Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 18:00 di Dom 15 Set 2019

Articoli di Recensioni

image_pdfimage_print

Andrew Bird “My Finest Work Yet”

di

“My Finest Work Yet” è un inno in dieci tracce all’apertura, alla comunicazione, al confronto. Un inno stramaledettamente rotondo dal punto di vista sonoro, dolce, deciso, a tratti perfetto



Purple Mountains “Purple Mountains”

di

Nel bel mezzo delle giornate dedicate all’ascolto del primo disco firmato Purple Mountains arriva la notizia della morte di David Berman e niente è più uguale a prima



Bill Callahan “Shepherd In A Sheepskin Vest”

di

Non c’è magniloquenza in Shepherd In A Sheepskin Vest, c’è un artista che ha smesso di fissare il vuoto dal bordo del burrone e ha iniziato a godere delle piccole sfumature della quotidianità.



Big Thief “U.F.O.F.”

di

“U.F.O.F.” (4AD, 2019)

Con il terzo album la band newyorkese è pronta ad accreditarsi come uno dei nomi più originali e credibili del panorama folk-rock a stelle e strisce



Aldous Harding “Designer”

di

Aldous Harding, neozelandese di ventinove anni, è la più eclettica e spiazzante tra le cantautrici emerse nell’ultimo lustro. Designer è il suo terzo album e mostra le stigmate di una maturità già acquisita, di una grandezza artistica ormai inequivocabile



Damien Jurado “In The Shape Of A Storm”

di

“In The Shape Of A Storm” (Loose, 2019)

Dopo aver passato gli ultimi due lustri a riempire il suo suono, a fare in modo che il suo folk contenesse quante più idee di suono possibile, Jurado decide di affidare il peso del nuovo disco a nient’altro che alle emozioni della sua voce e fa di nuovo centro con un pugno di piccole, introspettive, perfette canzoni



Jen Beagin “Facciamo che ero morta”

di

“Facciamo che ero morta” (Einaudi, 2019 – 224 pagine; 19,00 euro)

Mona è una ventitreene disfunzionale che lavora come colf e, nel tempo libero, fa volontariato distribuendo siringhe agli eroinomani di Lowell, Massachusetts, che è il paese di Jack Kerouac ma, a parte questo, sembra il posto più sfigato d’America. E’ una ragazza solitaria, del tutto priva di autostima, parla continuamente con Dio chiamandolo “Bob”, da […]



Marianne Faithfull “Negative Capability”

di

“Negative Capability” (BMG, 2018)

Un gioiello di desolazione e totale assenza di speranza. Ma è proprio in questa assenza che si muove, resiste e brilla l’arte di Marianne Faithfull.



Jeff Tweedy “Warm”

di

“Warm” (Dbpm Records, 2018)

Il Jeff Tweedy confidenziale è solo uno dei diversi Jeff Tweedy possibili ma, come tutti gli altri, è un autore e un performer di stellare bravura e ad ulteriore dimostrazione arriva “Warm”, il primo album vero e proprio firmato col suo nome



Spiritualized “And Nothing Hurt”

di

“And Nothing Hurt” (Bella Union/Fat Possum, 2018)

L’ottavo lavoro degli Spiritualized è una grande opera rock, probabilmente il miglior disco della band inglese dopo il capolavoro tossico del 1997, Ladies And Gentlemen We Are Floating In Space



Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata