Polizia Locale, Piunti scrive a Decaro dell’Anci

San Benedetto del Tronto – Caro Decaro ti scrivo

Di seguito alcune foto della partecipazione del sindaco Pasqualino Piunti all’assemblea nazionale dell’ANCI a Roma. Nel suo intervento, molto applaudito, il Sindaco ha illustrato le obiezioni sollevate in merito al recente accordo tra ANCI e Ministero dell’Interno in tema di valorizzazione del ruolo della Polizia Locale per il controllo del territorio e oggetto di una specifica comunicazione indirizzata ieri al presidente Decaro ed è tornato sul tema, più volte sollevato in passato, dell’onere per la tutela dei minori non accompagnati che attualmente, a parte delle contribuzioni statali del tutto insufficienti, ricadono interamente sui Comuni. Piunti ha infine sollecitato un’azione più incisiva sul Governo affinché ascolti le istanze dei Sindaci delle zone terremotate volte a definire procedure più agili per la ricostruzione: “Non è possibile – ha detto – che una Città come San Benedetto sia riuscita ad organizzare in poche ore un’accoglienza di centinaia di persone in fuga subito dopo le prime scosse e uno Stato non riesca ancora a rimuovere le macerie ad oltre tre anni dal sisma”.

 

 

 

 

 




Le Giornate della Polizia Locale e Sicurezza Urbana

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa domani sarà presente alla 38° edizione delle “Giornate della Polizia Locale e Sicurezza Urbana” di Riccione

Il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, On. Sergio Costa, interverrà domani mattina (ore 9,30 – 13,00) all’incontro organizzato dall’Associazione PL di Roma – Associazione Professionale Polizia Locale D’Italia -, dal titolo “SVILUPPO SOSTENIBILE E TUTELA AMBIENTALE” nell’ambito de “Le Giornate della Polizia Locale e Sicurezza Urbana” in programma al Palazzo dei Congressi di Riccione dal 19 al 21 settembre.

Interverranno inoltre IVANO LEO (Presidente Nazionale PL), ELVINO DEL BENE (Presidente Onorario PL), DOMENICO GIANNETTA (Segretario Nazionale PL)
Tra i temi affrontati nel corso della sessione:
– La tutela del territorio: l’ esperienza della terra dei fuochi, a cura LUIGI MAIELLO, Comandante Polizia Municipale di Nola (NA)
– La videosorveglianza nello smaltimento illecito dei rifiuti, a cura di PASQUALE RICCIARDELLA, Comandante Polizia Provinciale di Potenza
– Gli scarichi idrici delle attività economiche alla luce dei recenti decreti di semplificazione: la disciplina sanzionatoria, a cura di GAETANO ALBORINO, Comandante Polizia Municipale di Caivano (NA)
– La tracciabilità dei rifiuti: le ultime novità operative, a cura di ROSA BERTUZZI, Consulente in materia ambientale

 

Riccione – AL VIA LA 38° EDIZIONE DELLA TRE GIORNI NAZIONALE DELLA POLIZIA LOCALE E SICUREZZA URBANA
38° candelina per “Le Giornate della Polizia locale e Sicurezza Urbana”, l’evento formativo per tutta la Polizia locale d’Italia, organizzato dal Gruppo Maggioli e patrocinato da Anci (Associazione Nazionale Comuni d’Italia), Regione Emilia-Romagna, Provincia di Rimini, Comune di Riccione, U.P.I. (Unione Province d’Italia).
Unico nel suo genere per la vastità dei temi trattati, l’evento si configura come l’appuntamento fisso di settembre (dal 19 al 21 settembre 2019 a Riccione) per l’aggiornamento sulle tematiche connesse al ruolo non solo per i Corpi e Servizi di Polizia locale ma anche per numerosi operatori della Pubblica Amministrazione e delle Forze di Polizia.
Come di consueto, saranno oltre
100 i relatori, dalla massima esperienza, distintisi a livello nazionale ed internazionale, che si alterneranno nella formazione di un pubblico che ogni anno si attesta in circa 2000 presenze.

Gli argomenti delle tre giornate di formazione sono del resto i più diversi e molti
anche di nicchia, perché il Gruppo Maggioli cerca sempre di raggiungere tutte le tematiche,
che possono essere utili per il complesso compito della Polizia locale, un’istituzione sempre
più coinvolta nello svolgimento di compiti connessi agli aspetti di sicurezza urbana e a più
delicati aspetti di polizia giudiziaria anche in sinergia con le Forze di Polizia tutte.
L’apertura delle giornate sarà incentrata sulla Sicurezza Urbana. Saranno affrontate
le problematiche connesse agli
strumenti a disposizione dei Comuni per la sicurezza
urbana, la lotta al degrado e all’illegalità (Quali si sono rivelati concretamente
efficaci e quali meno), nonché alla disciplina delle ordinanze dopo i decreti
sicurezza, e i modelli di ordinanza sindacale adottabili.
Un tema di grande attualità e
che apre ad una serie di considerazioni, opportunità e criticità: basti solo pensare
all’introduzione del Daspo urbano che “
se da un lato ha fornito un nuovo strumento alle
Polizie Locali
, come sottolinea Luigi Altamura, Comandante Polizia locale di Verona,
che interverrà sul tema –
dall’altro rimane al momento un’arma debole nei confronti dei
soggetti che non risultano pericolosi per le valutazioni del Questore e che permangono sul
territorio, creando una percezione di insicurezza urbana”.
Oltre alle sessioni dedicate a Circolazione Stradale, Infortunistica Stradale,
Immigrazione, Polizia Giudiziaria, Attività Economiche, Edilizia anche quest’anno
saranno numerosi gli argomenti che sconfinano in tematiche sociali di grande attualità e che
toccano aspetti molti dibattuti ed attuali.
Tra questi, nelle ben 37 sessioni previste, le tecniche di stampa per riconoscere
documenti falsi, con l’attivazione di veri e propri laboratori per permettere agli operatori di
formarsi anche da un punto di vista pratico sul tema, dimostrazione ed attività di
addestramento con il Taser 7, come prevenire le diverse forme di rischio e reprimere i reati
online, quindi approfondimenti su cyberbullismo, ludopatia, nomofobia, internet gaming
disorders (riconosciuta lo scorso maggio dall’OMS malattia sociale). Ancora, l’impiego delle
Unità Cinofile per la ricerca di sostanze stupefacenti nei servizi di controllo del territorio, il
supporto psicologico agli operatori, per gestire eventi traumatizzanti dovuti a calamità
naturali o la comunicazione di un lutto.

Sarà di scena anche la dibattuta sperimentazione dei dispositivi per la micro
mobilità elettrica su strada
, prevista dall’entrata in vigore il 27 luglio scorso, del decreto
legge “Sperimentazione della circolazione su strada per la micro mobilità elettrica”,
quindi
di hoverboard, segway, monopattini, monowheel.
“Sicuramente si tratta di una novità
finalizzata alla riduzione dei livelli di inquinamento dell’aria nelle nostre città – afferma
Giuseppe Carmagnini, responsabile ufficio contenzioso e supporto giuridico Polizia
Municipale Prato
, che entrerà espressamente nel merito della questione -, ma il decreto
che disciplina la sperimentazione lascia aperti molti interrogativi, soprattutto per quanto
riguarda l’inquadramento di questi mezzi di locomozione, anche in relazione alla loro
sicurezza, considerato che non sono muniti di una specifica omologazione per la circolazione
sulle strade pubbliche. Ad esempio, si può ragionevolmente ritenere che la velocità massima
consentita fuori dalle aree pedonali, pari a 20 km/h, sia eccessiva, soprattutto per i mezzi
autobilanciati, per i quali la possibilità di arrestare tempestivamente il veicolo è affidata
soprattutto all’abilità del conducente.”
Ovviamente non mancheranno relazioni dedicate al decreto “Sblocca cantieri” e ai
decreti sicurezza.
Come ogni anno sono diverse anche le sessioni curate dalle associazioni di settore,
tra cui la nota ASAPS (Associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale), ANVU (Associazione
Professionale Polizia Locale d’Italia), PL (associazione nazionale polizia locale), ecc.
Focus anche sulle
proposte di legge già in discussione alla Camera dedicate alle
Politiche integrate per la sicurezza e organizzazione dei Corpi di Polizia locale,
curato dal
FISU (Forum Italiano per la Sicurezza Urbana) e dalla Conferenza delle Regioni
e delle Province Autonome
.
Teoria, pratica, workshop animeranno l’evento nazionale più importante dell’anno
dedicato alla Polizia locale e Sicurezza Urbana assieme ad una
amplissima mostra
dedicata alle nuove tecnologie
che si svilupperà sia internamente che esternamente
all’area della sede del Convegno: il Palacongressi Riccione.

leggi tutto in allegato: Convegno_Sicurezza_Polizia_Locale
Il programma è visionale qui:Programma_PL_Riccione_13_settembre_19

 




Prevenire e reprimere il fenomeno dell’abusivismo commerciale

Servizi straordinari di controllo del territorio connessi alla prevenzione ed al contrasto dell’ abusivismo commerciale.

San Benedetto del Tronto, 2017-08-13 – Nel corso della giornata odierna, personale militare della Capitaneria di Porto di San Benedetto e della Polizia Locale, a seguito di segnalazioni ricevute presso la sala operativa della Capitaneria, hanno posto in essere un’operazione di controllo del territorio finalizzato a prevenire e reprimere il fenomeno dell’abusivismo commerciale e di tutte le attività illecite connesse, in prossimità del litorale del Comune di San Benedetto del Tronto.

La predetta attività di controllo, svolta sulla base delle direttive impartite dalla Prefettura e sotto il coordinamento della Questura di Ascoli Piceno, ha portato al sequestro di nr. 30 borse contraffatte; il tutto rinvenuto sull’arenile nei pressi della foce del torrente Ragnola.

L’attività congiunta di pattugliamento “misto” per il presidio del territorio contro il fenomeno dell’abusivismo commerciale – a cui partecipa anche il personale della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto – mira a garantire l’ordinato e libero svolgimento delle attività balneari e a tutelare il bene demaniale marittimo e l’ambiente marino e costiero.

Le suddette attività di controllo proseguiranno durante l’intera stagione balneare.




Nel weekend servizio notturno della Polizia Municipale

Elevate 93 contravvenzioni al codice della strada tra lungomare nord e zona centro

 

San Benedetto del Tronto – Come nella notte di sabato 6 marzo, anche sabato 12 marzo la Polizia Municipale di San Benedetto del Tronto ha svolto un servizio di pattugliamento del centro cittadino e del lungomare nord che si è protratto fino alle 2,15* del mattino.

 

Nel corso dei controlli sono state elevate 93 contravvenzioni (20 in zona lungomare e 73 in zona centro) per violazione delle norme del codice della strada e un verbale per circolazione in corsia riservata al trasporto pubblico. Queste contravvenzioni si aggiungono alle 65 già elevate nel weekend precedente.

 

La Polizia Municipale ha inoltre presidiato l’aria di viale Secondo Moretti al fine di allontanare eventuali abusivi ed effettuato controlli sui fenomeni collegati alla cosiddetta “movida”.

(* ndr – prendiamo atto dell’ottimo servizio della Polizia Locale ma lo riteniamo insufficiente per l’orario: il servizio termina proprio con il clou della “movida”.)

 




Giornata della Polizia Locale delle Marche

CERIMONIA A FERMO E ATTRIBUZIONE DEGLI ENCOMI REGIONALI

 

Cesetti: “Occasione per riconoscere il valore degli agenti che ogni giorno si prodigano con professionalità ed abnegazione al servizio della collettività”

 

 

Fermo, 2016-01-20 – Grande partecipazione questa mattina a Fermo per la Giornata regionale della Polizia locale, dedicata al ruolo che svolge per la comunità, di servizio e tutela della sicurezza dei cittadini. Nel giorno di San Sebastiano, patrono della Polizia locale, in tanti da tutta la regione insieme alle autorità si sono raccolti per un appuntamento dal carattere celebrativo, un’occasione di incontro e informazione sulle numerose attività svolte dagli agenti.

Questa Giornata “rappresenta un’occasione preziosa – ha rilevato l’assessore alla polizia locale e politiche integrate per la sicurezza, Fabrizio Cesetti – per riconoscere il valore del lavoro svolto quotidianamente dagli operatori di Polizia locale. Ogni giorno si prodigano con professionalità ed abnegazione al servizio della collettività, con particolare attenzione alla sicurezza, che rappresenta un bene primario soprattutto per i meno garantiti. Sono l’avamposto, il punto di riferimento diretto e prioritario per la cittadinanza nel tema di sicurezza e disciplina, il loro è un ruolo complesso che intendiamo riconoscere e valorizzare dando al corpo la stessa dignità degli altri corpi di polizia. Opereremo in questa direzione – ha assicurato l’assessore – soprattutto in un momento di crisi internazionale come l’attuale che vede coinvolte anche le nostre città e crescere paure e bisogno di sicurezza”. E a nome della Giunta regionale, l’assessore Cesetti ha ringraziato tutti i rappresentanti della polizia locale.

Istituita con legge regionale 17 febbraio 2014 n.1 “Disciplina in materia di ordinamento della polizia locale” che prevede l’organizzazione di iniziative per approfondire tematiche relative alla sicurezza e all’educazione alla legalità, la Giornata è iniziata con la celebrazione della messa in Duomo.  Dopo la deposizione della Corona al Monumento ai Caduti, le autorità si sono dirette a Palazzo dei Priori. La cerimonia ha visto l’esecuzione di alcuni brani musicali, tra cui l’Inno d’Italia, da parte del coro del Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo.

Poi il momento degli encomi con la consegna dei riconoscimenti agli appartenenti ai servizi e ai corpi di Polizia locale che si sono distinti per azioni e condotte meritevoli e di contributo alla sicurezza della comunità nello svolgimento delle loro funzioni.

A ricevere l’encomio regionale: Enrico Burbuglini e Nicola Burbuglini del Comune di Porto Sant’Elpidio “Per aver rinvenuto, a seguito di perquisizione domiciliare, ingenti quantità di sostanze stupefacenti e per aver sventato un tentato furto mettendo gravemente a rischio la propria incolumità. In queste difficili operazioni di polizia giudiziaria, gli operatori hanno evidenziato elevate capacità professionali e non comuni capacità investigative”.

Premiati anche Fabio Fioretti, Fabio Mainardi e Marino Baldoni del Comune di Jesi “per aver sedato una violenta rissa presso un pubblico locale al fine di salvaguardare l’incolumità delle persone presenti e a scapito della propria, avendo riportato lesioni fisiche. In questo pericoloso intervento gli operatori si sono distinti per il notevole spirito di iniziativa e il generoso altruismo, nonché particolare determinazione operativa”. Infine Luciano Buscarini e Barbara Ferraioli del Comune di Osimo “Per aver fermato con una non comune determinazione operativa e sprezzo del pericolo, nel corso di un ordinario pattugliamento del territorio, tre soggetti con gravi precedenti penali, e grazie a tale intervento l’Arma dei Carabinieri ha potuto espletare tutte le formalità necessarie per l’emissione del foglio di via dal territorio comunale”.