PallaMano, 5a vittoria per l’Hc Monteprandone

PallaMano, 5a vittoria per l’Hc Monteprandone

HC, quinta vittoria: i verdi centrano il quarto pieno su quattro in casa e restano in vetta

 

 

HC Monteprandone-Altamura 28-24

MONTEPRANDONE: Mucci, Vagnoni, Evangelista, Marco Di Girolamo, Cani 2, Grilli 10, Selgas Grandi 2, Capocasa, Tritto 8, Cuzzi 2, Moreno Salladini 3, Cocco 1, Romussi, Petroni, Cela. All.: Vultaggio.

ALTAMURA: Fiore, Tortorelli 3, Tragni 4, Chironna, Lanzolla 7, Simone 2, Palmisano, Zaccaria, Michele Loviglio, Marangeli 4, Loporcaro 3, Popolizio, Lorusso 1. All.: Paolo Loviglio (sostituito da Nicola Loviglio).

Arbitri: Verardi e Bevilacqua.

NOTA: parziale primo tempo, 14-11.

MONTEPRANDONE – La quarta vittoria (su quattro) in casa, la quinta della stagione. Missione compiuta per l’Handball Club Monteprandone, che si tiene la testa del girone C di Serie A Bronze, a quota 10, insieme al Team Mascalucia che supera Noci nello scontro diretto della sesta giornata.

Contro Altamura, ultimo in classifica ma orgogliosissimo e senza paura, non è stata la migliore HC. Anzi: partita sottotono, coi 2 punti che pesavano tanto. In ogni caso, Monteprandone subito avanti e capace di restare al comando per l’intero confronto. Ma ai ragazzi di coach Andrea Vultaggio manca il colpo del ko. Come mancano due titolari preziosi, Di Girolamo ed Evangelista (problemi fisici), anche se al loro posto Tritto (secondo miglior marcatore con 8 gol, dietro Grilli a 10) e Vagnoni fanno un figurone, a conferma dell’ottimo lavoro svolto dalla società sul settore giovanile.

Primo tempo pasticciato da entrambe le parti, con l’HC comunque più lucida. Si va al riposo sul 14-11. Ancora una volta Monteprandone si conferma squadra da ripresa: a metà parziale sale a +8 e sembra avere in pieno controllo il match. Ma dopo ci scappa il black out che permette ad Altamura (venderà cara la pelle fino alla fine) di riportarsi a meno 2 con 5 minuti da giocare. Finale contraddistinto da continui ribaltamenti di fronte, con i padroni di casa che però sfruttano la loro maturità e portano a casa la quinta partita della stagione col risultato di 28-24.

Coach Andrea Vultaggio commenta: “L’importante sono i 2 punti. Abbiamo trascorso una settimana difficile, non siamo mai riusciti ad allenarci al completo. Mi aspettavo che avremmo sofferto. Noi avevamo vinto con la prima della classe, loro avevano perso di tanto e questo a livello mentale un poco l’abbiamo pagato. Ci prendiamo la vittoria e le cose positive. Soprattutto le prestazioni di Tritto e Vagnoni: si sono comportati benissimo. E nonostante la sofferenza abbiamo condotto la partita per lunghi tratti. Ci siamo un po’ rilassati nel finale, purtroppo non riusciamo a chiudere le gare. Dobbiamo lavorare su questo aspetto” conclude Vultaggio.

Prossima tappa, assai impegnativa, sabato 16 dicembre (alle 19) sul campo della vice capolista Pallamano Noci.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com