Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 04:27 di Dom 15 Dic 2019

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

Spacca

Classifica Ipr Marketing per il Sole 24 Ore, il presidente Spacca: “Riconoscimento per il buon governo delle Marche”

“La classifica Ipr Marketing per il Sole 24 Ore sul gradimento dei Presidenti di Regione, conferma il giudizio dei cittadini sul buon governo delle Marche – dice il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca -. Sondaggio dopo sondaggio, con una continuità perfino sorprendente in un arco temporale così lungo, il consenso resta invariato, a testimonianza dell’apprezzamento della maggioranza dei cittadini marchigiani. Aver poi confermato gli stessi valori delle precedenti classifiche, in una fase particolarmente difficile nel pieno della crisi economica, riempie di grande soddisfazione: vengono premiati gli interventi a tutela del lavoro e a sostegno dell’occupazione, a vantaggio delle imprese. In un tempo in cui la fiducia dei cittadini è messa a dura prova dalla situazione economica e dai tagli attuati dal Governo centrale, il riconoscimento dei marchigiani ci spinge a proseguire con sempre maggiore convinzione. Naturalmente – conclude Spacca – siamo consapevoli che si tratta di un sondaggio, con tutti i limiti e le riserve che questo comporta. Quello che davvero ci interessa è il confronto diretto con i cittadini e la loro opinione direttamente espressa”.


Riordino degli Ersu e degli Erap, la Giunta regionale chiede all’Assemblea legislativa l’iscrizione della proposta di legge e di non procedere alle nomine

La Giunta regionale ha chiesto l’immediata iscrizione, all’ordine del giorno dell’Assemblea legislativa, della propria proposta di legge 27/2010 che disciplina il “Riordino degli enti regionali per il diritto allo studio universitario (Ersu) e degli enti regionali per l’abitazione pubblica (Erap)”. Ha anche chiesto, di conseguenza, al presidente dell’Assemblea legislativa, di non procedere alle nomine degli amministratori di tali enti. L’orientamento della Giunta regionale è quello di sostituire i presidenti e i Consigli di amministrazione con un direttore, scelto tra i dirigenti della Regione o degli stessi enti. Il riordino, come chiaramente indicato nella proposta di legge, punta a ridurre le spese di funzionamento degli apparati regionali, compensando i minori trasferimenti dello Stato. Inoltre la razionalizzazione “intende dare concreta attuazione ai principi di efficienza, efficacia e buon andamento che devono permeare l’operato della pubblica amministrazione: trattandosi di enti strumentali, sottoposti agli indirizzi di vigilanza della Regione, gli organi direttivi vanno ricondotti a un più stretto rapporto con l’amministrazione regionale, assimilandone il regime giuridico a quello dei dirigenti dei Servizi della Giunta regionale”.


© 2011, Press Too srl . Riproduzione riservata




10 gennaio 2011 alle 23:31 | Scrivi all'autore | stampa stampa | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata