Di Matteo e Martin, la possibilità di lanciare un segnale forte e chiaro all’intero campionato. Ma a patto di cavare dal cilindro la partita perfetta, o quasi.

Ad Ancona, al Palacus di Posatora, si gioca sabato alle 18. Arbitrano Passeri e Cimini.




PallaMano, l’Hc Monteprandone aggancia la vetta

I blu passano a Bucchianico contro Guardiagrele e adesso si preparano a sfidare la co-capolista Ancona.

 

BUCCHIANICO – La nona vittoria stagionale vale all’HC Monteprandone l’aggancio in vetta al Cus Ancona, scivolato inaspettatamente a Città Sant’Angelo. E sabato, nel capoluogo marchigiano, la partitissima che potrebbe valere un bel pezzo di pass per la promozione in serie A2 (anche se al termine del campionato resterebbero 9 giornate).

A Bucchianico, contro il Guardiagrele fanalino di coda del girone Marche-Abruzzo della B maschile, Monteprandone porta a casa i 2 punti che gli servivano. Nonostante le ridotte dimensioni del campo abruzzese e a dispetto di un avvio sofferto (6-3 marchiato Guardiagrele), l’HC piazza un break devastante: 10-3 e parziale che recita 9-13. Da lì in avanti la gara per i blu è quasi tutta in discesa. Si va al riposo sul 13-19.

Nella ripresa i ragazzi di Andrea Vultaggio gestiscono il vantaggio grazie al solito Pantaleo, coadiuvato dall’ottimo Martin. Ma in generale è tutta la squadra a leggere in maniera corretta la partita, tenendo sempre a distanza Guardiagrele. Finale, 26-33.

Coach Vultaggio guarda già all’appuntamento di Ancona: “È sicuramente il modo migliore per prepararci al big match di sabato prossimo. La gara presentava molte insidie, soprattutto quelle dovute al campo che ha dimensioni più ridotte: adattarsi è sempre un grande problema. Sono contento di essere riuscito a dare minuti a diversi giocatori e spero presto di mettere in campo l’intera rosa, in modo da dare le giuste rotazioni a tutti. Ad Ancona ci attende una prova durissima, in casa della capolista Cus. Non mi fido per niente del loro passo falso a Città Sant’Angelo: i dorici, dall’alto della loro esperienza, restano i favoriti per la promozione” passa e chiude Vultaggio.

Di seguito i giocatori blu (e le rispettive marcature) che a Bucchianico hanno battuto Guardiagrele: Cani 4, Capocasa, Carlini 2, Coccia 6, Di Girolamo 3, P. Funari, F. Funari, Khouaja, Lattanzi 1, Martin 5, Mattioli 4, Mucci, Pantaleo 4, Parente 2, Simonetti, Salladini 2.

 

Classifica Serie B 2019.20

POS SQUADRA G. V. P. S. GOALS DIFF PTI
1 Cus Ancona 11 9 0 2 324 – 238 86 18
2 HC MONTEPRANDONE 11 9 0 2 353 – 300 53 18
3 Chieti 10 8 0 2 305 – 255 50 16
4 NHC Teramo 10 7 0 3 276 – 255 21 14
5 HC Pescara 10 5 0 5 283 – 268 15 10
6 Lions Teramo U19 10 5 0 5 253 – 302 -49 10
7 Città Sant’Angelo U19 11 4 0 7 290 – 303 -13 8
8 HC Falconara 10 4 0 6 267 – 282 -15 8
9 Cingoli 10 3 0 7 283 – 309 -26 6
10 Camerano U19 10 2 0 8 248 – 330 -82 4
11 Guardiagrele 11 1 0 10 269 – 309 -40 2