Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 19:22 di Gio 18 Lug 2019

Articoli di Recensioni

image_pdfimage_print

Bill Callahan “Shepherd In A Sheepskin Vest”

di

Non c’è magniloquenza in Shepherd In A Sheepskin Vest, c’è un artista che ha smesso di fissare il vuoto dal bordo del burrone e ha iniziato a godere delle piccole sfumature della quotidianità.



Big Thief “U.F.O.F.”

di

“U.F.O.F.” (4AD, 2019)

Con il terzo album la band newyorkese è pronta ad accreditarsi come uno dei nomi più originali e credibili del panorama folk-rock a stelle e strisce



Aldous Harding “Designer”

di

Aldous Harding, neozelandese di ventinove anni, è la più eclettica e spiazzante tra le cantautrici emerse nell’ultimo lustro. Designer è il suo terzo album e mostra le stigmate di una maturità già acquisita, di una grandezza artistica ormai inequivocabile



Damien Jurado “In The Shape Of A Storm”

di

“In The Shape Of A Storm” (Loose, 2019)

Dopo aver passato gli ultimi due lustri a riempire il suo suono, a fare in modo che il suo folk contenesse quante più idee di suono possibile, Jurado decide di affidare il peso del nuovo disco a nient’altro che alle emozioni della sua voce e fa di nuovo centro con un pugno di piccole, introspettive, perfette canzoni



Jen Beagin “Facciamo che ero morta”

di

“Facciamo che ero morta” (Einaudi, 2019 – 224 pagine; 19,00 euro)

Mona è una ventitreene disfunzionale che lavora come colf e, nel tempo libero, fa volontariato distribuendo siringhe agli eroinomani di Lowell, Massachusetts, che è il paese di Jack Kerouac ma, a parte questo, sembra il posto più sfigato d’America. E’ una ragazza solitaria, del tutto priva di autostima, parla continuamente con Dio chiamandolo “Bob”, da […]



Marianne Faithfull “Negative Capability”

di

“Negative Capability” (BMG, 2018)

Un gioiello di desolazione e totale assenza di speranza. Ma è proprio in questa assenza che si muove, resiste e brilla l’arte di Marianne Faithfull.



Jeff Tweedy “Warm”

di

“Warm” (Dbpm Records, 2018)

Il Jeff Tweedy confidenziale è solo uno dei diversi Jeff Tweedy possibili ma, come tutti gli altri, è un autore e un performer di stellare bravura e ad ulteriore dimostrazione arriva “Warm”, il primo album vero e proprio firmato col suo nome



Spiritualized “And Nothing Hurt”

di

“And Nothing Hurt” (Bella Union/Fat Possum, 2018)

L’ottavo lavoro degli Spiritualized è una grande opera rock, probabilmente il miglior disco della band inglese dopo il capolavoro tossico del 1997, Ladies And Gentlemen We Are Floating In Space



Villagers “The Art Of Pretending To Swim”

di

“The Art Of Pretending To Swim” (Domino, 2018)

Un disco uniformemente toccato dalla grazia, che conferma Conor O’Brien come uno dei migliori autori della sua generazione



Michael Imperioli “Il profumo bruciò i suoi occhi”

di

“Il profumo bruciò i suoi occhi” (Neri Pozza, Bloom – pag. 208; euro 16,50)

Chi lo immaginava che Michael Imperioli, meglio conosciuto come il Christopher Moltisanti della serie tv I Soprano, fosse un così abile narratore, capace di fare centro con il suo romanzo d’esordio?! Ambientato a New York nella torrida estate del 1976, Il profumo bruciò i suoi occhi svela la storia del giovane Matthew che, dopo la […]



Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata