La Maiella

 

Acquaviva, 2016-12-28 – Maiella

 

 

 

 

Ph © Valentina Bonci
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

per saperne di + sulla Maiella

 




al Cinema Margherita

Cupra Marittima

Lion – La strada verso casa di Garth Davis
Florence
di Stephen Frears

Paw Patrol

FINE SETTIMANA

Lion – La strada verso casa di Garth Davis
sabato 31 dicembre ore 17,30
domenica 1 ° gennaio ore 18,30 -21,15
martedì 3 gennaio ore 21,15
mercoledì 4 gennaio ore 21,15

Florence di Stephen Frears
venerdì 30 dicembre ore 21,15
domenica 1° gennaio ore 16,30
lunedì 2 gennaio ore 21,15

Paw Patrol
NATALE dei bambini 4,00 € per tutti
domenica 1 gennaio ore 15,00

Ricevi la programmazione su Whatsapp registra il numero 3917156986 sulla tua rubrica e invia ‘ok ‘ (il tuo numero non sarà visibile se non a noi)

 
Il Cinema Margherita di Cupra Marittima da venerdì 30 dicembre a mercoledì 4 gennaio propone:

  • Lion – La strada verso casa di Garth Davis, con Dev Patel, Rooney Mara, Nicole Kidman, David Wenham, Nawazuddin Siddiqui. Il film è stato presentato in anteprima mondiale al Toronto International Film Festival 2016,
  • Florence di Stephen Frears, con Meryl Streep, Hugh Grant, Simon Helberg, Rebecca Ferguson, Nina Arianda. Il film è candidato a quattro Golden Globe 2017.
  • Paw Patrol, arrivano al cinema in sei nuovi episodi inediti i cuccioli più famosi della tv. NATALE dei bambini 4,00 € per tutti.

Lion – La strada verso casa: Nel 1986, il piccolo Saroo di cinque anni, decide, una notte, di seguire il fratello più grande non lontano da casa, nel distretto indiano di Khandwa, per trasportare delle balle di fieno. Non resiste, però, al sonno e si risveglia solo e spaventato. Sale in cerca del fratello su un treno fermo, che parte, però, prima che lui riesca a scendere e percorre così 1600 chilometri, ritrovandosi a Calcutta, senza nessuna conoscenza de bengalese e nessun modo per poter spiegare da dove viene. Dopo una serie di peripezie, finisce in un orfanotrofio e viene adottato da una coppia australiana. Venticinque anni dopo, con l’aiuto di Google Earth e dei suoi ricordi d’infanzia, si mette alla ricerca della sua famiglia. (www.trovacinema.it)

“Lion è perciò un oggetto particolare, un film “da Oscar” che dei film “da Oscar” evita più o meno tutti i soliti difetti. Un grande narrazione a lieto fine, sì, ma nel quale il risarcimento emotivo non è completo e lascia dietro di sé e nello spettatore degli strascichi forse non contemplati; un film in cui le immancabili “rimonte” di sceneggiatura, tipiche del genere, sono gestite con eleganza non comune, senza che quasi che ne accorgiamo, e così il destino di Saroo è raccontato come una storia nella storia, quella di un cucchiaio immaginario che diventa un reale e anglofono “spoon” e del quale si deve liberare, tornando ad usare il naan, il pane indiano, come un cucchiaio, per poter tornare a toccare il proprio sé. L’India stessa, infine, non è quella povera ma colorata e pop di Danny Boyle, è più vera o per lo meno credibile: c’è infatti una ricerca di verosimiglianza, che si trova anche nell’estremo avvicinamento della coppia Nicole Kidman- David Whenam alla coppia vera della storia vera che ha ispirato il film, che non è francamente richiesta ad un prodotto di questo tipo, però fa la differenza.” (Marianna Cappi – mymovies.it)

Florence: New York, 1944. Florence Foster Jenkins è una melomane facoltosa che si crede dotata per il canto. Fiaccata da una malattia che cova dietro le perle e nella penombra della sua stanza, Florence decide di perfezionare il suo ‘talento’ con un maestro compiacente. Perché marito ed entourage hanno deciso di tacitare la sua mediocrità. Cantare per Florence non è un capriccio ma una terapia che le permette di vivere pienamente, ricacciando i fantasmi. Ma quello che doveva essere un trastullo colto per apprendere il repertorio classico, diventa il desiderio incontenibile di trovare un palcoscenico. Maestro e consorte si prestano al gioco e l’accompagnano, uno al piano, l’altro in attesa dietro le quinte, sulle tavole celebri della Carnegie Hall. Nella speranza che il concerto non volga in fiasco (www.trovacinema.it)

“Incarnata da Meryl Streep con gesto manierato e consolidato, Florence è una sopravvissuta a un matrimonio combinato, a una malattia ereditata dall’ex consorte, alla solitudine che la ghermisce nella camera da letto, alla perfetta incoscienza della sua splendida voce falsa, ai tradimenti del nuovo compagno, l’aristocratico charmeur interpretato da Hugh Grant, che trova un altro ruolo a misura del suo cambiamento interrogandoci daccapo sulla longevità di un artista. Frears, alla maniera di St. Clair Bayfield, protegge la sua eroina, ‘corrompe’ i critici e convince lo spettatore del valore del suo canto. E poco importa se la nota non è quella giusta. Se la prima categoria non si piega reputando Florence inconciliabile con un sistema stabilito di criteri tecnici ed estetici, la seconda abbraccia commossa il sogno di Florence, la purezza del suo desiderio. Come Frears, ci scopriamo tutti innamorati, per ridere troppo a lungo di lei, un fenomeno da freak show che s’ignora magnificamente.
Divertissement sentimentale con una fibra comica pronunciata e una lacrima trattenuta, Florence si accorda con Meryl Streep, Hugh Grant, Simon Helberg, attori impareggiabili e antitesi di una donna investita totalmente dal suo desiderio, priva del loro dono ma la cui ingenuità e autenticità ne definiva tutto lo charme. Il motore, in Marguerite e Florence, è la fiducia. La fiducia in qualcuno. Ma se il sostegno di Georges Dumont per Marguerite Dumont è condizionato e affatto sincero, quello di St. Clair Bayfield per Florence è assoluto, indecifrabile e sposta il baricentro del personaggio di Hugh Grant, che sublima il ridicolo e converte la mediocrità in sentimento. Risvegliata dal suo sogno, Florence Foster Jenkins morirà colpita al cuore dai detrattori. Perché non c’è niente che centri il cuore come il grande talento o l’assoluta mancanza di talento.” (Marzia Gandolfi – mymovies.it)

Paw Patrol: L’intraprendente Ryder e la sua banda sono un team imbattibile, perché “nulla è pauroso per un cucciolo coraggioso”. E siccome non si accontentano del successo planetario che hanno ottenuto come protagonisti del cartone televisivo Paw Patrol, ora Marshall, Chase, Zuma, Skye, Rubble e Rocky arrivano (sempre capitanati dal bambino Ryder) anche sul grande schermo, in edizione prenatalizia. (www.mymovies.it)

“Gli under-6 per cui il film è inteso si divertono moltissimo a vedere i loro eroi a dimensione gigante, applaudono davanti alle prodezze dei cuccioli e ridono alle loro battute puerili (ma qui è giusto che lo siano, è drammatico quando le ritroviamo nelle commedie italiane per adulti). Gli autori e la regia sono evidentemente sintonizzati sul gusto dei più piccoli, e dunque ecco storie semplici illustrate visivamente e “spiegate” dai riassuntini di Ryder, ritmo veloce, gadget fantasiosi, ripetizione degli slogan della pattuglia, spirito di squadra e grande entusiasmo anche di fronte ad imprese davvero basic.” (Paola Casella – Mymovies.it)

Anche per la stagione 2016-2017 il Cinema Margherita propone la Tessera Acec Marche. La tessera costa € 5, permette di avere 5 ingressi ridotti, più uno in omaggio, ed è utilizzabile in tutte le Sale Acec Marche.

Ingressi: € 6,50 interi, € 5,00 ridotti
Ingresso universitari: € 4,00

Cinema Margherita
Via Cavour, 23
63064 Cupra Marittima (AP)

Telefono: 0735 778983 / 340 7322062
Fax: 0735 777118
Email: info@cinemamargherita.com




Rassegna Musicale al Concordia

 

San Benedetto del Tronto – Da un idea partita tre mesi fa dalla vulcanica mente di Paola Olivieri presidente dei Rompibolle ,subito apprezzata da Cinzia Vagnarelli direttrice del coro di Accumuli e poi estesa a tutte le corali Sambenedettesi e abbracciata dalla Caritas Diocesana e dal Comune di San Benedetto e di Accumuli ,per cui attraverso la musica si potevano dare conforto e un pò di gioia a delle persone colpite da una sciagura grandissima sia materialmente che nell’animo, è nata ,attraverso mille difficoltà La rassegna musicale “Piazza San Francesco “ Accumuli il nome della piazza dove si aggregava la comunità del paese per le feste di Natale.

I l 28 e 29 dicembre presso il teatro Concordia si è svolto La Rassegna Musicale” Una forte presenza di spettatori,specialmente degli ospiti provenienti dai luoghi del sisma e residenti in vari alberghi della nostra città ma anche di sambenedettesi che hanno voluto così far sentire la loro presenza ed il loro affetto,hanno contrassegnato queste due serate

Condotte e presentate magistralmente da Angela Speca che ha fatto da filo conduttore tra le varie corali locali :

Coro San Giuseppe diretto: da Paola Olivieri

Coro Madonna del Suffragio diretto da: Lorenzo de Angelis

Coro Voci Liete di S.Filippo Neri diretto da: Marco Paolini

I Rompibolle con la Little Easter’s Band Formata da :

Basso :Pasqualino Palmiero

Chitarra Elettrica :Antonio Di Mascio

Chitarra Acustica ed Elettrica :Giuseppe Spalazzi

Tastiera:Nicola Capacchietti

Pianoforte Paola Olivieri

Batteria : Fabrizio Rizzuni

Con la partecipazione di Maurizio Angelini( Chitarra Acustica)Nicola di Pierro(Pianoforte)Andrea Tassi (Batteria),Maria Grazia Belleggia(Pianoforte)

Le corali si sono alternate in un abbraccio musicale con gli amici di Accumuli che attraverso la loro corale “In ….canto” sono stati il fulcro della manifestazione eseguendo pezzi tradizionali natalizi ,riarrangiati in chiave moderna da Pasqualino Palmiero

Il Sindaco Pasqualino Piunti,che avrebbe desiderato sicuramente essere con il Rompibolle sul palco a cantare anche lui,ha riaffermato il senso di ospitalità proprio del popolo Sambenedettese ed ha auspicato un seguito di amicizia e musica tra le due comunità

Moltissimi gli applausi e la partecipazione commossa di tutti ,Paola Torrone presidente della pro loco di Accumuli ,ha ringraziato dicendo, abbiamo ridato il sorriso a chi pensava di non riuscire più a provare gioia Le prime prove in punta di piedi ,con le lacrime a fior di pelle fino ad arrivare alla gioia grande di questa sera




Tantissimi visitatori alla mostra di presepi artistici del Maestro Luigi Girolami

MONSAMPOLO DEL TRONTO (Ap) – Sta riscuotendo un grande successo di pubblico la 17esima edizione della mostra di presepi artistici del Maestro Luigi Girolami, inaugurata il giorno di Natale all’interno dei percorsi ipogei del castello di Monsampolo del Tronto, dove l’Amministrazione comunale, anche quest’anno, ha deciso di aprire le porte ai tanti visitatori che avranno così l’opportunità di ammirare i presepi e il borgo.

Nel 2000, Monsampolo ha recuperato la tradizione natalizia dei francescani che nel convento del SS. Crocifisso allestivano «presepi di piccoli pupi», e da allora migliaia di persone hanno apprezzato le opere in miniatura di Luigi Girolami, che nelle Marche è riuscito a impreziosire la tradizione dei Presepi con nuove espressioni artistiche di maggiore effetto cromatico, svincolate dalla monotonia degli schemi ordinari.

Per la 17esima edizione, l’artista ha scelto di rappresentare la Natività in maniera diversa e più tradizionale, realizzando il suggestivo scenario della “Grotta del Mistero”, in collaborazione con Leonardo Alviti di Ascoli Piceno.

Le considerazioni, le emozioni e i commenti lasciati sul registro delle presenze sono la testimonianza che i Presepi di Monsampolo sono apprezzati per l’amore, la passione e il lavoro che Luigi Girolami mette in ogni sua espressione artistica. Una bella vetrina di opere d’arte, che ha attirato appassionati, gente comune, famiglie intere e turisti, e che sarà possibile visitare fino a domenica 8 gennaio 2017 dalle ore 15,00 alle 19,00.

Luigi Girolami,  trulli di Alberobello

Luigi Girolami, trulli di Alberobello

Per info: www.monsampoloborgoaccogliente.it – 377.1500858

Luigi Girolami, storico, presepista e inventore delle «tecniche monsampolesi» pubblicate in Italia e nella Repubblica Ceca, è nato e vive a Monsampolo. Dal 1998 al 2009 ha fatto parte dell’Associazione Italiana Amici del Presepio curando interessanti servizi sulla storia e sulle tecniche del Presepio. Il segreto del suo talento sta nell’essere riuscito ad applicare, in maniera personale ed originale, le tecniche del modellismo ai tradizionali allestimenti presepiali, sortendo effetti di straordinario valore che sollecitano la meraviglia e la curiosità dei visitatori.

I lavori del maestro spaziano dall’America degli Indiani alla Cina del primo Imperatore, dall’Egitto dei Faraoni al Medioevo di S. Francesco, dai Romani delle conquiste alla caduta dei culti pagani, dai mestieri di Padre Pio alla bottega di Babbo Natale, dalle «caciare» ascolane ai trulli di Alberobello, dal Carrozzone dei Pagliacci ai Presepi Palestinesi e dai giochi popolari all’Epifania delle befane. Accanto a tali proposte, non mancano spaccati di vita incentrati sull’infanzia di Gesù, capaci di allacciare con i visitatori un dialogo di silenziosa riflessione sul tema delle radici cristiane fiorite nella mangiatoia di Betlemme.




da Giulianova

Ospedale. Riunione fissata per il 5 gennaio dal sindaco e dal presidente della Commissione Sanità Ragni con i consiglieri di maggioranza e minoranza per fare fronte comune.

Il sindaco Francesco Mastromauro e il presidente della speciale Commissione Sanità Luigi Ragni hanno invitato i consiglieri, sia di maggioranza che di minoranza, alla riunione fissata in Comune il 5 gennaio 2017, ore 19.30, per fare il punto sulla situazione in un’azione condivisa relativamente all’ospedale “Maria Ss.ma dello Splendore”. L’incontro precede il Consiglio comunale convocato per l’11 gennaio, ore 17, su richiesta dei gruppi consiliari di minoranza con ordine del giorno “Stato e prospettive della sanità a Giulianova”.
“Occorre fare squadra e fronte comune su una questione importante come quella dell’Ospedale che, l’ho sempre detto, non deve essere strumentalizzata, né piegata a interessi di bottega, né inserita in recinti politici. La salute – dichiara il sindaco – è un bene comune, quindi trasversale. Per questo con il presidente Ragni ho voluto la riunione del 5 gennaio chiamando a parteciparvi tutti i consiglieri. C’è un punto di partenza che, per quanto ci riguarda, è anche un punto fermo. Ed è costituito da quei 2 ospedali per acuti, di cui uno a Giulianova, indicati dall’allora governatore Chiodi, dal sub commissario Baraldi e dall’allora manager Varrassi durante il Consiglio comunale straordinario tenutosi nel febbraio 2012 al Kursaal. Una prospettiva ragionevole in ragione della collocazione geografica, assolutamente strategica, della nostra città. Non dimenticando che esiste una delibera regionale, la n. 742 del 15 novembre scorso, che prevede le risorse per la realizzazione dell’Ospedale giuliese mediante l’acquisizione dell’area in via Cupa dal parte della ASL, tenuta a dare seguito all’iter avviato. Questa è la volontà dell’Ente Regione cui l’attuale manager della ASL Roberto Fagnano deve dare quindi esecuzione come da me richiesto il 26 novembre scorso conformemente alla delibera della giunta regionale. E in proposito è da aggiungere che lo stesso Fagnano quattro giorni dopo, il 30 novembre, mi inoltrò una nota ufficiale nella quale egli invitava il direttore dell’UOC Attività Tecniche e Gestione del Patrimonio della ASL, ingegner Corrado Foglia, ad avviare tempestivamente una istruttoria tecnica preliminare sull’area individuata per la realizzazione del nuovo nosocomio. Penso che debba riflettere seriamente chi bara o ritiene di prendere per i fondelli non solo i cittadini di Giulianova ma le quasi 100.000 persone dell’area vasta che fa capo al “Maria Ss.ma dello Splendore”. Qui ci sono impegni presi e consacrati nei documenti, oltre che nelle dichiarazioni fatte pubblicamente. E chi non li rispetta – conclude il sindaco – dovrà assumersene ogni responsabilità”.
Rifiuti. Anticipata al 4 gennaio la raccolta dell’indifferenziato insieme con l’organico.

L’assessore all’Ambiente Fabio Ruffini rammenta che, come peraltro indicato chiaramente nel nuovo Ecocalendario 2017, la raccolta dell’indifferenziato si avrà mercoledì 4 gennaio unitamente all’organico, in quanto venerdì 6 gennaio è festivo. L’assessore raccomanda quindi di tenere a mente la diversa data per evitare che, come accaduto in passato, vengano posizionati i contenitori per l’indifferenziato senza la possibilità di prelievo con rischio di sanzioni per esposizione con conforme.

Gli auguri di Buon Anno del Sindaco e della Giunta.

Il sindaco Francesco Mastromauro, la vice Nausicaa Cameli e gli assessori Francesca Guerrucci, Germano Giovanardi, Gian Luca Grimi e Fabio Ruffini formulano alla cittadinanza l’augurio di Buon Anno.
“Il nostro pensiero particolare – aggiunge il sindaco – va ai malati, ai più sfortunati, alle persone che soffrono. Così come siamo grati agli appartenenti alle forze dell’ordine, al personale sanitario, agli addetti ai servizi di emergenza, ai volontari, ai giornalisti  e, più in generale, a tutti coloro che il giorno di Capodanno saranno a vario titolo impegnati a garantire i servizi pubblici essenziali”.




La Camera di Commercio Informa

Bilancio di fine anno per la Camera di Commercio di Ascoli

 

Ascoli Piceno, 2016-12-30 – Il presidente della Camera di Commercio di Ascoli ha stilato un bilancio di fine anno ed ha illustrato piano di riorganizzazione nazionale degli enti camerali previsto per il 2017




La Giunta regionale ha nominato i dirigenti dei dodici servizi

 

Ancona – La Giunta regionale ha nominato i nuovi dirigenti dei dodici servizi che compongono la macchina amministrativa dell’ente, a seguito della recente riorganizzazione. Gli incarichi prevedono la rotazione dei vertici apicali stabilita dalle norme nazionali sull’anticorruzione e una parità di genere, con cinque dirigenti  donne, per la prima volta. Gli incarichi decoreranno dal 1° febbraio 2017, per una durata di quattro anni.

“La riorganizzazione della macchina regionale – spiega il presidente Luca Ceriscioli – è un obiettivo inserito nel programma di governo della Giunta. Rinnovare i dirigenti, seguendo il criterio della rotazione, permetterà di raggiungere risultati con nuove modalità e nuovi processi, efficientando il sistema e renderlo più funzionale e fluido. Ringraziamo tutti i dirigenti che fino a oggi hanno lavorato con serietà e impegno e che passeranno ad altro incarico”.

Di seguito le nomine conferite oggi, nel corso dell’ultima seduta del 2016 dell’esecutivo regionale.

–          Servizio Avvocatura regionale e Attività normativa             Gabriella De Berardinis

–          Servizio Protezione civile                                                                David Piccinini

–          Servizio Risorse umane, organizzative e strumentali          Piergiuseppe Mariotti

–          Servizio Stazione unica appaltante Marche                            Enrica Bonvecchi

–          Servizio Affari istituzionali e integrità                                        Deborah Giraldi

–          Servizio Risorse finanziarie e bilancio                                        Maria Di Bonaventura

–          Servizio Attività produttive, lavoro e istruzione                    Massimo Giulimondi

–          Servizio Sviluppo e valorizzazione delle Marche                   Raimondo Orsetti

–          Servizio Politiche agroalimentari                                                 Lorenzo Bisogni

–          Servizio Tutela, gestione e assetto del territorio                  Nardo Goffi

–          Servizio sanità                                                                                     Lucia Di Furia

–          Servizio Politiche sociali e sport                                                   Giovanni Santarelli

Fabrizio Costa continua a ricoprire gli incarichi di Capo di Gabinetto e Segretario generale.

 

 




Programma di sviluppo rurale, pubblicato il secondo bando del 2016 per favorire l’insediamento dei giovani

Casini: “Rispettati gli impegni presi”. Nel corso dell’anno il Psr ha messo a disposizione 280 milioni, oltre 9 mila le domande pervenute

 

 

Ancona – La Giunta regionale ha pubblicato il secondo bando del 2016 per l’insediamento dei giovani in agricoltura, sostenuto con i fondi del Programma di sviluppo rurale (Psr) 2014-2020. Le domande scadranno ad aprile 2017. “Abbiamo rispettato l’impegno preso con la comunità regionale, visto il successo del primo bando uscito sempre nel 2016. Puntiamo molto sui giovani. Due bandi nello stesso anno testimoniano l’attenzione che la Regione dedica all’innovazione e alla qualità garantite dal ricambio generazionale – commenta l’assessore all’Agricoltura, Anna Casini – Abbiamo recepito le indicazioni scaturite dai numerosi confronti con le parti sociali, rispettando l’impegno che riguardava anche  la modifica del Psr, presentata all’Assemblea legislativa lo scorso 19 dicembre, oltre allo stanziamento di nuove risorse per favorire l’imprenditoria agricola giovanile sulla quale convergono molte richieste dal territorio”. Complessivamente, nel nuovo anno, il “pacchetto giovani”, che comprende anche l’insediamento, stanzierà 26,3 milioni di euro, che si vanno a sommare agli oltre 22 del 2016. “La Regione ha messo a disposizione, in un anno, circa 50 milioni di euro per favorire la nuova imprenditoria agricola, gli investimenti aziendali, lo sviluppo di attività non agricole nell’ambito aziendale, accompagnando il ricambio generazionale con risorse pubbliche significative”, sottolinea l’assessore. Tra le novità del nuovo bando, l’aumento di un anno del limite di età per beneficiare dei contributi, passato dai 40 anni non compiuti, ai 40 compiuti. Possono presentare domanda i giovani che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda. La maggiore dinamicità e propensione agli investimenti dei nuovi imprenditori viene accompagnata con l’aiuto all’insediamento e con misure che agevolano l’acquisizione delle necessarie competenze tecniche, oltre a quelle per realizzare investimenti strutturali. “Siamo soddisfatta del lavoro svolto e dei risultati complessivamente conseguiti nel primo anno di attività del nuovo Psr – conclude l’assessore Casini – Abbiamo messo a disposizione, con i vari bandi, 280 milioni di euro, rispetto ai 538 dell’intera dotazione settennale e 171 sono già stati assegnati. Sono pervenute 9.618 domande, oltre 5.000 della quali già valutate. La struttura regionale sì è impegnata con grande professionalità, rispondendo appieno alle esigenze della comunità marchigiana”.




Samb – Maceratese 0 a 1

La Samb termina l’anno nel peggiore dei modi

 

San Benedetto del Tronto, 2016-12-30 – Seconda sconfitta casalinga consecutiva per i rossoblù, che cedono di misura alla Maceratese senza combattere fino in fondo e non mostrando lo spirito di squadra necessario per ribaltare partite come questa. Gol vittoria di Allegretti al 71’. L’anno nuovo, per forza di cose, porterà cambiamenti importanti in casa Samb.

 

Primo tempo noioso, senza emozioni né da una parte né dall’altra, benché per la Samb ci provino, con conclusioni poco convinte, Sabatino al 13’, Berardocco al 21’ e Mancuso al 24’, mentre per la Maceratese l’occasione migliore è sui piedi di Turchetta, il più vivace dei suoi, che al 41’ tenta un destro a giro che termina di poco a lato.

Nella ripresa la Samb ha diverse opportunità per portarsi in vantaggio. Al 51’ Sabatino pesca Mancuso solo davanti al portiere, ma il tiro al volo finisce alto. Al 55’ Lulli stoppa e tira a pochi metri dalla porta ma il tiro è debole e non impensierisce l’estremo difensore biancorosso. Al 60’ Sorrentino viene liberato sul filo del fuorigioco e si avvia tutto solo verso quello che sembra un gol fatto, ma incredibilmente si fa respingere il tiro.

Dopo tanti gol mangiati, dice la prima regola non scritta del calcio, il gol si finisce per subirlo. Al 71’, da un pallone perso a centrocampo, parte l’azione personale del solito Turchetta, che dalla sinistra libera Allegretti che può insaccare a porta vuota il gol del vantaggio.
La Samb è allo sbando, sfiduciata, involuta, con alcuni elementi che finiscono per indisporre il pubblico per i troppi errori e la scarsa grinta. Nonostante tutto, al 75’ Lulli viene atterrato in area e l’arbitro Balice fischia il rigore. Con i rigoristi Di Massimo e Berardocco già sostituiti, sul dischetto si presenta Radi, ma Sabatino prende il pallone e decide di incaricarsi della battuta. Peccato che la sua esecuzione sia pessima, con il pallone sparato molto al di sopra della traversa.

Non ci sono più occasioni limpide per la Samb e, quando al 93’ l’arbitro fischia la fine della gara, dalla curva e dalle tribune piovono fischi per la squadra.
L’ultima vittoria dei rossoblù risale al 19 novembre e la distanza dalla vetta aumenta. Da gennaio bisognerà essere bravi a non sprecare del tutto il buon lavoro fatto nella prima parte della stagione, ma serviranno dei cambiamenti, soprattutto servirà ricostruire uno spogliatoio i cui problemi sono stati fin troppo bene evidenziati dalla prestazione odierna.

Prossimo appuntamento, dopo la sosta invernale, il 22 gennaio alle ore 18:30 a Mantova.

 

Samb
33 Aridità, 3 Radi, 4 Di Filippo, 5 Berardocco (28’st 21 Vallocchia), 6 Lulli, 7 Mancuso, 8 Sabatino, 9 Sorrentino, 11 Pezzotti, 17 Di Massimo (18’st 10 Tortolano), 19 Tavanti.
All: Ottavio Palladini.
A disp: 22 Pegorin, 10 Tortolano, 13 N’Tow, 15 Zappacosta, 18 Candellori, 20 Mattia, 21 Vallocchia, 27 Marra, 29 Damonte.
Maceratese
22 Forte, 3 Broli, 5 Marchetti, 6 Gattari, 7 De Grazia (43’st 21 Bangoura), 8 Quadri, 9 Colombi (46’pt 15 Allegretti), 10 Turchetta, 16 Palmieri (34’st 23 Franchini), 19 Malaccari, 24 Perna.
All: Federico Giunti.
A disp: 1 Moscatelli, 2 Gremizzi, 4 Bondioli, 11 Petrilli, 13 Massei, 15 Allegretti, 20 Mestre, 21 Bangoura, 23 Franchini, 25 Ramadani, 26 Cannoni, 28 Selvaggio.

Arbitro: Antonello Balice di Termoli assistito da Domenico Lacalamita e Stefano Viola di Bari

Spettatori: 4500 circa di cui 240 provenienti da Macerata
Marcatori: 26st Palmieri
Ammonizioni: 3st De Grazia; 19st Tavanti; 35st Sabatino
Angoli: 5 – 3
Recupero: 1 + 3 min.

 

 

Note: presente in tribuna Serse Cosmi ma sarebbe Liverani il più accreditato per l’eventuale sostituzione di Palladini.

 

Lega Pro Unicef Girone B 2016-17, Risultati 21a G

PORDENONE
FORLì 5:0
SUDTIROL
GUBBIO 2:2
SAMB
MACERATESE 0:1
BASSANO
TERAMO 2:1
SANTARCANGELO
FANO 1:0
MODENA
FERALPISALò 4:1
VENEZIA
MANTOVA 3:1
ALBINOEFFE
PADOVA 0:3
LUMEZZANE
PARMA 0:2
ANCONA
REGGIANA 1:0

 

 

FotoCronaca

© www.ilmascalzone.it  Press Too srl Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 

 

Lega Pro Unicef Girone B 2016-17, Classifica 21a G

 

 

G

P.ti

V

N

P

Reti F/A

VENEZIA

21

42

12

6

3

29:17

PORDENONE

21

41

12

5

4

39:22

PADOVA

21

39

11

6

4

32:19

PARMA

21

39

11

6

4

32:21

REGGIANA

21

37

11

4

6

26:19

GUBBIO

21

35

11

2

8

27:23

BASSANO

21

33

8

9

4

34:28

SAMB

21

31

8

7

6

26:23

FERALPISALò

21

29

8

5

8

27:25

SANTARCANGELO

21

27

6

9

6

21:21

ALBINOEFFE

21

26

6

8

7

22:24

MACERATESE

21

24

6

9

6

19:20

SUDTIROL

21

23

5

8

8

18:22

ANCONA

21

23

5

8

8

16:23

LUMEZZANE

21

22

5

7

9

12:17

MODENA

21

19

4

7

10

15:22

TERAMO

21

19

4

7

10

24:30

FORLì

21

19

4

7

10

20:35

MANTOVA

21

18

5

3

13

18:33

FANO

21

16

3

7

11

10:23

 

 

Lega Pro Unicef Girone B 2016-17, 22a G

 

FANO
ALBINOEFFE -:-
BASSANO
ANCONA -:-
GUBBIO
LUMEZZANE -:-
TERAMO
PORDENONE -:-
PARMA
SANTARCANGELO -:-
MACERATESE
MODENA -:-
FORLì
PADOVA -:-
MANTOVA
SAMB -:-
FERALPISALò
SUDTIROL -:-
REGGIANA
VENEZIA -:-

 

 




Si conclude con uno spettacolo a Carpi il ricco 2016 della Compagnia dei Folli

 

Ascoli Piceno – La Compagnia ascolana sarà impegnata il 31 dicembre nella messa in scena di “Volta Celeste” nella Piazza dei Martiri di Carpi all’interno della festa organizzata dal Comune modenese che vede tra gli altri le esibizioni dell’ensemble musicale Oblivion e il dj set d’eccezione con Daddy G dei Massive Attack.
I Folli accompagneranno gli spettatori fino alla mezzanotte con coreografie ed acrobazie su trampoli e su una gru ad oltre 30 metri di altezza.

Il 2016 è stato un anno particolarmente importante per la Compagnia dei Folli, con 75 spettacoli realizzati e l’impiego di oltre 20 attori.
Quest’anno i Folli hanno partecipato a diversi Festival mettendo in scena gli eventi di chiusura, come al “Segni Barocchi Foligno Festival”, al “Veregra Street”, al “Settembre Offanengo”, a “L’incantaborgo”, a “Templaria” di Castignano e molti altri.
In quest’anno è proseguita la collaborazione con E’vents, agenzia di spettacolo austriaca con la quale da oltre venti anni la Compagnia dei Folli collabora per la realizzazione di spettacoli ed eventi legati al Carnevale in Austria ed in Slovenia.
Non sono mancate le partecipazioni a manifestazioni storiche come “Palio del Daino”, “Ottava Medievale”, “Dama Castellana”.
La Compagnia ha realizzato eventi privati in occasioni di matrimoni e cerimonie oltre ad aver creato eventi unici per aziende e ditte private nazionali ed internazionali.

E’ proseguita con successo anche l’attività presso il PalaFolli Teatro con i corsi di danza, circo e teatro tenuti dalle associazioni Passi sul Pentagramma, Tum Tum Walk e Laboratorio Minimo Teatro. Anche per il 2016 è stato realizzato al PalaFolli il progetto Me.Te. dell’associazione Casa di Asterione che prevede corsi di teatro, canto e danza frequentati da ragazzi normo-dotati e diversamente abili.

Insieme a Castoretto Libero, Li Freciute e i DonAttori, il PalaFolli ha organizzato la X Edizione di Ascolinscena, rassegna di commedie con compagnie provenienti da tutta Italia.
Il PalaFolli teatro ha ospitato inoltre saggi, spettacoli ed eventi organizzati da diverse associazioni e scuole ascolane e marchigiane. La stagione 2016 si è concluso lo scorso 27 dicembre con lo spettacolo “Pinocchio on the road” che ha dato inizio alla Rassegna di Teatro Ragazzi “Folli Ragazzi!” giunta alla sua terza edizione e che nell’anno ancora in corso ha visto la partecipazione di tante famiglie raggiungendo quasi sempre il sold out.

Il 2016 è stato anche l’anno del Festival Sibyllarium ideato, organizzato e realizzato dalla Compagnia dei Folli e che, nonostante la concomitanza con il terremoto, ha riscosso successo e critiche positive. Sibyllarium è un festival dedicato ai piccoli e alle famiglie, un luogo dove la fantasia, la magia e la sorpresa sono state le vere protagoniste. Sul Pianoro di Colle San Marco è stato possibile assistere a spettacoli, concerti, partecipare a laboratori e visitare mostre ed esposizioni che avessero a tema il mondo delle Sibille e delle Fate.