Prende il via il Premio Teramo per un racconto inedito 2016

TERAMO – Con la pubblicazione ufficiale del bando prende il via la XLIV edizione del Premio Teramo per un racconto inedito 2016. Riparte così, dopo due anni di sospensione, una delle manifestazioni letterarie più longeve e prestigiose del panorama culturale italiano. Il concorso, la cui partecipazione è aperta a tutti (inclusi gli stranieri residenti in Italia o gli italiani residenti all’estero) e non comporta il pagamento di alcuna tassa, si articola in tre sezioni ? Premio Teramo, Premio Teramo Mario Pomilio per uno scrittore abruzzese, Premio Teramo Giacomo Debenedetti per uno scrittore giovane under 35 ? ognuna delle quali prevede l’attribuzione di un premio in denaro. Il termine ultimo per l’invio dei racconti è fissato al 31 ottobre 2016. Nel corso della serata conclusiva, che si terrà nel mese di dicembre, la giuria tecnica presieduta da Raffaella Morselli e composta da Lucilla Sergiacomo, Renato Minore, Attilio Danese, Stefano Traini, Roberto Michilli, Arianna Giorgia Bonazzi, consegnerà i premi ai racconti vincitori delle tre sezioni. Accanto ai riconoscimenti principali è prevista l’assegnazione di premi speciali.

Su proposta del Sindaco di Teramo, la Giunta Comunale ha affidato l’incarico di Segretario del Premio Teramo per l’edizione 2016 all’editore Paolo Ruggieri. L’incarico prevede la direzione artistica, l’organizzazione e il coordinamento del premio in collaborazione con l’assessore alla Cultura Marco Chiarini e in sintonia con le linee generali indicate dall’amministrazione comunale. Paolo Ruggieri vanta un curriculum da addetto ai lavori: fondatore e direttore editoriale della casa editrice Galaad Edizioni, ha tradotto dalla lingua inglese alcune opere letterarie di Mark Twain, Kate Chopin, John Keats, ed è coautore, con Francesca Nava, della fiaba Il sogno di Bernard.

Il bando può essere scaricato, insieme ai Criteri di regolamentazione, dal sito del Premio Teramo (www.premioteramo.it). A partire da questa edizione, il Premio Teramo si apre al mondo dei social network con la creazione di una pagina Facebook attraverso la quale gli interessati potranno ricevere informazioni sempre aggiornate sulle attività inerenti al premio e interagire direttamente con l’organizzazione.

Fondato da Giammario Sgattoni nel 1959, il Premio Teramo si è distinto sin dall’inizio per la particolare attenzione riservata al racconto inedito, per il numero e la qualità degli autori che hanno partecipato alle varie edizioni – ricordiamo, fra gli altri, Edith Bruck, Andrea Zanzotto, Piero Chiara, Alberto Bevilacqua, Maria Luisa Spaziani, Mario Pomilio, Giovanni Raboni, Ferdinando Camon, Carlo Sgorlon, Giorgio Soavi, Renato Minore, Grazia Livi, Carlo Bernari –, per lo spessore culturale dei membri delle commissioni giudicatrici, che hanno visto avvicendarsi nomi del calibro di Diego Valeri, Carlo Bo, Giacomo Debenedetti, Luigi Baldacci, Michele Prisco, Mario Pomilio, Raffaele Nigro, Giuseppe Pontiggia. Tutto ciò ha dato vita a un felice connubio di rigore e di appassionata dedizione alla scrittura narrativa, che nel corso degli anni ha reso il Premio Teramo un importante appuntamento letterario e una preziosa occasione di confronto per gli scrittori che desiderino mettersi in gioco sul terreno della narrazione breve.

 

Per info: info@premioteramo.it

 

 




“Dieci piccoli coni. Il gusto del mistero in dieci racconti”, presentazione a Teramo

TERAMO – Sabato 12 dicembre 2015, nell’Auditorium San Carlo del Museo Archeologico di Teramo, sarà presentato il volume-progetto “Dieci piccoli coni. Il gusto del mistero in dieci racconti”, ideato dall’azienda Ali d’Oro, produttrice di coni e cialde per gelato dal 1946, della famiglia Di Giosia.

Il libro, edito dalla Duende Edizioni di Paolo Ruggieri e Paola Vagnozzi e curato dalla giornalista Antonella Gaita, racchiude dieci racconti firmati da giornalisti e scrittori: Danilo Arona, Manuela Costantini, Igor De Amicis, Romano De Marco, Pierluigi Lucadei, Veronica Marcattilii, Angelo Marenzana, Cristina Mosca, Francesca Nava, Dino Venturoni.

 

Il ricavato dell’iniziativa sarà interamente devoluto alla Fondazione Anffas Onlus di Teramo (Associazione nazionale famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale) per la realizzazione di AFA – Attività Fisica Adattata, intesa come programmi di esercizio svolti in gruppi appositamente predisposti finalizzati alla modificazione dello stile di vita in ottica di prevenzione secondaria e terziaria delle disabilità. L’AFA è un’attività di mantenimento e prevenzione, intervenendo nella fase cronica stabilizzata della malattia, quando il trattamento riabilitativo ha esaurito il suo intervento per bambini, anziani, e disabili. Il progetto si concretizza nel destinare le risorse economiche provenienti dalla distribuzione del volume all’acquisto di attrezzature ed ausili specifici per l’esercizio dei programmi di Attività Fisica Adattata sia in ambiente palestra che in ambiente piscina.

 

Nel 2012, grazie all’antologia Il cono si racconta, è stato possibile realizzare, a soli quattro mesi dalla sua presentazione, una palestra per disabili in età preadolescenziale. Mentre Il senso del gelato (2013) ha permesso di acquistare, sempre nell’ambito di un progetto dell’Anffas, tre lavagne multimediali di supporto ai processi di apprendimento. Lo scorso anno, grazie a L’amore è un gelato meraviglioso, è stato sostenuto il progetto logopedico “EduchiAmo”, con l’acquisto di quattro Personal Computer dotati di ausili facilitatori e relativi programmi riabilitativi specifici che è stato inaugurato il 30 aprile.

 

Il titolo dell’edizione 2015, “Dieci piccoli coni. Il gusto del mistero in dieci racconti”, è un omaggio alla letteratura gialla e al più venduto fra i capolavori del mystery, “Dieci piccoli indiani” di Agatha Christie.

La presentazione dell’antologia sarà moderata dal giornalista Rino Orsatti.