Partille Cup e Interamnia, doppia grande esperienza per l’Hc Monteprandone

HC Monteprandone alla 47ma Interamnia

 

MONTEPRANDONE – Senza respiro. Ma i due tornei di pallamano più prestigiosi del mondo valgono bene un inizio di luglio a tavoletta per l’Under 14 dell’Handball Club Monteprandone.

Appena rientrata dalla Svezia, dove per il secondo anno consecutivo ha partecipato alla Partille Cup, edizione numero 50, la squadra blu deve già ripreparare i borsoni. Stavolta niente trasferta internazionale, però. Basterà arrivare a Teramo, per la 47? Interamnia World Cup: si tratta della prima partecipazione dell’HC Monteprandone alla manifestazione abruzzese, che quest’anno vedrà al via 122 squadre provenienti da 32 Nazioni in rappresentanza di 4 continenti.

Motivo di orgoglio, insomma, per la società dei fratelli Roberto e Pierpaolo Romandini. A Göteborg, al freddo e sotto la pioggia (il torneo era outdoor), ma come unica rappresentanza italiana di club tanto da sfilare col tricolore (e la bandiera cittadina) nella cerimonia di apertura al parco Liseberg, l’Under 14 si è fermata al primo impegno nei Playoff A, perdendo di un solo gol di scarto contro gli svedesi dell’Hammarby IF, dopo essere stata avanti di 2 a 3 minuti dalla fine. I ragazzi allenati da coach Andrea Vultaggio hanno comunque migliorato il risultato della stagione scorsa, grazie alla qualificazione per il tabellone principale e al secondo posto ottenuto nella prima fase (girone 12). Nei primi tre giorni di gare, infatti, sono arrivate 4 vittorie (19-9 contro i tedeschi della SG Wehrheim/Obernhain, 18-17 con gli svedesi dell’IK Sävehof, 26-16  contro gli islandesi del Fylkir 2 e 12-8 coi norvegesi del Nordstrand IF) e una sola sconfitta (18-12 contro gli svedesi dell’RP IF). Poi la beffa ai Playoff, ma l’esperienza per i blu rimane indicibile.

E sarà lo stesso per l’Interamnia che scatta tra poche ore (stavolta il torneo è indoor). L’HC Monteprandone, in gara per la categoria E (Under 14) insieme ad altre 25 formazioni, è stato inserito nel gruppo D. L’esordio mercoledì 10 luglio, alle 12.30 nella palestra Molinari di via Gasbarrini contro i polacchi dell’UKS Spartacus A. A seguire, alle 15, il match il derby contro la Pallamano Chieti al campo calcio Acquaviva B. Altri due impegni giovedì 11: alle 12 la partita con gli ungheresi dell’Elektromos S.E., alle 18.45 quella coi polacchi dell’Anilana Lodz A. Venerdì 12, alle 10.30, l’ultima gara per la fase di qualificazione ai quarti di finale, contro TJ JM Chodov (Repubblica Ceca).

 

 MONTEPRANDONE – “Abbiamo fatto un grande sforzo economico e organizzativo per portare i nostri giovani in Svezia. Ma ne è valsa l pena. Anno dopo anno continuiamo a crescere”. Il vicepresidente dell’HC Monteprandone, prima di salire sull’aereo che ha riportato lui e i 16 ragazzi dell’Under 14 in Italia, esterna tutta la sua soddisfazione. Merito della seconda partecipazione consecutiva alla Partille Cup, il torneo di pallamano più grande al mondo. “A Göteborg abbiamo confermato l’ottimo lavoro svolto nelle ultime stagioni. Ho visto una Under 14 molto compatta e sono convinto che a Teramo, all’Interamnia, contro altre formazioni di assoluto livello, faremo ancora meglio. Abbiamo vissuto una settimana molto intensa, nonostante il clima invernale, e ci tengo nuovamente a ringraziare i dirigenti Sonia Romandini, Paride Bisirri e Raffaele Salladini, oltre alle famiglie dei nostri ragazzi, al solito disponibili. In bocca al lupo a un altro dirigente, Raffaele D’Andrea, che ora accompagnerà l’U14 a Teramo” conclude Pierpaolo Romandini.

Felice anche coach Andrea Vultaggio: “Ho insistito per ripetere l’esperienza della Partille Cup, la società mi ha seguito, e siamo contenti. Sapevo che questo sarebbe stato un momento di crescita importante. I ragazzi si confrontano con altre culture, crescono al di là del loro impegno sul campo. Che pure è stato tanto: un po’ perché abbiamo giocato all’aperto e sul sintetico, un po’ perché gli avversari erano di un altro livello rispetto al nostro campionato. Ci siamo divertiti tanto, abbiamo migliorato il risultato dell’anno scorso, e peccato per la prima sfida dei Playoff A: avevamo fatto la bocca al passaggio del turno, ma la maggiore esperienza dei nostri rivali si è rivelata decisiva”.

Coach Vultaggio chiude così: “Non abbiamo tempo di rammaricarci troppo. Siamo di nuovo in partenza. Avversari di qualità ne troveremo anche all’Interamnia, dove siamo sicuri di divertirci e di vivere un’altra grande esperienza”.

 




Partille Cup al via, l’Hc Monteprandone c’è

MONTEPRANDONE – La prima volta non si scorda mai. Ma nemmeno la seconda, scherza. Un anno dopo l’HC Monteprandone è di nuovo volato in Svezia per partecipare alla 50esima edizione della Partille Cup, il torneo di pallamano più grande del mondo (2-6 luglio).

I 16 ragazzi dell’Under 14 blu, coach Andrea Vultaggio, il vicepresidente (nonché delegato regionale della FIGH Marche) Pierpaolo Romandini e i dirigenti Paride Bisirri e Raffaele Salladini, all’alba sono saliti sul pullman direzione Fiumicino e poi da lì, alle 11.30, si sono imbarcati sul primo aereo diretto in Svezia. Scalo a Stoccolma, quindi secondo volo per Göteborb: 1.700 chilometri per tornare a inseguire il sogno della Partille Cup.

Si parte domani, 2 luglio, con la sfida d’esordio della prima fase del girone 12 fissata per le 9.40, contro i tedeschi della SG Wehrheim/Obernhain. E in serata la sfilata nella cerimonia di apertura al parco Liseberg di Göteborg, con la bandiera italiana e quella cittadina, consegnata la settimana scorsa dal sindaco di Monteprandone, Sergio Loggi. Mercoledì, per l’HC, doppio impegno contro avversari svedesi: alle 9.05 l’IK Sävehof, alle 10.50 l’RP IF. Il 4 luglio, alle 8.30, il match coi finlandesi del Fylkir 2 e alle 10.50 il match contro i norvegesi del Nordstrand IF.




PallaMano, l’Hc Monteprandone U 14 di nuovo a Göteborg alla Partille Cup

MONTEPRANDONE – Monteprandone, le Marche, l’Italia. Tre bandiere da sventolare con orgoglio per l’HC Monteprandone, che dal 1° al 6 luglio parteciperà alla Partille Cup, il torneo di pallamano più grande del mondo, capace di richiamare dal 1970 oltre 20mila iscritti.

Per la società dei fratelli Romandini si tratta della seconda partecipazione, dopo l’eliminazione agli ottavi dell’anno scorso. Stavolta l’Under 14 allenata da coach Andrea Vultaggio avrà l’onore di sfilare alla cerimonia di apertura in programma la sera del 2 luglio al parco Liseberg di Göteborg, da portabandiera azzurra, in qualità di unica squadra di club italiana dell’edizione numero 50 del torneo svedese (l’altro Azzurro sarà quello della Nazionale maschile EOC).

“La pallamano nella provincia di Ascoli Piceno è nata negli anni Settanta a Monteprandone, nel campetto di terra dietro l’Hotel San Giacomo. Da sempre è il primo sport della nostra città. Uno sport rinato 15 anni fa grazie a Roberto e Pierpaolo Romandini, quando la loro è stata la prima società a rimettere piede nel palazzetto di via Colle Gioioso. Ebbene, adesso l’HC torna a giocare nella patria della pallamano. Tengo particolarmente a voi: ricordatevi di rispettare gli avversari, di divertirvi e ci auguriamo che riportiate a casa un bel risultato” ha detto il sindaco di Monteprandone, Sergio Loggi, nel tardo pomeriggio di martedì, prima della cerimonia di consegna della bandiera cittadina all’HC davanti a dirigenti, giovani atleti e genitori, in un’aula consiliare particolarmente affollata.

Così il presidente Roberto Romandini: “Sono agitato. La paura dovrà accompagnare anche i nostri ragazzi: li aiuterà a sbagliare meno. Un grazie a coach Vultaggio e soprattutto ai genitori per la disponibilità”. A ruota il vicepresidente, nonché delegato regionale FIGH Marche, Pierpaolo Romandini, che volerà a Göteborg il 1° luglio alle 11.30 dall’aeroporto di Fiumicino (scalo a Stoccolma e arrivo alle 18.40) insieme ai dirigenti Raffaele Salladini e Paride Bisirri: “Ci apprestiamo a vivere 15 giorni di fuoco con l’Under 14, visto che dal 9 luglio, quindi due giorni dopo il rientro in Italia, ci regaleremo anche l’Interamnia World Cup di Teramo. Ringrazio in particolare la dirigente Sonia Romandini: si è spesa molto in questo periodo” ha concluso il numero due blu, per poi unirsi al brindisi con il sindaco Loggi.

Subito prima il pensiero rivolto ai ragazzi dell’HC firmato dal consigliere con delega allo sport, Marco Ciabattoni: “Un’esperienza di respiro mondiale, preziosa dal punto di vista educativo, che vi farà crescere e che ricorderete per sempre”. Quindi l’intervento dell’assessore al patrimonio con delega agli impianti sportivi, Christian Ficcadenti: “Dovete essere orgogliosi di una società che fa tanto per voi”.

E in Svezia l’HC Monteprandone è atteso da un’edizione ricchissima della 50esima Partille Cup: 48 Paesi rappresentati, 1.385 formazioni (spalmate su 25 categorie), 80 campi di gioco. Novanta, invece, le squadre U14. E 15 i gironi, con l’HC Monteprandone inserito nel gruppo 12.

La prima fase scatterà il 2 luglio: blu in campo alle 9.40 contro i tedeschi della SG Wehrheim/Obernhain. Il giorno successivo doppio impegno contro altrettante rivali svedesi: alle 9.05 contro l’IK Sävehof 3 e alle 10.50 contro l’RP IF. Il 4 luglio alle 8.30 il match coi finlandesi del Fylkir 2 e alle 10.50 la sfida contro i norvegesi del Nordstrand IF.

Formula immutata: le prime tre di ogni girone accederanno ai Playoff A, mentre le ultime tre ai Playoff B.

L’HC Monteprandone sarà di nuovo in Italia, a Fiumicino, il 7 luglio alle 19.15.

Di seguito i 16 ragazzi (e i rispettivi numeri di maglia) che parteciperanno alla Partille Cup:
Lorenzo Capocasa 1, Kevin Cammisa 2, Matteo Vagnoni 4, Mirko Salladini 5, Lorenzo Petroni 7, Wasim Khouaja 8, Marco Di Girolamo 9, Moreno Salladini 13, Daniele D’Andrea 18, Alessandro Tritto 19, Riccardo Simonetti 23, Giulio Pompei 30, Morgan Caucci 44, Davide Evangelista 46, Maria Emmanuel De Angelis 58, Francesko Cela 99.

 




PallaMano, si conclude agli ottavi il Partille Cup dell’Hc Monteprandone U 13

GOTEBORG – La rimonta subita all’ultimo respiro, nel girone della prima fase, e il golden gol adesso. Doppia recriminazione per l’Hc Monteprandone Under 13, la cui corsa alla Partille Cup, il tornei di pallamano più grande del mondo, si è conclusa agli ottavi di finale dei Playoff B. I verdi tornano a casa, ma salutano la Svezia dopo avere sventolato con orgoglio sia la bandiera italiana (l’Hc era una delle 4 formazioni del nostro Paese a Göteborg), sia il vessillo di Monteprandone che il sindaco Stefano Stracci aveva consegnato alla società dei fratelli Roberto e Pierpaolo Romandini nella cerimonia di fine maggio.

Dunque, fine della corsa. Dopo il quarto posto conseguito nel girone 9 (bilancio: 2 vittorie e 3 sconfitte), l’Hc Monteprandone parte forte anche nella sfida dei sedicesimi dei Playoff B, battendo nettamente i francesi dell’Hbc Conflans, quinti nel gruppo 1. Verdi sempre avanti e risultato finale, il 22-16, che racconta solo in parte la supremazia dei ragazzi di coach Andrea Vultaggio.

Ben altra storia nella gara degli ottavi, al pomeriggio. I norvegesi del Fjellhammer IL 1 dimostrano subito di essere un osso duro da spolpare: partita costantemente in equilibrio e vantaggi minimi per le due squadre. Finisce con l’Hc costretta ad alzare bandiera bianca al golden gol (21-22). Il commento di coach Vultaggio: “Ci congediamo da una manifestazione di grandissimo livello. I miei ragazzi si sono comportati sempre bene. Inutile sottolineare che siamo molto amareggiati per questa sconfitta”. Così, invece, il vicepresidente Pierpaolo Romandini: “È stata un’esperienza fantastica. I nostri giovani hanno sicuramente imparato tanto dalla prima partecipazione alla Partille Cup. Ringrazio di nuovo tutti, dai dirigenti presenti qui a Göteborg a quelli rimasti a casa, dal mister ai fantastici genitori che ci hanno sostenuto con convinzione”.

Domenica il rientro dell’Hc Monteprandone in Italia.

 




L’Hc Monteprandone al torneo internazionale di pallamano più grande del mondo, la Partille Cup di Goteborg

MONTEPRANDONE, 2018-05-25 – “La nostra piccola patria è Monteprandone. In Svezia sventolate con orgoglio la bandiera della città che vi dono oggi. Sappiate che da voi non ci aspettiamo tanto la vittoria – ovvio che ci farebbe piacere – ma soprattutto entusiasmo, sportività e rispetto delle diversità. Vi attende un momento indelebile di crescita e formazione”. Così il sindaco Stefano Stracci ai ragazzi dell’Hc Monteprandone Under 13, ricevuti nell’affollata aula consiliare del Comune in vista del torneo internazionale di pallamano più grande del mondo, la Partille Cup di Goteborg, cui i ragazzi della società dei fratelli Romandini parteciperanno dal 2 al 7 luglio. “Un appuntamento che testimonia la bontà del lavoro svolto dal 2005 a oggi, da quando cioè la pallamano è tornata a Monteprandone. Siate fieri di portare la nostra bandiera nella patria della pallamano: la Svezia” la sottolineatura del vicesindaco e assessore allo sport, Sergio Loggi.  

Emozionato il presidente dell’Handball Club Monteprandone, Roberto Romandini: “Da sempre gli sforzi che facciamo sono quasi esclusivamente indirizzati al settore giovanile. La partecipazione dell’Under 13 alla Partille Cup, con oltre mille squadre in gara, provenienti da tutto il mondo, è una soddisfazione per noi, per le famiglie dei ragazzi e per il Comune che da sempre aiuta quello che è ormai diventato il primo sport cittadino” ha aggiunto Roberto Romandini prima di donare al sindaco Stracci e al vice Loggi la maglietta preparata dalla società verde per il viaggio in Svezia, con il simbolo dell’Hc davanti e il logo cittadino e la scritta Italia sulle spalle.

“Ma quest’anno a vincere non è stata solo l’Under 13, che peraltro di ritorno da Goteborg si sposterà a Misano Adriatico per le finali nazionali del torneo promozionale di categoria, dal 10 al 15 luglio” ha preso la parola il vicepresidente Pierpaolo Romandini. “Bene è andata anche all’Under 15, terza nel campionato di appartenenza, e l’Under 17, campione regionale per la terza volta di fila, che il 3 giugno proprio qui a Monteprandone lotterà per vincere la fase interregionale della Supercoppa e che dall’8 al 10 giugno salirà a Fanano, in provincia di Modena, per le finali nazionali” ha concluso Pierpaolo Romandini.

Poi tutti in posa: insieme ai fratelli Romandini e ai responsabili del settore giovanile, Sonia Romandini e Raffaele Salladini, coach Andrea Vultaggio e alcuni genitori dei ragazzi.
Qualche scatto beneagurante prima della spedizione svedese.

 

Hc Monteprandone

Presidente

Roberto Romandini.

Vicepresidente

Pierpaolo Romandini.

Allenatore prima squadra e settore giovanile

Andrea Vultaggio.

Responsabili settore giovanile

Martina Giannoni, Raffaele Salladini e Sonia Romandini.

Prossimi impegni del settore giovanile

Under 13 a Goteborg, in Svezia, dal 2 al 7 luglio per la Partille Cup e a Misano Adriatico dal 10 al 15 luglio per le finali nazionali del torneo promozionale di categoria.

Under 17 a Monteprandone per la fase interregionale (Marche-Abruzzo) della Supercoppa e a Fanano e Sestola, in Emilia Romagna, dall’8 al 10 giugno per la fase nazionale del campionato di categoria.

La rosa dell’Under 13

Lorenzo Capocasa, Cristian Cellini, Marco Di Girolamo, Wasim Khouaja, Riccardo Simonetti, Davide Evangelista, Mirco Salladini, Matteo Vagnoni, Lorenzo Pedroni, Daniele D’Andrea, Alessandro Tritto, Francesco Cela e Giulio Pompei.

La rosa dell’Under 17

Davide Campanelli, Cristian Carlini, Leonardo Curzi, Alessandro Di Girolamo, Federico Paolo Funari, Giorgio Mattioli, Davide Parente, Moreno Salladini, Valerio Tritto, Lorenzo Capocasa, Marco Di Girolamo, Davide Evangelista, Wasim Khouaja e Riccardo Simonetti.