Ventennale di Pittura & Scultura Viva

Pronto il programma ed il gruppo degli artisti che parteciperanno al ventennale di Pittura & Scultura Viva

 

San Benedetto del Tronto, 2016-01-08 – Il 2016 segna il ventennale della famosa manifestazione artistica nata nel 1996, che ha regalato a San Benedetto l’unicità del MAM, Museo d’Arte sul Mare (www.mamsbt.it), ormai divenuto una delle tappe turistiche più importanti del piceno. Sono in tutto 163 le opere d’arte in esso contenute, 17 murali e 146 sculture, delle quali ben 141 realizzate dal vivo durante le precedenti 19 edizioni del simposio al quale hanno partecipato finora 144 artisti provenienti da 37 paesi dei 5 continenti.

Il ventennale avrà inizio il 4 giugno 2016 e si protrarrà fino al 12. Avrà come titolo “Con i migliori amici” e grazie al finanziamento dell’amministrazione comunale, ospiterà dieci artisti.

Oltre ai sette migliori amici-artisti del simposio, scelti tra i partecipanti alle precedenti 19 edizioni ed esattamente gli scultori Toshihiko Minamoto, Simone Mocenni, Franco Daga, Giuseppe Straccia, Nobushige Akiyama, Gualtiero Mocenni e lo street artist Zed1, ad esso parteciperanno come ospiti, lo scultore Roberto Spaccapaniccia, in rappresentanza del piceno e le due street artists Btoy, spagnola e Camilla Falsini.

Tra gli eventi collaterali che lo caratterizzeranno, va segnalata una serata musicale che come al solito si terrà al molo sud, ma che, a differenza degli altri anni, avrà come titolo “Riscontri” e sarà caratterizzata da un dialogo musicale tra il trio jazz composto da Giacinto Cistola alla chitarra, Pierpaolo Pica al contrabbasso e Dario Di Giammartino alla batteria ed i Solisti Piceni, un trio classico composto da Piergiorgio Troilo al violino, Giampaolo Corradetti al flauto e Daniela Tremaroli al violoncello che si alterneranno eseguendo brani jazz e classici e versioni differenti di alcuni famosi brani.

Altra iniziativa importante sarà la mostra alla Palazzina Azzurra delle opere degli artisti partecipanti e degli amici della manifestazione e la pubblicazione di un libro scritto da Piernicola Cocchiaro, che oltre a raccontare, tra aneddoti e cronaca, la storia di Scultura Viva fin dalla sua nascita, avrà il compito di presentare ai lettori, gli artisti che parteciperanno al ventennale ed i progetti delle opere che verranno realizzate.

Come ogni anno, gli scultori realizzeranno le loro opere nel MAM, lungo il molo sud, dove inoltre verranno dipinti anche nuovi murali da alcuni giovani muralisti dell’Associazione Nova. Gli altri tre street artists, eseguiranno invece le loro opere al quartiere Agraria di Porto d’Ascoli e nel centro di San Benedetto.

Oltre al Comune che finanzierà quasi interamente l’evento, il ventennale vedrà quali sponsors storici l’Associazione albergatori “Riviera delle Palme” e la ditta Elettropneumatica e la collaborazione della Banca dell’Adriatico, del Lions Club San Benedetto Host e delle ditte Edilware, Tuttocolori e Morganti Service.




Foto del giorno

di Davida Zdrazilkova Ruggieri

 

 

 

San Benedetto del Tronto, 2016-01-08 – Molo sud

 

 

 

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright © 
Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it




Michele Caporossi direttore generale dell’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona

La nomina nel tardo pomeriggio. Alla riunione di Giunta presente il rettore della Politecnica

 

 

 

Ancona, 2016-01-08 – La Giunta regionale, su proposta del presidente Luca Ceriscioli in qualità di assessore alla Sanità, ha nominato Michele Caporossi direttore generale dell’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, avendo acquisito anche l’intesa del rettore dell’Università Politecnica delle Marche, Sauro Longhi, che era presente alla riunione dell’esecutivo. Caporossi, nato a Roma nel 1955, è attualmente direttore generale dell’ASL Latina.

Di seguito il curriculum del nuovo direttore.

 

INFORMAZIONI PERSONALI

Data di nascita: 21 Marzo 1955

Luogo di nascita: Roma

Residenza: Ancona

 

TITOLI DI STUDIO E PROFESSIONALI

  • Laurea in Sociologia 110/110 e lode (Tesi in Economia dei trasporti su. “Park e City Pricing come strumenti per il diritto alla mobilità urbana”)Università di Urbino (1995)
  • Laurea in Filosofia 110/110 e lode (indirizzo economico – Tesi in Storia Delle Dottrine economiche sull’impresa non-profit) Università di Urbino (1982)
  • Maturità Classica, Liceo Ginnasio Pilo Albertelli, Roma, 1973
  • Corsi di formazione manageriale in materia di Sanità pubblica, organizzazione e gestione sanitaria
  • Diploma di Perfezionamento Universitario in Organizzazione e gestione delle aziende sanitarie – Università Cattolica del Sacro Cuore, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Roma;
  • Specializzazione Università LUISS management, Roma 1997-1998  in “Quality Management dei servizi sanitari”, ISO 9000, ISO 14.000 Accreditation, Benchmarking, modello “European Foundation for Quality Management”
  • Corso di Formazione Università  BOCCONI di Milano in Economia Aziendale, Budgeting, Costing  Management e controllo di gestione nelle strutture non-profit (1996)
  • Corso di Formazione per l’esercizio della funzione di Supervisore Accreditamento Istituzionale delle Strutture Sanitarie (2001), Agenzia Sanitaria Regionale Marche   
  • Corso di Formazione all’esercizio della funzione di Referente Aziendale della Formazione Professionale; tutoring: ISMO, Milano, Scuola di formazione professionale della Regione Marche (1996-1998)
  • Corso di Formazione “Modelli, strumenti, tecniche per lo sviluppo della qualità nell’assitenza sanitaria” (Maggio-novembre 1998), A.R.S. Marche.
  • Corso di Formazione “ Progettazione e valutazione di attività di formazione permanente in sanità” (Settembre 1999) Roma, Istituto Superiore di Sanità.
  • Corso di Formazione “Change Management” Price Waterhouse Coopers, Ancona Dicembre 1999
  • Corso di Formazione  “strumenti statistici essenziali per la valutazione della qualità dell’assistenza sanitaria” Soc. it. VRQ,  (ottobre 1998) Ancona.

 

IDONEITA’ DI ALTA DIREZIONE AZIENDALE

Già iscritto nell’elenco degli idonei per le nomine delle direzioni generali di aziende sanitarie delle Regioni Marche, Abruzzo, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Puglia, Lombardia.

Nel gennaio 2014 ha concluso la selezione indetta dalla Regione Lazio tra gli iscritti (oltre 500) all’elenco degli idonei alla nomina a DG di Azienda Sanitaria ex art. 3 bis del d.lgs. 502/92 e s.m.i., risultando nella short-list dei primi 50 classificati.

Nel settembre 2010 ha concluso la selezione indetta dalla Regione Puglia tra gli iscritti (oltre 300) all’elenco degli idonei ex art. 3 bis d. lgs. 502/92 e s.m.i. , risultando tra i 33 ammessi alla frequenza al corso di formazione manageriale ex art. 3 bis comma 4 dello stesso D. Lgs.

 

ESPERIENZE PROFESSIONALI (INCARICHI RICOPERTI)

–          dal 5 febbraio 2014 a oggi:

DIRETTORE GENERALE dell’ASL Latina, c/a 580.000 abitanti, 3500 dipendenti, bilancio di quasi 1 miliardo di Euro; bilancio di esercizio 2013: perdita di esercizio di 3,3 milioni. Bilancio di esercizio 2014: risultato economico di pareggio.

Nell’ASL di Latina è presente la Facoltà di Farmacia e Medicina-Polo Pontino dell’Università La Sapienza di Roma che esercita le funzioni assistenziali, di didattica e ricerca del Triennio Clinico nelle strutture ospedaliere e territoriali dell’Azienda.

 

–          dal 5 luglio 2010 al 4 febbraio 2014

Direttore Amministrativo Aziendale Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord, Pesaro-Fano;

attività strategiche svolte: primo impianto della nuova azienda, reingegnerizzazione dei processi, creazione di una piattaforma di logistica integrata-costituzione e conduzione dei dipartimenti Amministrativo e Tecnico- primo impianto di HTA e ingegneria clinica-riprogettazione delle reti-dati.

 

–          dal 16 ottobre 2009 al 4 luglio 2010: Azienda Ospedaliera Universitaria Ospedali Riuniti Ancona, Direttore Struttura Organizzativa dipartimentale Complessa : Ricerca, Innovazione e Sviluppo

 

–          Dal 1 dicembre 2005 al 30 settembre 2009: DIRETTORE GENERALE Asl Lanciano-Vasto, Regione Abruzzo, con contratto di 5 anni (scadenza naturale: 30 novembre 2010);

 

–       Coordinatore Regionale e membro della Direzione Nazionale della FIASO (Federazione Aziende Sanitarie e Ospedaliere)

 

–          da maggio 2004 a novembre 2005: Coordinatore Amministrativo di Area Vasta sud dell’ASUR /Azienda Sanitaria Unica Regionale,  Regione Marche;

 

–          da giugno 2002 al 31 Dicembre 2003: Direttore Amministrativo Aziendale  dell’ASL 13 di Ascoli Piceno;

 

–          da giugno 2000 a maggio 2002: Azienda Ospedaliera “G.M.Lancisi” Ancona. Dirigente Responsabile dell’Ufficio Programmazione, il Controllo di Gestione,  Formazione, Qualità e Sistema Informativo Aziendale ( in posizione dirigenziale a tempo indeterminato nel ruolo tecnico dal 16 maggio 2000) con autonomia gestionale e diretta responsabilità delle risorse assegnate;

 

–          Altri incarichi:

 

  • responsabile dell’Ufficio Programmazione, controllo di gestione, qualità e formazione dell’Azienda Ospedaliera G.M. Lancisi (1995-2000);
  • componente del Nucleo di Valutazione dell’Azienda Lancisi (1997-2002);
  • attività libero-professionale  in qualità di  sociologo ed esperto di sistemi della qualità, programmazione, e di controllo di gestione quale componente del Nucleo di Valutazione dell’Azienda Sanitaria Locale A.S.L. 13 di Ascoli Piceno (1998-2002);
  • componente del Nucleo di Valutazione dell’ARPAM, Agenzia Regionale per l’ambiente delle (2001-2005);
  • referente dell’Azienda Lancisi per la Regione Marche relativamente ai flussi informativi sanitari;
  • referente del Centro pilota dell’Osservatorio Nazionale Prezzi e Tecnologie Ministero della Sanità;
  • follow-up del Sistema Qualità secondo ISO 9001 nell’area cardiochirurgica (primo percorso di accreditamento in un ospedale pubblico in Italia (maggio-novembre 1999)

 

DOCENZE

–          2012-2006

  • Università di Urbino, Master MIOS (management innovativo della organizzazioni sanitarie), modulo su: “comunicare la salute”, maggio 2012;
  • Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, Facoltà di Medicina Corso di perfezionamento in organizzazione e gestione aziende sanitarie
  • Università G. D’Annunzio Chieti-Pescara, Facoltà di economia e Management;
  • Università G.D’Annunzio, Facoltà di medicina, scuola di specializzazione in chirurgia generale;

–          2005-04: Attività di docenza Corso di Perfezionamento Università di Macerata “gestione e controllo delle aziende sanitarie delle Marche; Attività di docenza  corso per personale ATL “Mantenersi in forma” Zona Territoriale 12 e 13;

–          2004-2002 Attività di docenza in corsi di formazione obbligatoria ASL 13 di Ascoli Piceno;

–          2000: Attività di docenza  c/o Asl 2 Urbino e Istituto S.Stefano, P.Potenza Picena,  (Re-engineering organizzativo, budgeting sanitario, controllo direzionale)

–          1999: Attività di docenza presso: Azienda Lancisi, Istituto Santo Stefano di Potenza Picena;

–          1998:   Incarico di Componente del Consiglio di Amministrazione della Azienda di Promozione Turistica della Regione Marche, rinnovato per 5 anni nel Luglio 2000;

–          1997: Attività di docenza in materia di programmazione e controllo di gestione presso l’ A.S.L. di Urbino e l’Azienda Lancisi;

–          1989 -1993: Presidente Osservatorio Nazionale della Mobilità Urbana, Consulta Nazionale Trasporti A.N.C.I. (Associazione Nazionale Comuni Italiani) Roma;              attività di formazione, aggiornamento e re-engineering presso vari uffici e assessorati comunali alla mobilità delle maggiori città italiane.

–          1987 -1993: Collaborazioni, consulenze e formazione per programmazione interventi per la mobilità urbana, di  riorganizzazione dei sistemi delle funzioni urbane con: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento delle Aree Urbane (Partecipazione attiva alla elaborazione della legge “Tognoli” sulla politica della sosta n. 122/89, ispirata anche dalle esperienze sperimentali svoltesi ad Ancona di cui sopra); Ministeri dei Lavori Pubblici e dei Trasporti; Conferenza Nazionale di Stresa; Fiat, Italtel Telesys,  RAI, AITEC, A.N.C.I., Federtrasporti; Politecnico di Milano; Università di Urbino, Scuola Servizi Sociali;  Rassegna Internazionale”Urbania” di Padova. Socio dell’INU, Istituto Nazionale di Urbanistica

 

MATERIE DI ATTIVITA’ CORRENTE

General management;

Programmazione Aziendale e Pianificazione Strategica delle Aziende Sanitarie;

Amministrazione generale di azienda;

Controllo di gestione e budgeting;

Valutazione delle risorse umane,

project management;

Analisi e reigegnerizzazione organizzativa di Aziende e Enti pubblici;

Total Quality Management; 

Analisi di soddisfazione dei consumatori e dei cittadini utenti;

Reporting direzionale;

impostazione contabilità analitica per centri di costo; Contabilità di output; activity based costing;

metodica DRGs per aziende sanitarie;

analisi dei costi, analisi make or buy;

Programmazione delle attività formative e Piani aziendali di formazione; analisi del fabbisogno formativo (indagini di clima, customer’s satisfaction etc.);

Programmi di outsourcing dei servizi non-core

Programmazione dei piani di mobilità urbana e dei trasporti,

Sistemi di project financing per le infrastrutture pubbliche;

 

ALTRE ESPERIENZE LAVORATIVE

1995 – 1991

Unità Sanitaria Locale 12 Ancona

•             Ufficio Provveditorato

1991-1977

Dirigente della Lega Nazionale Cooperative e Mutue e di varie Aziende aderenti;

 

Vice Presidente Regionale dell’ A.R.C.Ab. (Ass. Coop. Di Abitazione);

Membro del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Stamura Ancona, soc. consortile a r.l.;

Membro Direzione Nazionale ANCAb

 

 

PUBBLICAZIONI

Michele Caporossi-Gianfranco Carnevali, Dossier di copertina: “come buttare via esperienze e intelligenze per il gusto della rottamazione” in Panorama della Sanità, Roma Ottobre 2014.

Michele Caporossi et al. :“Il direttore generale di ASL tra professionalità, vincoli politici e attitudini” in: “linee guida per una nuova governance del sistema sanitario” Roma, Aracne editore, 2013

 

Il budget dell’appropriatezza” con altri autori; in: “Lancisi heart Journal” Gennaio 2002;

 

Michele Caporossi: “Strumenti di programmazione a livello aziendale: il processo di budgeting tra appropriatezza ed efficienza” su: GSISR CNR Milano Gennaio 2000

I numeri del Lancisi” Ancona 1997

il futuro della sanità picena”

Varie pubblicazioni su

Mobilità & Trasporti – Newsletter Fiat, Torino 1990-1992

ANCI Rivista, Roma 1989-1991

Conferenza nazionale dei trasporti di Stresa news; Milano 1989-1994; 




Memorial Sabatino Angelini e Nivolo Cremona a Macerata

Ascoli Piceno – La novità dell’8° edizione del Memorial Sabatino Angelini e Nivolo Cremona di calcio, alla fine è risultata vincente. Quest’anno infatti il torneo giovanile che si disputa durante la pausa natalizia dei campionati, ospitava non solo le squadre Giovanissimi e Allievi delle province di Ascoli Piceno e Fermo, ma anche quelle di Macerata. E due squadre maceratesi, alla fine, si sono aggiudicate i trofei in palio. Sul campo ‘Don Mauro Bartolini’ di Monticelli, messo gentilmente a disposizione dalla locale società sportiva, il Montemilone Pollenza di mister Giorgi ha battuto nella finale Giovanissimi-Memorial Nivolo Cremona, la Sambenedettese di mister Marco Ogliari per 3-1. Il Tolentino, invece, ha battuto nella finale Allievi-Memorial Sabatino Angelini, il Monticelli di mister Sospetti per 4-3 dopo i calci di rigore. I memorial nati per ricordare due arbitri prematuramente scomparsi, sono stati organizzati dalla sezione Aia ‘G. Guiducci’ di Ascoli e dalla FIGC grazie al fattivo interessamento del delegato provinciale, Luigi Paoletti. Soddisfatto alla fine il presidente dell’associzione arbitri di Ascoli, Massimo Vallesi. ‘Voglio ringraziare innanzitutto – ha detto Vallesi – tutte le società che hanno aderito al nostro invito a partecipare a questo torneo per ricordare due arbitri che hanno fatto la storia della sezione di Ascoli. Società che hanno messo a disposizione gratuitamente squadre, tecnici e impianti sportivi. Un ringraziamento va poi ai miei colleghi presidenti delle sezioni arbitri di San benedetto, Fermo e Macerata che hanno coinvolto i giovani direttori di gara che hanno composto le terne per dirigere tutti questi incontri dalle eliminatorie fino alla finali anche qui gratuitamente senza neanche il rimborso spese, con il solo spirito dell’amicizia e della condivisione. L’ultimo ringraziamento va infine ai miei collaboratori del Consiglio di Sezione e in particolare a Luciano Traini che come al solito ha curato alla perfezione la macchina organizzativa’. La premiazione delle squadre vincenti, si è svolta sul campo al termine delle singole gare, il resto della premiazione si svolgerà invece venerdì 15 gennaio alle ore 20.30, come accade ormai da sette anni, ospiti del Ristorante “Villa Angelini” di proprietà di Mario Angelini, fratello del commemorato Sabatino.  Saranno presenti anche le signore Giuliana e Franca, vedove dei due compianti arbitri ed è annunciata anche la presenza di Umberto Carbonari, componente del Comitato Nazionale e braccio destro del presidente Marcello Nicchi.

Tolentino

Tolentino




6 milioni di Euro da parte dell’Unione Europea al progetto del consorzio Iedat

Urbino – In allegato il comunicato della società EryDel, spinoff dell’Università di Urbino, con il quale si annuncia il finanziamento per 6 milioni di Euro da parte dell’Unione Europea al progetto del consorzio IEDAT, al quale partecipano con Urbino il Centro di AT della Johns Hopkins University (USA), il Centro Medico Sheba (Israele), la Johann Wolfgang Goethe Universität (Germania), l’Atassia Telangiectasia Society (Regno Unito) e Absiskey (Francia).
In particolare, il progetto finanziato sosterrà una sperimentazione clinica del prodotto EryDel EryDex System (EDS), per il trattamento della Ataxia Telangiectasia (AT), una rara malattia genetica progressivamente invalidante e per la quale nessuna terapia è attualmente disponibile.

 

EryDel Consortium Gains €6 million of EU Funding for Development of EDS
for the treatment of Ataxia Telangiectasia
Urbino, Italy – January 07, 2016 – EryDel SpA (www.erydel.com), a Company specialized in the development of
drugs and diagnostics delivered through autologous red blood cells, today announced the award of a grant of €6
millions funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme, under grant
agreement No 667946, call PHC14: “New therapies for rare diseases”. EryDel will coordinate the 40-month
project named IEDAT (Intra Erythrocyte Dexamethasone in the treatment of Ataxia Telangiectasia).
The IEDAT consortium also includes the Universita’ degli Studi di Urbino Carlo Bo (Italy), the AT Center at the
Johns Hopkins University (USA), the Sheba Medical Center (Israel), the Johann Wolfgang Goethe Universität
(Germany), the Ataxia Telangiectasia Society (UK) and Absiskey (France).
The funding will support a Phase III clinical trial for EryDel’s experimental combination product EryDex System
(EDS), for the treatment of Ataxia Telangiectasia (AT), a rare progressively disabling and life-shortening genetic
disease for which no therapy is currently available.
EDS is an innovative product that delivers dexamethasone sodium phosphate by encapsulating the drug into red
cells taken from the patient’s own blood, which are then reinfused into the patient. EDS has received Orphan
Drug designation for the treatment of AT both from the FDA and the EMA. EryDel recently completed a pilot
Phase II trial in AT patients that demonstrated the statistically significant efficacy of EDS on both primary and
secondary outcome measures.
The phase III trial will be an international, multi-centre, randomized, prospective, double-blind, placebocontrolled study, designed to assess the effect of 2 dose ranges of EDS, on neurological symptoms of AT patients.
An international patient registry will also be set up, with the aim of establishing and maintaining a comprehensive
clinical database of patients with AT and closely related conditions, enabling the monitoring of AT epidemiology,
the development of an evidence-based natural history of the condition, identification of biomarkers as well as
development of clinical guidelines.
Additional activities will involve testing of the AT-NEST scale and of a possible biomarker predictive of treatment
efficacy.
William Davis, CEO of the AT Society commented: “This is terrific news for families living with AT. This is the first
ever large-scale clinical trial of a treatment that could have a significant impact on the course of AT. The patient
registry, too, will help us better understand and treat this devastating condition. This shows what can be achieved
when companies, universities, clinicians and patient organisations work together. It will give thousands of people
new hope for the future.”
Luca Benatti, EryDel’s CEO, commented: “We are excited to have the support of the European Union Horizon
2020 program for the development of the EDS. AT is a relentlessly progressive disease for which no therapy is
currently available. EryDel, with the support of Patients Associations, clinicians and AT experts worldwide is
committed to complete regulatory development and bring this innovative therapy to market”.
About Ataxia Telangiectasia
Ataxia Telangiectasia (AT) is a rare genetic disease caused by biallelic mutations in the ataxia telangiectasia
mutated (ATM) gene, for which no established therapy is currently available. ATM encodes a PI3Kinase protein
shown to play a pivotal role in response to DNA damage and cell cycle control. Homozygosity for ATM mutations
result in a multi-systemic disorder, mainly involving the nervous and immune systems. The major clinical feature
of AT is severe progressive neurodegeneration from early infancy. Specific features include progressive ataxia of
the trunk and limbs, involuntary movements, oculomotor apraxia, difficulties with speech and swallowing, and
delayed peripheral neuropathy. Other clinical features of patients with the classical phenotype include
oculocutaneous telangiectasia, immunodeficiency with recurrent respiratory tract infections, radiosensitivity and
an increased incidence of cancer.
About EryDel
EryDel SpA is a Drug Delivery Company specialized in the development of drugs and diagnostics delivered through
red blood cells (RBCs) by using a proprietary medical-device technology. The most advanced product, EryDex
(Dexamethasone Sodium Phosphate delivered through autologous RBCs), has potential for the treatment of
Ataxia Telangiectasia, a rare autosomal recessive disorder for which no established therapy is currently available.
EryDex has received Orphan Drug designation for the treatment of AT both from the FDA and the EMA. A recently
completed pilot Phase II trial in AT patients demonstrated statistically significant efficacy of EryDex on both the
primary and secondary efficacy measures. EryDel has a pipeline of preclinical programs that use its proprietary
RBC’s delivery technology for the treatment of other rare diseases.




Form presenta la nuova stagione sinfonica 2016

Oggi in Regione

 

 

 

 

ANCONA 08/01/2016 – Una stagione all’insegna di Beethoven e del classicismo viennese che spazia attraverso generi e stili diversi, dal barocco alla musica da film. L’Orchestra Filarmonica Marchigiana ha presentato il cartellone 2016, composto da capolavori immortali che hanno fatto la storia della musica, con l’assessore alla Cultura Moreno Pieroni, il presidente FORM Renato Pasqualetti e il direttore artistico Fabio Tiberi. Dal 13 gennaio, con il debutto a Jesi, al 9 maggio, le melodie di Beethoven, Mozart, Haydn, Brahms, Schubert, Vivaldi e tanti altri attraversano, con ben 45 concerti, 12 importanti teatri della regione, da Pesaro ad Ascoli Piceno, e le città di Lucca, Ravenna e Foggia.

 

“La stagione sinfonica – ha dichiarato Pieroni – è uno degli eventi più qualificati e importanti della nostra regione. Voglio sottolineare la nostra vicinanza alla FORM che è una realtà tutta marchigiana, grazie anche alla professionalità dei maestri. L‘assessorato si sta impegnando per trovare fondi a sostegno di questo tipo di strutture culturali che rappresentano le Marche a livello nazionale. ” Prosegue Pasqualetti: “il nostro lavoro di produzione si svolge per 365 giorni l’anno, in tutte le Marche, da Ascoli a Pesaro. L’orchestra, composta mediamente da 60/70 musicisti, è cultura, spettacolo, coesione sociale e pure economia, un vero patrimonio a disposizione della regione”.

Il Maestro Hubert Soudant apre la stagione mercoledì prossimo. “Musicista di fama internazionale, Direttore Principale della FORM da un anno – ha affermato Tiberi – Soudant ci fa apprezzare la famosissima Quinta Sinfonia di Beethoven”. Sempre Soudant dirige il mese successivo la serie di concerti Mozart 40 e ad aprile Beethoven 1. La musica del genio tedesco è la protagonista anche dei Concerti per pianoforte che, dal 22 gennaio vedono misurarsi, dirette da Federico Mondelci, tre eccellenti giovane pianiste: Costanza Principe, Leonora Armellini e Gloria Campaner.

 

Uno dei migliori oboisti del panorama internazionale, Francesco Di Rosa, dal 28 gennaio esegue OBOISSIMO!: un viaggio con lo strumento che dà il “la” all’orchestra dal barocco di Vivaldi alla musica contemporanea di Keith Jarrett.

 

Il 14 febbraio l’Orchestra Filarmonica Marchigiana accompagna ad Ancona lo strepitoso duo Dosto & Yevski con la loro ultima “follia”, Sinfollia, mentre due settimane dopo spazio ad un altro gigante: Johannes Brahms. Questa volta la FORM accompagna Lorenzo Di Bella, diretto da Matteo Pagliari, nell’interpretazione del Secondo concerto per pianoforte e orchestra, il “concerto dei concerti”.

 

La stagione ha in serbo ancora due giovani e importanti musicisti internazionali, che si sono fatti apprezzare dal pubblico nelle stagioni precedenti. Il grande violoncellista Umberto Clerici è l’artista in residenza che dal 30 marzo si esibisce in veste di solista e di direttore dell’ensemble d’archi dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana, mentre dal 28 aprile torna il violinista Stefan Milenkovich con il programma Otto stagioni, ovvero quelle famosissime di Vivaldi e quelle amatissime di Piazzolla.

 

Il programma 2016 si completa con il concerto lirico sinfonico di Fabriano (6 marzo), con quello che inaugura la mostra Tiziano, Lotto, Artemisia: le stanze segrete di Vittorio Sgarbi ad Osimo (17 marzo) e con l’esibizione, affidata alla direzione di David Crescenzi e al giovane violoncellista Alberto Casadei, dal titolo Saint-Sans e Beethoven, a Chiaravalle (21 aprile).

 

Lo stile sinfonico incontra e si contamina con il linguaggio del jazz nell’appuntamento Woody Shaw Legacy with strings. Il 23 marzo al Pergolesi di Jesi, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana affronta una serata entusiasmante con la tromba di Fabrizio Bosso e il Massimo Morganti Sextet. Non meno affascinante il programma Musica da vedere: cinema italiano in concerto che propone le più belle colonne sonore del cinema italiano eseguite dalla FORM, diretta da Michelangelo Galeati.

 

Numerose le iniziative rivolte al mondo dell’istruzione con attività educational e concerti in anteprima; rinnovate le collaborazioni con il Conservatorio G. Rossini per le attività della classe di direzione d’orchestra e con l’Università di Ancona per FORM-OFF. I concerti dell’aula magna. Confermati anche gli appuntamenti con la Rassegna di Nuova Musica di Macerata e la serata finale del Concorso Postacchini di Fermo.

 

I partner sono: Fondazione Teatro delle Muse e Società Amici della Musica “G. Michelli” di Ancona, Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, Ente Concerti di Pesaro, Associazione Arena Sferisterio, Appassionata e Rassegna di Nuova Musica di Macerata, Civitanova Classica Piano Festival, Fondazione Gioventù Musicale d’Italia – sezione di Fermo, Associazione Antiqua Marca Fermana, Società Filarmonica Ascolana, Associazione Spazio Marche Jazz Network, AMAT, Accademia d’Arte Lirica e Concorso “Nuova Coppa Pianisti” di Osimo, Consorzio Marche Spettacolo.

 

La stagione è realizzata con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Marche, con il contributo dei Comuni di Ancona, Jesi, Macerata, Fermo, Fano, Fabriano e della Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana.




dalla Regione Marche

2016-01-08

QUATTRO INCARICHI DIRIGENZIALI PROVENIENTI DALL’ORGANICO DELLE PROVINCE TRASFERITO IN REGIONE

Cesetti: “Rafforzata così l’operatività di alcuni settori della Giunta regionale”

 

Nell’ambito della riorganizzazione della macchina amministrativa, la Giunta regionale, su proposta dell’assessore al Personale, Fabrizio Cesetti,  ha conferito quattro incarichi dirigenziali, provenienti dall’organico della Provincia di Macerata, anticipando il loro trasferimento in Regione.

Si tratta di Cesare Spuri alle attività tecniche di Protezione civile nell’ambito del Dipartimento per le politiche integrate di sicurezza e per la protezione civile; Letizia Casonato alla Viabilità regionale e gestione del trasporto nell’ambito del servizio Infrastrutture, trasporti ed energia; Graziella Gattafoni all’Istruzione, formazione integrata, diritto allo studio e controlli di primo livello nell’ambito del servizio attività produttive, lavoro, turismo, cultura e internazionalizzazione; Enrica Bonvecchi alle Relazioni con gli enti locali e semplificazione nell’ambito del Gabinetto del Presidente.

“Con questi incarichi la Regione – dichiara l’assessore Cesetti – ha anticipato i provvedimenti di trasferimento del personale provinciale in Regione partendo da alcune figure dirigenziali per  rafforzare l’operatività di alcuni settori della Giunta regionale, anche a seguito del pensionamento di dirigenti in ruolo”.

 




Parte il 2016 del Palaindoor di Ancona

Nel weekend, sabato 9 e domenica 10 gennaio, si svolgono i primi due meeting dell’anno

Ancona – Sarà un inverno tutto all’insegna dell’atletica, al Palaindoor di Ancona. L’impianto di via della Montagnola tornerà ad accogliere nel 2016 quattro rassegne tricolori in sala che culmineranno con i Campionati italiani assoluti del 5-6 marzo, prima del grande evento internazionale: i Campionati Europei Master indoor, dal 29 marzo al 3 aprile. Nelle settimane precedenti, il Palaindoor sarà il teatro dei Campionati italiani juniores e promesse (6-7 febbraio) e dei Campionati italiani allievi (13-14 febbraio), proseguendo con i Campionati italiani master (26-28 febbraio) che come di consueto prevedono una grande partecipazione di atleti “over 35”. In totale saranno assegnate circa 350 maglie tricolori. Ma in tutti gli altri weekend si disputeranno, ogni sabato e domenica, riunioni di carattere nazionale e manifestazioni promozionali.
Nel pomeriggio di sabato 9 gennaio andrà in scena il meeting d’esordio con inizio alle ore 15.30 e un cartellone che conta già undici gare individuali, oltre alle prove multiple. Tra gli iscritti il vicecampione italiano assoluto del disco Giovanni Faloci, finanziere umbro proveniente dall’Atletica Avis Macerata, atteso in quest’occasione sulla pedana del getto del peso. Ma anche diversi giovani interessanti come il mezzofondista napoletano Andrea Romani (Centro Ester), tricolore allievi degli 800 all’aperto in gara stavolta sulla distanza dei 1000 metri, e nel peso under 18 il lanciatore marchigiano Marco Balloni (Asa Ascoli Piceno), che durante la scorsa stagione è stato quarto nel disco all’Eyof di Tbilisi. Il programma è arricchito dal Festival delle prove multiple: nell’eptathlon maschile al via Roberto Paoluzzi (Atl. Studentesca CaRiRi), bronzo nel decathlon agli Assoluti, e l’osimano Manuel Nemo (Team Atl. Marche), quinto al campionato italiano promesse in sala della scorsa stagione. Nella categoria under 20, da seguire Massimiliano Sileoni (Atl. Avis Macerata) che nel 2015 ha ottenuto il quarto posto nel decathlon juniores tricolore.
Domenica si ricomincia alle 9.15 del mattino: di scena il meeting giovanile per cadetti (under 16) e ragazzi (under 14), in contemporanea all’avvio del pentathlon femminile che schiera la campana Anna Generali (Astro 2000) e la marchigiana Sara Porfiri (Atl. Avis Macerata), rispettivamente quinta e settima nell’eptathlon all’ultima edizione degli Assoluti all’aperto. Nel pomeriggio di domenica 10 gennaio, sempre dalle ore 15.30, toccherà a un altro meeting nazionale che prevede un programma tecnico diverso rispetto a quello di sabato: nei 200 metri sono attese Ilenia Draisci (Esercito) e l’allieva Zaynab Dosso (Calcestruzzi Corradini Excelsior Rubiera), poi l’altra under 18 Elisa Maggi (Atl. Fabriano). Sugli 800 metri è di nuovo annunciato Andrea Romani: stavolta opposto al pari età Simone Barontini (Sef Stamura Ancona), campione e primatista italiano allievi dei 1000 indoor.

ISCRITTI SABATO 9 GENNAIO: http://www.fidal.it/risultati/2016/REG9874/Index.htm
ISCRITTI DOMENICA 10 GENNAIO (pomeriggio): http://www.fidal.it/risultati/2016/REG9877/Index.htmOSIMO: AL VIA LA STAGIONE DEL CROSS
Prima prova del Campionato di società master, con partecipazione aperta ad altre categorie

Domenica 10 gennaio scatta anche la stagione della corsa campestre. Si disputa infatti il 2° Cross Città di Osimo, prima prova del Campionato di società per le categorie master. Una mattinata di gare al campo scuola di via Vescovara, per l’organizzazione dell’Atletica Amatori Osimo. Primo start alle ore 9.00 per il cross master femminile di 3 chilometri, alle 9.20 quello di 6 chilometri con le categorie master maschili dalla SM35 alla SM45 insieme a juniores, promesse e seniores. Alle 10.00 partirà l’altra gara sui 6 chilometri con SM50 e SM55, seguita alle 10.45 dal cross di 4 chilometri che vedrà in azione gli uomini dalla fascia di età SM60 in avanti, oltre alle donne delle categorie allieve, juniores, promesse e seniores. Chiusura dedicata ai giovani: cadetti, ragazzi ed esordienti. Difende i titoli master conquistati nel 2015 l’Atletica Senigallia (maschile e femminile), con la seconda prova in programma a Potenza Picena (24 gennaio), la terza a Urbania (14 febbraio), valida anche come Campionato regionale individuale master, e la quarta a Castelraimondo (6 marzo). La prossima settimana toccherà invece ai Societari assoluti: prima tappa ad Ancona (17 gennaio), dove si assegneranno i titoli marchigiani individuali, e seconda a Gubbio insieme all’Umbria (7 febbraio). Gli appuntamenti regionali della corsa campestre per le categorie ragazzi e cadetti saranno ad Ancona (17 gennaio), Macerata (31 gennaio con il campionato regionale assoluto di staffette) e Porto San Giorgio (20 marzo).

LINK ALLA FOTO
Il Palaindoor di Ancona: http://www.fidalmarche.com/immagini/4_palaindoor.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




L’on. Bocci: “Il processo di riorganizzazione dello Stato è irreversibile”

Tanti Sindaci all’incontro con il sottosegretario all’Interno sul tema della fusione dei Comuni

 

San Benedetto del Tronto, 08-01-2016 – L’onorevole Gianpiero Bocci, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno con delega agli Affari interni e territoriali, ha partecipato questa mattina in sala consiliare all’incontro sul tema “Novità normative per la fusione dei Comuni” promosso dall’Amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto.

 

Numerosi i Sindaci e amministratori dei Comuni del Piceno che hanno voluto partecipare, molti dei quali sono intervenuti esprimendo posizioni più o meno critiche verso il percorso, avviato dal Governo anche con incentivi economici, per favorire la fusione dei Comuni. Massimo Romani, sindaco di Massignano, ha illustrato gli obiettivi di un comitato popolare di recente costituzione che ha come obiettivo la promozione di una fusione dei Comuni della costa e dell’immediato entroterra Piceno che comprenda un territorio con circa 100mila abitanti. De Angelis, sindaco di Cossignano, ha invece avanzato riserve su quelle che ha definito “operazioni di ingegneria istituzionale” che rischiano di non risolvere i problemi dei Comuni nel mantenere i servizi, non affrontano il problema di una burocrazia sempre più soffocante, rischiano di impedire ai cittadini di esercitare la democrazia. Da molti sindaci è venuto poi la richiesta di lasciare libere le autonomie locali di decidere quali servizi erogare in forma associata, scelta che non deve essere decisa a priori dalla legge.

Nel suo intervento giunto a conclusione del dibattito, l’on. Bocci ha avvertito che non bisogna utilizzare l’argomento dell’identità culturale (quella che molti paventano possa essere minacciata dalle fusioni) come alibi per non fare. “La politica deve avere la forza di perseguire l’obiettivo del bene della comunità, anche se questo può minare il consenso – ha detto il sottosegretario – la fusione non è operazione dettata dalla solita “spending review”, ma è strumento che può dare un incentivo formidabile agli investimenti locali e al miglioramento dei servizi. In ogni caso – ha aggiunto – il processo di riorganizzazione dello Stato che abbiamo avviato è irreversibile e prevede che ognuno torni a fare il proprio mestiere: le Regioni programmazione e legislazione, le Province manutenzione delle strade e edilizia scolastica, i Comuni servizi alle persone. Dopo questa crisi da cui stiamo faticosamente uscendo – ha aggiunto – il mondo non sarà mai più quello di prima, i bisogni della gente non saranno più gli stessi e anche le istituzioni non potranno più essere quelle che eravamo abitati a conoscere”. Il rappresentante di Governo, che ha anche una lunga esperienza di amministratore negli enti locali, ha però raccomandato che questo processo sia costruito dal basso, coinvolgendo le popolazioni: “Le fusioni dovranno essere volute dai cittadini, non dai Sindaci”.

 

Bocci ha preso l’impegno di tornare presto a San Benedetto per illustrare agli amministratori locali tutti i benefici che derivano dalle fusioni, anche sulla base di esperienze concrete già portate a termine, con il supporto di dati e il contributo dei tecnici del Ministero dell’Interno.




Sabato 9 gennaio si consegna il “Truentum” 2015

AVVISO 

2016-01-08 – A causa delle concomitanti esequie dell’ex consigliere ed ex assessore dr. Domenico Mozzoni,  la cerimonia di consegna del premio Truentum 2015 al prof. Camillo De Lellis, già prevista per domani sabato 9 gennaio, è stata rinviata.  Sentito il premiando, verrà comunicata tempestivamente la nuova data.

 

Il matematico Camillo De Lellis riceverà il premio e terrà un intervento di fronte agli studenti

 

San Benedetto del Tronto, 2016-01-05 – Sabato 9 gennaio, alle 10,30, nella sala consiliare del Municipio, si terrà la cerimonia di consegna del “Premio Truentum”, la massima onorificenza concessa dal Comune di San Benedetto del Tronto a quei sambenedettesi di nascita o adozione che, operando nei vari campi dell’agire umano, siano riusciti a conseguire traguardi prestigiosi a livello nazionale e/o internazionale, dando lustro alla città.

 

Quest’anno il premio sarà conferito al matematico Camillo De Lellis. Il prof. De Lellis ha frequentato il liceo scientifico “Benedetto Rosetti”, dal 1995 al 1999 ha studiato matematica all’Università di Pisa e alla prestigiosa “Scuola Normale Superiore” dove ha conseguito la laurea magistrale e il dottorato sotto la guida dell’eminente matematico italiano Luigi Ambrosio.

Dopo aver passato un anno al “Max Planck Institute” di Lipsia e un semestre al Politecnico di Zurigo come ricercatore a contratto, nella primavera del 2004 ha vinto un posto da “Assistant Professor” all’Università di Zurigo dove dal 2005 è divenuto professore ordinario ricevendo la cattedra di Herbert Amann.

 

Alla cerimonia, nel corso della quale il premiato terrà un intervento dal titolo “Mi diverto un mondo, lo giuro. Una contestazione semiseria dei tanti pregiudizi sulla matematica e sui matematici”, sono stati invitati anche gli studenti degli istituti superiori cittadini.

 

Come consueto, la cerimonia di consegna del “Premio Truentum” sarà allietata da intermezzi musicali curati da una realtà culturale cittadina. Quest’anno si esibirà l’istituto musicale “Antonio Vivaldi”.

 

La cittadinanza è inviata a partecipare.