Samb, ecco il girone B: domani i calendari

San Benedetto del Tronto, 2020-09-15 – Lega Pro, Serie C girone B 2020 – 2021: domani alle 17 su Rai Sport la presentazione dei calendari




Ludovico Rocchi prolunga ancora un biennio con la Samb

San Benedetto del Tronto, 2020-07-09 – La S. S. Sambenedettese comunica che è stato prolungato il contratto su base biennale del centrocampista Ludovico Rocchi. “Sono felice di poter vestire ancora la maglia della Samb e darò il massimo”
“La Samb – ha detto il presidente Serafino – vuole credere e investire su giovani talenti e Ludovico è il primo tassello di una squadra che sarà il giusto connubio tra giocatori esperti e calciatori di prospettiva”

 




Samb, confermato Paolo Montero

San Benedetto del Tronto, 2020-07-09 – La S.S. Sambenedettese comunica di aver confermato alla conduzione della prima squadra il signor Paolo Montero.

Il presidente Domenico Serafino ha voluto affidare il progetto tecnico all’allenatore uruguaiano legandolo contrattualmente al club fino al giugno 2022.

“Sono molto felice e sereno per la scelta che ho fatto – ha detto mister Montero -: ho sposato il progetto del presidente Serafino perché da quando è arrivato ha dimostrato che tutto quello che ha detto, lo ha fatto. C’è concretezza e programmazione: ci sono i presupposti per lavorare al meglio, pensando a costruire una squadra con cui raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati”.

“Ho avuto modo di conoscere e apprezzare come uomo e come professionista il nostro mister: ci siamo confrontati sui progetti e sugli obiettivi da raggiungere e abbiamo rilevato una convergenza di idee e una visione comune su quello che è lo sviluppo del progetto tecnico”, ha commentato il presidente Serafino.

(ndr: Altri due anni alla Samb di Montero insieme la ds Fusco; Pasculli sarà il braccio destro di Serafino: vamos)

 




Reti inviolate all’Euganeo, la Samb fuori dai playoff

PADOVA, 2020-06-30 – Finisce 0 – 0 la partita tra Padova e Sambenedettese, e finisce anche l’avventura dei rossoblù nei playoff di serie C. Ai ragazzi di Montero serviva infatti una vittoria per continuare a sognare la promozione, ma nonostante l’impegno e la grinta il gol non è arrivato.

Le due squadre si sono studiate per tutto il primo tempo, e la partita è sembrata sin da subito avara di occasioni e spettacolo. Santurro e Minelli sono stati inoperosi nei primi quarantacinque minuti. Unica azione degna di nota quella al 31′ Di Massimo cerca di innescare Cernigoi ma il numero 9 rossoblù non arriva puntuale sul pallone.

Nella ripresa la musica dovrebbe cambiare, perché le squadre si allungano e i cambi regalano spunti in più. Da una parte entrano Volpicelli e Angiulli, dall’altra il giovane Soleri. La condizione atletica, però, è quella che è, il caldo si fa sentire e le azioni da gol continuano a latitare. Al 52′ ne capita una buona sui piedi di Di Massimo che però colpisce troppo debolmente. Al 58′ risponde il Padova che con una punizione di Ronaldo pesca Kresic che tutto solo spara a lato da ottima posizione. Dieci minuti dopo ancora Ronaldo fa tremare Santurro con una punizione di poco alta sulla traversa. Per la Samb entrano anche Grandolfo e Trillò ma il guizzo vincente continua a mancare.
I giocatori sembrano non averne più e la partita si trascina verso l’inevitabile 0 – 0 finale.

Il presidente Serafino aspettava questi playoff per avere indicazioni sulla Samb del futuro. Difficile giudicare giocatori e staff tecnico, però, unicamente dalla partita di stasera. Aspettiamo con serenità le decisioni della nuova proprietà, intanto archiviamo una stagione di alti e bassi, caratterizzata da grandi partite e altrettanti periodi no. Una stagione, insomma, in linea con le altre della gestione Fedeli.

 

Ai tifosi della Samb dico di essere orgogliosi di questi ragazzi. Usciamo imbattuti a testa alta da questi playoff. Invito tutti a tirar fuori bandiere e vessilli rossoblu perché la Samb c’è e ripartiremo da una buona base.
Presidente Domenico Serafino

Padova-Samb 0-0, gli highlights

Pubblicato da Sambenedettese Calcio su Mercoledì 1 luglio 2020

 

 

Padova (4-3-3) Minelli; Pelagatti, Kresic, Andelkovic, Baraye; Mandorlini (88′ Castiglia), Ronaldo (76′ Nunes), Hallfredsson; Nicastro (83′ Fazzi) Litteri (45′ Soleri), Gabionetta (83′ Culina)
A disp. Galli, Capelli, Cherubin, Piovanello, Buglio, Zecca, Rondanini, Pesenti
All. Mandorlini

 

Samb (4-2-3-1) Santurro; Rapisarda, Biondi, Miceli, Gemignani (85′ Trillò); Gelonese (58′ Angiulli), Rocchi; Orlando (45′ Volpicelli), Di Massimo (72′ Grandolfo), Frediani; Cernigoi
A disp. Massolo, Fusco, Cenciarelli, Carillo, Di Pasquale, Malandruccolo, Panaioli, Rea
All. Montero

 

Arbitro Mario Vigile di Cosenza assistito da Marco Trinchieri e Riccardo Vitali; quarto uomo: Paolo Bitonti

Ammoniti: 44′ Di Massimo, 48′ Miceli, 68′ Volpicelli, 81′ Soleri

 

Facce da PlayOff Padova – Saab, 2020-06-30

 

 

 




La Samb ritorna al futuro, parola al Presidente Serafino

San Benedetto del Tronto, 2020-06-13 – Conferenza stampa oggi pomeriggio per la presentazione di Domenico Serafino, nuovo Presidente della Samb

 

La passione per il calcio c’è da sempre. Vengo dal calcio giocato, ma per una rottura dei legamenti del ginocchio all’età di quindici ani ho dovuto smettere di giocare.

Dopo tanti anni all’estero, avevo voglia di tornare in Italia con un progetto importante. Avevo visto la Samb al vecchio stadio Ballarin all’inizio degli anni Ottanta, poi da Buenos Aires ho assistito in tv ai playoff di qualche anno fa contro il Cosenza. Ho visto uno stadio fantastico e una tifoseria meravigliosa. Lo scorso autunno mi hanno segnalato un articolo in cui Fedeli manifestava l’intenzione di vendere la Samb… quindi, in qualche modo, il nome della Samb ciclicamente sembrava tornare nella mia vita. A fine aprile, poi, ho sentito che Fedeli ha dichiarato con più convinzione la volontà di vendere e quindi così è iniziato tutto.

Ho anticipato il rogito, che inizialmente con Fedeli avevamo programmato per fine giugno, per dare la possibilità ai giocatori di fare i playoff. Li hanno meritati sul campo, se li sono guadagnati e mi sembra giusto che li giochino.

Al di là del risultato, i playoff sono molto utili per me anche per valutare i calciatori e lo staff tecnico, e quindi per capire quale può essere la Samb del futuro.

Credo che Montero sia una persona di alto livello, sia umanamente che professionalmente. Ho conosciuto i giocatori solo attraverso i video delle partite, mi sono fatto un’idea, ma sarò da oggi in poi presente ad ogni allenamento e poi, come detto, i playoff mi daranno utilissime indicazioni.

Una squadra di calcio che ho nel cuore? Forse la Nazionale del 1978. Mi piace il calcio a un tocco, fatto di triangolazioni, profondità, velocità.

Il mio è un progetto a lungo termine. Il fondamento sarà il settore giovanile, che deve diventare il punto di forza della Samb. Non si può prescindere dai giovani e dai talenti locali. Non possiamo permettere ad altre squadre di portare via i nostri talenti. Ovviamente quando si mette mano al settore giovanile, per avere risultati occorre un certo tempo, e io darà il massimo per questi colori per lunghissimo tempo. Ho scelto di vivere qui, sarò presente costantemente al fianco della Samb.

Dalla cultura sudamericana mi porto dietro come insegnamento proprio il modo di lavorare con il settore giovanile. In Argentina sfornano talenti in quantità industriale e il motivo principale è che hanno strutture dedicate ai giovani. I giovani sono al centro della loro impostazione del calcio. E’ un modello che mi piace molto e che mi piacerebbe trasferire qui.

Della cultura calcistica d’Oltremanica mi piace soprattutto lo spirito, quello che fa sì che i giocatori in campo se le diano di santa ragione e poi, a partita finita, vadano a bere al pub insieme.

Ai tifosi chiedo soprattutto di stare vicini alla squadra. Sono ragazzi poco più che ventenni. Far sentire loro il supporto morale della nostra splendida tifoseria sarà fondamentale.”

 

Ph © Alessandro Barbizzi
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

“Very Etnico”, ovvero Serafino prima di essere il presidente della Samb

 




Calcio e Coronavirus, la serie C 2019/20 potrebbe finire qui

San Benedetto del Tronto, 7 Maggio 2020 – Il campionato della Sambenedettese potrebbe finire qui. I club di Lega Pro hanno raggiunto l’accordo per chiedere al Consiglio della Federazione Italiana Giuoco Calcio lo stop definitivo del torneo. La Serie C 2019/20 per le società calcistiche può finire qui. Le squadre che salirebbero in Serie B sarebbero Monza, Vicenza e Reggina.  L’ultima parola però spetta al Consiglio Federale.

Al prossimo Consiglio Federale la Serie C presenterà i nomi delle squadre che secondo l’Assemblea di oggi dovrebbero salire in cadetteria. La quarta promossa che in una situazione di normale amministrazione sarebbe dovuta essere sancita dalla lotteria dei play-off sarebbe il Carpi. La società emiliana è stata stabilita in base alla media ponderata con il rapporto tra i punti conquistati e le gare disputate. Il Carpi grazie a questa speciale classifica avrebbe così scavalcato Reggio Audace e Bari.  L’Assemblea di Lega Pro avrebbe inoltre bloccato le retrocessioni e i ripescaggi dalla Serie D. I vertici della FIGC, in caso di accoglimento della proposta della Lega Pro, dovranno disciplinare le retrocessioni dalla Serie A e dalla Serie B.

Niente di inaspettato per la Serie C. La Lega aveva chiesto uno studio ad una azienda specializzata per l’analisi dei costi di applicazione del protocollo sanitario ma la cifra, che orbiterebbe intorno ai 100-150 mila euro, sarebbe insostenibile per i club di terza serie.

Un passo importante quanto nobile quello fatto da Ghirelli e compagni che, oltre al problema di  natura economico, hanno voluto rispettare la straziante crisi derivata dal Coronavirus che attanaglia lo Stivale.

 




La Samb ai tempi del Coronavirus, nuove disposizioni della Lega Pro

San Benedetto del Tronto, 2020-03-05 – Coronavirus, comunicato della Lega  relativo alle nuove disposizioni: https://www.lega-pro.com/com/1920-139DIV.pdf.

La Samb in rete

2020-03-04

 

 




Il Calcio ai tempi del Coronavirus

Rinviata anche Samb – Padova di domenica prossima.

Ecco il calendario dei recuperi comunicato poco fa dalla Lega.

 

San Benedetto del Tronto, 2020-03-02 – La Lega Pro, preso atto del DPCM del 1 marzo 2020 e delle comunicazioni delle autorità competenti, ha disposto il rinvio delle gare dell’11^ giornata del Campionato Serie C dei gironi A e B in programma nei giorni 7 e 8 marzo 2020 e della gara di andata di Coppa Italia Serie C in programma l’11 marzo p.v.

Tale decisione è stata assunta, coerentemente con quanto sino ad oggi stabilito, per le seguenti fondamentali ordini di ragioni:
1) Il valore primario è senz’altro quello della tutela della salute e quindi del contenimento della possibilità di contagio;
2) Il nostro calcio ha ragione di esistere solo se sugli spalti palpitano i cuori e si sentono i cori dei nostri milioni di tifosi. Pur consapevoli delle difficoltà che incontreranno le nostre società ed i ragazzi che scenderanno in campo, fintantochè il calendario ci consentirà una programmazione delle gare che consenta la presenza del pubblico allo stadio, continueremo coerentemente con la linea tenuta.
3) Il rinvio integrale della giornata per i due gironi è dettata dalla necessità di garantire l’equilibrio e la regolarità della competizione, pur sempre nella consapevolezza che stiamo vivendo un’emergenza di carattere internazionale.
4) Sono da considerare, altresì, le condizioni della Pianese e dei club che l’hanno incontrata, tra le quali la Juventus U23 finalista di Coppa. Dovremo valutare rimettendoci al giudizio delle competenti Autorità Sanitarie. Nessuno sottovaluti il problema e a chi competa decidere. Il calcio e i suoi interessi vengono a debita distanza.

L’attività di coordinamento con le istituzioni è continua e ci consente di avere in tempo reale il quadro della situazione. Nel contempo attraverso l’attività di collaborazione con FIGC, Governo e Ministeri stiamo lavorando per verificare, dato l’evidente ed inevitabile danno patito dai club, di essere agganciati agli interventi straordinari di natura fiscale che si appresta ad emanare il Governo per le imprese italiane, concedendo tale beneficio anche ai nostri club.

Da ultimo, al fine di rendere meno gravosa possibile per le istituzioni ed autorità locali l’attività organizzativa in un periodo estremamente delicato e per consentire alle nostre società la migliore gestione possibile dei prossimi turni e recuperi di campionato, sono state programmate sin d’ora le date dei recuperi:
11 marzo 2020 – recupero gare 8^ giornata Campionato Serie C
18 marzo 2020 – recupero gare 9^ giornata Campionato Serie C
1 aprile 2020 – recupero gare 10^ giornata Campionato Serie C
8 aprile 2020 – gara di andata Coppa Italia Serie C
15 aprile 2020 – recupero gare 11^ giornata Campionato Serie C
22 aprile 2020 – gara di ritorno Coppa Italia Serie C

 




Il Coronavirus ferma la Samb 

San Benedetto del Tronto, 28 Febbraio 2020 –Il Coronavirus ferma il campionato di Serie C  e di conseguenza anche la Sambenedettese. Tutti gli organi della società hanno accolto di buon grado la decisione di sospendere il campionato dichiarando che prima del gioco è necessario tutelare la salute di tutti. Fedeli è speranzoso e confida che questo periodo di stop possa dare alla Sambenedettese la giusta carica per chiudere al meglio questa stagione ricca di alti e bassi. Le gare dei rossoblù rinviate per ora sono tre ovvero quelle esterne con Piacenza e Virtus Verona e quella casalinga contro il Cesena.

Montero ha così l’occasione di poter allenare al meglio e con molta tranquillità i suoi ragazzi e chissà che non stia pensando ad un nuovo modello tattico per sostituire quello attuale dichiarato da molti prevedibile. La Sambenedettese occupa attualmente il decimo posto in classifica e potrebbe rischiare di uscire dal gruppo dei play-off per lasciare spazio alla Fermana o al Virtus Verona. Frediani in questi giorni ha dichiarato di volere il sostegno del pubblico rivierasco per questo finale di stagione dai molteplici risultati.

I rossoblù galleggiano in classifica e con una gara in meno si trovano a pari merito con la Fermana al decimo posto, ultimo utile per partecipare ai play-off e a sei punti dalla zona play-out. Tra la Samb e i play-out ci sono Virtus Verona, Cesena, Gubbio e Vis Pesaro tutte affamate di vittorie e deluse dai risultati ottenuti fino ad ora dato che le ambizioni di inizio stagione erano molto diverse.

Montero in questo periodo di stop non riuscirà a recuperare Santurro dato che all’estremo difensore rossoblù sono state imposte dai medici del club altre tre settimane di recupero prima di ritornare in gruppo.

Il campionato è ancora lungo e, Coronavirus permettendo, ripartirà a breve.

 




Samb e Coronavirus, Ds Fusco: “La salute prima di tutto”

“La salute prima di tutto, quindi reputo la decisione di fermarsi opportuna”.

San Benedetto del Tronto, 2020-02-25 – Martedì di riposo per i rossoblu, dopo la decisione degli organi competenti di fermare anche Cesena-Samb, che si sarebbe dovuta giocare domani sera al Riviera delle Palme, così ai nostri microfoni è intervenuto il direttore sportivo, Pietro Fusco.
“A livello sportivo – continua il direttore – stare troppo tempo senza gare ufficiali non fa mai bene, considerato poi che non si giocherà neanche domenica a Verona, la squadra dovrebbe tornare in campo l’8 di marzo e poi avremo 7 partite in 21 giorni con i recuperi, sarà dura. Ma come lo sarà per noi lo sarà anche per gli altri, quindi alla fine poco cambia.Inoltre, l’allenatore e il suo staff hanno già preparato un nuovo programma per gli allenamenti e si proverà a sfruttare questi giorni senza gare per recuperare al meglio i calciatori infortunati e le forze fisiche e mentali di tutti in vista di questo impegnativo rush finale”.
L’ipotesi porte chiuse? E’ un’ipotesi che potrebbe venir presa in considerazione dagli organi competenti nella misura in cui questa situazione, speriamo di no, dovesse continuare. Certo, giocare senza i tifosi non sarebbe la stessa cosa, sono il sale di ogni sport e sarebbe un peccato. Una decisione, che tenga conto sia dell’incolumità delle persone che del regolare svolgimento del campionato, va comunque presa”.
Il ds ha infine analizzato il difficile momento dei rossoblu:
“Siamo consapevoli che non stiamo facendo bene a livello di risultati. Capisco la delusione per questo periodo negativo. Nell’ultima partita disputata (Samb-Ravenna 1-2) la squadra non ha interpretato la gara nella maniera corretta, ne siamo consapevoli noi, come lo sono anche i ragazzi.
Come si esce da questa situazione? Con il lavoro, con gli attributi e con uno spiccato senso di responsabilità da parte di tutti. Ed è per questo che chiedo aiuto, ancora una volta, all’ambiente e soprattutto ai tifosi, perchè abbiamo bisogno di loro per finire la stagione così come l’avevamo iniziata: con grandissimo entusiasmo. Siamo ancora in corsa per il nostro obiettivo, ossia raggiungere i playoff, e serve quindi l’aiuto di tutti. Poi a giugno si tireranno le somme e ognuno farà le dovute valutazioni”.